Decreto del Commissario ad acta

REGIONE LAZIO
REGIONEr
LAZIO
~
Decreto del Commissario ad acta
(delibera del Consiglio dei Ministri del 21 marzo 2013)
N.Lt OO .fl,.3 del
10 APR, 2015
Proposta n.
5315
del 08/04/20 15
Oggetto:
L.R 312010 - DPCA 90/20 10 - L.R 12/201 1: Provvedimento di conferma dell'autorizzazione all'esercizio e di rilascio
de ll'accreditamento istituzio nale definitivo del presidio denominato "Don Orione". gest ito dalla "Provincia Religio sa dei SS.
Aposto li Pietro e Paolo dell'Opera di Don Orione" (P.lVA 0 110568 1009). con sede legale e operativa in Roma. Via della
Camilluccia. 112
Estensore
Resp onsabil e del Procedimento
Il Dir igente d'Area
~CHIA
Il Direttore Regionale
I
~~SI
Pagina 1 /11
Richiesta di pubblicazione s ul BU R: NO
OGGETTO: L.R 3/2010 - DPCA 90/2010 - L.R 12/2011 : Provvedimento di conferma
dell ' autorizzazione all'esercizio e di rilascio dell' accreditamento istitu zionale definitivo del
presidio denominato "Don Orione", gestito dalla " Provincia Religiosa dei SS. Apostoli Pietro e
Pao lo dell'Opera di Don Orione" (P.IVA 0 1105681009), con sede legale e operativa in Rom a, Via
de lla Cami lluccia, 112
IL COMMISSARIO AD ACTA
VISTI per q uanto ri gua r da i poter i
la Legge Costituzi onale 18 ottobre 2001 , n.3;
lo Statuto dell a Regi one Lazi o Il novembre 200 1, n. I"Nuovo Statut o della Regione Lazio"
e success ive modifiche ed integrazioni;
la Legge Regionale 18 febbraio 2002 n. 6 e s. m. i.;
Regolamento Regionale 6 settembre 2002 , n. I e s.m.i.
la Deliberazione del Consiglio dei Min istri del 21 marzo 2013 , con cui il Presidente della
Regione Laz io N ico la Z inga rett i è stata no minato Commissario ad ac ta per la prosecuzione
del Piano di rientro da i disavanzi regiona li de l settore sanitario de lla Reg ione Lazio;
la Determinazione regi onal e B03071 del 17 luglio 201 3 avente ad oggetto :
"Ri organizza zione delle strutture organi zz at ive di base den ominate aree e uffici della
Direzione regionale salute e Integrazione Soci osanitaria", con la quale è istituita l'Area
den omin ata "A utorizzazione e Accreditamento - Completamento adempimenti legge
12/2011 " ;
la Deliberazione del Consiglio dei Mini stri del Ol dicembre 2014, con cui l'Arch. Giovanni
Bissoni è stato nominato sub commissari o nell'attuazione del Pian o di rientro da i disavanzi
regional i del settore sanitario della Reg ione Lazi o;
VIS TI per quanto r iguarda il Piano d i rient ro
l'articolo 8, comma I della Legge 5 giugno 2003, n. 131;
l'artico lo l , com ma 180, della Legge 30 dice mbre 2004, n. 3 11;
le Deliberazioni della G iunta Reg ionale n. 66 del 12 febbraio 2007 avente ad ogge tto :
"Approvaz ione de l "Pia no di Rientro. ." e n. 149 del 6 marzo 2007 ave nte ad oggetto : " Presa
d'atto de ll' Accordo Stato Regi one Lazio .. .. Approvazione de l "Piano di Rientro";
la Legge 23 dicembre 2009, n. 191;
il Decreto del Commissari o ad acta n. U00480 del 6 dicembre 2013, recante : "Approvaz ione
programm i operativi" pe r gli anni 2013-2015 ;
i programmi op erativi approva ti con Decreto del Commissari o ad acta n. U00247 del 25
luglio 2014;
VISTI pe r q uanto ri gu a rd a la d isciplina di cui a l D. Lgs. 30 dicembre 1992, n. 502: " Riordino
della disciplina in materia sanitaria, a norma dell'articolo 1 della legge 23 ottobre 1992, n. 421",
ed in pa rticola re l'art. 8-quater, commi:
1. L 'accreditamento istituzionale è rilasciato dalla regione al/e strutture autorizzate, p ubbliche o
private e ai prof essionisti che ne f acciano richiesta, subordinatamente al/a loro rispondenza ai
requisili ulteriori di qualificazione, al/a loro f unzionalità risp etto agli indirizzi di
programmazion e regionale e al/a verifica po sitiva dell 'attivit à svo lta e dei risultati raggiunti ...
Pagina 2 / 11
Segue decreto n.
IL COMM ISSARIO AD ACTA
(deliberazione del Consiglio dei Ministri del 21 marzo 2013)
La regione provvede al rilascio dell 'accreditamen to ai p rof essionisti, nonché a tutte le strutture
pubbliche ed equiparale che soddisfano le condizioni di cui al primo periodo del presente
comma, alle strutture private non lucrative di cui all 'articolo l , comma l S, e alle strutture
p rivate lucrative;
2. La qualità di soggetto accreditato non costituisce vincolo per le aziende e gli enti del Servizio
Sanitario a corrispondere la remunerazione delle prestazioni erogate al di fuori degli accordi
contrattuali..;
7. Nel caso di richiesta di accreditamento da parte di nuove strutture o per l 'avvio di nuove
attività in strutture preesistenti, l'accreditamento pu ò essere concesso, in via provvisoria per il
tempo necessario alla verifica del volume di attività svolte e della qualità dei suoi risultati.
L'eventuale verifica negativa comporta la sospensione automatica dell'accreditamento
temporaneamente concesso ":
VISTI per quanto riguarda le norme in materia di autorizzazione e accreditamento:
l' art. l , co. 796, lett. s) e t), legge 27 dicembre 2006, n. 296 e ss.mm.ii.;
la Legge Regionale 3 marzo 2003 , n. 4 e ss.mm.ii.;
il Regolamento Regionale 26 gennaio 2007, n. 2 e ss.mm.ii.;
il Rego lamento Regionale 13 novembre 200 7, n. 13 e ss.mm .ii.;
la Legge Regionale lO Agos to 20 IO, n. 3, e ss.mm .ii.;
il Decreto del Comm issar io ad Acta n. UOO l7 /20 1O avente ad oggetto: "Atto ricognitivo di
cui al Decreto Commissariale n. U009612009. Piano dei fabbi sogni assistenziali per la
Regione Lazio ai sensi dell' art. 2, comma l , lett. a, numero l) della L.R. n. 4/2003";
il Decreto del Commissario ad Acta n. U0090 del lO novembre 20 l O
il Decreto del Comm issario ad Acta n. UOlO9 del 31 dicembre 2010 avente ad oggetto:
"Atto ricognitivo ex art. art. l , comma 22, Legge Regionale lO Agos to 20 lO, n. 3 e
ss.rnm.ii."
il Decreto del Commi ssar io ad Acta n. U0007 del 3 febbraio 20 Il avente ad oggetto: "Legge
Regionale 24 dicembre 2010 , n. 9 art. 2, comma 14. Termini e modalità per la presentazion e
della documentazione attestante il possesso dei requisiti ai fini del proced imento di
accredit amen to istituzionale defin itivo";
il Decreto del Comm issario ad Acta n. U0008 del 3 febbraio 20 Il;
il Decreto del Commissario ad Acta n. UOO13 del 23 marzo 2011 avente ad oggetto
"Procedimento di accreditamento defin itivo a strutture sanitarie e socio-sanitarie private.
Regolamenta zione verifica requisiti" ;
il Decreto del Comm issario ad Acta n. U00039 del 20 marzo 20 12 avente ad oggetto
"Assistenza territoriale. Ridefinizione e riordino dell 'offerta assistenziale residenziale e
semiresidenziale a pers one non autosufficienti, anche anziane, e a persone con disabilità
fis ica, psichica e sensoriale";
il Decreto del Comm issario ad Acta n. U00099 del 15 giugno 2012 avente ad oggetto
"Assistenza territoriale residenziale a persone non autosu fficienti, anche anziane. DPCA n.
U003912012 e DPCA UOOOSI201I. Corrispondenza tra tipologie di trattamento e nuclei
assistenziali e relativi requisiti minimi autorizzativi. Approvazione documenti tecnici
comparativi" ;
il Decreto del Commi ssario ad Acta n U00434 del 24112/2012 avente ad oggett o "Requisiti
minimi autorizzativi strutturali, tecnologici e organizzativi delle strutture che erogano
attività riabilitativa a persone con disabilità fisica, psichica e sensoriale conseguente al
processo di riordino di cui al DPCA n. 39 del 20 marzo 2012. Modifica al cap. 4.2. del
Pagina 3/ 11
Segue decreton.
IL COMMISSARIO AD ACTA
idellberazione del Consiglio dei Ministri del 21 marzo 2013)
DPCA Il. 8/2011 ed integrale sostituzione dei cap. 3.-1 e 7.2. del DPCA Il. 8/2011'";
il DCA n. 15 del 27 gennaio 2014 concernente; "Attività riabilitativa territoriale rivolta a
persone con disabilità fisica. psichica e sensoriale (centri di riabilitazione ex art. 26 L.
833/ 78). Terminologia di riferimento per L'attivit à riabilitativa nei diversi regimi
assistenziali ex art. 26 L. 833/78";
il DCA del 22 maggio 2014, n. 170 "Recepimento delle disposizioni normative della Legge
del 2 7 febbraio 201-1. Il. r,
il DCA n. U00359 del 30/10/2014 ad oggetto "L.R . Il. -1/2003 - R.R. Il. 2/200 7 - Direttive
per l 'adeguamento delle procedure di conferma dell 'autorizzazione dell'attività sanitaria e
di accreditamento istituzionale";
il DCA n. U004l3 del 26/11 /2014 ad oggetto "Attuazione delle disposizioni previste dal
DCA Il. U00359 del 30.10.201-1 concernente 'Direttive per l 'adeguamento delle procedure
di conferma dell 'autorizzazione dell'attività sanitaria e di accreditamento istituzionale. ' Atto ricognitivo delle strutture sanitarie e socio sanitarie previsto dall'art . 5, dell 'allegato
'I: del DCA Il. U00359120I-l'";
VISTO in particolare l'art. I, comma 26 della citata L.R. n. 3/2010 nella parte in cui prevede che;
• "p er la definizione dei procedimenti di accreditamento istituzionale definitivo di Cl/i ai commi
dal 18 al 25, la normativa regionale vigente in materia si applica in quanto compatibile con le
disposizioni di cui ai medesimi commi, nonché con gli ulteriori provvedimenti di attuazione
degli stessi ";
CONSIDERATO che con il predetto decreto commissariale n. U0090/20 IO:
è stato avviato il procedimento di accreditamento definitivo, ai sensi dell'art. l, commi
da 18 a 26 (Disposizioni per l'accreditamento definitivo istituzionale delle strutture
sanitarie e socio-sanitarie private), Legge Regionale IO Agosto 20 l O, n. 3, mediante la
presentazione delle relative domande entro il ternaine del lO dicembre 20 I O tramite il
Sistema Informativo per le Autorizzazioni e gli Accreditamenti delle Strutture Sanitarie,
realizzato da LAit S.p .A;
è stato previsto che le istanze di conferma dell'autorizzazione e di accreditamento
definitivo istituzionale devono intendersi riferite esclusivamente alle strutture nelle
quali viene esercitata almeno un'attività accreditata e i relativ i effetti non si estendono ad
eventuali ulteriori sedi, in cui vengano svolte attività meramente autorizzate, anche se
appartenenti al medesimo soggetto;
è stato altresì previsto che per le strutture nelle quali si eserciti almeno un'attività
accreditata il provvedimento di autorizzazione all'esercizio riguarderà l'intera struttura,
mentre il titolo di accreditamento sarà riferito esclusivamente alle attività già accreditate
alla data di entrata in vigore del decreto stesso;
VISTO in particolare il Decreto del Commissario ad Acta n. UOI09 del 31 dicembre 2010 con il
quale si è:
adottato il provvedimento di ricognizione di cui all ' art . l, comma 22, Legge Regionale
n. 3/20 IOe s.m.i, prendendo atto delle domande, presentate nei termini e con le modalità
previste dalla vigente normativa, ricomprese nell 'allegato A ("E lenco strutture sanitarie
e socio sanitarie che hanno compilato ed inviato il questionario di autovalutazione in
relazione sia alla conferma della autorizzazione che all'accreditamento definitivo"),
trasmesso da LAit S.p.A, parte integrante e sostanziale del provvedimento stesso;
preso atto del fatto che le domande di cui all'allegato B C'Elenco delle strutture sanitarie
Pagina 4 /11
Segue decreto n.
IL COMMISSARIO AD ACTA
(deliberazione del Consiglio dei Ministri del 21 marzo 2013)
e socio san itar ie che hanno presentato so lo domanda di conferma all'autorizzazione") ,
trasmesso da LA it S.p.A, parte integrante e sostanziale del provvedimento stesso,
presentavano elementi di incompl etezz a in ord ine ai qual i la Regione Lazio si riservava
ulter iori approfondimenti e verifiche e pertanto non potevano essere inserite nell'elenco
ricognitivo di cui all 'allegato A;
DATO ATTO che:
quanto riportato nei suddetti elenchi si riferisce escl usivamente al contenuto delle
dichiarazioni rese in sede di compilazione dei questionari di autovalutazione;
l'inclusione de l soggetto/struttura nel suddetto provved imento ricogn itivo non fa sorgere,
di per sé, in capo all' interessato alcuna posizione d i intere sse giuridico qualificata né in
ordine alla conferma dell 'autorizzazione, né in ord ine al rilasc io de ll'accred itamento, né
in ordine a pretese di carattere patrimoniale neanche a tito lo di indebito arricchimento;
PRESO ATTO che l'Associazione "Provincia Religiosa SS. Apostoli Pietro e Pao lo - Opera Don
Orione" (P.IVA 01105681009), con sede legale in Roma, Via della Camilluccia, 112, ha aderito
alle procedure di cui al DPCA 90/20 l O ed ha presentato la documentazione in virtù de l DPCA n. 7
del 3 febbraio 2011 e s.m.i
TENUTO CONTO che in ottemperanza a quanto stabilito nel DPCA n. 13/201 1 sopracitato:
• il Direttore Generale di ciascuna ASL ha co stituito appo sita Commissione di verifica;
• i componenti della predetta Commissione hanno avuto accesso "a tutte le informazioni e
alla documentazione inserita nel sistema SAAS dai soggelli provvisoriamente accreditati, ai
sensi dei Decreti del Commissario ad Acta n. U0090!2010 e n. U0007!2011 e s.m.i anche al
fine di verificare la veridicità di quanto dichiarato in sede di compilazione dei questionari
di autovalutazione in ordine al possesso dei requisiti minimi richiesti e ai titoli di
autorizzazione e di accreditamenlo provvisorio posseduti.";
•
l'equipe operativa costituita in seno alla Commissione di verifica della Azienda Asl Roma
E ha proceduto a sopralluoghi presso la sede operativa dal 02/02 /2012 al 0711 0/20 12;
• "il Coordinalore della Commissione di verifica, acquisiti dai responsabili dei servizi
inleressali gli esili della verifica, ivi inclusa la complelezza e la regolarità della
documentazione inviata irformaticamente ai sensi del Decreto Commissariale n.
U0007!2011 e s.m.i.". ha trasmesso apposita relazione al Direttore Generale della ASL
Roma E con nota Prot. n. 1667IDP del 19112/2012;
PRESO ATTO del parere di conformità condizionato alla piena adesione ai requisiti per
l'autorizzazione all'eserc izio e per l'accreditamento istituzionale del Direttore Generale della ASL
Roma E, pro!. n. 237200/07114 del 24112/2012, del presidio sanitario denominato "Don Orione ",
gestita dali' As sociazione "Provincia Religiosa SS . Apostoli Pietro e Paolo - Opera Don Or ione" ,
con sede legal e e operativa in Roma, Via della Camillucc ia, 112, per le seg uenti attività sanitarie: "
". RSA, AREA DELLA SEN ESCENZA, LIVELLO MEDIO-ALTO, CON 70 POSTI RESIDENZA (LI VELLO
PRESTAZIONALE R2)
• PRESIDIO DI RIABILITAZIONE FUNZIO NALE A FAVOR E DI PERSONE PORTATRICI DI DISABILITA '
FISICHE PSICHICHE E SENSORIA LI (1ST. EX ART. 26 L. 833/78) CON:
3 1 POS TI IN REGIME RESIDENZIAL E (14 DI ES TENSI VA + 17 DI MANTENIMENTO):
55 POSTI IN SE M IRESIDENZIALE (27 DI ES TENS IVA + 28 DI MANTENIMENTO) ;
Pagina 5 / 11
Segue decreto n.
IL COMMISSARIO AD ACTA
(deliberazione del Consiglio dei Ministri del 21 marzo 2013)
352 TRATTAMENTI AMBULATORIA LI (237 DI ESTENSIVA + 115 DJ NL4NTENIMENTO) ";
CONSIDERATO ch e relativamente al parere di conformità cond izionato d i cui alla nota prot , n.
237200/07114 del 24/12/201 2, con nota prot . n. 160 759 GRII /1 6 del 14/03/2014 i com petent i uffici
regi onali hanno chi esto a l Direttore Generale della ASL Roma E "di esp rimere un parere definitivo
al fine di p ermettere a questa Area di p rocedere ali 'adozione dei provvedimenti di competenza
Regionale" ;
TENUTO CONTO de lla nota del Lega le Rappresentante della " Provincia Reli giosa SS. Aposto li
Pietro e Paolo - Filiale: Mutilatini - R.S.A. Don Orione" acquisita al prot . regionale al n. 2763 16 il
13/05/2014 con cui , al fine di supe rare le cr iticità riscontr ate dalla Comm issione di Verifica della
ASL Roma E prot, n. 1667/DP del 1911 2/20 12, "s i prop one una nuova capacità ricettiva e una
ritnodulazione de lla riabilitazione Don Orione alfine di valor izzare l'altuale p ianta organ ica. Si
richiede p erta nto quanto solto indicato;
• Riab ilitazione in regime resi denziale p er p ersone p ortatrici di disab ilità fis iche, psichiche e
sens oriali (22 p. l. di tip o mantenimento e O/ p.l. di tipo estensivo);
• Riabilitazione in regime semiresidenziale pe r persone portatrici di disabilità fisiche, psichiche e
sensoriali (30 p .l. sem iresidenziali di cui 29 di tip o mantenimen to e O/ p .l. di tipo estens ivo);
• Riabilitazione in regime ambulatoriale per persone con disabilità (109 trattamenti
ambulatoria li giornalieri)" ;
PRESO ATTO della nota del Dirett ore Generale della ASL Roma E prot . n. 296 814 GRI I/l 6 del
22/05 /2014 con la quale trasm ette la rela zione di ve rifica positiva del Direttore Sost, UOC Verifica
e Co ntrollo Percorsi Autorizzativi prot . n. 7 16IDP del 15/05/2014 "da far valere come attest ato di
confo rm ità" ;
CONSIDERATO che, con la predetta not a prot, n. 716/DP del 15/05 /2014 del Direttore Sost. UOC
Verifica e Contro llo Perc orsi A utorizz ativi della A SL Roma E "s i comunica l 'avvenuta verifica della
conformit à ai requisiti organizzativi e di accreditamento per il presidio 'PROVINCIA RELIGIOSA Ss. APOSTOLI
PIETRO E PAOLO - OPERA DON ORIONE' - via della Camilluccia, 112 - 00135 Roma - per l'esercizio in
autor izzazione ed accreditamento delle seguenti attiv ità sanitarie:
1) Presidio di Riabilitazione Funzionale a favore di persone portatrici di disabilità fisiche psichiche e
sensoriali (1st. Ex art. 26 L.833/78) con 23 posti residenza. dei quali 22 di mantenimento e I di estensiva,
30 posti di semiresidenzialità, dei quali I di estensiva e 29 di mantenimento, e 109 trattamenti/die
amb ulatoriali (apertura 5 g iorni/settimana)
.... omississ ....
2) RSA - per persone non autosufficienti, anche anziane, 70 posti residenza, Livello prestazionale R2Mantenimento A ";
TEN UTO CONTO che con nota prot, n. 706260 GRI1/16 del 1911 2/2014 i competenti uffici
regional i, con riferimento all'attes taz ione di conform ità reso da l Direttore Generale della Roma E
con nota prot . regionale n. 29 6814 GRI 1/16 del 22 /0 5/2014, hann o chiesto "di defin ire, nelle more
del completamento di riordino dell 'of ferta assistenziale a p ersone con disa bilità fis ica, psichica e
sensoriale di cui al DCA n. U0003 9 del 20/03/2 0/2, le modalità di erogazione (estensiva o
mantenimen lo) dei n. / 09 trattamenti/die am bulatoriali.
Quanto sopra anche in considerazione delle attuali modalità di fa tturazione e di rendicontazione
delle RSA";
Pagina 6 /11
Segue decreto n.
IL COMMISSARIO AD ACTA
(deliberazione det Consigtio dei Ministri det 2 t marzo 2013)
PRESO ATTO della nota del Direttore Generale della ASL Roma E prot. n. 0000798 del
12/0 112015 , acquisita al prot. reg. n. 13178 del 13/0 11201 5, con la quale si rappresenta che "si è
proceduto ad effettuare una rivalutazione applicando gli standard previsti dal DCA n. 8/2011, in
confo rmità ai quali i 109 trattamenti ambulatoriali/die sono da considerarsi erogab ili in modalità
estensiva";
RILEVATO che a seguito della verifica istruttori a dei titoli effettua ta, la suddetta struttura risulta
opera nte in base ai seguenti provvedimenti:
• DPGR n. 130/9 8 del 05/02/1998: autorizzazione all' apertura ed al funzionamento del centro
di riabil itazione ex art. 26 denomin ato "C entro Mutilatini Don Orione" "per le seguenti
tipologie ass istenziali:
- Degenza a tempo pieno p er un massi mo di 30 posti;
- Degenza diurna per un massimo di 50 posti;
Trattame nti individuali ambulatoriali per un massimo di 150 trattamenti giornalieri;
Trattamenti extramurali per un massimo di l Otrattamenti giornalieri.";
• DPGR n. 1915/98 del 29/1 0/1998 concern ente l' ampl iamento del titolo autorizzativo del
centro di riabilitazione ex ali . 26 den omin ato " Centro Mutil atini Don Orione", di cui alla
DPGR n. 130/98, per le seguenti tipologie assistenz iali:
- Trattamenti domiciliali per un massimo di IO trattamenti giorna lieri;
- Trattamenti ambulatoriali di piccolo gruppo per un massim o di 150 trattamenti
giornalieri;
• DGR n. 259 1 del 19/12/2000 : accreditamento provvi sorio del centro di riabilitazione ex art.
26 denominato "Centro Mutilatini Don Orione" per le seguenti attività:
- Degenza a tempo pieno:
n. 14 p.L
tipologia di trattament o: estensivo;
n. 17 p.l.
tipolo gia di trattamento : mantenimento ;
- Degenza diurna:
n. 27 posti semiresidenziali
tipologia di trattamento: esten sivo;
tipologia di trattamento: mant enimento;
n. 28 posti semiresidenziali
- Trattamenti non residenz iali:
n. 237 tratt amenti
tipologia: estensivo;
n. 115 tratt amenti
tipologia : mantenimento;
• Determinazione n. D45 3 del 12/02/2004 : autorizzazione all' apertura ed al funzionamento
della RSA denomin ata "Don Orione" per complessivi 80 posti residen za, ad alto livello
assistenziale, destin ati all 'area della senescenza e della disabil ità, articolati in 4 nuclei;
• DGR n. 738 del 04/08/2005: accredit amento pro vvisor io della RSA denominata "Don
Orione" per complessivi 80 posti residenza di cui alla Determin azione n. D453/04 ;
• Determinazione n. D2444 del 06/07/2007: autorizzazione alla ridu zione dei posti residenza
della RSA denom inata " Don Orione" da 80 a 70 p.r., ad alto livello ass istenziale, destinati
all' area de lla senescenza e della disabilità, articolati in 4 nuclei;
• DGR n. 329 del 08/05/2008 di modifi ca dell ' accreditamento pro vvisorio della RSA
denominata " Don Orione" da complessivi 80 a 70 posti residenza di alto livello
assistenzia le, destinati all'area della senesce nza e della disab ilità, a seguito dell 'avvenuta
auto rizzazione alla riduzione dei posti reside nza (Determinazione n. D2444/2007);
RITENUTO , pertanto, di dover pro vvedere:
l. alla conferma dell'autor izzazione all'eserc izio del presid io sanitario denominato "Don Orione"
gestito dalla " Provincia Religiosa dei SS. Apostoli Pietro e Paolo dell'Opera di Don Orione"
Pagina 7 / 11
Segue decreto n.
IL COMM ISSARIO AD ACTA
(deliberazione del Consiglio dei Ministri del 21 marzo 20 13)
(P.IVA OI l 05681009), con sede legale ed opera tiva in Roma, Via della Camilluccia, 11 2, per la
seguente attività sanitaria:
•
Presidio di Riabilitazione Funzionale a persone con disabilità fisica, psichica e sensoriale
cosi articolato:
- n. 23 posti residenza;
-
n. 30 posti semiresidenzia li;
-
n. 109 trattamenti ambulatoriali/die;
Residenza Sanitaria Assistenziale, per l' assistenza a persone non autosufficienti, anche
anziane, per comple ssivi 70 posti reside nza - Livello prestazionale: Mantenimento A,
articolati in 4 nuclei :
- Nucleo l
18 p.r.;
- Nucleo l
18 p.r.
- Nucleo 1
19 p.r.
- Nucl eo l
15 p.r.
2. al rilascio dell'accreditam ento istituzionale definitivo in favore della "Provincia Religiosa dei
SS. Apostoli Pietro e Paolo dell'Opera di Don Orione" (P.IVA 01 105681009), gestore del
presidio sanitario denominat o "Don Orione", per la seguente attività sanitaria:
•
Presidio di Riabilitazi one Funzionale a persone con disabilità fisica, psichica e sensoriale
- n. 23 posti residenza cosi articolati:
n. 22 p.r.
tipologia di trattamen to: mantenimento ;
tipologia di trattamento: estensivo;
n. l p.r.
-
n. 30 posti semiresidenziali cosi articolati:
tipologia di trattamento: mantenimento ;
n. 29 posti
n. l posto
tipologia di trattamento: estensivo;
-
n. 109 trattamenti ambulatoriali/die:
Tipologia di trattamento: estensivo;
Residenza Sanitaria Assistenziale, per l'assistenza a persone non autosufficienti, anche
anziane, per complessivi 70 posti residenza - Livello prestazionale: Mantenimento A,
articolati in 4 nuclei:
- Nucleo l
18 p.r.;
- Nucleo l
18 p.r.
19 p.r.
- Nucleo l
15 p.r.
- Nucleo l
VIST O l' art. 7 della L.R. 2 del 29/4/13 "Legge Finanziaria Regionale per l 'esercizio 2013 (art. Il,
legge regionale 20 novembre 2001, Il 25)" ed in particolare l' allegata Tab A "Tasse sulle
Concessioni Regionali (TCR)";
PRESO ATTO del pagam ento, in data 04/04/2015, della tassa di concessione regionale per il
rilascio del presente provved imento regionale per un importo di € 1.632,76;
CONSIDERATO che le attività autorizzate e accreditate con il presente provvedimento potranno
essere soggette a succe ssivi processi di riorganizzazione, riconversion e o rimodu lazione sulla base
Pagina 8 J 11
Segue decreto n.
IL COMM ISSARIO AD ACTA
(deliberazione del Consiglio dei Ministr ìdel 21 lIIor=o 2013)
degli atti di pianifica zione e programmazione sanitaria che la Regione riterrà di adottare
DECRETA
per le motivazioni espresse in premessa che si intendono formalm ente richiamate e che formano
parte integrante del presente provvedimento
l. di rilasciare la conferma dell'autorizzazione all' eserciz io in favore del presidio sanitario
denominat o "Don Orione" gestito dalla " Provi ncia Religiosa dei SS, Apo stoli Pietro e Paolo
dell'Opera di Don Orione" (P.IVA 01105 681009) , con sede legale ed operativa in Roma, Via
della Camilluccia, 112, per la seguente attività sanitaria:
Presidio di Riabilitazione Funzionale a persone con disabilità fisica, psichica e sensoriale
cosi articolato:
n. 23 posti residenza;
n. 30 posti semiresidenziali;
n. 109 trattam enti ambulatorialildie;
Residenza Sanitaria Ass istenziale, per l' assistenza a persone non autosufficienti, anche
anziane, per complessivi 70 posti residenza - Livello prestazion ale: Mantenimento A,
articolati in 4 nuclei:
- Nucleo I
18 p.r.;
- Nucleo I
18 p,r.
- Nucleo l
19 p.r.
- Nucleo I
15 p.r.
2. di rilasciare l'accreditamento istituzionale definiti vo in favore della "Provincia Religiosa dei
SS. Apostoli Pietro e Paolo dell'Opera di Don Orione" (P.IVA 01105681009) , di cui è Legale
Rappresentante Don Ivaldo Borgognoni, nato a Ischia di Castro (VT) il 29/0311951 , gestore del
presidio sanitario denomina to "Don Orione", con sede legale e operativa in Roma, Via della
Camilluccia, 112, per la seguente attivit à sanitaria:
•
Presidio di Riabilitazione Funzionale a persone con disabilità fisica, psichica e sensoriale
n. 23 posti residenza così articolati:
n. 22 p.r.
tipologia di trattamento: mantenimento;
n. 1 p.r.
tipologia di trattamento: estensivo ;
n. 30 posti semiresidenziali così articolati:
n. 29 posti
tipolo gia di trattamento: mantenimento;
n. l posto
tipologia di trattamento: estensivo;
-
n. 109 trattamenti ambulatorialildie:
Tipologia di trattamento: estensivo;
Residenza Sanitaria Assistenziale, per l' assistenza a persone non autosufficienti, anche
anziane, per complessivi 70 posti residenza - Livello prestazionale: Mantenimento A,
articolati in 4 nuclei:
- Nucleo l
18 p.r.;
- Nucleo 1
18 p.r.
Pagina 9 /11
Segue decreto n.
IL COMMISSARIO AD ACTA
(deliberazione del Consiglio dei Ministri del 11 1110,.=0101J)
-
Nucleo I
Nucleo I
19 p.r.
15 p.r.;
3. d i pr endere atto che il Direttore Medico respo nsabile del Presidio di Riabilitazione Funz ionale a
persone con disabilità fisica, ps ichica e senso riale è il Dott. Ernesto Cotichelli, nato a
Cas telplanio (AN) il 26/09/1934, laureato in Medicina e Chirurgia, in possesso della
Specializzazione in Cinesiterapi a Fisioterapia Riabilitazione e Ginnas tica Medi ca in Ortopedia,
iscritto al l'A lbo dei Medici Chirurghi della Provincia di Rom a al n. 17994 ;
4. d i prendere atto che il Medi co Responsabile della RSA è il Dott. Fumarola Gaudenzio, nato a
Martina Franca (TA) il I l/O1/1971, laureato in Medicin a e Chirurgia, spec ializzato in Geriatria,
iscritto all' Albo dei Pro vinci ale dei Medici Chi rurghi di Taranto e Provinci a al n. 2519;
5. prend ere atto che l' Infermiere Dirigent e Resp on sab ile della RSA è la signora Patanè Danila
Rosaria, nata a Genova il 26/08/1968, iscr itta all' Albo degli Infermieri Professionali del
Collegio Provinciale IPASVI di Genova, in possesso del Ma ster di I livell o in Management
delle Professioni Infenn ieristiche e Ostetriche;
6. d i
notificare
il
presente
Dec reto
a
mezzo
PEC
all'i ndir izzo :
[email protected] al Legale Rappresentante dell a " Provincia Religiosa
dei SS. Apos toli Pietro e Paolo dell 'Opera d i Don Orion e" (P. NA 011056810 09) con sede
legal e in Roma, Via della Cam illuccia , 112, nonché a lla ASL Rom a E, a mezzo PEC
all' indirizzo: [email protected] ec.asl-nne.it, nonché tramite pubbl icazione sul sito istituzional e
della Region e Lazio www. reg ione. lazio.it nella sez ione "Argom enti - Sanità" ;
7. di individuare nell' Azienda Sanitaria Locale competente per territ orio, l' ente preposto alla
vigilanza sulla persistenza dei requisiti struttu rali, tecnici ed organi zzativi e quelli ulteriori di
accre ditamento secon do quanto previsto dal decreto del Commissario ad Acta n. U0090 del
10.11 .20 I Oe ss.mm.ii., alle condizioni in base alle quali vie ne rilasc iato il presente Decreto;
8. d i rich iam are l' obbligo di effettua re le comunicazioni circa le variaz ioni de lla tipo logia de lla
str uttu ra del titolare della gestione, del d irettore sanitario, nonché dei locali per amp liamento,
trasformazione o trasferimento, ovvero vari azioni della tipologia delle prestazioni dovranno
essere preven tivamente autorizzate dalla Regione.
La struttu ra relativamente all'autor izzaz ione è tenuta alle disposizioni di cui al capo IV del
Regolamento Regionale n. 212007 e relativam ente a ll'accreditamento è tenuta al rispett o di quant o
previsto dal capo 1II della L.R . n. 4/20 03.
La qua lità di soggetto accr editato non cos tituisce vinco lo per le aziende e gli enti del Servizio
Sanit ario Nazionale a corri spond ere la remun erazione delle pre stazioni erogate, al di fuori degli
"Accordi contrattua li" di cui all ' art . 8 quinqui es del D.Lgs n. 502/92 .
Le attiv ità auto rizzate e accreditate con il present e provvedim ent o potranno essere soggette a
successivi processi di riorganizzazione, riconversione o rimo dulazione sulla base degli atti di
pianificazione e pro grammazi one sanitaria che la Regione riterrà di adottare.
II present e provvedimento sarà di sponibi le sul sito www.regione.lazio.it nella sezione "Argomenti -
Pagina 10 / 11
Segue decreto n.
IL COMMISSARIO AD ACTA
(deliberazi one del Consiglio dei Ministri del 21 mor=o 20 13)
Sanità".
Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale
amministrativo Regionale del Lazio nel termine di giorni 60 (sessanta) ovvero ricorso straordinario
al Capo dello Stato entro il termine di giorni 120 (centoventi) decorren ti dalla data di notifica.
Pagina 11 /11