- Associazione Italiana Radioascolto

Panorama radiofonico internazionale
n. 43
Dal 1982 dalla parte del Radioascolto
Rivista telematica edita in proprio dall'AIR Associazione Italiana Radioascolto
c.p. 1338 - 10100 Torino AD
www.air-radio.it
l’editoriale
radiorama
PANORAMA RADIOFONICO INTERNAZIONALE
organo ufficiale dell’A.I.R.
Associazione Italiana Radioascolto
recapito editoriale:
radiorama - C. P. 1338 - 10100 TORINO AD
e-mail: [email protected]
AIR - radiorama
- Responsabile Organo Ufficiale: Giancarlo VENTURI
- Responsabile impaginazione radiorama:
Bruno
PECOLATTO
- Responsabile Blog AIR-radiorama: i singoli Autori
- Responsabile sito web: Emanuele PELICIOLI
------------------------------------------------Il presente numero di radiorama e'
pubblicato in rete in proprio dall'AIR
Associazione Italiana Radioascolto, tramite
il server Aruba con sede in località
Palazzetto, 4 - 52011 Bibbiena Stazione
(AR). Non costituisce testata giornalistica,
non ha carattere periodico ed è aggiornato
secondo la disponibilità e la reperibilità dei
materiali. Pertanto, non può essere
considerato in alcun modo un prodotto
editoriale ai sensi della L. n. 62 del
7.03.2001. La responsabilità di quanto
pubblicato è esclusivamente dei singoli
Autori.
L'AIR-Associazione
Italiana
Radioascolto, costituita con atto notarile nel
1982, ha attuale sede legale presso il
Presidente p.t. avv. Giancarlo Venturi, viale
M.F. Nobiliore, 43 - 00175 Roma
……………….
Come sempre un numero ricco di notizie e informazioni
sul mondo della radio, reso ancora più speciale dall’EXPO - AIR
Meeting che si svolgerà proprio nei prossimi giorni, il 2 e 3
maggio, presso l’Agriturismo Cascina Orto di Pasturana (AL).
L’appuntamento di sabato 2 maggio, aperto a tutti gli
appassionati, sarà davvero interessante grazie ai vari relatori , dal
vincitore del Premio Boselli ,a quelli della targa “Baragona” che
presenteranno le proprie sperimentazioni e autocostruzioni ed
altri.A seguire , dopo la cena , la “Nottata di Radioascolto”
Domenica 3 maggio, l’assemblea associativa riservata ai
Soci AIR.
Per ogni ulteriore dettaglio e aggiornamento consultate il
sito AIR www.air-radio.it oppure il BLOG AIR.
Ottimi ascolti!
Bruno Pecolatto
Segretario AIR
www.air-radiorama.blogspot.com
RUBRICHE :
Pirate News - Eventi
Il Mondo in Cuffia - Scala parlante
e-mail: [email protected]
Vita associativa - Attività Locale
Segreteria, Casella Postale 1338
10100 Torino A.D.
e-mail: [email protected]
[email protected]
Rassegna stampa – Giampiero Bernardini
e-mail: [email protected]
Collabora con noi, invia i tuoi articoli come da protocollo.
Grazie e buona lettura !!!!
radiorama on web - numero 43
------------------------
SOMMARIO
------------------------
Rubrica FM – Giampiero Bernardini
e-mail: [email protected]
Utility – Fiorenzo Repetto
e-mail: [email protected]
La collaborazione è aperta a tutti i
Soci AIR, articoli con file via internet a :
[email protected]
secondo le regole del protocollo
pubblicato al link :
http://airradiorama.blogspot.it/2012/08/passaggioad-una-colonna-come.html
www.air-radio.it
In copertina : torretta dove si svolgera’ la “Nottata di Radioascolto”
all’ Expo- Meeting AIR 2015. Nello stesso luogo: gazebo costruito
con una parabola per telecomunicazioni.
In questo numero : L’EDITORIALE, VITA ASSOCIATIVA, RISULTATI
CONTEST2015, IL MONDO IN CUFFIA, RASSEGNA STAMPA, LISTA
EMITTENTI IN LINGUA ITALIANA, EVENTI, DAL GRUPPO
FACEBOOK AIR, L’ANGOLO DEL BUONUMORE, DATABASE PER
RICERCA SIGLE RADIOAMATORI, COSTRUIAMO UN SERVER NTP,
IL SISTEMA ACARS, IL SONAR, SATELLITI METEOROLOGICI POLARI
APT, DIGITAL AUDIO BROADCASTING-DAB, SCHIARIRE LA
PLASTICA, RADIO SOVIETICA R326, COSTRUIAMO UN RICEVITORE
A VALVOLE IN KIT, IL CUBO BRIONVEGA, SDR LA TUA PROSSIMA
RADIO, ANTENNA LOOP DI LZ1AQ, ANTENNA LOOP HF
MAGNETICA, MODIFICA PER ANTENNINA ATTIVA, LE MIE
VETUSTE ANTENNE, FILTRO PASSA BASSO 0-60MHz, OSCILLATORE
LOCALE PER PROGETTO DIGILITE, TRASFORMATORI PER
ANTENNE ATTIVE, UTILITY DXing, L’ANGOLO DELLE QSL, SCALA
PARLANTE NDB, CHISSA CHI LO SA, INDICE RADIORAMA, SCALA
PARLANTE, ABBREVIAZIONI SP
#
! "
# $$
%
[email protected]
www.air-radio.it
&
Quota associativa anno
'
(
)
*
2015 :
Presidente: Giancarlo Venturi - Roma
VicePres./Tesoriere: Fiorenzo Repetto - Savona
Segretario:Bruno Pecolatto- Pont Canavese TO
Consiglieri Claudio Re – Torino
- con il modulo di c/c AIR prestampato che puoi trovare sul sito AIR
- con postagiro sul numero di conto 22620108 intestato all’AIR (specificando la causale)
- con bonifico bancario, coordinate bancarie IBAN (specificando la causale)
IT 75 J 07601 01000 000022620108
oppure con PAYPAL tramite il nostro sito AIR : www.air-radio.it
Per abbreviare i tempi comunicaci i dati del tuo versamento via e-mail ( [email protected] ), anche con file allegato (immagine di ricevuta del versamento). Grazie!!
Materiale a disposizione dei Soci
con rimborso spese di spedizione via posta prioritaria
Nuovi adesivi AIR
- Tre adesivi a colori € 2,50
- Dieci adesivi a colori € 7,00
Distintivo rombico, blu su fondo nichelato a immagine di antenna a
quadro, chiusura a bottone (lato cm. 1,5) € 3,00
!
#
#
(
)
* '
"
$
%& '
&
"
(
'
!
!
+&
.
&
( /
&
, .0
( /
Portachiavi, come il distintivo (lato cm. 2,5) € 4,00
Distintivo + portachiavi € 5,00
Gagliardetto AIR € 15,00
NB: per spedizioni a mezzo posta raccomandata aggiungere € 3,00
L’importo deve essere versato sul conto corrente postale n. 22620108 intestato
all’A.I.R.-Associazione Italiana Radioascolto - 10100 Torino A.D. indicando il
materiale ordinato sulla causale del bollettino. P u o i p a g a r e a n c h e d a l s i t o
www.air-radio.it c l i c c a n d o s u Ac q u i s t a Ad e s s o t r a m i t e i l c i r c u i t o
P a g a m e n t i S i c u r i . Per abbreviare i tempi è possibile inviare
copia della ricevuta di versamento a mezzo fax al numero 011 6199184 oppure
via e-mail [email protected]
#
( %&
$
%&
!"
' %
"
Emanuele Pelicioli: Gestione sito web/e-mail
Marcello Casali: Relazioni con emittenti in lingua italiana
Valerio Cavallo: Rappresentante AIR all’EDXC
Bruno Pecolatto: Moderatore Mailing List
Claudio Re: Moderatore Blog
Fiorenzo Repetto: Moderatore Mailing List
Giancarlo Venturi: supervisione Mailing List, Blog e Sito.
Il “ Blog AIR – radiorama” e’ un nuovo strumento di comunicazione messo
a disposizione all’indirizzo :
www.air-radiorama.blogspot.com
La chiavetta contiene tutte le
annate di
dal 2004 al
2014 in formato PDF e com patibile
con sistemi operativi W indows,
Linux Apple, Sm ar tphones e
Tablet. Si ricorda che il contenuto
è utilizzabile solo per uso
personale, è vietata la diffusione
in rete o con altri mezzi salvo
autorizzazione da parte dell'
A.I.R. stessa. Per i Soci AIR il
prezzo e’ di 12,90 €uro mentre
per i non Soci è di 24,90 €uro. I
prezzi comprendono anche le
spese di spedizione. Puoi pagare
c om odam ente dal s ito
www.air-radio.it c l i c c a n d o s u
Acquista Adesso tramite il circuito
PayPal Pagamenti Sicuri, oppure
tramite:
Conto Corrente Postale:
000022620108
intestato a:ASSOCIAZIONE
ITALIANA RADIO ASCOLT O,
Casella Postale 1338 - 10100
Torino AD - con causale Chiavetta
USB RADIORAMA
Si tratta di una vetrina multimediale in cui gli associati AIR possono
pubblicare in tempo reale e con la stessa facilità con cui si scrive una pagina
con qualsiasi programma di scrittura : testi, immagini, video, audio,
collegamenti ed altro.
Queste pubblicazioni vengono chiamate in gergo “post”.
Il Blog e’ visibile da chiunque, mentre la pubblicazione e’ riservata agli
associati ed a qualche autore particolare che ne ha aiutato la partenza.
Il gruppo “AIR RADIOASCOLTO” è nato su Facebook il 15 aprile 2009, con
lo scopo di diffondere il radioascolto , riunisce tutti gli appassionati di radio;
sia radioamatori, CB, BCL, SWL, utility, senza nessuna distinzione. Gli
iscritti sono liberi di inserire notizie, link, fotografie, video, messaggi, esiste
anche una chat. Per entrare bisogna richiedere l’iscrizione, uno degli
amministratori vi inserirà.
http://www.facebook.com/group.php?gid=65662656698
!
Come avrete letto dall’ Editoriale del Presidente a pagina 3 & 4 di
Dicembre 2011, disponibile per il download al link :
http://air-radiorama.blogspot.com/2011/12/radiorama-da-5-2011-122011.html
La ML
su Yahoo è stata disattivata alla mezzanotte del 31
dicembre 2011.
La ML ufficiale dal 1 gennaio 2012 e’ diventata
su Yahoo,
a cui possono accedere i Soci in regola con la quota 2015 di 8,90 €uro.
(In regola si intende con importo accreditato sul Conto Corrente AIR).
L'operazione di "trasloco" (dopo oltre 10 anni di attività) è stata decisa per
aggiornare i dati degli iscritti e ripulire l'archivio: una sorta di reset
necessario.
Si suggerisce di impiegare le modalità di pagamento via Web (PAYPAL) che
garantiscono la massima velocità di gestione permettendo quindi un veloce
passaggio alla nuova ML.
Il tutto premendo il pulsante “ISCRIVITI” verso il fondo della prima pagina di
www.air-radio.it
A) potete scrivere sul BLOG AIRRADIORAMA distribuito via web
a tutto il mondo
B) potete pubblicare i vostri
articoli ed ascolti sulla rivista
, ora distribuita via
web a tutto il mondo
C) potete usufruire degli sconti
con le ditte convenzionate e sulle
annate precedenti di
Dopo la verifica dell’ accredito sul c/c AIR , se avete indicato la Vs. email, Vi verrà inviato alla stessa in automatico un invito.
Se non avete comunicato la Vs. e-mail mandate i dati all’indirizzo
[email protected]
indicando :
E-MAIL, NOME, COGNOME ED ESTREMI DEL PAGAMENTO
DELLA QUOTA 2015
Regolamento ML alla pagina:
http://www.air-radio.it/mailinglist.html
Regolamento generale dei servizi Yahoo :
http://info.yahoo.com/legal/it/yahoo/tos.html
Associazione Italiana Radioascolto
Casella Postale 1338 – 10100 Torino AD
“
”
Classifica finale – Final results
N° Partecipante - Paese
Punti
1. Istvan Biliczky, Ungheria
2. Hans Nerlich, Germania
3. Guy Le Louet, Francia
4. Patrick Robic, Austria
5. Jean Barbat, Francia
6. Rodolfo Zucchetti, Italia-AIR
7. Dmitri Mezin, Russia
8. Francesco Corda, Italia-AIR
9. Claudio D. Perdomo, Argentina
10. Adrian Micallef, Malta
11. Gilles Gautier, Francia
12. Dmitriy Puzanov, Kazakhstan
13. Ermanno Pasquini, Italia-AIR
14. Jean Marie Momplot, Francia
15. Fachri, Indonesia
16. Sandro Montorsi, Italia-AIR
17. Jose Luis S. Gomez, Spagna
8602
5841
5797
4753
4413
3730
3241
3225
2822
2634
2554
2385
2218
2215
972
956
874
N° Participant – Country
Points
www.radiokitelettronica.it
www.wrth.com
1
Partecipante-Paese
1°
parte
2°
parte
Punti
dettagli
Punti
extra
Ricevitore
I.Biliczky, Ungheria
H. Nerlich, Germania
G. Le Louet, Francia
P. Robic, Austria
J.Barbat, Francia
R. Zucchetti, Italia-AIR
D. Mezin, Russia
F.Corda,Italia-AIR
C.D.Perdomo,Argentina
A. Micallef, Malta
G. Gautier, Francia
D. Puzanov, Kazakhstan
E.Pasquini, Italia-AIR
J.M. Monplot, Francia
Fachri, Indonesia
S. Montorsi, Italia-AIR
JLS Gomez, Spagna
7478
4533
4873
3445
3105
2522
2689
2269
1766
2098
2102
1933
1598
1511
588
756
674
924
1008
924
1008
1008
1008
252
756
756
336
252
252
420
504
84
/
/
200
200
/
200
200
200
200
200
200
200
200
200
200
200
200
200
200
/
100
/
100
100
/
100
/
100
/
/
/
/
/
100
/
/
Yaesu VR5000 / Panasonic DR49
Tecsun PL-600
Kenwood R-5000
Perseus SDR / AOR 7030
Sony SW 55
Hagenuk RX1001
Icom R-75 / TecsunPL-660
Kenwood R5000
Icom R-75 / Sony ICF-2010
Degen DE1103
Sangean AST 909
Grundig Satellit 750
Philips AE 1530
Grundig Satellit 750
Grundig S-500
Grundig Satellit 700
Sony ICF-SW25
Participant – Country
1st
part
2nd
part
Detail
points
Extra
points
Receiver
1° premio: una copia del WRTH2015 offerto da World Radio TV Handbook www.wrth.com a
I.Biliczky, Ungheria
2° premio: una chiavetta usb con le annate di
offerta dall’AIR a H. Nerlich, Germania
3° premio: un libro sul radioascolto offerto dalla Edizioni C&C www.edizionicec.it a Guy Le Louet,
Francia
Tra tutti i partecipanti, esclusi i primi tre classificati, sono stati sorteggiati i seguenti premi:
offerti dall’Associazione Italiana Radioascolto www.air-radio.it
Un libro dedicato al mondo della radio a F.Corda,Italia-AIR ed una chiavetta usb con le
annate di
a C.D.Perdomo,Argentina
Due folder filatelici a JLS Gomez, Spagna ed a P. Robic, Austria
offerti dalla ditta Edizioni C&C srl www.edizionicec.it
Un abbonamento on line alla rivista RadioKitElettronica a S. Montorsi, Italia-AIR
Per informazioni sulla prossima edizione dell’A.I.R.
For information to next A.I.R. Contest 2015 edition
Contest 2015 scrivete a (allegare francorisposta):
write to (enclose one €uro or one IRC):
c/o PECOLATTO Bruno, Casella Postale 1338, 10100 TORINO AD, ITALIA
e-mail: [email protected]
2
a cura di Bruno PECOLATTO
Le schede, notizie e curiosità dalle emittenti internazionali e locali, dai DX club, dal web e dagli editori.
Si ringrazia per la collaborazione il settimanale Top News http://www.wwdxc.de
ed il Danish Shortwave Club International www.dswci.org
Gli orari sono espressi in nel Tempo Universale Coordinato UTC, corrispondente a due ore in meno
rispetto all’ora legale estiva, a un’ora in meno rispetto all’ora invernale.
ALASKA. Tentative A15 schedule for KNLS (which is currently off the air with equipment
problems):
UTC info
kHz
0800-0900 Russian 9655
0900-1000 Chinese 9655
1000-1100 English 9655
1100-1200 Chinese 9610
1200-1300 English 7355
1300-1400 Chinese 9910
1400-1500 Chinese 7355
1500-1600 English 9920
1600-1800 Russian 9655
(knls Russian web site 20 March/DK - COMMUNICATION APRIL 2015 EDITION 485)
ALBANIA. A15 schedule for Radio Tirana on mediumwave:
UTC info
kHz
0801-0900 Daily Albanian 1395
1400-1530 Daily Albanian 1458
1545-1600 Mo-Sa Greek 1458
1830-1900 Mo-Sa Turkish 1458
2015-2030 Mo-Sa Serbian 1458
(via Dave Kenny - [email protected] COMMUNICATION APRIL 2015 EDITION 485)
CONGO REP. Sui 6115kHz segnalata Radio Congo da Brazzaville alle ore 1817-1830*,
commenti in lingua francese, news "Le journal". Interferenza dalla Voice of Turkey sui 6120kHz,
SINPO23432. (Méndez via DX-Window No. 527)
FRANCE/MADAGASCAR. Tutte le trasmissioni di RFI in francese via Sentec-Meyerton, periodo
A-15 sono state cancellate. Le trasmissioni nelle altre lingue sono state spostate via i siti
trasmittenti di Issoudun e Madagascar :
UTC kHz info
0430-0500 11790 ISS 500 kW 135 deg to EaCeAF Swahili, exMEY
0530-0600 15560 ISS 500 kW 135 deg to EaCeAF Swahili, exMEY
0600-0700 11605 MEY 100 kW 345 deg to WeAF French, cancelled
0700-0900 15170 MEY 100 kW 345 deg to WeAF French, cancelled
1200-1300 17660 MDC 250 kW 305 deg to CeAF French, exMEY
1500-1600 21690 ISS 500 kW 135 deg to EaCeAF Swahili, exMEY
1700-1730 21690 ISS 500 kW 160 deg to SoAF Portuguese, exMEY
1700-2000 9800 MEY 100 kW 350 deg to WeCeAF French, cancelled
1900-1930 17660 ISS 500 kW 155 deg to SoAF Portuguese, exMEY
(Ivo Ivanov-BUL, via wwdxc BC-DX TopNews March 31 via BC-DX 1203)
IRAN REP.ISL. Caro/a amico/a, con la presente ti comunichiamo le nostre nuove frequenze,
applicabili dal 29 marzo 2015 della VOIRI
UTC
kHz
0620 - 0720 17660 - 13650
1920 - 1950 9755 - 7205
Per Teheran, ogni giorno h. 09:20 – 10:20 UTC su 99.5 Mhz. In banda FM.
E-mail: [email protected]
Islamic Repubblic of Iran External Service: P.O.Box: 19395/6767, Tehran IRAN "Radio Italia
LUSSEMBURGO. RTL’s 1440 kHz transmitter at Manarch will close at the end of 2015
“permanently and irreversibly” according to a report in L’essential of 3 March, quoting Luxumbourg
Prime Minister Xavier Bettel. The report added that the land will be acquired by the government
and that one antenna has already been dismantled.
(L’essential via MWB, MET - COMMUNICATION APRIL 2015 EDITION 485)
NUOVA ZELANDA. Radio New Zealand International schedule A-15 presso il sito
http://www.radionz.co.nz/international/listen
(John Hoad-UK, BrDXC-UK March 27 via BC-DX 1203)
ROMANIA. Carissimi amici, portiamo a vostra conoscenza le nuove frequenze dei programmi in
lingua italiana di Radio Romania Int. valide dal 29 marzo.
Ora italiana
Frequenza
16.00
5910 kHz
18.00
5910 kHz
20.00
5910 DRM
Grazie e tanti saluti dalla redazione italiana! Sectia Italiana [email protected]
RWANDA. Goodbye, Kigali - The DW switched their latest self-powered shortwave relay station in
Kigali Rwanda tonight.
For 50 years the radio programs from the hills of Kigali sent via shortwave to Africa and Europe with an eventful history. There are financial reasons for Deutsche Welle's departure. The annual
cost of running the station totals three million euros ($3.3 million). {nothing, - compared to 385
billion debts by Greece, wb.}
http://www.dw.de/deutsche-welle-closes-kigali-outpost/a-18340960
http://www.dw.de/image/0,,16641823_303,00.jpg
DW French - Afrique - L'adieu à Kigali.
Depuis 1965, la station-relais DW de Kigali relayait les émissions en ondes courtes de notre radio
en plusieurs langues sur le continent africain. Le samedi 28 mars, une page de l'histoire de notre
radio se tourne: c'est la date à laquelle la station-relais de la Deutsche Welle à Kigali ferme ses
portes. Elle existait depuis 1965. Souvenirs, souvenirs...
http://www.dw.de/actualités/s-10261
http://www.dw.de/ladieu-%C3%A0-kigali/a-18343095
(via BC-DX 1203)
RUSSIA. Receptions of Adygeyan Radio on Monday March 23
UTC kHz info
1800-1900 6000 ARM 100 kW 190 deg to CeAS Ad/Ar/Tu Mon
1800-1900 6000 ARM 100 kW 190 deg to CeAS Adygeyan Fri
1900-2000 6000 ARM 100 kW 190 deg to CeAS Adygeyan Sun
Summer A-15 of Adygeyan Radio from Sunday, March 29 will be
http://swldxbulgaria.blogspot.com/2015/03/adygeyan-radio-on-monday-march-23.html
(via BC-DX 1203)
SPAGNA. Radio Exterior de España on new summer frequency 21620, March 28:
UTC kHz info
from 1500 NF 21620 NOB 200 kW / 161 deg to WCAf Spanish, instead of 17755
from 1500 on 9620 NOB 200 kW / 290 deg to NoAm Spanish
from 1500 on 11940 NOB 200 kW / 230 deg to SoAm Spanish
from 1500 on 15490 NOB 200 kW / 110 deg to N/ME Spanish, video after few minutes
(via Hard-Core-DX mailing list)
USA. Scheda completa della stazione religiosa WWCR World Wide Christian Radio
UTC kHz info
WWCR-1 (100 kW, 46 degr)
0000-0100 6115
0100-0900 3215
0900-1000 15795
1000-1100 15795, darin Sa Russisch
1100-1200 15795, darin Mo-Fr 1115 Arabisch, Mo-Fr 1130-1145 Russisch
1200-2100 15825
2100-2200 15825, darin Mo-Fr Spanisch
2200-2400 6115
WWCR-2 (100 kW, 85 degr)
0000-1200 5935 University Network
1200-1500 7490
1500-2000 12160
2000-2400 9350
WWCR-3 (100 kW, 40)
0000-0100 13845
0100-1300 4840
1300-2400 13845 University Network
WWCR-4 (100 kW, 90 degr)
0000-0200 7520 Di-Sa
0200-0300 5890 Di-Sa
0300-0400 5890, darin Di-Sa Brother Stair
0400-1100 5890 Brother Stair
1100-1200 5890, darin Mo-Fr Brother Stair
1200-1400 9980, darin Mo-Fr Brother Stair
1400-2200 9980 Brother Stair
2200-2300 9980, darin Mo-Fr Brother Stair
2300-2400 9980 Mo-Fr
(Prof. Dr. Hansjoerg Biener-D, ntt aktuell April 2015 via BC-DX 1203)
The DOMESTIC BROADCASTING SURVEY 17 (DBS-17), April 2015
edited by DSWCI Chairman, Anker Petersen
The 58 years old DSWCI which counts experienced DX-ers in 34 countries all over the world as
members, has just issued the 17th Edition of its annual Domestic Broadcasting Survey. This survey
is divided into three parts:
Part 1: The 43rd edition of the Tropical Bands Survey covering all ACTIVE broadcasting stations on
2300 - 5700 kHz, including clandestines.
Part 2: Domestic stations on international shortwave bands above 5700 kHz broadcasting to a
domestic audience.
Part 3: Deleted frequencies between 2 and 30 MHz which have not been reported heard during the
past five years, but may reappear.
This new Survey is based upon monitoring by our members, many official sources and DX-bulletins.
A15 schedules are included when available. In order to make the DBS reliable, our own monitors
around the world have checked throughout the period April 2014 – March 2015, if each of the 530
station frequencies is on the air. ACTIVE stations are marked with an A (”Regular”), B (”Irregular”) or
C (”Sporadic”) in the list. D means ”Likely inactive”.
A unique feature is the right column called ”Last log”. It shows the last month and year before DBS
deadline on March 31, 2015 when the particular station was reported logged by a DX-er somewhere
in the world. This is another way of indicating the current audibility of the station. To avoid inactive
stations in this DBS, most frequencies which have not been heard during the past year, have
been deleted and are moved to Part 3. No other frequency list has this feature!
Other useful features for easy identification (ID) are the parallel frequencies and reference to Station
ID slogans.
Three sample extracts from the DBS-17 are shown on the next page. Reviews can be found on
www.dswci.org
All buyers of DBS-17 will get a username and password to the monthly updates on the tropical bands
published as "Tropical Bands Monitor" on our website. The similar, historical data from 2005, 2006,
2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013 and 2014 are available to anybody at www.dswci.org/tbm
The 20 pages A-4 size DBS-17 is available by e-mail as pdf-format (about 350 kB). A limited number
is also available printed on paper.
It is sold by the treasurer:
DSWCI c/o Bent Nielsen, Egekrogen 14, DK 3500 Vaerloese, DENMARK
E-Mail edition: DKK 30,00 or USD 6.00 or EUR 4,00 or GBP 3,50 or SEK 40,00 or IRC 2.
Printed edition: DKK 60,00 or USD 12.00 or EUR 8,00 or GBP 7,00 or SEK 75,00 or IRC 4.
Payment by cash notes are accepted whereas checks and postal money orders are not accepted.
DSWCI’s Bank is Danske Bank, 2-12 Holmens Kanal, DK-1092 Copenhagen K.
BIC/SWIFT : DABADKKK.
IBAN: DK 44 3000 4001 528459.
Danish buyers please use: Reg. 3001- konto 4001528459.
If you have EURO as national currency, you are advised to pay to our representative in Germany,
Andreas Schmid.
Andreas Schmid, Lerchenweg 4, D-97717 Euerdorf, Germany. E-mail: [email protected]
Account 2912472076 at Targobank BLZ: 30020900. BIC: CMCIDEDD. IBAN: DE24300209002912472076 .
If you want to pay via PAYPAL, you have to contact Andreas Schmid, before you send your payment.
Payment via PayPal only in US$ currency and only for persons, living outside the European Union (EU).
Best 73's,
Anker Petersen and Bent Nielsen
La Rassegna stampa
ORI
di Giampiero Bernardini
L’informazione radiofonica ai tempi del Web e del mobile
Dai giornali radio alle radiocronache, dal meteo al traffico, dalle interviste ai talk show, dalle rassegne
stampa all’infotainment. Da sempre il mezzo radiofonico è sinonimo di informazione e servizio ai cittadini,
che oggi non sono più prerogativa esclusiva dell’offerta pubblica e delle grandi emittenti commerciali ma
vedono crescere il numero e il ruolo delle web radio e delle radio universitarie nei confronti di specifiche
comunità e nicchie. Questa evoluzione è stata facilitata da opportunità offerte da internet e i cellulari come la
crossmedialità, il citizen journalism e il riascolto e condivisione dei contenuti.
A che punto è la radiofonia italiana? Quali sono i migliori esempi e i trend futuri?
Se ne è parlato all’International Journalism Festival di Perugia, attraverso i dati e le evidenze del team di
ricerca del Social Radio Lab e il confronto tra alcune radio in FM e web radio che hanno saputo innovare il
modo di fare informazione grazie alle nuove tecnologie web e mobile.
Guarda il video del 16 aprile 2015: Clicca qui
Riforma della radio. Giacomelli: priorità a chi fa impresa sul territorio, basta distribuzione a
pioggia di contributi
Rivedere funzioni e ruoli. Sono le priorità della
riforma delle norme relative al canone frequenze
secondo il sottosegretario allo sviluppo economico
Antonello Giacomelli, in audizione alla commissione
Trasporti della Camera nell’ambito di un’indagine
conoscitiva sul sistema dei servizi di media
audiovisivi e radiofonici.
“La normativa che regola questo settore non ha
preso atto del passaggio da analogico a digitale –
ha detto Giacomelli – C’è un onere eccessivo sugli
operatori di rete. L’obiettivo è di arrivare alla
chiusura della procedura di infrazione contro l’Italia
aperta nel 2006 e al riconoscimento di un sistema
di mercato aperto e competitivo”. Riguardo alla riforma delle norme per la concessione dei benefici alle
emittenti radiofoniche locali, il sottosegretario ha detto che la priorità del governo è una “riforma che dia
certezze agli operatori e faccia emergere chi fa impresa a livello territoriale rispetto a chi si trova ad
approfittare di un sistema di distribuzione a pioggia di contributi”. Fino ad oggi i contributi “non hanno dato
una spinta alla crescita ma abbiamo assistito all’utilizzo a pioggia di queste risorse da parte di molti soggetti,
più di 600 a livello nazionale. Questa non è libertà di comunicazione: è anarchia”. Tre i criteri della riforma:
privilegiare chi fa attività editoriale locale, dare un valore al numero di giornalisti nell’emittente, investimenti in
innovazione tecnologica. (Public Policy, 25 marzo 2015 via Prima On Line )
Rai Way: Consob congela opas, fondi a fianco Ei Towers - Chiesti chiarimenti su piano B
La Consob 'congelà l'opas di Ei Towers su Rai Way chiedendo alla controllata di Mediaset "informazioni
supplementari" e sospendendo i termini (in scadenza il 31 marzo) per l'approvazione del documento
d'offerta. Il testo unico della finanza impone alla Consob di autorizzare la pubblicazione di un prospetto
solo "se è idoneo a consentire ai destinatari di pervenire ad un fondato giudizio
sull'offerta". Ma in presenza di due condizioni di fatto impossibili a cui l'opas è subordinata - il via libera
incondizionato dell'Antitrust e il conseguimento di almeno il 66,7% del capitale - non è chiaro come il
progetto di Ei Towers abbia qualche chance di riuscita.
La Consob sta dunque cercando di capire se la società
disponga di un 'piano B' che conduca all'obiettivo di creare
un operatore unico delle torri tv assieme a Rai Way,
superando il muro alzato dal governo, contrario alla
cessione del 51% di Rai Way, e dall'Antitrust.
Evidentemente i chiarimenti offerti mercoledì da Ei Towers
- disponibile a valutare "modalità alternative" per creare un
'campione nazionalè del settore - non sono bastati. A
questo punto Ei Towers avrà 15 giorni per rispondere,
dopodiché i termini per l'esame del prospetto
riprenderanno a decorrere.
"La sospensione è assolutamente fisiologica, è prevista
dalla legge ed è spiegabile con il fatto che ad ora Rai e Rai Way non si sono ancora espresse sul progetto",
ha commentato l'a.d di Ei Towers, Guido Barbieri. Che intende 'stanarè Rai Way: " a breve prenderemo
contatti con la società" per sapere "cosa ne pensa"
di un progetto "forte e solido" che sta riscontrando un grande consenso sul mercato.
In attesa di evoluzioni "la struttura dell'offerta non cambia" ma se da parte della Rai vi sarà un'apertura nei
confronti del 'polo unicò è chiaro che le modalità di integrazione potranno essere ridiscusse. In ogni caso Ei
Towers non è interessata a una quota di minoranza "senza poteri di governance" mentre, secondo Barbieri,
sarebbe "auspicabile" che Mediaset rinunci al controllo del maxi-polo. La strada di un operatore indipendente
sia da Rai che dal Biscione appare infatti quella con maggiori chance di essere digerita sia dalla politica che
dall'Agcm. (di Paolo Algisi ANSA 27/3/2015)
La Rai boccia l’offerta di EiTowers
Chi non ha dubbi sulla
razionalità industriale
delle nozze è il mercato:
nell'assemblea che ha
approvato l'aumento di
capitale di Ei Towers da
394 milioni al servizio
dell'opas i fondi sono
intervenuti con una quota
- il 40% del capitale - pari
a quella di Mediaset. E
dall'80% del capitale
presente in assemblea è
arrivato un sì 'bulgarò
(99,99%) all'operazione. Il
matrimonio Ei Towers-Rai
Way può "creare benefici
per tutti" ha detto Arturo
Albano, rappresentante di Amber Capital, augurandosi che "il governo dimostri intelligenza e lungimiranza e
metta da parte considerazioni politiche che poco hanno a che fare con un progetto di grande respiro
industriale".
"Improcedibile". La Rai sembra aver detto la parola fine all'offerta pubblica di acquisto e scambio (Opas) di
EiTowers su RaiWay, e lo fa attraverso il Cda con questo termine di taglio prettamente giuridico che rimanda
all'esistenza di prescrizioni ben precise secondo cui l'operazione non può aver corso. Infatti il Cda di viale
Mazzini oggi si è richiamato - e "preso atto ad ogni effetto" - alle dichiarazioni rese dal Ministero
dell'Economia e delle Finanze, da ultimo con il comunicato stampa di sabato scorso pubblicato sul sito dello
stesso dicastero e che ha ribadito "la volontà di mantenere una partecipazione pubblica pari al 51% nel
capitale di RaiWay". Di qui oggi la pronuncia del Cda della Rai (società che detiene il 65,07% di RaiWay)
sull'Opas della società, che a sua volta rimanda a Mediaset, condizionata tra l'altro al raggiungimento di una
partecipazione pari almeno al 66,67% del capitale dell'asset strategico delle torri del servizio pubblico.
( www.avvenire.it 31 marzo 201)
RTL 102.5 condannata a pagare 1.4 milioni di euro a SCF (case discografiche)
Il Tribunale di Milano ha condannato l’emittente radiofonica RTL
102.5 al pagamento in favore del consorzio SCF (che rappresenta le
case discografiche) di € 1.414.644,98 a titolo di compensi ex art. 73
della legge sul diritto d’autore relativi al periodo compreso tra il
1.8.2009 e il 31.12.2012, con interessi legali a decorrere da
ciascuna annualità per la quota relativa alla comunicazione verso il
pubblico di musica.
I giudici milanesi si sono pronunciati nell’ambito del contenzioso
promosso nel 2009 da SCF nei confronti dei principali network
nazionali. SCF aveva poi raggiunto un accordo con le altre emittenti
in causa, ed il giudizio è proseguito nei soli confronti di RTL che non
ha aderito a tali intese.
Ora il Tribunale, che nell’ambito di questo giudizio già nel 2012
aveva ribadito la legittimazione sostanziale e processuale di SCF,
stabilendo che in difetto di diversi accordi tra le parti la misura del
compenso per l’utilizzazione diretta del disco o di analogo apparecchio dovuto al produttore ai sensi dell’art.
73 L.A. è commisurata al 2% degli incassi riferibili a tale utilizzazione, ha provveduto alla liquidazione
dell’importo effettivamente da corrispondere ai produttori discografici consorziati e mandanti di SCF.
“Si tratta sicuramente di una decisione importante per il valore che la musica ricopre nell’ambito della
programmazione radiofonica“ – Ha affermato il Presidente di SCF, Enzo Mazza, ribadendo anche la
disponibilità della collecting dei discografici a negoziare con RTL un accordo che risolva l’attuale
contenzioso.
Come cambia la pubblicità in radio. Il caso Rai
Il product placement radiofonico è il formato pubblicitario che genera maggior interesse tra gli investitori. E’
quanto riscontrato da Rai Pubblicità nei primi mesi di raccolta pubblicitaria per Radio Rai, il network che
raccoglie i tre canali Rai Radio 1, Rai Radio 2 e Rai Radio 3.
Presentato in esclusiva proprio con la nuova offerta commerciale 2015, il neonato formato pubblicitario
firmato Rai Pubblicità sta già raccogliendo i primi feedback estremamente positivi e incoraggianti da parte
degli investitori che mostrano apprezzamento anche per le altre iniziative speciali. Grazie a un sapiente
bilanciamento di contenuti commerciali ed editoriali infatti, i progetti di advertising on demand integrano i
messaggi dei brand all’interno della linea editoriale dei canali Radio Rai in maniera naturale e discreta.
In particolare i formati che suscitano maggiore interesse sono il radio content e l’infactory, che permettono la
naturale integrazione dei brand all’interno dello stream editoriale, e il brand fusion e gli station break
sponsorizzati che operano invece sul jingle identificativo di canale in modo snello e non invasivo.
Attraverso formati pubblicitari innovativi, impattanti e tailor-made sulle esigenze dei propri clienti, Rai
Pubblicità supporta gli investitori nella costruzione di messaggi pubblicitari in grado di adattarsi ai nuovi profili
degli ascoltatori, sempre più attivi e attenti nell’analizzare i messaggi che vengono loro indirizzati, anche se
di natura commerciale.
L’audience di Radio Rai è infatti un’audience peculiare caratterizzata principalmente da profili istruiti e
altospendenti che includono responsabili di acquisto, dirigenti, quadri e funzionari, che risiedono soprattutto
nei grandi centri urbani.
“I nostri ascoltatori premiano la qualità dei contenuti anche quando questi sono di natura commerciale. Per
questo motivo realizziamo per i nostri clienti iniziative e progetti commerciali ad hoc in grado di garantire
l’engagement con il pubblico e l’intrattenimento senza rinunciare alla flessibilità della pianificazione e
dell’acquisto degli spazi” dichiara Francesco Barbarani, Direttore area Radio e web di rai Pubblicità.
Laura Rossetto Casel, Responsabile del Marketing Radio di Rai Pubblicità commenta: “Il nostro è un
ascoltatore evoluto che chiede contenuti in grado di adattarsi alle diverse modalità e tempi di consumo del
mezzo radiofonico: Radio Rai risponde attraverso contenuti innovativi e di qualità e gli ascoltatori premiano il
nostro impegno con un seguito che ci rende share leader: nel prime time (06.00-09.00) infatti raggiungiamo il
26% di share”. ( Prima On Line 26 marzo 2015)
Web RadioComando è un circuito web che raccoglie stazioni tradizionali e online
(Linkiesta) Se la radio, data per morta più di una volta, sta invece vivendo una nuova grande stagione
(se ne è diffusamente parlato a Radio Days Europe a Milano dal 15 al 17 marzo), il merito è anche di
internet dove vanno aprendosi imprevisti spazi di sviluppo e sperimentazione. In questa ennesima
primavera è sbocciata l’invenzione di un giovane ingegnere, Fabrizio Mondo, per residenza e per lavoro
sospeso tra le due isole di Sicilia e Sardegna, che ha ideato il web radio comando.
Un circuito, reso pubblico a inizio febbraio, dove sono raccolte un centinaio di emittenti nate solo per il
web, ma anche tradizionali
Di che si tratta? In pratica è un circuito, reso pubblico a inizio febbraio, dove sono raccolte un centinaio di
emittenti (nate solo per il web, ma anche tradizionali: per dire, ci sono i canali Rai, Radio Deejay, Radio
Capital...). Si presenta nella sua homepage come un telecomando, con i tasti numerati, attraverso i quali
comporre il canale: a ogni radio ne è assegnato uno, basta così scrivere la cifra e saltare da una
postazione all’altra.
Spiega Mondo: «Aggregatori del genere c’erano già prima, noi abbiamo introdotto la maggiore fruibilità
della struttura e la possibilità di avere un’offerta molto ampia entro cui scegliere». In poco meno di
quaranta giorni le emittenti raccolte (le più piccole si sono iscritte, le grandi sono state iscritte avendone
avuto informazione, e non hanno ovviamente opposto obiezioni, essendo tutto traffico in più) hanno
intercettato oltre diecimila utenti unici giornalieri.
«Come sempre accade, – dice Mondo – sulle prime le radio
diffidavano, ciascuno con l’identico sospetto: quello di favorire il
concorrente. Poi hanno invece tutti capito che ognuno beneficia
del cosiddetto ’effetto gregge’, cioè gli ascoltatori a un certo
punto tendono a muoversi tra più stazioni: in tal modo a
guadagnare ascoltatori non è solo una radio, ma un gruppo di
radio».
Iscriversi al circuito è gratis, e lo sarà sempre, ma non lo
saranno i servizi che sul circuito saranno sviluppati
Iscriversi al circuito è gratis, e lo sarà sempre, ma non lo
saranno i servizi che sul circuito saranno sviluppati, a partire
dalla promozione dei contenuti delle singole emittenti e dal
rilevamento degli ascolti (sul posizionamento nelle classifiche
degli ascolti si gioca il potere contrattuale di un’emittente, e non mancano le botte da orbi, l’ultima tra
Radio Deejay e Radio 105 - ne dà conto lo stesso Mondo sul suo seguito blog).
Mondo ha in mente, una volta che l’iniziativa si sarà implementata, di gestire la presenza delle emittenti
secondo il criterio del beauty contest, un po’ come è accaduto nella tv digitale. «Ma non ci sarà alcuna
interferenza sulla conduzione editoriale della singola emittente – spiega Mondo – Le uniche condizioni che
chiediamo sono una compatibilità dei contenuti con le leggi: una radio dell’Isis non la accettiamo, per
dire; una qualità tecnica della trasmissione: le voci e la musica si devono sentire bene; e infine la
continuità nelle trasmissioni: la radio funziona 24/7, quello è lo standard minimo, non accettiamo chi
vuole lavorare solo coi podcast. Al di là di queste tre soglie di ingresso, ognuno fa quel che vuole, con i
mezzi che vuole».
Ormai il web abbonda
di informazioni su
come farsi la propria
web radio. «È vero, è
una tecnologia che si
sta diffondendo
rapidamente.
Naturalmente, come
tutte le cose, se la
vuoi fare proprio a
zero spese, non credo potrai mai fare una radio competitiva. Tuttavia, con i giusti investimenti e
soprattutto le giuste idee, soprattutto editoriali, ci sono tutte le possibilità perché nascano nuovi
broadcaster, nuovi gruppi industriali, e che ci sia anche un ricambio degli speaker e dei personaggi che
oggi dominano l’etere».
Mondo, una radio tutta sua, non pensa di crearla, vede il proprio futuro più nella gestione
dell’infrastruttura. «Alle volte – spiega Mondo – per scherzare mi immagino come Bastianich di
Masterchef: ne capisce di cucina anche se non è uno chef; lo stesso vale per me con la radio». Per
Mondo, nato a Palermo nel 1985, le prime esperienze nel settore cominciano una decina di anni fa,
sempre con l’occhio puntato sulla tecniche di trasmissione. Poi la laurea in Ingegneria Informatica (da
bravo ingegnere nel suo curriculum è con alto senso della precisione indicata anche la tesina fatta per la
maturità scientifica: “La crisi della Scienza”, tanto per informazione), poi l’impiego nell’Agenzia delle
Entrate a Cagliari. «Ma tra dieci anni mi immagino più alle prese con le radio di domani che nel servizio
allo Stato, attività che pure mi piace molto».
Intanto coltiva la sua passione per le web radio, «e devo dire che con la Sardegna son capitato bene: c’è
una grande vivacità in regione in questo settore, credo sia una reazione all’isolamento. I sardi con gli
emiliani, i primi a sperimentare nel campo, per me sono oggi i numero uno, aggiungendo Milano,
soprattutto perché è un riferimento economico e vetrina imprescindibile: penso ai Radio Days ma anche
al Fru, il Festival delle radio universitarie».
E rimanendo in ambito accademico, se gli si chiede quanto abbia contato per lui l’Ingegneria, Mondo così
risponde: «Da un punto di vista teorico, niente da dire, anche se il processo formativo tende sempre a
ricreare sullo studente la reinvenzione della ruota, c’è poca attenzione verso l’innovazione. L’ingegnere
informatico non può essere considerato un muratore dell’informatica: credo servirebbe sviluppare
l’imprenditorialità dell’ingegnere, la sua capacità di essere attore nell’impresa».
Ovviamente bocca cucita se si chiede all’ingegner Mondo quale sia la sua radio preferita, «ne dico una e
tutti gli altri se la prendono»; quanto ai gusti da ascoltatore, la predilezione è senza dubbio per la musica,
in particolare la dance e l’elettronica. Genere verso cui si canalizza il grosso delle preferenze giovanili,
secondo una tendenza talmente importante che anche Google ci ha messo attenzione, cominciando a
rilevarne i flussi e le qualità: «Questa può essere – aggiunge Mondo – un’indicazione di business, se si
pensa a cosa fare con la webradio. Ma in ogni caso non sottovaluterei l’informazione, che è molto cercata,
ma a patto che non sia generalista: io credo che lì funzioni la nicchia, l’offerta verticalizzata, che crea una
fedeltà profonda da parte dell’ascoltatore». ( Linkiesta 25/3/2015)
Dopo lo sfogo su Facebook, Sergio Caputo di nuovo all'attacco: c'è una lobby delle radio
che decide chi deve esistere. I dj non contano più niente
Una vera e propria Radiopoli, uno scandalo di cui "qualche
giornalista particolarmente idealista, invece di sedere nella
giuria di questo o quel talent show" si occuperà con
"un’inchiesta per esporre questo marciume": è il duro attacco
di Sergio Caputo, cantautore italiano tra i più apprezzati, in
un lunghissimo e articolato post pubblicato sui suoi profili
social.
All'indomani dell'uscita del suo nuovo album, 'Pop Jazz and
Love', che arriva dopo la celebrazione del trentennale (2013 2014) del suo primo disco 'Un sabato italiano', l'artista
denuncia il "boicottaggio" delle radio, legato - spiega - a
presunte "linee editoriali" delle stesse che però, osserva, passano anche generi molto distanti tra loro, con
playlist paragonabili, facendo un salto indietro nel tempo, ad un'accozzaglia di artisti come Clash, Mino
Reitano, Joni Mitchell, Michael Jackson, Sex Pistols, Iva Zanicchi, Ian Dury e Luciano Pavarotti.
"Il sottoscritto - racconta Caputo - ha vissuto e fatto musica negli USA per 12 anni, dove in radio mi hanno
messo in onda eccome. Negli USA, il paese inventore della radio moderna che qui tentiamo invano di
imitare, ha molto senso parlare di 'linea editoriale della radio', perchè negli USA le radio sono tematiche, cioè
hanno format radiofonici ben precisi per genere musicale".
Dopo aver chiarito il suo amore per il mezzo radiofonico,
"senza il quale - scrive - non sarei mai diventato un cantautore
di successo", Sergio Caputo denuncia il sistema delle radio
italiane: "Il Dee-Jay era praticamente Dio. Come tale, a volte
si divertiva a scoprire nuovi talenti e a farne delle star, e
insisteva a martellare un brano finché la gente non lo
beccava. Era una questione di prestigio". Oggi invece i dj "non
decidono più niente" mentre "c'è un bombardamento continuo
dei soliti venti brani. In tutte le radio. Cambiare stazione non
serve. Linea editoriale de che? I network sono tutti uguali e
mandano tutti la stessa roba".
Parlando di "politica inammissibile adottata da certi grossi network radiofonici" e precisando che ci sono, di
contro," centinaia di radio che svolgono correttamente il loro lavoro di diffusione della cultura musicale",
l'artista intende "svelare al pubblico qualcosa che il pubblico generalmente non viene a sapere".
Prende spunto dal rifiuto di alcune emittenti di trasmettere il suo nuovo singolo, 'A bazzicare il lungomare',
per chiarire: "Sono un artista indipendente, e non avendo una grossa casa discografica a farmi da
guardaspalle, ho assunto un ufficio promozionale per far conoscere il mio nuovo lavoro ai media, e far
entrare un singolo nelle playlist delle radio. Perché se una canzone non va in radio, la gente non la sente, e
se la gente non la sente, non può sapere che tu esisti o che hai scritto nuove cose".
E aggiunge: "Sono un ARTISTA. C’è scritto così nero su bianco sui miei contratti scaduti con la CGD
WARNER, con la defunta Polygram (ora Universal), che continuano a vendere tutti i miei vecchi album più
varie compilation pagandomi pochi centesimi. Mai e poi mai, nella mia carriera, ho scritto una sola canzone
tentando di modellarla in linea con la filosofia editoriale di nessuna radio. Io sono quello che è andato tre
volte a Sanremo portando lì brani difficili - IL GARIBALDI INNAMORATO, RIFARSI UNA VITA, e
FLAMINGO. Per carità, non mi aspetto che i miei album piacciano a tutti, né che tutte le radio mi accolgano
a braccia aperte. Ma non mi aspetto neanche di essere messo alla porta da nessuno, liquidato o schifato
come uno indegno di essere messo in onda da questa o quella radio, con la motivazione implicita che la mia
musica potrebbe rovinare la linea editoriale dell’emittente. Dopotutto, sono uno che scrive musica
contemporanea e in tutta Italia riempie teatri e locali di gente che non era neanche nata quando ho iniziato la
mia carriera".
Caputo è un fiume in piena: "Non ti piaccio? Pazienza. Il
mio disco nuovo, il mio tour sono comunque notizie, e
rifiutarsi perfino di annunciare il mio nuovo lavoro o i
miei concerti non ha a che fare con nessuna linea
editoriale, ma puzza lontano un miglio di discriminazione
o peggio ancora di sabotaggio. La SIAE non dovrebbe
consentire a nessuna radio di epurare un autore, ma
senza una regolamentazione in proposito non può fare
nulla. In altri paesi ci sono legislazioni che impongono
alle radio una serie di norme sulla messa in onda di una
certa dose di musica e autori nazionali. Qui non esiste
niente del genere. C’è una LOBBY delle radio - che decide CHI nella musica debba esistere e chi no. E chi è
che deve esistere? Indovinate un po'?".
"E arriviamo al punto. Lo sanno tutti e nessuno lo dice: c’è una lobby di radio che si sono unite per dominare
la musica, la discografia, le edizioni, inzuppare il biscotto nel LIVE, e guadagnare percentuali di vario tipo
dagli artisti che mettono in onda. C’è una etichetta discografica associata a tre grossi network in particolare
(indovinate voi quali), e guarda caso quelle radio trasmettono solo gli artisti che ne fanno parte (ed
eventualmente quelli enormi che non è possibile ignorare per questioni di audience). Ci sono artisti di questa
etichetta che scrivono i pezzi di tutti gli emergenti. Ma se sei un emergente non sponsorizzato, non hai
nessuna possibilità di passare in radio. Questo in termini schietti si chiama MONOPOLIO, e in Italia sarebbe
proibito, ma nessuno parla. Perché? Omertà. La gente ha paura di essere boicottata, e si fa censurare,
mettere alla porta senza dire niente nella speranza che “un domani”… In questo quadro, la lobby ha interessi
concreti ad oscurare chi della sua cerchia non fa parte, perché vuole che tutti i soldi che la gente ha
intenzione di spendere in intrattenimento finiscano nelle loro casse e non vadano dispersi altrove. Se non ti
passano in radio, hai più difficoltà a fare concerti. Se sei in radio 40 volte al giorno, batti che ti ribatti alla fine
riempi i palazzetti. Ecco il giro di affari, ecco perché certi artisti si sentono in radio duecento volte al giorno, e
altri MAI. Nel mio caso, non so quando esattamente mi abbiano messo all’indice. Tutte le radio che non mi
passano ora, mi hanno passato eccome in anni diversi, e hanno fatto audience anche grazie a me".
Questo modo di operare "distruggerà - anzi, lo ha già fatto - la musica italiana e la discografia. Gli artisti di
domani saranno solo quelli usciti dai talent show. Non bisogna essere chiaroveggenti per capire che questo
strapotere (e disonestà) dei network finirà presto per travolgere anche loro, perchè la radio la ascolta sempre
meno gente e quindi anche la pubblicità si inaridirà per migrare su altre piattaforme. Io, sicuramente, non
smetterò di fare il mio lavoro solo perché qualcuno ha deciso così. Grazie alle centinaia di migliaia di
persone che mi hanno sostenuto. Venite a vedermi in concerto - conclude - sarà un divertimento ancora più
gustoso". (ANSA via GiornaleRadioInfo 24/3/2015)
Danish Broadcasting Corporation:
i social network interagiscono pì con la radio che con la tv
Pian piano si scopre che, nel mondo delle community, quella della
radio è la più forte di tutte. Intanto perch́ è stato il primo mezzo
davvero «social», inventando praticamente il concetto stesso di
comunità. Basti pensare, qui in Italia, al fenomeno delle radio private,
veri e propri collettivi piccoli o grandi ma clamorosamente
identificabili. E poi perch́ la straordinaria duttilità della radiofonia ha
consentito di reagire meglio di tanti altri formati all'arrivo del web.
Così, come ha confermato l'altro giorno ai Radio Days di Milano
(vero successo, tra l'altro) uno studio della Danish Broadcasting
Corporation, i social network interagiscono più con la radio che con
la tv: 30 persone su 100 chattano o postano tenendo la radio accesa
mentre solo 26 lo fanno guardando un programma televisivo. Un dato seminale che pù essere il rimedio
all'emorragia di ascoltatori della fascia compresa tra i 10 e i 14 anni (60 per cento in meno rispetto al 2005. E
che i dati italiani comunque confermano, visto che, almeno fino a qualche mese fa, la radio più social su
Facebook è Radio Italia, seguita da Deejay e Rtl 102.5. Su Twitter invece Deejay supera 105 ed Rds (si
parla di follower e non di engagement). Che cosa vuol dire. Vuol dire che in un futuro nel quale la radio sarà
ascoltata sempre più con lo smartphone e sempre meno con lo strumento tradizionale, le prospettive di
crescita sono enormi. Dopotutto la radio ha da sempre sviluppato il legame fideistico con gli ascoltatori,
condividendo addirittura il linguaggio o altre forme di comunicazione. Percì oggi ovviamente si trova un
inatteso capitale aggiuntivo da spendere. (Il Giornale, 21.3.2015)
Trasmissioni Internazionali in
Lingua Italiana
Un’occasione sempre più da non perdere nel mondo della
radiodiffusione internazionale che parla italiano
AIR - Associazione Italiana Radioascolto http://www.air-radio.it
a cura di Marcello Casali – IZ0INA
(sono gradite segnalazioni [email protected] )
Scheda valida dal 29 Marzo al 25 Ottobre 2015
(ultimo aggiornamento 29 marzo 2015)
LE NOTIZIE
Ora UTC
Emittente
Frequenza (kHz)
0000-2200
R. Studio X
1584
0000-2200
R. Challenger
1368
0000-2200
R. Challenger
1566
irregolare
Nord Italia ed Europa
0000-2200
AM Stereo
1566
irregolare
Roma, Centro Italia
0000-2200
R. Base 101
1323
Centro Nord Italia
0000-2200
R.Mediaveneta B.
1017
Padova
0000-2200
OMedia Broadcast
1548
Padova
0000-2200
R. Marina
1071
Emilia Romagna Orientale
0400-2200
RAI Regione
999
0400-2200
0400-2200
0400-2200
0400-2200
0400-2200
0400-2200
0400-2200
0400-2200
0400-2200
0400-2200
0400-2200
0400-2200
0430-2100
0600-0700
0620-0720
RAI Regione
900
Radiouno
Torino Volpiano 50kW
RAI Regione
1449
Radiouno
Milano Siziano 50kW
RAI Regione
936
Radiouno
Como Mte Tre Croci
RAI Regione
1575
Radiouno
Venezia Campalto 5kW
RAI Regione
657
Radiouno
Genova Portofino 30kW
RAI Regione
1062
Radiouno
Pisa Coltano100kW
RAI Regione
1107
Radiouno
Ancona Montagnolo 6kW
RAI Regione
1431
Radiouno
Roma Mte Ciocci 1kW
RAI Regione
1062
Radiouno
Foggia 5kW
RAI Regione
1116
Radiouno
Catania Coda di Volpe 20kW
RAI Regione
1062
Radiouno
Palermo Mte Pellegrino 10kW
1170
R. Capodistria
Radiouno
Cagliari Decimoputzu 60kW
Radio 106
1400
Collegamenti con R. Luna e R. Popolare
17520 replica gg precedenti giov. lettura posta
R. Cina Int.
Voce Islamica Iran Italia e Europa Centro Occ.
13650 - 17660 dom.
e giov. lettura posta
replica del sab.
R. Vaticana
585 - 15595-EF
R. Vaticana
585 - 7250-A
domenica
AWR Europe
9790
dom. Studio DX
Studio X
1584
dom. replica Studio DX
R. Corse F. Mora 1404 - 1494
venerdì
R. Vaticana
585
0700-0710
0830-0915
0900-0925
1000-1030
1030-1100
1100-1200
Note
AM stereo
Zone servite
Momigno PT
solo domenica
Venezia
Piemonte
Lombardia
Lombardia
Veneto
Liguria
Toscana
Marche
Lazio
Puglia
Sicilia
Sicilia
Sardegna
Alto e Medio Adriatico
Regioni RE-MO-PR-BO-MN
Europa
dal lun. al sab.
EF = Medio Oriente e Africa
A = Nord Europa
Europa
Roma
Sardegna, Corsica e Toscana
1200-1230
1300-1400
R. Corse F. Mora 1404 - 1494
R. Vaticana
585 – 17590 - E
lunedì replica del venerdì
1300
R. Vaticana
1400-1426
1400-1430
R. Romania Int. 9520
Voce della Turchia 9610
dom. lettura posta, replica mer.
PQ = Sud Africa
Italia
1400-1700
1505-1600
R. Cina Int.
702
R. Tunisi Rete Int. 963
mer. e gio. lettura posta
Europa
Europa
1600-1626
1635
R. Romania Int. 5910
R. Vaticana
585
dom. lettura posta
Nord Africa , Europa
Italia
1700-1730
1700-1800
1730-1800
1800-1900
1800-1900
1800-1826
R. Tirana
R. Cina Int.
R. Serbia
R. Cairo
R. Cina Int.
R. Romania
7465
1458
6100
9490
7340-7435
5910 DRM
da lun. a sab. mar. lettura posta
mar. e giov. lettura posta
dal lun. al ven.
mer. lettura posta
mar. e giov. lettura posta
Europa
Europa
Europa
Europa
Europa Centrale
Europa
1830
R. Vaticana
585
1900-2000
1920-1950
RAE R. Argentina 9690 - 15345
Voce Islamica Iran 7205-9755
2000-2100
R. Cina Int.
7265 - 7345
200-2245
R. Vaticana
585
2200-0500
RAI Radiouno
900 MI – 1107 RM
585 – 21560-PQ
Europa
Sardegna Corsica e Toscana
E = Medio Oriente
Italia
da lun. a ven. – ven. Attualità DX
sabato lettura posta
sabato lettura posta
Europa
Europa e Nord Africa
Italia e Europa Centro Occ
mer. lettura posta
Europa
Europa
La Notte di Radiouno
Europa, Bacino Mediterraneo
- Le frequenze indicate in grassetto sono state verificate nella zona Nord Est di Roma.
GLI INDIRIZZI
(indirizzi utili per la richiesta di QSL conferma di ascolto)
Italia
RAI - RADIO (vedi l’indirizzo della regione di tuo interesse)
E-Mail: [email protected]
WEB: http://www.rai.it/dl/rai/guidaRadio.html
RAIWAY, Frequenze Regionali
WEB: http://www.raiway.rai.it/index.php?lang=IT
RAI - TGR REGIONALI, Indirizzi completi
WEB: http://www.tgr.rai.it/dl/tgr/articolo/ContentItem-5850fcd9-e9bc-4c34-9bfe-05f1a7f51c14.html RADIO
VATICANA, Piazza Pia 3, 00120 Città del Vaticano.
WEB: http://www.radiovaticana.org/it1/palin_ita.asp
E-Mail: [email protected] RVS
ITALY - AWR EUROPE, Via del Pergolino 1, 50139 Firenze.
WEB: http://www.radiovocedellasperanza.it
E-Mail: [email protected] STUDIO DX
AWR EUROPE: http://www.studiodx.net
E-Mail: [email protected] RTV - SAN MARINO, Palazzo dei
Congressi, RSM - 47031 San Marino.
WEB: http://www.sanmarinortv.sm E-Mail: [email protected]
RADIO STUDIO X, Via Mammianese 687 - 51030 Momigno (PT).
WEB: http://www.radiostudiox.it
E-Mail: [email protected]
RADIO VERONA, Via Della Scienza 25, 37139 Verona VR
WEB: http://www.radioverona.it
E-Mail: [email protected]
RADIO CHALLENGER (1368-1566 kHz), Via Legnaro 6, 35040 Villa Estense Padova PD.
Web: http://www.challenger.it/challenger/ita_radio_challenge.html E-Mail: [email protected]
RADIO BROADCAST ITALIA (1485 kHz), Tel: 06-689.75.344 / 02-899.26.100
Web: http://www.broadcastitalia.it E_Mail: [email protected]
RADIO ONDAMEDIA BROADCAST (1503-1512 kHz), 40018 S. Pietro in Casale Bologna BO
WEB: ?
E-Mail: [email protected]
RADIO LUNA (1404 kHz), Via Brolo Sotto 52, 42019 Chiozza di Scandiano RE
WEB: http://www.radioluna.com
E-Mail: [email protected]
RADIO 106 (1400 kHz) Via Colatore - 42013 Casalgrande (RE)
WEB: http://www.radio106.it E-Mail: [email protected]
RADIO BASE 101 (1323 kHz) Via Germania 15, 35010 Vigonza PD
WEB: http://www.radiobase101.it
E-Mail: [email protected]base101.it
RADIO MARINA (1071 kHz) Vigonovo VE E-Mail: [email protected]
MEDIA VENETA BROADCAST (1017 kHz) Piove di Sacco PD E-Mail: [email protected]
Europa
RADIO CAPODISTRIA, Redazione Italiana,
Poslovni sedez 6000 Koper, ulica OF 15, Koper-Capodistria, Slovenia.
WEB: http://www.rtvslo.si/radiocapodistria E-Mail: [email protected]
RADIO FRANCE BLEU FREQUENZA MORA, 4 Rue Favalelli BP 130, 20289 BASTIA Cedex WEB:
http://sites.radiofrance.fr/chaines/france-bleu/?tag=corse E-Mail: [email protected] RRI RADIO ROMANIA INTERNAZIONALE, Redazione Italiana, C.P. 111, Bucarest, Romania.
E-Mail: [email protected]
WEB: http://www.rri.ro/it_it/pages/home/
RRI - QSL FORM: http://www.rri.ro/it_it/RadioRomaniaInternational/QSL-2#
RADIO TIRANA, Radio Tirana Sezione Italiana, Rr. Ismail Qemali, 11 Tirana Albania.
E-Mail: [email protected]
RADIO SERBIA INTERNAZIONALE, Hilandarska 2, 11000 Belgrado, Serbia.
WEB: http://voiceofserbia.org/it/
Telefono: +381113244455 E-Mail: [email protected]
AWR EUROPE, Viuzzo del Pergolino 1, 50139 Firenze
WEB: http://www.awr.org/en/giving
Africa
RADIO CAIRO, Radiodiffusione della Repubblica Araba d’EgittoProgramma Italiano d’Oltremare, stanza 654,
P.O. Box 566, 11511 il Cairo, Egitto E-Mail: [email protected]
RADIO TUNISI Rete Internazionale: Cite Ennassim 1 Montplaisir BOP 399 1080 Tunis
WEB: E-Mail: [email protected]
Asia
CRI - RADIO CHINA INTERNATIONAL, Redazione Italiana, P.O. Box 4216, CRI 37, 100040 Pechino, Cina.
WEB: http://italian.cri.cn
E-Mail: [email protected]
VOIRI - Radio Televisione della Repubblica Islamica dell’IRAN, World Service, Radio Italia, Casella
Postale 19395/6767, Tehran, Rep Isl. Iran.
WEB: http://italian.irib.ir
E-Mail: [email protected]
VOCE DELLA TURCHIA, Redazione italiana, P.O. Box 333, Yenisehir, Ankara 06443, Turkey WEB:
http://www.trtitalian.com/trtworld/it/news.aspx
E-Mail: [email protected]
America
RAE - RADIODIFUSIÓN ARGENTINA AL EXTERIOR, Redazione Italiana, Casilla
de Correo 555-C1000WAF Buenos Aires, Repubblica Argentina.
WEB: http://www.radionacional.com.ar (Arnaldo Slaen rubrica Attualità DX) E-Mail: [email protected]
BLOG: http://rae.radionacional.com.ar
E-Mail: [email protected]
AIR: Rapporto d’ascolto in PDF:
http://www.air-radio.it/pdf/Modulo_AIR_per_Rapporti_d'ascolto_colorato_2009.pdf
QSL Form On-Line
Radio Romania Int.: http://www.rri.ro/it_it/RadioRomaniaInternational/QSL-2#
Pagine della Radio
AIR Lazio: http://web.mclink.it/MC4868/airlazio/airlazio.htm
WEB: http://web.mclink.it/MC4868 (aggiornamenti per questa lista)
QSL del Radioascolto it http://web.mclink.it/MJ0350/index.htm
European Radio
Amateurs’
Organization:
European Radio Amateurs' Organization
http://radioclubulromaniei.ro/
open to the world wide amateur radio community
Amateur Radio News...
YP10EURAO: 10 years of EURAO from Romania
From February 2 to September 31, 2015, you will find on air, mainly on weekends, this special callsign celebrating
the 10th anniversary of EURAO. It is sponsored by its member association Asociatia Radioclubul României,
YO9KYO.
Unsubscribe: If you do not wish to receive this newsletter any more, just reply to this email stating UNSUBSCRIBE in the subject. If you prefer to receive it
in another email, tell us the old and new address, and we will change it.
© 2005-2015 EURAO - European Radio Amateurs' Organization
(ultimo aggiornamento 20/04/2015)
Florence Hamfest
Campi Bisenzio (FI), 11-12 aprile presso SpazioReale-via San Donnino 4
Info www.florencehamfest.com
ExpoElettronica-Mostra Mercato
Morciano di Romagna (RN), 11-12 aprile
Info www.expoelettronica.it
Ham Radio Fair
Caltanissetta, 11-12 aprile presso la Fiera di Sicilia
Orario: sabato 0930-1900 – domenica 0930-1900
Info [email protected] – Ingresso libero
Mercatino di Moncalvo - Prima edizione anno 2015
Sabato 18 aprile, per info I1OJE, Giuseppe Marchisio
http://www.aricasale.it/ e-mail: [email protected]
3° edizione del Mercatino Scambio dell’Usato
Cà Rapillo di Spello (Foligno), sabato 18 aprile
Orario: 0900-1700
Info www.arifoligno.net
12° Fiera Mercato dell’Elettronica
Città Sant’Angelo (Pescara), 18-19 aprile presso il Centro Fiere-via Lungofino 187
Orario: sabato 0915-1900 – domenica 0900-1900
Info [email protected]
Radioamatore – 50° Fiera nazionale
Pordenone, 25-26 aprile presso la PordenoneFiere
Orario: sabato 0900-1830 – domenica 0900-1800
Info www.radioamatorepordenone.it
ExpoElettronica-Mostra Mercato
Forlì, 2-3 maggio
Info www.expoelettronica.it
Pasturana (AL), 2-3 maggio presso l’Agriturismo Cascina Orto
Info www.air-radio.it oppure http://www.cascinaorto.com/
Il mercatino – 53° edizione
Marzaglia (MO), 9 maggio presso Caravan Camping Club
Info www.arimodena.it – Ingresso libero
ExpoElettronica-Mostra Mercato
Busto Arsizio (VA), 9-10 maggio
Info www.expoelettronica.it
10° edizione del MEMO – Mercatino
San Giorgio di Mantova, sabato 30 maggio presso Centro Pertini
Orario: 0800-1700 – Ingresso e parcheggio gratuito
Info [email protected]
Mostra Mercato Nazionale – 45° edizione
Amelia (Terni), 30-31 maggio presso la Comunità Incontro Molino Silla
Orario: sabato 0900-1900 – domenica 0900-1800
Info www.mostremercatoumbria.it
International Exhibition for Radio Amateurs
Visitors interested in attending next year's edition of HAM RADIO can mark their calendars for
June 26 to 28, 2015, when the exhibition will take place for the 40th time in Friedrichshafen.
http://www.hamradio-friedrichshafen.de/
Dal nostro gruppo AIR RADIOASCOLTO su Facebook
https://www.facebook.com/groups/65662656698/
Di Fiorenzo Repetto
Aldo Moroni
Antarctica in 10mt con DVB-T dongle.Il filtro in foto è un passabasso con taglio a 30MHz, l'antenna una
windom da 40mt.
Giuseppe Panniello presenta alcune antenne autocostruite
Loop Magnetica realizzata con il condensatore motorizzato della MFJ ed un cassetto !
Foto 1
Foto 2
Foto 1 Qualche collegamento in JT9, OH, ER, G8, con la solita Loop realizzata con i pezzi di recupero di
un paio di tergicristalli.
Foto 2 Questa sera test con la loop da viaggio, carica fino a 100 Watt , in WSPR con la loop indoor, LA, OZ,
4X .. 20mt http://wsprnet.org/olddb?mode=html&band=all&limit=50&findcall=ik1jns&findreporter&sort=date
Claudio Vanin e le sue radio d’epoca tutto restaurato e funzionante
Roberto Petagna NDB: per chi ancora non lo sapesse - è stato dismesso l' NDB di Cagliari CAG sulla
371 kHz ed è stato attivato (dal 2 Aprile) un nuovo NDB che emette la sigla CAL sulla 316 kHz. Questo
cambiamento, oltre che logistico ha previsto la certificazione di tutte le procedure strumentali che
interessavano l'aeroporto di Cagliari Elmas con questa radioassistenza. Buona ascolto.
Luigi Zanobbi presenta la sua radio
BEN-TEN Model 2202 Auto direction Finder main unit NIPPON OCEANICS ISTITUTE LTD Japan
Daniele Murelli
Quest'anno speravo di trovare una bella sorpresa nell'uovo di Pasqua.... Mi é toccata
questa!!!! Radiosonda Payerne SRS C-34 + Sonda Ozono
RADIOSONDE? Cosa sono? Di Daniele Murelli
http://air-radiorama.blogspot.it/2015/02/radiosonde-cosa-sono.html
Gabriele Somma presenta alcune immagini trasmesse dalla ISS in SSTV. Queste trasmissioni sono per
commemorare l'anniversario del primo volo spaziale umano di Yuri Gagarin che ha avuto luogo il 12 aprile
1961. Frequenza di ricezione 145,800 MHz FM utilizzando la SSTV in modalità PD180. Vedi : http://airradiorama.blogspot.it/2015/04/normal-0-14-false-false-false.html
Ricevuta alle 2038z del 11/04/2015 con stazione non presidiata.
Ricevuta alle ore 18:30 locali del 12/4/2015
“ L’angolo del Buonumore “
A cura di Ezio Di Chiaro
Vignette del buonumore riprese da vecchie riviste dalla mia collezione di RADIORAMA a cominciare dagli
anni sessanta, le vignette denominate RIDIRAMA che apparivano ogni tanto sulla rivista
Radiorama n 6 del 1966
Ricerchiamo gli indirizzi dei radioamatori
Di Fiorenzo Repetto
Alcuni database utili per cercare le stazioni radioamatoriali ascoltate e poter inviare la vostra cartolina
QSL diretta.
QRZ.COM
è il database più conosciuto per la ricerca degli indirizzi dei radioamatori. Si possono
registrare anche gli SWL, indicando il proprio identificativo.
http://www.qrz.com/
QRZCQ
Gli SWL si possono registrare con il proprio identificativo.
http://qrzcq.com/
HamQTH.com è un altro database di ricerca
dei callsigns mondiali , non necessita di registrazione.
Questo il link di accesso: http://www.hamqth.com/
Amateur Radio Ham Radio Maidenhead Grid Square Locator Map
Inserire il nominativo del radioamatore verrà visualizzato l'indirizzo e il QTH locator
http://www.levinecentral.com/ham/grid_square.php
Radamato
ARI Fidenza è un database italiano
Per informazioni : http://www.arifidenza.it/radamato.asp
http://www.i0ssh.it/
Il CD-ROM Callbook contiene i nominativi e le informazioni delle stazioni radioamatoriali di tutto il
mondo. Il Callbook è disponibile anche su chiavetta USB.
http://www.ari.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1232&Itemid=246&lang=it
Costruiamo un server NTP basato sull'FE-5680A
(Rubidium Frequency Standard)
Di Fabrizio Francione
Finiti i test sul server NTP basato sul rubidio commerciale FE-5680A. Potete trovare le tre fasi della
costruzione qui:
HW -- > https://deltafabri.wordpress.com/2015/03/08/under-60-ns-an-atomic-stratum-1-ntp-serverhardware/
SW -- > https://deltafabri.wordpress.com/2015/03/09/under-60-ns-an-atomic-stratum-1-ntp-serversoftware/
Test -- > https://deltafabri.wordpress.com/2015/04/02/under-60-ns-87rb-stratum-1-ntp-serverperformances/
Ringrazio Claudio Re per l'aiuto , nonchè Paul Henning Kamp che per primo ha realizzato le modifiche HW
al Soekris 4501 ed effettuato i primi test sul nanokernel assieme a David L. Mills autore dell'algoritmo di
NTP.
Il sistema ACARS e il suo mondo
Il sistema ACARS e il suo mondo . Autore il nostro socio AIR Gianluca Romani .
Per gli appassionati della ricezione ACARS . Unico testo nel suo genere ad essere pubblicato in italiano,
"il sistema ACARS e il suo mondo" non solo si pone come manuale tecnico di consultazione per sigle ed
esempi ma anche permette di avvicinarsi partendo da zero alle tecnologie che stanno alla base di tale rete.
Dalle necessita della radiotelefonia aeronautica nel passato, passando per la descrizione del sistema di
ricezione/trasmissione, demodulazione dei segnali e gestione dei protocolli, si giunge quindi agli esempi e
alla loro interpretazione, tutti corredati da liste di codici utili per interpretare altri messaggi. A concludere il
testo vi è una descrizione dei sistemi che possono essere impiegati per venire in contatto e decodificare in
proprio, con apparati semplici, il mondo del sistema "ACARS". CONTENUTI: concetto di data-link ACARS
un nuovo standard mondiale protocollo e documentazioni ARINC reti di comunicazione aerea per traffico
dati in VHF/HF/satellitare architettura dei messaggi interpretazioni dei messaggi ed esempi apparati radio,
antenne e softwares per ricezione e decodifica liste di codici e abbreviazioni per interpretare messaggi
ACARS
http://www.ilovebooks.it/sistema-acars-mondo-p3453.html?osCsid=2064466c4a88ed702bc78ea93a57f1c2
IL SONAR
Di Gianluca Ferrera
Spiegare oggi a qualcuno che cosa sia un sonar o un radar è diventato più semplice grazie
anche alle nuove tecnologie che si trovano sul mercato oggi.
Il sonar è un dispositivo che funziona attraverso la propagazione delle onde sonore. Questo
dispositivivo è costituito da un trasmettitore che invia treni di impulsi all’interno di finestre
temporali periodiche (segnale di trigger). Questi impulsi si propagano attraverso onde sonore
che “colpiscono” l’oggetto e vengono rinviate alla sorgente (segnale di echo).
Attraverso il conteggio temporale che intercorre tra il segnale di trigger e quello di echo si può
localizzare l’oggetto e stabilire la distanza dall’osservatore.
Tutto ciò oggi è realizzabile attraverso pochi componenti e un circuito piuttosto semplice.
Materiali:
●
scheda Arduino Uno
●
sensore ad ultrasuoni HC-SR04
(http://www.micropik.com/PDF/HCSR04.pdf)
●
servomotore
Schema:
La scheda di Arduino Uno gestisce il movimento del sensore attraverso il servomotore che
emette il segnale di trigger inizia il conteggio del tempo e aspetta di ricevere il segnale di echo.
Tutto ciò avviene all’interno del codice che gestisce il microcontrollore.
E’ doverosa una precisazione: la velocita del suono varia in funzione della temperatura; in
questa esperienza si è supposta indipendente dalla temperatura. Per dare ai ragazzi delle mie
classi una idea di come era realmente fatto un sonar ho ricreato l’interfaccia classica attraverso
l’uso del software Processing.
Si è assunto il valore costante di 344 m/s come velocità del suono, se si volesse avere
maggiore precisione bisognerebbe inserire nel circuito un sensore di temperatura ( tipo LM335 )
che rilevi la temperatura e la invii ad arduino che ricalcola il valore esatto della velocità
attraverso la formula v=331.4 + 0,62*T; dove 331,4 è il valore della velocità del suono alla
temperatura di 20 gradi Celsius.
Nelle immagini si vede come il monitor del computer viene trasformato nello schermo del
classico radar in cui si rileva la posizione e la si presenta a video su di un intervallo di 180 gradi
e, nella seconda immagine; la scheda prototipo per verificarne il corretto funzionamento.
Nelle immagini successive la realizzazione fatta in laboratorio da alcuni miei allievi seguendo le
leggi dell’autocostruzione.
Passione per i satelliti meteorologici polari APT
ed autocostruzione
Di Cesare Buzzi
Seguo ormai da oltre venti anni le varie evoluzioni che ci sono state nel campo dei satelliti meteorologici
ricevibili sulla gamma dei 137 MHz.
I satelliti che trasmettono sulla frequenza menzionata hanno un'orbita “ Polare “ in quanto passano per i
due poli della terra e si trovano ad un'altezza di 800 chilometri.
L'altezza di 800 chilometri l'avremo chiaramente quando lo stesso sarà esattamente verticale rispetto al
nostro punto di acquisizione.
Sia la Russia che gli USA nel corso degli anni 80 avevano messo in orbita una seria di satelliti chiamati
METEOR per la Russia e NOAA per gli USA..
Quando cominciai ad appassionarmi alla ricezione degli stessi purtroppo i satelliti Meteor cessarono la loro
attività e riuscii a riceverli solo per poco tempo, però fortunatamente vi erano molti satelliti NOAA attivi e in
seguito ne furono messi dei nuovi in orbita mantenendo sempre lo stesso standard di trasmissione che tra
le altre cose esiste tutt'ora.
I satelliti rimasti attivi su questa banda purtroppo ormai sono pochi ed in particolare abbiamo il NOAA 15,
NOAA 18 e il NOAA 19 che sono di proprietà della Nasa e da fine Agosto del 2014 abbiamo il METEOR-M
N2 mandato in orbita dalla Russia che trasmette in digitale.
Per demodulare il segnale del NOAA serviva un ricevitore con la possibilità di andare in modalità FM ma
con una larghezza di banda di almeno 40 kHz, e siccome ne ero sprovvisto decisi di costruirlo.
Questa fu una delle prime realizzazioni in SMD che feci per ricevere i satelliti meteorologici.
Il circuito di amplificazione RF di antenna è costituito da un transistor AT41533 il quale amplifica circa 15
dB, a cui fa seguito un filtro passa alto al fine di eliminare eventuali segnali indesiderati provenienti
soprattutto dalla banda FM commerciale.
Il segnale così amplificato entra nella porta RF IN del Mixer passivo, e contemporaneamente ma nella
porta O.L dello stesso entra il segnale generato dall'oscillatore locale al fine di ottenere il battimento per il
valore di IF richiesta.
Il circuito dell'oscillatore locale è fatto con un paio di spire di filo di rame e il classico diodo varicap, con una
potenza di uscita di +6 dBm, potenza richiesta per poter pilotare il Mixer passivo ADE-12.
Questo circuito è controllato in tensione tramite un PLL LMX2306.
Sulla porta di IF del mixer passivo troveremo i vari segnali dovuti al battimento sopra descritto e a questo
punto bisognerà filtrare il segnale di IF che interessa , a cui farà seguito un transistor AT 41533 che
provvederà ad amplificare il segnale di IF che in questo caso è a 45 MHz con un guadagno di 20 dB.
Ora questo segnale verrà nuovamente filtrato tramite due filtri a quarzo per poi entrare nella porta RF-IN
del mixer attivo.
In questo secondo mixer verranno fatte battere la frequenza di IF con quella del quarzo al fine di ottenere
una seconda IF a 455 kHz dalla quale verrà ottenuto il segnale demodulato che verrà amplificato da un
doppio amplificatore operazionale che presenterà un segnale audio sufficiente a pilotare la scheda audio.
A questo punto il software provvederà a creare la foto in real time inviata dal satellite.
Chiaramente questo ricevitore era gestito da un microcontrollore AT90S2313 che provvedeva a gestire il
cambio frequenza inviando i dati al PLL sopracitato con un clock in tecnologia TXO di riferimento che
determinava l'alta stabilità in frequenza.
Nel frattempo cominciai a fare alcune prove di paragone con alcuni ricevitori che in quei tempi erano in
commercio e vidi sin da subito che la qualità delle immagini del mio ricevitore erano nettamente più nitide e
quindi a partire dal 1998 fino al 2007 usai questo scheda per ricevere i vari satelliti Noaa che erano in
orbita in quegli anni.
Qui sotto la foto del ricevitore che feci nel 1998 con controllo a PLL in tecnologia SMD.
Come antenna i quegli anni usavo una piccola collineare X-50 che per puro caso scoprii andar bene per
ricevere i Noaa e notai che con la stessa potevo ricevere sia i passaggi molto bassi sul mio orizzonte che i
passaggi verticali senza alcun problema di mancanza di segnale dovuto all'orbita del satellite in questione.
Gli anni passarono e la tecnologia nel campo delle radio fece passi da gigante fino all'avvento delle prime
radio in tecnologia SDR, ossia “radio definite dal software “.
Siamo nell'anno 2007 e finalmente decisi di abbandonare la tecnologia analogica per fare un salto in
direzione delle radio digitali.
In commercio cominciarono ad esserci le prime radio SDR ed entrai in possesso del ricevitore Perseus il
quale però lavorava nella banda delle HF.
Da subito il mio primo pensiero andò alla possibilità di poter ricevere i satelliti meteorologici nella banda
delle VHF, sfruttando il fatto che il ricevitore in questione aveva la possibilità di ricevere segnali in FM con
una larghezza di banda di 50 kHz che faceva proprio al mio caso.
Così cominciai a fare alcuni tentativi nella costruzione di un downconverter per poter traslare le frequenza
delle VHF in banda HF del ricevitore.
Qui sotto la foto del primo primo tentativo di realizzazione del downconverter per poter ricevere i Noaa con
la radio SDR.
Il problema principale fu quello di prestare molta attenzione durante la conversione di non portare dietro i
segnali molto potenti provenienti dalle FM commerciali in banda 88-108 MHz.
Ora dovevo scegliere una frequenza di oscillatore locale la più lontana possibile dalla banda delle FM
commerciali al fine di evitare di traslarle in banda base, così scelsi la frequenza di 162 MHz in quanto mi
veniva facile ricavarla da una moltiplicazione di un quarzo da 27 MHz facilmente reperibile sul mercato.
Quindi con un circuito apposito moltiplicai prima per tre ottenendo 81 MHz e poi per due ottenendo i 162
MHz. Chiaramente questo segnale andava filtrato, pulito e amplificato poiché mi serviva un segnale finale
con una potenza di circa + 6 dBm atto a pilotare il mixer passivo senza altre frequenze indesiderate.
Feci un prototipo molto volante e verificai con l'analizzatore di spettro che ci fosse in uscita un segnale con
la potenza richiesta e soprattutto una estrema pulizia dello stesso.
Una volta verificato che tutto era come da progetto mi interessai nella seconda parte del downconverter
ossia alla parte di amplificazione del segnale di antenna filtri vari e IF.
La parte più difficile fu quella di riuscire ad eliminare con dei filtri sull'ingresso d'antenna le emittenti FM
commerciali che arrivavano abbastanza prepotentemente,
Una volta raggiunto tale obiettivo il resto fu relativamente facile poiché facendo battere il segnale
proveniente dall'oscillatore locale a 162 MHz con il segnale proveniente dall'antenna opportunamente
filtrato e amplificato tramite un transistor AT41533 ed ad esempio sintonizzando sulla frequenza di 137,1
MHz sulla porta di IF-OUT del Mixer passivo si presenta un segnale pari a 24,900 MHz.
Questo segnale viene filtrato con un passa banda, amplificato nuovamente di circa 20 dB per poi essere
inviato come nel mio caso all'ingresso dell'antenna del ricevitore Perseus.
Il guadagno totale di questa conversione ossia iniettando un segnale di -70 dBm sull'ingresso del
downconverter sulla frequenza di 137,1 MHz mi darà in uscita un segnale di -50 dBm sulla frequenza di
24,900 MHz.
A questo punto posso dire che il downconverter in oggetto guadagna 20 dB.
C'è da fare una precisazione che utilizzando un segnale di oscillatore locale facendolo battere per
sottrazione avremmo che tutto sarà invertito ed in particolare avremmo quanto segue:
Se mi devo alzare di frequenza di ricezione dovrò abbassarmi come valore di IF ad esempio.
Per ricevere la frequenza di 137.100 avrò 162-137,100 = 24,900.
Per ricevere la frequenza di 137,620 avrò 162-137,620 = 24,380.
Da quanto scritto sopra si denota che all'alzarsi di frequenza di ricezione bisogna abbassare il valore di
frequenza IF nella radio SDR che vado ad usare.
Non basta ma nel caso in cui dovessi ricevere una emissione in USB dovrei settare il ricevitore in LSB e
viceversa appunto per il fatto che è tutto ribaltato dovuto al battimento in sottrazione.
Risulta evidente che questo processo di sintonizzazione risulterebbe molto scomodo da usare con delle
classiche radio analogiche cosa che non succede nelle radio SDR, poiché tramite l'opzione di poter settare
il valore di downconverter sia in positivo che in negativo il problema non sussiste in quanto ci pensa il
software a ribaltare le cose.
Ora vediamo come poter decodificare il Noaa con un piccolo hardware molto economico alla portata di tutti.
Come prima cosa basterà entrare in possesso della chiavetta RTL2832/R820T facilissima da reperire su
ebay ad un modico costo di 12 euro.
Cosa importante sarebbe munirsi di un amplificatore RF che lavori sulla banda di interesse.
Prima di ogni cosa installare il driver originale della chiavetta che normalmente è allegato in un piccolo cd,e
come vedrete nel processo che andrò a descrivere vi sarà una seconda istallazione del driver per
trasformarlo da ricevitore DVB a ricevitore che interessa per il nostro uso.
Per il software da utilizzare con il dongle basterà scaricare dal sito internet il programma “ sdr-install.zip ”
dal seguente sito “ sdrsharp.com “ nella sezione download.
Una volta scaricato questo file basterà scompattarlo sul desktop e qui verranno creati tre file come da
screenshot sottostante.
A questo punto basterà cliccare sul file “ install “ il quale provvederà a scaricare da internet la rimanente
parte del software, attendendo fino a quando vi comparirà la scritta “ premere un tasto per continuare “.
Dopo di che troverete aggiunta una cartella “ sdrsharp “
All'interno della cartella sdrsharp troverete un file “ zadig_xp “, ed una volta cliccato sopra lancerà il
programma che provvederà a reinstallare i driver rispetto a quelli originali che erano nella confezione di
acquisto del dongle RTL2832U.
Una volta lanciato questo software selezionare “ Options “ e selezionare “List All Devices “, al che
comparirà la vostra chiavetta USB che dovrà essere selezionata e cliccare su “ Reinstall Driver “.
La schermata seguente a questa selezione sarà come da screenshot sottostante
Giunti a questo punto il nostro dispositivo è pronto per essere utilizzato per ricevere le frequenze di nostro
interesse.
Un test veloce di funzionalità potrebbe essere quello di sintonizzare la banda FM commerciale, settando in
modalità WFM e con una larghezza di banda di filtro di 250 kHz, di modo tale che si potrà ricevere ed
apprezzare tutto lo spettro e la relativa qualità audio dell'emittente che stiamo sintonizzando.
Per ricevere le emittenti commerciali in WFM basterà mettere un piccolo pezzo di filo sull'ingresso
connettore dell'antenna del dongle in questione.
Visto che per fare questo test si usa un piccolo pezzo di filo si dovrà alzare il guadagno del dispositivo
mettendo magari sotto Options un RF Gain almeno di 30 dB.
Da screenshot sottostante si può anche vedere che viene visualizzato il nome dell'emittente con la relativa
decodifica del sistema RDS.
A questo punto possiamo procedere nella ricezione dei satelliti metereologici, ed in particolare basterà
sintonizzare il ricevitore sulla frequenza degli stessi.
In questo caso sarà necessario settare il ricevitore in WFM con una larghezza di filtro di almeno 40 kHz
poiché è la larghezza minima richiesta per la decodifica del Noaa.
Abilitare lo Stereo -Mixer nella scheda audio al fine di poter passare il flusso audio al software nella
versione free di WXTOIMG che provvederà alla decodifica del segnale del satellite.
In questo software sarà necessario abilitare delle semplici funzioni ed in particolare:
1)Options- Recording Options, sarà da settare la scheda audio del pc in questione e a quanti gradi di
elevazione ci interessi che cominci la decodifica dello stesso.
2)Options- Ground Station Location, sarà da impostare latitudine, longitudine, città e contry al fine che il
software sappia quando cominciare la decodifica.
3)Image- Slant Correction, sarà da ricevere un pezzo di immagine e se la stessa sarà storta con lo Slant si
procederà nel radrizzarla tirando una riga col mouse lungo il pezzo di immagine inclinata.
4)Andare du File e fare Decode al fine che venga riprocessata l'immagine.
Dopo questi semplici settaggi si potrà andare in File- Record e selezionare Auto Record.
Chiaramente si dovrà procedere al Update Keplers al fine di avere gli orari aggiornati dei passaggi dei
pochi Noaa ormai rimasti in funzione.
Stessa cosa vale nel mio caso in cui per la ricezione dei Noaa uso il downconverter sopra descritto con
l'abbinamento del ricevitore Perseus al fine di ottenere delle immagini molto perfette, visto il buon grado di
ricezione dello stesso.
Questa è una parte della foto del Noaa 19 del 15/04/2015 ricevuto col sistema sopra descritto.
Molto più interessante dal mio punto di vista è la decodifica del nuovo satellite meteo di ultima generazione
il “ METEOR-M N2 “ , il quale trasmette in digitale è ha una risoluzione superiore di ben 12 volte rispetto il
Noaa, e la cosa interessante è che trasmette in banda VHF da un'altezza di 800 chilometri quando si trova
perfettamente in verticale rispetto il punto di ascolto.
Da moltissime ricezioni che faccio giornalmente posso dire che si riesce a decodificare quando il segnale
sotto forma di campana è superiore di almeno 10 dB rispetto il fondo di ricezione che si vede sullo spettro.
Mentre per la ricezione dei Noaa anche se vi sono delle piccole mancanze di segnale le stesse non
portano compromissioni al risultato dell'immagine, con il METEOR-M N2 essendo in digitale il segnale
ricevuto non deve avere mai mancanze di segnale altrimenti l'immagine finale che ne risulterà sarà piena di
righe colorate che attraversano la stessa.
Pertanto per ovviare a questo problema bisognerà cercare id avere un'antenna che non abbia mai delle
zone d'ombra durante l'orbita del satellite, e di questo ne parleremo più avanti.
Il satellite trasmette in digitale con una larghezza di banda di circa 130 kHz, e la cosa molto interessante e
che con il semplice dongle RTL2832 è possibile ricevere delle immagini di qualità incredibile.
La frequenza di ricezione è 137,100 MHz ma rispetto l'abitudine di ascoltare l'audio musicale del Noaa in
questo caso si sentirà solo un soffio dovuto alla trasmissione digitale.
Per decodificare il METEOR-M N2 bisognerà impostare il software “ sdr-sharp “ come segue:
1)Cosa principale e fondamentale è quella di essere sicuri di avere la frequenza sopra citata esattamente
nel centro dello spettro di ricezione.
3)Come Sample-Rate impostare 0,900001
2)Non vi è alcuna importanza che sia settato in WFM anziché USB etc, poiché verrà registrata tutta la
banda.
3)Verificare che il programma veda la scheda audio.
4)Come guadagno di amplificazione stare sui 30 dB, oltrepassando quando soglia si potrebbe incorrere a
fastidiosissimi fenomeni di intermodulazioni provenienti dalla banda aerea che comporteranno molte righe
colorate nella foto finale.
Da foto sottostante si può vedere il settaggio con la relativa campana del satellite METEROR-M N2.
Come da foto sopra si possono vedere i parametri di impostazione che uso durante la ricezione.
Da notare che durante la ricezione non ho messo assolutamente il modalità WFM come verrebbe di istinto
da fare ma addirittura sono in USB con filtro di 2700 Hz, poiché non ha nessuna importanza visto che verrà
registrata tutta la banda che abbiamo selezionato.
Si può vedere che il centro banda è a 137,100MHz e come larghezza della campana ci sono circa 60 khz a
destra e altrettanti a sinistra rispetto il centro.
Un trucco per avere la frequenza richiesta al centro dello spettro sarà quello di mettere lo “ Snap to grid” ad
esempio 100 kHz.
Importante è che nella voce “ Audio “ siano presenti i valori che si vedono nella foto poiché mi è successo
che in un computer non vi è verso di vedere la scheda audio di input ed infatti non posso ricevere le foto
del satellite.
Vediamo ora come procedere dalla ricezione fino alla decodifica dello stesso.
Una delle prime cose da fare sarà quella di munirsi di un software che ci indichi l'orario di passaggio del
satellite.
Nel mio caso uso la versione free di Wxtrack la quale permette anche di fare l'inseguimento automatico sia
in azimuth che in elevazione per chi possiede sistemi con direttive.
Quindi una volta sintonizzata la frequenza del satellite si provvederà alla registrazione di tutto il passaggio
e tutta la banda in oggetto cliccando sul tasto “ Record “ con Sample Format settato a 16 Bit PCM e
spuntata la casella di “ Baseband “.
Il passaggio completo del satellite dura circa 14 minuti nel caso in cui non ci siano montagne che possano
coprire il segnale dello stesso, mentre il software permette di registrare quasi 10 minuti dopo di che
bisognerà ripremere record per registrare gli altri minuti rimanenti.
Ci sono alcuni plugin che permettono di effettuare registrazioni oltre i dieci minuti oppure si può usare una
versione di software che procede direttamente alla decimazione registrando solo i 130 khz necessari.
II software ferma in automatico la registrazione dopo dieci minuti poiché il file ormai ha raggiunto i 2GB di
grandezza nel caso in cui si registra con un sample rate di 900 khz.
D'istinto per ovviare questo problema feci dei test di ricezione con un Sample Rate di 250 khz di modo tale
che anche con 14 minuti di registrazione non avrei superato i 2GB di grandezza del file, ma ho riscontrato
in più computer che purtroppo insorgono problemi di intermodulazioni con il sample rate di 250 khz
rendendo la foto piena di righe colorate.
Ho fatto anche alcuni test con il software che fa direttamente la decimazione, ma sarà un mio caso che
vedo la perdita di pacchetti una volta ogni tot numero di registrazioni.
Una volta terminata la registrazione apriremo il software “ Audacity “ e provvederemo a caricare il file in
questione come da foto qui sotto.
Una volta caricato il file si dovranno vedere le due traccie e la frequenza di sample rate a 0,900001
Se non si vedranno queste due traccie vuol dire che non è andato a buon fine la registrazione.
A questo punto toccherà ridurre lo spettro a 130 khz poiché come si vede in blu il file che abbiamo caricato
è a 900 Khz di banda come da nostra registrazione.
Per portarlo a 130 khz basterà andare col mouse sopra il numero in blu “ 900001 “ e digitare il nuovo
numero di larghezza di banda ossia “ 130000 “.
Fatto questo andare su File e selezionare Esporta Audio e schiacciare su Salva, facendo così il software
provvederà a salvare in totale 130 khz di banda sempre centrati a 137,100 MHz.
Questo processo di riduzione di larghezza di banda è necessario al software che provvede ad elaborare la
modulazione digitale.
Cosa importantissima e che quando si salva questo file sia selezionato “ WAV 16 bit PCM “-
Questo processo richiederà un po' di tempo in base alla potenza di calcolo del computer.
Per non creare confusione sarebbe meglio creare una cartella con il nome ad esempio audacity dove verrà
salvato questo file in formato WAV 16 bit PCM al fine di non confonderlo col file originale visto che entrambi
sono dei file in con estensione WAV.
Questo file ora andremmo a darlo in pasto al seguente software. “ Lrptrx” , che provvederà a fare la vera e
propria decodifica della modulazione digitale.
Lanciato questo software dovremmo caricare come file di “Input Filename “ il file salvato con audacity.
Questo software provvederà a sua volta a generare un file che avrà l'estensione in “ raw “.
Sempre per non creare confusione sarebbe meglio creare una cartella con nome “ RAW “ dove andremmo
a salvare questo ultimo file.
Per fare questo basterà selezionare in “ Output Filename “ la cartella “ RAW “ dove salvare il file elaborato
da questo software con estensione raw.
Come si vede da foto sottostante, io lascio sempre lo stesso nome poiché il quel nome di file vi è descritta
la data, ora e frequenza di ricezione.
Nel mio caso come frequenza di ricezione si vede 24,900 khz poiché io ricevo il tutto con un convertitore
che mi riporta il segnale di 137,100 MHz a 24,900 MHz.
Fatte le operazione sopra descritte basterà premere su “Run “.
Inizialmente ci sarà un pallino rosso dove è scritto “ Lock Detector” che diventerà verde appena ci sarà
l'aggancio e a sinistra comparirà la costellazione a quattro punti verde.
Pertanto durante il processo di decodifica ci dovrà essere sempre il pallino verde e la presenza della
costellazione a quattro punti e se il pallino di Lock rimarrà rosso vorrà dire che non si stà decodificando
nulla.
Il motivo più evidente di pallino rosso di Lock è che il segnale ricevuto potrebbe essere insufficiente, in
quanto in questo caso di decodifica del segnale digitale al momento della ricezione dovremmo avere un
segnale che sia almeno più alto di 10 dB rispetto il fondo di rumore. Nel mio caso vedo che già con 8 dB
riesco a decodificare.
Se avete un file della durata di nove minuti dovremmo attendere che il software abbia processato tutti e
nove i minuti e questo stato di avanzamento di decodifica lo si vede sotto il bottone Run dove vi è scritto “
File time “.
Finito il tempo basterà cliccare su Quit che provvederà a chiudere il programma.
Ho visto che ogni tanto durante questa elaborazione compaiono otto punti nella costellazione e per ovviare
a questo basterà chiudere e rilanciare il programma.
Ora passiamo finalmente al software che da questo ultimo file generato in estensione “ raw “ ci mostrerà la
foto decodificata.
Questo software si chiama “ LRPToffLineDecoder “, il quale ci farà vedere le tre foto dei tre canali trasmessi
dal satellite.
Normalmente il satellite trasmette due immagini al visibile e una all'infrarosso, ma da esperienza posso dire
che circa il 10 di ogni mese trasmette per un giorno tutti e tre i canali in visibile.
La foto risultante con i tre canali al visibile e veramente spettacolare ma comunque anche con i due canali
non sono da meno.
Aprire il software e schiacciando dove vi è il bottone “ 72K “ andremmo a caricare il file generato
precedentemente in estensione raw che noi avremmo messo nella cartella “ RAW “.
Prestare attenzione al fatto che bisognerà comunque selezionare in riferimento “ Tipo file “ la voce all (*.*)
come da foto sottostante.
A questo punto il software comincerà ad estrarre l'immagine in base ai tre canali trasmessi.
Si possono vedere tre canali trasmessi di cui due sono al visibile ed un terzo all'infrarosso.
La foto a colori e quella ricavata dai due canali al visibile .
Come si vede dalle tre foto non a colori ci sono due righe bianche che secondo me sono dovute proprio
alla trasmissione del satellite poiché sono in tutte le foto ricevute durante il giorno.
Mentre durante la notte che avremo solo la foto ad infrarosso che è quella tutta a destra del riquadro non
sono presenti le righe bianche come di giorno.
In questo software per estrarre la foto basterà impostare nella scala a sinistra in basso i valori di proprio
gusto per determinare i colori della foto finale ed in particolare quando il satellite trasmette due canali al
visibile io utilizzo il seguente settaggio “ R=0,5 G=0,7 B=0,7 “.
Mentre quando il satellite trasmette i tre canali visibili come settaggio uso “ R=0,5 G=0,7 B=1,6 “.
Dopo aver impostato questi parametri basterà premere su “ Generate RGB “ che ci presenterà una foto a
colori ( la terza a partire da sinistra ) che poi verrà salvata schiacciando su “Save “.
La foto generata a questo punto la potremmo trovare dentro la cartella RAW che potrà essere ingrandita
con qualsiasi programma di visualizzazione fotografica.
C'è da dire che questa foto sarà un po' sferica dovuta alla curvatura terrestre e pertanto verrà passata ad
un ultimo software che provvederà ad appiattirla e per gare questa ultima operazione useremo il software “
smoothmet” .
Basterà fare il “ Load Image “ della foto e salvarla in formato BMP o JPG a piacimento e avremmo la
risultante foto appiattita.
Normalmente queste due righe bianche fastidiosissime le rimuovo con il software “ GIMP “ ed il particolare
con lo strumento “ clone “ e un po' di pazienza e la foto finale sarà come segue.
Come si può vedere la differenza di risoluzione rispetto ai Noaa è notevolissima tanto che si riescono a
vedere anche le nostre piccole isole e anche la neve sul Etna.
Questo satellite ha un ottimo segnale di trasmissione e posso dire che come ricezione da parte mia riesco
a ricevere anche dei passaggi molto bassi.
Ad esempio riesco a vedere dal Golfo Persico fino all'Islanda in direzione est-ovest, mentre in direzione
nord-sud ricevo quasi tutta la Svezia fino al Niger.
Se l'antenna che utilizziamo ha delle buone caratteristiche si possono ricevere fino a tre passaggi
giornalieri più altri tre la sera, chiaramente se non siamo circondati dalle montagne che ci ostacolano.
Normalmente il primo passaggio ricevibile è verso le nove del mattino per poi seguire gli altri due passaggi
a distanza di circa 100 minuti.
Cosa fondamentale per la buona riuscita del quanto è che l'antenna sia calcolata esattamente altrimenti ci
saranno dei buchi durante la ricezione con immagini piene di righe bianche o colorate.
Da parte mia io faccio uso di una QFH che andrò a descrivere ma per passaggi anche a soli 3 gradi di
elevazione utilizzo una direttiva che magari già abbiamo per i 144 MHz.
La QFH che uso è molto semplice da realizzare in quanto è fatta tutto in materiale plastico reperibile in
qualsiasi ferramenta ed in particolare il supporto principale è costituito da un tubo plastico con diametro di
32mm, mentre le crociere sono fatte sempre con tubetto plastico vuoto da 10 mm di diametro.
Basterà fare dei fori da 10 mm col trapano sul supporto principale per infilare i tubetti di plastica che
passeranno il supporto principale o mast che si voglia dire da parte a parte.
Questi tubetti andranno un po' schiacciati con le mani nel centro poiché all'incrocio delle due crociere
saranno vicinissimi ,e negli estremi di ogni singolo tubetto andrà fatto un taglietto col taglierino per fermare
il filo che andrà a formare l'antenna.
Con questo semplicissimo sistema non sarà necessario aver a che fare con fatto di mettersi a piegare e
sagomare tubetti di rame cosa che nel caso in cui l'antenna non dovesse essere centrata diventerebbe una
cosa difficile da lavorare.
Una volta costruito lo scheletro tutto in plastica sarà facilissimo tesare il filo tipo trecciola con diametro di
1mm e magari tenere quel centimetro in più della misura richiesta al fine che se richiesto verrà tagliato fino
alla centratura esatta della frequenza magari utilizzando un MFJ come strumento di misura.
Qui di seguito il progetto dell'antenna realizzata appunto col filo e alcuni dettagli della stessa.
Qui la foto dell'antenna realizzata messa in orizzontale dove si può vedere la facilità di costruzione.
Le saldature sui pezzi di filo vengono fatte nella crociera più alta tramite del cavo coassiale RG-58 che
viene fatto scorrere all'interno del supporto principale.
Nell'antenna avremmo due spire di cui una è leggermente più lunga dell'altra come da misure descritte, ed
in particolare facciamo finta di dover saldare la spira più lunga che chiameremo “ A “ l'inizio e “ B “ la fine.
Come si vede da foto l'inizio della spira “ A” in oggetto verrà saldata sul centrale del coassiale, mentre la
fine “ B “ farà ritorno sulla stessa bacchetta ma sarà saldata sulla calza del coassiale e così per l'altra spira.
Se non è chiaro in internet si trova molta documentazione su come costruire l'antenna QFH.
Per avere un'ottima ricezione sarà fondamentale cercare di centrare il più possibile l'antenna alla frequenza
desiderata in quanto se così non fosse ci potrebbero essere fenomeni di buchi in ricezione.
Ho fatto alcune misure riportate qui sotto sull'antenna in questione al fine di ottenere il massimo delle
prestazioni in particolare proprio sulla frequenza del METEOR-M N2.
Una cosa importante per questo tipo di antenna è che deve essere il più lontano possibile da oggetti
metallici poiché si presentano fenomeni di zone d'ombra durante la ricezione.
Per essere sicuri di avere una ricezione ottimale tengo a ribadire nuovamente che sarebbe opportuno un
amplificatore di RF che lavori nella banda di interesse oppure anche un downconveter come nel mio caso.
Nel caso in cui ci si voglia dotare di downconverter per la ricezione dei satelliti metereologici bisogna fare
attenzione al fatto che lo stesso abbia un valore di IF superiore ai 24 MHz al fine di poterlo dare in pasto
al dongle menzionato visto che la sua banda di ricezione parte da 24 MHz.
Cosa ottimale sarebbe anche quella di mettere un filtro passabanda per evitare fenomeni di
intermodulazione provenienti dalla banda aera che si trova sotto di pochi MHz.
Di seguito alcune misure che ho fatto sulla stessa con Network Analyzer HP 8714.
Nelle misure fatte con lo strumento ho messo come inizio di scansione la frequenza di 132 MHz e come
fine 142 MHz.
Nel primo screenshot si possono vedere le condizioni di SWR della QFH antenna citata, ed in particolare le
condizioni di ROS dove troviamo il marker numero che rappresenta la frequenza di 137,100 MHz.
Nel secondo screenshot si può vedere l'adattamento dell'antenna a 137,100 MHz in riferimento al marker
numero 2.
C'è da dire che più si scende di valore negativo e maggiore sarà l'adattamento dell'antenna.
Nel terzo screenshot possiamo vedere che l'antenna si trova a 51 OHM.
Qui sotto possiamo vedere ad esempio i tre passaggi del METEOR-M N2 ad esempio ricevuti in data
15/04/2015 notevolmente scalati al fine di farli stare nella pagina.
Si può apprezzare l'area di ricezione coperta con l'insieme dei tre passaggi.
Mentre qui sotto il collage che faccio manualmente delle tre foto con il software Gimp.
.
In questo collage si può vedere la ricezione dal Golfo Persico fino all'Islanda.
Le foto che ricevo quasi giornalmente sono visibili sul mio sito, e consiglio dopo aver cliccato sulla
miniatura di interesse di fare Salva col tasto destro del mouse al fine di poterla scaricare e ingrandire a
proprio piacimento sul proprio computer.
http://iv3mur.noip.me/meteor.html
http://iv3mur.noip.me/noaa.html
link per le foto del METEOR-M N2
link per le foto dei NOAA.
Concludo mettendo i vari link per poter scaricare il software da internet:
http://sdrsharp.com/#download
http://audacity.sourceforge.net/download
https://www.dropbox.com/s/qq1fjyitpa3j14o/software.zip
http://meteor.robonuka.ru/for-experts/soft/
http://myweb.tiscali.co.uk/wxsatellite/meteor3m.htm
Qui sotto alcuni ingrandimenti di particolari che ho fatto in alcune ricezioni.
Di particolare interesse l'Islanda dove si vede un punto nero che rappresenta il vulcano attivo e
l'ingrandimento che ho fatto in corrispondenza di provabili scie che si trovavano sopra l'Inghilterra.
Mentre nella foto a destra si può vedere il punto più lontano in direzione Est che riesco a ricevere ed in
particolare in Qatar, e la neve in corrispondenza del vulcano Etna.
Buone ricezioni a tutti...... Cesare
NEWS sulla DIGITAL RADIO (DAB)
Di IW2BSF - Rodolfo Parisio
(DAB)- Digital Audio Broadcasting
Come stabilito dalla Conferenza europea di Wiesbaden del 1995, il DAB può operare indifferentemente in
banda VHF- III (174,0 MHz - 240,0 MHz) ovvero in banda UHF-L (1.452 MHz - 1.468 MHz).
Mentre la banda III si presta per la copertura di ampi bacini di servizio (reti su scala nazionale e/o
regionale), la banda L è un utile strumento per costruire coperture su aree ristrette (reti provinciali, reti
metropolitane, tracciati autostradali o ferroviari).
La conferenza di Wiesbaden del 1995 aveva l'obiettivo di avviare la sperimentazione del sistema DAB,
individuando per ogni Stato membro una serie di blocchi di frequenze in banda VHF - III e in banda UHF L, la cui data di utilizzo era fissata a discrezione dei rispettivi Stati membri. Nella sede europea si definirono
anche la canalizzazione e i requisiti tecnici.
Nel Decreto 14 novembre 2001 "Approvazione del programma per lo sviluppo in Italia della radiodiffusione
sonora in tecnica digitale" (G.U. 291 del 15.12.2001) all'Italia erano stati assegnati, su base regionale, i
blocchi di frequenze 11D, 12A, 12B, 12C, 12D nella banda VHF-III, e i blocchi di frequenze da LA a LH
nella banda UHF-L.
L'Art 12 (radiofrequenze utilizzabili) dell'Allegato A alla delibera n. 149/05/CONS (Regolamento recante la
disciplina della fase di avvio delle trasmissioni radiofoniche terrestri in tecnica digitale), approvato nella
riunione del 9 marzo 2005 dal Consiglio dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, non modificava
l'assegnazione delle radiofrequenze utilizzabili.
Dal 22 al 30 giugno 2009 è stata adottata in tutta Italia la canalizzazione della banda VHF III secondo lo
standard europeo, ed è stato di conseguenza abbandonato il sistema di canalizzazione italiano.
Per consentire tale operazione, la RAI e le altre emittenti hanno modificato la frequenza degli impianti e
dei ripetitori che trasmettono oggi nei canali E, F e G.
Si tratta di impianti che diffondono principalmente RAIUNO, in qualche caso RAIDUE e RAITRE, e i MUX
digitali A e B.
Nel settore radiofonico invece il viceministro Paolo Romani ha assegnato ai consorzi Club Dab, C.R. Dab
ed EuroDab i nuovi canali di radiofrequenze per il digitale radiofonico. Ciò si è reso necessario dalla
ricanalizzazione della banda III attualmente in atto, che comporta la soppressione dei cosiddetti
"intercanali".
Nella tabella qui sotto sono indicati i termini della ri-canalizzazione delle frequenze E, F e G per uniformare
il sistema italiano a quello europeo.
Dal canale 5A 174,9 MHz al canale 13F 239,2 Mhz
Il DAB in Italia e’ solo sul canale12,
Banda L
da 223-230MHz
( Banda III VHF )
Banda SAT
FREQUENZE RADIO DAB+ RAI e Privati Nazionali
Regione
Trasmettitore Ch. Polariz.
Campania
Emilia Romagna
M. FAITO
12D V
BOLOGNA COLLE BARBIANO
12B V
CASTALDIA
12A V
ROMA M.MARIO
12B V
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Lombardia
MILANO
12B V
Piemonte
TORINO EREMO
12B V
Sardegna
PUNTA BADDE URBARA
12B V
Sicilia
CAPO MILAZZO
12C V
Sicilia
CAPO D'ORLANDO
12C V
Sicilia
PALERMO M.PELLEGRINO
12C V
CIMA PENEGAL1
12B V
Trentino Alto Adige
1
Trentino Alto Adige
PAGANELLA
12B V
Trentino Alto Adige
ROVERETO1
12B V
Trentino Alto Adige
RAVINA DI TRENTO1
12B V
Valle d'Aosta
SAINT VINCENT
12B V
Valle d'Aosta
AOSTA GERDAZ
12B V
Veneto
M.VENDA
12D V
Veneto
VENEZIA CAMPALTO
12D V
Copertura nazionale Rai DAB+
DAB+:
è un tecnologia per la radiofonia digitale che, grazie all'adozione di un sistema di codifica audio molto
efficiente (AAC+) consente di veicolare su un unico multiplex (ovvero su un'unica frequenza) oltre 20
diversi programmi audio con qualità superiore a quella delle normali trasmissioni analogiche in FM
DMB VR:
è un sistema di trasmissione per la radiofonia digitale che consente di veicolare contenuti multimediali
(audio, video e dati). In particolre, l'acronimo "VR" (per Visual Radio) indica la possibilità di veicolare, oltre
ai normali contenuti audio trasmessi da qualunque emittente radiofonica, anche immagini associate ai
suddetti contenuti.
I segnali DAB/DAB+ e DMB VR possono coesistere all'interno del medesimo multiplex e possono essere
ricevuti da radioricevitori adatti a decodificare gli standard.
FAQ
Quali sono le aree dove e’ possibile ricevere la Digital Radio?
Buona parte del Nord Italia, con la pianura Padana che e’ coperta ormai da ovest a est, almeno nelle citta
e lungo le autostrade.
Di fatto e’possibile mettersi in macchina uscendo dalla Val d’Aosta e arrivare fino al Friuli senza perdere il
segnale.
Scendendo verso sud, e’ben coperta Roma e molti tratti autostradali. Piu in ritardo il Sud.
Una mappa della copertura italiana della Digital Radio (da http://www.digitalradio.it).
Si sente meglio all’aperto o in casa?
In Italia si e’ puntato soprattutto al cosiddetto outdoor. Cioe’ all’esterno, quindi alle auto, che le radio
valgono circa il 60% del tempo di ascolto. Questo non significa che all’interno delle case la Digital Radio
non si senta, ma perche questo avvenga la copertura dell’area deve essere particolarmente buona.
Che cosa si puo sentire oggi?
Le emittenti sono organizzate in consorzi. Il primo e’ quello della Rai, che ha 8 canali (Radio Rai 1, 2 e 3,
Isoradio, due canali di filodiffusione, Gr Parlamento).
Poi ci sono i privati nazionali:
Club Dab Italia (Radio 24, Deejay, Capital, Rds, R101, Radicale, M Due O, Radio Maria),
Euro Dab (Rtl, Radio Vaticana, Radio Italia, Radio Padania),
Cer (Rete105, Montecarlo, Virgin, Kiss Kiss; ma non ha ancora trasmissioni Dab+).
Infine consorzi di radio locali.
Quali sono alla fin fine i vantaggi di questa Digital Radio?
Il principale e’ di tipo qualitativo. La resa sonora si puo avvicinare a quella dei cd (dipende pero ‘dalla
compressione utilizzata dall’emittente). Il segnale, se c’e¨, si riceve in modo perfetto: addio alle
interferenze. Attenzione pero’: come per il digitale terrestre, se il segnale e’ troppo debole non si riceve
nulla.
Altri punti di forza?
Non c’e bisogno di ricordare o memorizzare le frequenze: la ricerca dei canali si fa direttamente col nome.
Ai programmi possono essere associati testi (notizie, titoli dei brani, risultati sportivi, etc) o immagini che
ruotano come in una presentazione Powerpoint o fotografica. In piu’, ma qui dipendera’ da questioni
regolamentari, c’e lo spazio nell’etere per creare nuovi canali,
Perche’ finora non e’ decollata?
Chiaramente non si tratta di differenze eclatanti rispetto all’Fm. Tant’e che finora, come in un circolo
vizioso, l’assenza di un mercato di apparecchi in grado di ricevere il Dab ha frenato le emittenti. E la scarsa
copertura del territorio non ha certo invogliato la gente a correre a comprare una radio Dab.
Ma ora, Italia ci sono gia’ circa 100 mila radio compatibili con il Dab+, senza contare le auto. E quasi
tutte le automobili nuove hanno un’autoradio Dab+, per lo meno tra gli optional (poche pero’ quelle di
serie): se dovete cambiare macchina magari fateci attenzione.
Io sento gia’ la radio via Internet. Che differenza c’e con la Digital Radio?
Il web e’ un mezzo potente per le radio. Perche’ scegliere di puntare sulla Digital Radio se l’era delle
internet connect e’ all’orizzonte, con milioni di canali a portata di mano? Perche’, piu’realisticamente, di
auto connesse da noi se ne riparlera’ a fine decennio. E un conto e’ un trasmissione web, che richiede per
forza di cosa una connessione Internet (con costi e problemi connessi). Un altro e’ il broadcasting, in cui
ricade il Dab.
Come per la tv, l’analogico verra’ spento anche per la radiofonia? Spariranno le radio Fm (e Am)?
Una cosa e’ certa: la Digital Radio e’ un’opportunita’ per chi ama la radio ma nessuno sara’ obbligato ad
acquistare un apparecchio Dab+. All’orizzonte non c’e nessuno spegnimento (switch off) dell’analogico,
come avvenuto per la tv. In Europa solo la Norvegia ha programmato la fine delle radio Fm, per il 2017.
E’ senza ombra di dubbio un grande passo avanti per il mondo della radiofonia Italiana. Viviamo in un
paese in cui, a parte alcune emittenti Nazionali (RTL 102.5 per esempio), le coperture sono appena
sufficienti e le interferenze sono diventati una consuetudine.
Ma sentire la radio bene e’ un’altra cosa. La digital radio risolve molti degli attuali problemi della FM. Io
possiedo una radio DAB+ da qualche anno, la radio e’ un optional della Golf 7. Ogni tanto capita che entro
in aree non coperte dalla digital radio e li mi accorgo della differenza, E’ un altro modo di ascoltare.. rumore
di fondo, scricchiolii, audio super compresso. Se ci si abitua e’ davvero difficile tornare indietro. Oltretutto ci
sono molti contenuti che sulla FM non si possono ascoltare e su alcuni canali vengono visualizzate
informazioni aggiuntive al programma (news, titolo e autore, informazioni di infomobilita’). Nessun
dubbio. Pienamente soddisfatto dalla digital radio.
Per quanto riguarda la RAI(servizio pubblico) lascia piuttosto a desiderare non solamente per il sud ma
anche per il centro. Praticamente non c’e copertura. Se non fosse per la presenza dei privati, non
sapremmo neppure che cosa sia la radio digitale.
E’ un problema che le radio DAB portatili sono diffuse pochissimo. Cio’ e’ dovuto al fatto che il
demodulatore, di tipo digitale, consuma cento volte piu energia elettrica rispetto ad una radio analogica.
A cio’ bisogna aggiungere il consumo del display LCD e di tutta l’elettronica di supporto;
conseguentemente, le radio portatili DAB sono necessariamente connesse alla rete elettrica, oppure
hanno una costosa batteria ricaricabile e il corrispettivo circuito di controllo, che deve essere progettato in
modo assai accurato per non emettere onde radio spurie alternativamente, sarebbe assai pesante a causa
dell’uso di un trasformatore tradizionale.
Io ho una radio portatile che utilizza una pila PP3 che dura DUE anni, una radio DAB dello stesso peso e
volume riesce a stare solo 12 ore lontano dalla presa di corrente, malgrado costi dieci volte in piu.
Inoltre, c’e da aggiungere che non c’e stata pressione alle vendite se non quelle dei produttori, che sono
insufficienti; inoltre, in Italia la radio (malgrado sia la patria di Marconi) viene considerata una Cenerentola
nel mondo delle comunicazioni: l’Italia infatti e’ unica nazione europea che ha spento tutte le radio a onde
medie; dall’estero di notte ascolto tutte le lingue tranne l’Italiano.
Per concludere anche in Inghilterra la DAB e DAB plus sono diffuse pochissimo, per via del costo, volume
e necessita’ assoluta di una antenna.
Per quanto riguarda la ricezione e’ ottima in casa, i canali si ricevono molto bene senza problemi di
interferenza. Se la cosa funzionasse sarebbe da consigliare l’acquisto di una radio digitale, (queste
costano da 39.90 a 300.00 Euro circa) e con i tempi che corrono chissa’ quanti potranno affrontare un
eventuale acquito.
Pero’ rimane sempre l’incognita dell’eventuale cambiamento di sistema di trasmissione…vedi da DAB a
DAB+ . Staremo a vedere, da noi tutto e’possibile.
Ma perche una nuova radio deve avere anche il DAB+ ?
Perche’ il DAB + è un aggiornamento alle specifiche DAB originali, che utilizza un codec audio più
avanzato, più migliore correzione degli errori.
E ', in teoria, circa tre volte più efficiente il DAB che siamo abituati a usare.
Ciò significa una migliore qualità del suono - e si spera un minor numero di stazioni in mono - senza i
rumori a gargarismo che alcuni ascoltatori soffrono durante l’ascolto!
Bibliografia e altro informazioni :
http://www.digicomparison.com/portableplus.html
ALCUNI ESEMPI DI RADIO DAB :
Auna DABPod Radio DAB
Portatile Nera Art-Nr.: 10027127
•
Piccolissima e’ la classica radio stile walkman o ipod !
Descrizione
Radio DAB+ portatile per la ricezione di segnali radio analogici FM e digitali DAB.
10 preset per frequenza, ricerca dei canali automatica e visualizzazione delle informazioni
aggiuntive.
Ricezione in formato DAB+ di qualità. Auricolari in dotazione!
La DABPod di Auna è una radio DAB portatile in un pratico formato ideale per i viaggi e altre attività.
Dispone di due modalità di ricezione, la classica FM analogica e la ricezione di segnali digitali DAB+. La
sintonizzazione automatica dei canali consente di scegliere tra una infinità di canali e programmi radio.
Questi possono essere poi memorizzati in ben 10 preset DAB e 10 preset FM, per un rapido accesso.
Il display LCD retroilluminato è semplice e intuitivo, basta premere un semplice pulsante per visualizzare
informazioni aggiuntive sul programma in esecuzione. La modalità sleep timer inoltre fa sì che il dispositivo
si spenga da solo dopo un determinato periodo. In questo modo la radio DAB DABPod di Auna è ideale
per chi ama addormentarsi ascoltando il proprio programma preferito.
L'alimentazione a batterie rende questa fantastica radio assolutamente indipendente da sorgenti elettriche
di alimentazione, peccato dura poco SOLO 8 ore e con le pile ni-mh ricaricabili neppure 4 ore !
Top-Features :
•
•
•
•
•
Radio DAB portatile ideale in viaggio
DAB + e FM
Ricerca automatica delle stazioni
Informazioni canale aggiuntive
Cuffie in dotazione
Dati tecnici :
•
•
•
•
•
•
•
•
Ulteriori informazioni: nome della stazione radio, data, ora, testo informativo, potenza di
trasmissione
20 stazioni preset 10 stazioni DAB e 10 stazioni FM ( DAB banda III )
Possibilità di selezione tra mono e stereo
Selezione tra DAB + e FM tramite pulsante
Sleep timer: 90 min, 60 min, 30 min, 10 min
Display LCD retroilluminato
Lunghezza del cavo cuffie: ca.1,12 m
Alimentazione: 2 x batterie di tipo AAA 1,5Volt
Dimensioni :
•
•
5,5 x 10,5 x 1,5 cm (LxAxP)
Peso: ca. 110 g
SONY XDRS40DB
•
•
•
•
Radio leggera con sintonizzatore DAB/DAB+/FM, display LCD, presa per cuffie, alimentazione c.a.
e batteria
DAB/DAB+ e sintonizzatore digitale FM
luminoso display LCD
Salva fino a 20 stazioni memorizzabili
Dimensioni e/o peso: 3,6 x 18 x 9,5 cm ; 445 g
• Alta sensibilità radio digitale DAB
• DAB e DAB +, così può essere utilizzato in Europa
• ricevitore radio FM per quando DAB fuori portata
• Adattatore di rete per l'economia
• alimentazione di rete incluso.
• Alimentazione a batteria (4xAA durata circa 13 ore )
• Display LCD scrolling
• antenna telescopica
• Timer di spegnimento
• Connettore per cuffie stereo
• finitura nero lucido
Nella mia zona solo poche stazioni che ricevo dalla Lombardia .Non ha RDS,il display si illumina ma si
puo’ temporizzarlo. Ha un difetto che DIVORA le batterie !
Questa SONY prende il dab che è una meraviglia solo in 3 occasioni finora non c'è riuscita (per una ora)
ma con il dab è normale che a volte non prende. E’ mono comunque il suono è ottimo. Il dab fornisce
tutte le informazioni su stazione e brano cliccando un pulsante (enter/disp). L’ Illuminazione display e’ in
arancione.
E’ sensibile e veloce nella memorizzazione delle frequenze poi da menu scegli quella che vuoi ascoltare .
Puoi vedere la frequenza ricevuta in dab e il livello del segnale oltre alle scritte sul display classiche del drs.
Credo però che siamo indietro rispetto a paesi come la Germania e anche come scelta di ricevitori non è
un granchè...
Solito problema delle PLL e DAB…consuma tantissimo a pile !
ulteriori informazioni su:
http://www.sony.co.uk/electronics/dab-radios/xdr-s40dbp
Eton Grundig Edition Satellit
E’ il culmine di 50 anni di modelli Satellit. Questa ultima versione offre completa ricezione di onde lunghe,
onde medie [AM banda], onde corte e trasmissione FM.
FM stereo è supportato alla presa per auricolari da 3,5 mm. Riceve la banda laterale singola è molto
buono per un portatile e può essere impostato su LSB o USB. Inoltre, copre la banda aeronautica VHF
civile.
Funziona anche come una radio sveglia.
700 memorie alfanumeriche (8 caratteri) per memorizzare le stazioni preferite in sette banchi di 100. Il
passo onde medie può essere impostato per 9 o 10 kHz. La banda FM può essere impostato per l'avvio a
64, 76, 87 o 87,5 MHz. L'interruttore Local / DX controlla la sensibilità della radio. C'è un orologio
incorporato.
La ricezione di segnali a onde corte può essere migliorata in qualche circostanza usando il circuito sincrono
nella sintonia. Questa funzione migliora le radio di qualità del suono riducendo distorsione e dissolvenza.
C'è un jack da 3,5 mm per l’ antenna esterna.
Il funzionamento è da 4 batterie AA . Se si utilizzano NiMH AA, è possibile ricaricare le batterie all'interno
della radio con l'adattatore CA fornito. Una custodia per il trasporto è inclusa. Per preservare la durata della
batteria, il display si scurisce dopo 5 secondi. Toccare un tasto per re-illuminare.
Dimensioni solo 6,6 x 4,1 x 1,2 cm.
La Satellite Etón / Soulra riceve ogni tipo di lunghezza d'onda Radio -AM (MW), FM, DAB +, LW onde
corte (SW) - a casa o all'estero. Inoltre riceve la banda aerei in VHF, la banda laterale unica (SSB), e
include un sintonizzatore PLL e il segnale AM è forte e chiaro.
Le funzioni del Satellite Radio DAB + permette di vedere le lettere della stazione radio, lo stile di musica,
titolo del brano, artista e più (se disponibile).
BELLISSIMA, sembrerebbe una Tecsun PL-880 con il DAB+ !!!
Per ora si trova su ebay ma solo il modello SENZA il dab.
Bibliografia e LINK UTILI
https://www.youtube.com/watch?v=BX973759Hik
http://www.raiway.it/index.php?lang=EN&cat=140&PHPSESSID=014e6bb9
http://www.fm-world.it/tag/dab/
http://www.associazionemarconi.com/dab/dab.htm
http://www.digicomparison.com/portableplus.html
IW2BSF - Rodolfo Parisio
Schiarire la plastica
Di Giuseppe Chiaradia
Premessa:Avevo scaricato l’articolo circa un anno fa, ma finora non ho avuto l’occasione di
tentare il trattamento.
Dai vari commenti su Internet, sembra che questo trattamento vada bene per le plastiche
ABS. Qualcuno dice che forse non è definitivo e che col tempo il materiale tenderebbe a
reingiallire, forse dopo lo sbiancamento, bisognerebbe trattare con un qualche protettivo.
Dal sito : http://www.vecchicomputer.com/
Plastica ingiallita: cos’è Retr0Bright?
E’ un gel che permette di invertire il processo di ingiallimento della plastica, riportandola al colore
originale. Lo uso per computer e console, ma nulla vieta di usarlo su mattoncini del Lego,
giocattoli, o tutto ciò che è in plastica ABS.
Ecco cosa può fare:
Introduzione
Uso il gel Retr0Bright (a volte scritto Retrobright o Retrobrite) dall’estate del 2009, penso di aver
maturato un’esperienza sufficiente per parlarne nel blog aggiungendo qualche consiglio personale.
Inoltre – a oggi – non è facile trovare pagine in italiano sull’argomento: la maggior parte danno un
accenno al prodotto o una veloce traduzione. Spesso le immagini sono le stesse del sito in inglese:
pochi di quelli che hanno riportato la scoperta hanno effettivamente provato il prodotto, e in questo
caso dovete cercare nei newsgroup o nei forum informazioni piuttosto frammentate.
Dato che l’intero progetto è stato rilasciato al pubblico senza fini commerciali, spero di contribuire a
diffondere la notizia nella comunità italiana di retrocomputing e collezionisti; qualcuno offre online il
trattamento a pagamento: se non vi sentite in grado di utilizzare il processo, può essere una
soluzione. A scanso di equivoci, non sono io e non so chi sia.
Il mio articolo dovrebbe essere sufficientemente esaustivo sull’argomento, il riferimento rimane
ovviamente ilsito del progetto (in inglese). Non ho le competenze per spiegare in dettaglio il
processo chimico del restauro o dei possibili danni, se masticate un po’ d’inglese leggete anche
l’articolo originale.
In ogni caso non ritenetemi responsabile se rovinate il pezzo più importante della vostra collezione:
iniziate con qualcosa di comune, un mouse o qualche pezzo di facile reperibilità. A volte un
ingiallimento uniforme può essere accettabile, se è un pezzo unico è meglio tenerlo così o
rischiare di rovinarlo? Abbiate pazienza e fate pratica.
Come funziona?
La scoperta più importante è stata che non è la plastica a ingiallire, ma un composto aggiunto alla
plastica stessa come ritardante di fiamma, il bromo. I produttori di computer usavano una plastica
economica, l’ABS, aggiungendo il ritardante per rendere più sicuro il prodotto; il bromo in natura è
marrone, e l’esposizione ai raggi UV del sole spezza un legame chimico riportando il bromo al suo
colore originale.
Questa scoperta è stata in realtà la conseguenza di un esperimento in Germania: alcune persone
hanno notato che lasciando alcuni giorni le plastiche in immersione in acqua ossigenata (perossido
di idrogeno) sotto il sole, queste ritornavano al colore originale.
Il chimico del progetto Retr0Bright – questo il nome assegnato al “prodotto” – ha indagato sul
processo e ha trovato un modo per accelerarlo: bisogna aggiungere un catalizzatore, che però si
trova puro in commercio solo per le industrie. Fortunatamente questo elemento è l’ossigeno attivo
dei vari prodotti “Oxi” che troviamo al supermercato: basta quindi un po’ di Vanish o simili. Farà un
po’ di schiuma ma non contiene prodotti dannosi per le plastiche.
Con questo catalizzatore, il processo di ridare la molecola di ossigeno al bromo (l’ingiallimento è
comunque solo in superficie) accade in qualche ora piuttosto che qualche giorno; ironicamente, ciò
che attiva il processo sono gli stessi raggi UV colpevoli dell’ingiallimento.
Il problema è che se dobbiamo “sbiancare” plastiche piuttosto voluminose, servono grandi quantità
di acqua ossigenata, che nelle concentrazioni necessarie non è facile da trovare. La soluzione è
stata quella di rendere il prodotto spalmabile (e più economico): diamo il benvenuto al gel
Retr0Bright!
La ricetta
Attenzione! L’acqua ossigenata in alte concentrazioni è pericolosa! Può danneggiare la
pelle e rendervi ciechi se arriva negli occhi. L’acqua ossigenata per disinfettare le ferite ha
una concentrazione del 3%-6%; quella usata dai parruchieri del 12%; quella usata per
sbiancare il legno arriva al 40% (130 volumi). Usate sempre i guanti e occhiali protettivi.
Per convertire da volumi a percentuale, dividete per 3,3.
Ad esempio, 130 volumi / 3,3 = circa 40%.
Nota: “tablespoon” e “teaspoon” sono vere e proprie unità di misura, non sono un cucchiaio o un
cucchiaino. Inoltre c’è differenza tra USA e Gran Bretagna…
La ricetta è inglese, per cui:
1 tablespoon = ~18ml
1 teaspoon = ~6ml
Ingredienti per produrre circa mezzo litro di gel (ricetta originale)
500 ml di acqua ossigenata 10% – 15% (circa 40 volumi)
2 tablespoon (36ml) di gomma di Xantano (è un addensante alimentare che potete ordinare in
farmacia o online)
1 teaspoon (6ml) di glicerina (anche questo in farmacia o online)
1/4 teaspoon (2ml) di Vanish o simile in polvere (cercate i vari “Oxi” al supermercato, cambiano le
percentuali di ossigeno attivo, in genere attorno al 30%)
Mescolate l’acqua ossigenata e la gomma di Xantano in una ciotola con una frusta elettrica (quella
per montare la panna). Aggiungete la glicerina e mescolate ancora. Lasciate riposare e date
un’ultima mescolata. Il composto può essere conservato in un contenitore, di plastica e non
trasparente. Non aggiungete il Vanish, va usato solo quando dovete applicare il gel. Il composto
senza il Vanish può essere conservato per qualche settimana senza problemi. Una volta attivato,
deve essere utilizzato entro 48 ore, poi risulta inefficace.
Il mio consiglio: mantenete percentuali basse di acqua ossigenata. Io ho provato varie
concentrazioni, anche più del 15%. Sappiate che più alta è la percentuale, più aumenta la
probabilità di danneggiare la plastica. Io ora uso acqua ossigenata all’8%.
Utilizzo
Smontate e pulite i pezzi da restaurare. Aggiungete una punta di cucchiaino di Vanish al composto
e mescolate in modo che si sciolga. In alternativa, sciogliete il Vanish in un po’ di acqua calda (non
bollente) e aggiungetela al composto.
Spalmate il composto in maniera uniforme sulla plastica e mettetelo al sole. Il sito dice di lasciare
agire per un giorno, ma vi posso assicurare che se fate così ci sarà un’alta probabilità di rovinare la
plastica. Dovete controllare ogni due-tre ore che il gel non si asciughi: dato che sicuramente si
sarà seccato, date una pennellata con un po’ d’acqua e spalmate altro gel.
Le serigrafie non vengono rovinate, ma le parti in metallo potrebbero ossidarsi. La vernice su
alcune parti metalliche (es. vecchi loghi Apple) sbiadisce o si scrosta. Usate solo sulla plastica.
A parte qualche pezzo particolarmente ingiallito, qualche ora potrebbe già bastare a ripristinare le
plastiche. Sciacquate bene togliendo qualsiasi residuo del gel. Non valutate il risultato di sera con
la luce di una lampadina: aspettate il giorno dopo e guardate il pezzo alla luce del giorno. Come
per qualsiasi restauro, non insistete, non esagerate. Se volete ottenere il risultato “perfetto”, finirete
per rovinare la plastica in maniera irreversibile. Accontentatevi del risultato ottenuto.
Effetti collaterali
Se usate una concentrazione troppo alta di acqua ossigenata, o se lasciate il pezzo troppo a lungo
sotto il sole, la plastica potrebbe sbiancarsi in maniera irreversibile. A me è successo nei primi
esperimenti, per cui ripeto: perossido di idrogeno al massimo al 10% e controllate spesso che il gel
non si asciughi, altrimenti appariranno macchie o striature bianche. Sul sito Retr0Bright ci sono
vari esempi di esperimenti andati male.
La mia esperienza
Oltre a mettere i pezzi al sole, ho provato anche con lampade UV di ogni tipo. I raggi UV sono di
tre tipi, alcuni arrivano naturalmente sulla terra mentre altri devono essere riprodotti artificialmente
e sono molto pericolosi (soprattutto gli UVC). Ho provato con una lampada UVA da 25W, una
lampada UVA+UVB da terrario, una pericolosa lampada UVC che accendevo in una scatola
completamente chiusa, in cantina.
Le lampade che vanno bene sono le “Black light” o “luce di wood”: sono quelle che si usano anche
in discoteca e fanno risaltare tutto quello che contiene fluoro (occhi, denti, magliette bianche).
Il problema è che in genere queste lampade sono poco potenti, vanno bene per pezzi piccoli ma è
difficile illuminare il case di un computer su tutti i lati, perché l’effetto della lampada cala con la
distanza. Meglio una giornata di sole.
Tante parole, ora finalmente qualche foto! Di seguito alcuni dei miei interventi.
Commodore VIC20: il mio primo esperimento
Ecco come si presentava il pezzo prima del restauro: aveva un ingiallimento molto evidente
localizzato in basso a sinistra e lateralmente sulla parte superiore del case. Quella inferiore solo a
lato.
Questa prima prova risale all’estate 2009, in una bella giornata di sole qui al nord.
Applicazione del gel (più che altro è una schiuma):
A fine mattinata, dopo qualche ora:
A fine giornata:
Tastiera Apple
Una tastiera molto ingiallita. Fino a dove può arrivare Retr0Bright? Eccola prima della cura:
E questo è il risultato finale:
Commodore 64G
Qui il computer prima di essere ancora pulito, così com’è arrivato:
In questo caso, oltre alla scocca, anche i tasti erano ingialliti.
Ecco il risultato finale:
Altri pezzi
Il tag retr0bright vi mostra altri pezzi nel blog trattati con il gel.
Problemi
Preso dall’entusiasmo del primo successo, ho fatto un’altra prova; ma la concentrazione di acqua
ossigenata era troppo alta e quando ho visto le prime macchie pensavo che anche tutto il resto
dovesse diventare grigio chiaro, invece la plastica aveva iniziato a rovinarsi. Ho insistito utilizzando
il gel due giorni di seguito, due giornate estive di sole che hanno solo peggiorato il problema.
Qui un’altra tastiera prima di essere smontata, pulita e restaurata:
Ecco come si presenta il difetto della plastica “macchiata” a striature:
Di seguito un dettaglio della plastica rovinata evidenziato in PhotoShop:
Non è possibile ripristinare in nessun modo la plastica una volta che si è sbiancata oltre al suo
colore originale.
Conclusione
Retr0Bright, e le persone dietro al progetto, hanno reso possibile ciò che per molti anni ho ritenuto
impossibile. Parecchi pezzi che ho recuperato sono ingialliti: alcuni in modo lieve e uniforme, e
magari non dà neanche troppo fastidio. Altre plastiche sono invece ingiallite parzialmente perché
esposte alla luce solo da un lato, o perché c’era un’etichetta o un monitor appoggiato sul computer
che ha protetto parte della scocca.
In questo caso il restauro è un’ottima soluzione per ripristinare o rigenerare le plastiche
riportandole al colore originale.
Mi sono posto il problema se sia corretto restaurare un vecchio computer. Ho pensato che ci sono
varie categorie di oggetti, che condizionano il tipo di restauro da applicare: in alcuni casi è bello
vedere i segni del tempo, altre volte è ovvio e scontato ripristinare le condizioni originali, come
nelle auto d’epoca. Nessuno andrebbe orgoglioso di una vecchia Porsche con la carrozzeria
arrugginita, le cromature scrostate e i sedili rovinati.
R-326 Soviet military HF radio receiver. (Shoroh)
Радиоприемник P-326 (Шорох)
Di IW1PUE - Luciano Bezerédy
Produzione del 1975
Il ricevitore Sovietico (Russo) R-326, è una radio militare nella gamma delle onde corte che faceva parte
dell'equipaggiamento mobile di esercito, truppe da sbarco della marina e probabilmente anche
dell'aviazione (di reparti scelti paracadutati). Radio ricevitore dalle ottime prestazioni nonostante le
dimensioni contenute Un cofano frontale protegge la parte anteriore (pannello di comando della radio).
Modello completo del suo alimentatore CA 220V.
E’ una Supereterodina a doppia conversione, due valori di IF = 460 KHz per le prime tre gamme e 2200
KHz per le restanti. Utilizza 19 valvole micro-miniatura serie 1SH (anodica 70V ottenuti tramite circuito
inverter – filamenti 2,4V). Copre la gamma 1-20 MHz in 6 sottogamme. La sintonia è meccanica ed avviene
su di una scala graduata che con l’aggiunta di un verniero permette di effettuare la visione, attraverso un
apposita finestra, un accurata lettura tramite un ingegnoso sistema di proiezione su pellicola a film. Il fascio
luminoso di proiezione fornito dalla lampadina è molto fioco, per gli ovvi motivi bellici. Alcuni OM russi,
hanno modificato l'intensità luminosa sostituendo la lampadina, con un led ad alta intensità e il risultato è
davvero ottimo.
Panello di comando
Particolare della finestra di lettura della frequenza.
Accetta diversi tipi di antenna: verticale o filare con la possibilità di accordo tramite un comando posto sul
pannello. Riceve in AM-CW: modalità A1 e A3 , in A1 si demodula con facilità la SSB grazie ad un BFO
graduato. Ottima la ricezione del CW con larghezza di banda regolabile. Ascolto in cuffia o in altoparlante
esterno. Il ricevitore è di tipo portatile, funziona con batterie interne 2 x 2,4Volt ed anche in CA (220V)
tramite un apposito alimentatore. Aprirla ed esplorarne l'interno è un viaggio affascinante tra meccanica,
componentistica e tecnologia dell'epoca: un gioiellino!
Interno del cofano di protezione con alcune istruzioni per l’operatore.
Interno sono visibili sul lato destro le valvole serie 1SH (sub-miniatura).
Gruppo a tamburo commutatore di gamma.
Gamma di frequenza: 1-20 MHz (6 gamme).
Modi ricevuti: AM, CW, SSB.
Visualizza la frequenza con sistema ottico (oculare posto sul pannello).
Alimentazione ~ 220; 50Hz.
Dimensioni e peso 235 x 295 x 395 mm; 20 kg
alcuni componenti stato solido per i circuiti di alimentazione anodica.
A presto, 73 Luciano
Costruiamo un ricevitore a valvole in kit
Di Fiorenzo Repetto
Ricevitore BEZ SX-2
La BEZ è una ditta cinese che produce apparati radio valvolari e altre apparecchiature , vengono
vendute in Kit oppure già assemblate.
La costruzione è abbastanza spartana ,aspettano magari alcune nostre migliorie, (per esempio : serigrafie
del pannello, eventuale frequenzimetro digitale) . Buon lavoro.
BEZ SX-2 AM Small Valve Radio
AM/3 band frequency range:
Medium wave 535-1605 KHz
Short wave[1] 2.3-7 MHz
Short wave[2] 6-18 MHz
Adopt 7 tubes: 6A2J, 6K4J, 6N2J, 6P1J, 6Z4M, 6E2M, 6H2.
Sul sito della BEZ potete trovare altri modelli
http://www.bezdz.com/eng/eng_radio.html
per informazioni : [email protected]
Cubo Brionvega , la Radio a colori
Di Lucio Bellè
Chi non ricorda il "Cubo Brionvega, bella radio tutta Italiana caratterizzata da un design prestigioso.
Parlare del "Cubo" ritengo sia doveroso per riportare alla memoria odierna il rispetto della cultura d'Impresa
Italiana ed i forti valori che l'hanno ispirata. Per riandare alla Storia della Brionvega e per le foto qui
pubblicate mi è stato di notevole aiuto ricorrere alla collezione ed alla vasta biblioteca storica dell'amico e
radioamatore I2HNX Dino Gianni ( Museo dei Mezzi di Comunicazione di Vimercate ) che oltretutto ne
possiede molti esemplari di diversi colori e tutti perfettamente funzionanti in condizioni "Like New" come
dicono gli "Old Man" Americani. L'Azienda costruttrice Brionvega ha tradizioni lontane ; fondata a Milano
nel 45 come B.P.M di Giuseppe Brion e Ing. Leone Pajetta, nel 50 cambia ragione sociale in
Vega.B.P.Radio e costruendo anche televisori alla fine anni 50 cambia nuovamente in Radio Vega
Television; nel 63 a seguito dell'uscita dell'Ing. Pajetta il marchio diviene definitivo "Brionvega".
Il famoso Radio Cubo TS 502 nasce dalle matite dei Designer Marco Zanuso e Richard Sapper nel
62 ,viene ben ingegnerizzato e finalmente nel 1964 prodotto ed immesso sul mercato. La radio già ai tempi
era prestigiosa, basti dire che nel 1967 era venduta con un listino di Lire 45.000 ed ottenne un immediato
successo.
Viene chiamata anche la Radio a colori per il suo stile giovanile e da complemento d'arredo , non a caso è
esposta al Museo Moma di New York, va precisato che viene costruita ancora oggi ( 520 TS 22D +
Bluetooth Dab/Dab+) vantando il ben conosciuto design accattivante unito a nuove caratteristiche
tecniche che le conferiscono assoluta eccellenza.
La prima produzione Ts 502 rigorosamente a transistor con doppia alimentazione rete/batterie è dotata di
due gamme riceventi: Onde Medie e Modulazione di Frequenza ( in seguito verrà messo in linea produttiva
un modello "Export" dotato anche di Onde Lunghe ). Il Cubo è realizzato in due metà incernierate
posteriormente che si congiungono grazie ad una piccola calamita, dotate di maniglia cromata a
scomparsa e dell'antenna telescopica per FM.
Una volta aperto ,una metà è dedicata a cassa armonica contenente l'altoparlante il circuito di bassa
frequenza e l'interruttore acceso/spento; l'altra metà dedicata all'alta frequenza (circuito Supereterodina )
presenta la scala analogica delle frequenze semicircolare e ben leggibile con due diodi uno rosso per OM
ed uno verde per FM ( quando si sintonizza una stazione il diodo dedicato si illumina, nella serie Export al
posto dei led era installato un mini strumento tipo S-Meter, indicante anche lo stato delle batterie ) i
comandi di volume e di tono , il selettore AM/FM e la piccola e morbida manopola di sintonia completano il
design del frontale . La radio è completa di una uscita Jack per l'ascolto in cuffia. L'insieme costruttivo sia
a vista che al tatto denota alta qualità e fine ricercatezza in ogni particolare oltre ad esibire verniciature di
vari colori particolarmente accattivanti che ben si sposano con i più diversi e sofisticati tipi di arredamento.
Una prova sul campo in Onde Medie è stata fatta con una Ts 512 anni 80 dotata di diodi led ; la scala
analogica della Brionvega si è dimostrata precisa sui riferimenti di Rai KHz. 900 ed alla sera si sono potute
ascoltare numerose emittenti estere con una buona sensibilità e selettività , un basso rumore di fondo ed
un piacevole e pastoso audio danno una risultante che non stanca neppure ad un prolungato ascolto.
Caratteristiche tecniche veramente buone per l'età e il tipo di commercializzazione con cui era stata
concepita. L'audio, come detto, è gradevole e ricco di toni e viene ben espresso anche a piena potenza (
dichiarata 1,8Watt RMS ).
Anche in FM nonostante l'affollamento odierno della gamma ,il Cubo si difende bene separa le stazioni con
un moderato fruscio nello spazzolamento di gamma e fa ascoltare ricche melodie oltre a far gran bella
mostra di sé nel salotto buono di casa. Che altro dire ; se in qualche Fiera trovate una Cubo Brionvega ben
messa e funzionante non fatevela scappare, non è una radio nata per SWL ma parla ancora veramente
bene e quando la vedranno i vostri amici di certo e forse anche con un poco di invidia ne rimarranno
positivamente impressionati.
Lucio Bellè (I1-SWL- 11454) Associato AIR.
Schema elettrico del Cubo Brionvega fornito da Ezio Di Chiaro
Alcune immagini dagli archivi di cataloghi della Brionvega a cura di Ezio Di Chiaro
SDR - LA TUA PROSSIMA RADIO di Pierluigi Poggi
Di Fiorenzo Repetto
SDR
: una sigla che ormai praticamente tutti abbiamo sentito dire, o abbiamo letta su qualche rivista.
Però, al di là di quello che l’acronimo di per sé significa (Software Defined Radio), se venisse chiesto di
dare delle spiegazioni più in dettaglio di cosa una SDR sia e di come funzioni, pochi saprebbero
rispondere. Lo scopo di questo libro è quello di sollevare questa aura di mistero che circonda oggi le SDR,
spiegando come sono fatte, le varie tipologie esistenti e i basilari principi di funzionamento, senza però
indulgere nei formalismi matematici che spesso offuscano altri tentativi di spiegazione. Non che la
matematica non sia importante, anzi, lo è molto se si vuole andare veramente a fondo nei concetti di una
SDR, magari per scrivere del software. Però nella fase iniziale di accostamento alle SDR, e di
comprensione dei principi base del loro funzionamento, serve giusto quel poco di formalismo matematico
appena indispensabile per non rendere la spiegazione banale e poco convincente. Ecco, che Pierluigi ha
saputo trovare il giusto compromesso tra il rigore necessario e la chiarezza di esposizione, in modo da
rendere questo libro accessibile anche a chi abbia solo una formazione matematica di base e cioè la
stragrande maggioranza dei radioamatori. La trattazione dei vari aspetti delle SDR fatta in questo libro è
completa, spaziando dalla loro classificazione all’esame dei vari componenti base, alla analisi dei pregi e
difetti di ogni architettura, e ad una presentazione di quello che oggi il mercato offre nei vari settori delle
tipologie SDR. Un libro che si legge volentieri e che dovrebbe dissipare i molti dubbi e le incertezze che
oggi ancora circondano questo nuovo capitolo della evoluzione radiantistica, che non è esagerato
affermare che ha la stessa importanza di quando, oltre mezzo secolo fa, ci fu il passaggio dalla AM alla
SSB.
http://www.sanditlibri.it/sdr-la-tua-prossima-radio.html
Antenna Loop 0.35 – 51 MHz di LZ1AQ
Di Claudio Bianco
Ancora una antenna LOOP. Un’altra soluzione per antenna loop questa volta di provenienza dall’est
Europa. Il Collega Chavdar Levkov (LZ1AQ) presenta un circuito interessante che abbinato a un paio di
antenne loop permette, a dir suo, ascolti interessanti. http://active-antenna.eu/
Il circuito, che vedendo le foto e leggendo le caratteristiche appare di ottima fattura, è venduto dall’Autore
in Kit ha un prezzo accessibile e consiste come potrete constatare navigando sul sito di un circuito
premontato con componenti smd. La curiosità che mi ha attratto del progetto è che il trasferimento
dell’insieme antenna/preamplificatore e alimentazione del booster è fatto con cavo di rete schermato FTP
(Foiled Twisted Pair) con connettori RJ-45, sicuramente condizione anomala rispetto ai nostri standard.
Queste le caratteristiche del circuito presentato:
General
Output impedance 50 Ohms, BNC connector on control board
Power supply(1) External, 13.8 V, =< 145 mA
Polarity protection & recoverable fuse are on the control board
Maximal output voltage(10) 6V p-p or 4.2 V p-p
Physical size 76 x 76 mm Amplifier board; 32mm x76mm Control board
Current amplifier with 1m diam. loop
Loop : diam. 1 m, 1 turn, conductor with 25 mm diameter, 2.4 uH
Antenna Factor Ka
(2) 2 dB meters-1 @ 10 MHz
(1 uV/m input signal will give 0.8 uV output voltage)
Ka Frequency response(2) 0.35 – 51 MHz; (within 3dB )
Usable frequency range (3) 0.02 – 55 MHz
MDS @ 10MHz (2) 0.7 uV/m , Noise bandwidth =1KHz
Output noise power at 10MHz(4,5) -113 dBm
1 dB output compression point(9) +19dBm (5.6 V p-p), equal to +125 dB(uV/m) at input
Second harmonic OIP2(7) +88dBm to +94dBm
Third harmonic OIP3(8) +41dBm to +42dBm
Voltage amplifier with dipole arms of 2 x 1 m
Antenna Factor Ka
(2) 2 dB meters-1 @ 10 MHz
(1 uV/m input signal will give 0.8 uV output voltage)
Ka Frequency response(2) 0.35 – 55 MHz; (within 3dB)
Usable frequency range (3) 0.02 – 55 MHz
MDS @ 10MHz (2) 0.25 uV/m, Noise bandwidth =1KHz
Output noise power at 10MHz (4,6) -118 dBm
1 dB output compression point(9) +19dBm (5.6 V p-p) equal to +125 dB(uV/m) at input
Second harmonic OIP2(7) +94dBm to +103dBm
Third harmonic OIP3(8) +40dBm to +42dBm
Sul sito http://lz1aq.signacor.com/index.php troviamo serie di documenti e progetti di Chavdar Levkov
(LZ1AQ) qui altre info: http://www.qrz.com/db/LZ1AQ
73,
Claudio
http://laradioa360gradi.blogspot.it/
Antenna loop HF magnetica NSML
Di Fiorenzo Repetto
L’ antenna loop magnetica NSML ( non symmetric magnetic loop) vengono costruite in diversi modelli per
le gamme HF, complete di tuner manuale o automatico
La NSML ha un altissimo rendimento in quanto il Loop è formato da una spira in tubo di alluminio saldata
direttamente sul CV di sintonia stesso metallo fresato da massello allo scopo di ridurre al minimo le perdite
per effetto JOULE, in più la particolare costruzione del CV irrigidisce l’antenna rendendola autoportante e di
aspetto gradevolissimo.
Il particolare tratto verticale su di un lato della circonferenza, da luogo ad un campo magnetico cilindrico
anziché toroiadale con un vantaggio di guadagno FRONT/REAR > di 2 dB misurato con HP3586A a 4 Km.
Altre prove a grande distanza hanno superato i 3 dB
L’ antenna loop magnetica NSML ( non symmetric magnetic loop) l’unica avente un guadagno
FRONT/REAR per il suo particolare disegno (Brevettata) si differenzia in tre modelli:
La NSML 6DCH-1430 dal diametro di 110cm con controllo manuale
La NSML 6DCH-1430A dal diametro di 110cm con controllo autoaccordante
La NSML 6DCH-721 dal diametro di 140cm con controllo manuale
La NSML 6DCH-721A dal diametro di 140cm con controllo autoaccordante
La NSML 6DCH-714 dal diametro di 200cm con controllo manuale
La NSML 6DCH-714A dal diametro di 200cm con controllo autoaccordante
http://magnetic-loop.com/
Intervento di modifica per antennina attiva
Di Gianluca Romani
Insieme all'acquisto di un ricevitore portatile dall'estremo est asiatico ho approfittato di comprare anche la
notissima antennina attiva romboidale commercializzata con i marchi Degen e Kestrel, ma poco cambia,
la sostanza rimane la stessa. Per quello che l'ho pagata è valsa la pena acquistarla, anche se devo dire
che un'ingegnerizzazione del prodotto un pò più robusta non ci sarebbe stata male. Infatti quel filetto sottile
sottile non mi piaceva tanto...Leggendo su Scala Parlante l'equipaggiamento di alcuni ascoltatori, e
vedendo che avevano realizzato alcuni interessanti ascolti con la stessa antenna, ho voluto insistere con le
prove per vedere se potevo anche io avere qualche soddisfazione, se il prodotto era veramente valido o se
l'insieme dei fattori come la mia posizione geografica e abitazione non consentivano grandi ascolti.
Infatti c'era qualcosa che non quadrava, tanto rumore e poco segnale, niente di interessante. E quel filetto
sottile sottile che mi dava da pensare...infatti una tarda sera mi sono messo a muovere leggermente il cavo
in prossimità del connettore che entra nella control box (per intenderci la scatoletta con il potenziometro) e
ho avuto la conferma che i miei sospetti erano fondati. Quei connettori stampati e soprattutto quel filetto
davano seri problemi: muovendo il filo e i connettori il segnale e il rumore andavano e venivano.
Inizialmente ho optato per la sostituzione dei connettori, togliendo quelli montati di fabbrica e sostituendoli
con mini jack stereo totalmente in metallo. Pensavo fosse sufficiente. Ma quel benedetto filo continuava a
non piacermi affatto. Il tipo di cavetto utilizzato dalla fabbrica costruttrice è quel maledetto cavetto a tre
conduttori interni (positivo dei due canali stereo più massa) che per essere leggero e sottile non utilizza
isolante in gomma ma i fili interni sono smaltati, penso che chiunque tra di noi avrà già avuto spiacevoli e
ripetute avventure negative con gli auricolari volgarmente chiamati "cuffiette", che adottano proprio lo
stesso tipo di filo.
A questo punto non ho resistito all'idea di fare una modifica sostanziale all'oggetto, approfittando di
metterci le mani sia per riparare il difetto e sia per rendere il tutto più robusto e sostanzioso dal punto di
vista della praticità e manovrabilità. Infatti il cavo che va al ricevitore era un pò troppo corto per i miei gusti,
essendo mancino dovevo poi tenerlo in posizione contraria, e quella rotellina minuscola per la regolazione
non mi piaceva troppo. Un paio di visite ai negozi di elettronica della zona per comprare 5 metri abbondanti
di cavo di segnale stereo (due conduttori isolati in gomma + calza schermo per la massa), un contenitore in
plastica e un contenitore portabatterie stilo comprati all'ultima fiera dell'elettronica di Pordenone, e una
manciata di componenti reperiti nei cassettini: due gommini passacavo, due fascette, un porta led in
metallo, un led, un interruttore a slitta da pannello, un potenziometro con relativa manopolona, filo sottile e
tanta pazienza, questi sono stati gli ingredienti della realizzazione. Ecco come si presenta il tutto,
completato ma aperto:
Da come si può vedere, dalle originarie batterie ministilo ho optato per l'adozione di due batterie stilo, che
garantiscono maggior durata. I comandi trovano posto sul pannellino superiore della scatola e sono
collegati al circuito stampato tramite spezzoni di filo. Consiglio di usare colori diversi per rendere più chiaro
e agevole il montaggio. Come dice il vecchio adagio di elettronica saggezza, "il migliore connettore è quello
che non c'è". E infatti ho provveduto ad eliminarli e ad entrare direttamente con il cavetto nella control box,
passando per i due gommini neri e fissandoli con due fascette, in modo da evitare strattonamenti
involontari. L'unico connettore è quello che va al ricevitore (allungato rispetto all'originale) e, dall'estremo
opposto, quello che entra nella scatolina collegata alla struttura romboidale appesa alla finestra con la
ventosa. Per il resto, proprio quest'ultima struttura l'ho lasciata inalterata.
Tutto il lavoro è piuttosto semplice ma va fatto notare che il circuito stampato ha le dimensioni di un
francobollo, i componenti sono tutti SMD e ci sono alcune saldature con fori passanti. Questo significa che
non serve avere attrezzatura spaziale, è sufficiente un saldatore ma con la punta piuttosto affilata e ben
tenuta, e soprattutto munirsi di trecciola dissaldante. E' necessario infatti rimuovere i componenti e i
collegamenti ma prima di poter saldare i fili nuovi bisogna togliere lo stagno. La preparazione della
scatoletta richiede molto poco tempo, ma il lavoro sullo stampato dà buoni risultati solo con attenzione
certosina e molta pazienza, buoni occhi e mano ferma, con l'SMD non si scherza tanto infatti basta
scivolare con il saldatore e ci si porta via piste e componenti. Niente di impossibile ma ci vuole un
approccio zen, quindi volontà, concentrazione, decisione, precisione e rilassatezza. Purtroppo il piccolo
stampato non ha punti di aggancio nè fori da usare per fissarlo al fondo della scatola, infatti la sua
disposizione originaria prevede che resti in posizione incastrato nella sede creata tra i due gusci di plastica.
Per fissarlo al fondo della nuova control box ho optato quindi per un paio di gocce di colla termica. Ecco
come si presenta il tutto una volta terminato e chiuso:
Sono soddisfatto della riuscita, sia a livello estetico e sopratttutto funzionale, è una modifica che consiglio
vivamente a tutti i possessori di questo oggetto, con poca spesa è possibile dargli un aspetto e una
robustezza molto maggiore, a garanzia di un buon utilizzo e durata nel tempo.
Saluti a tutti.
Gianluca
LE MIE VETUSTE ANTENNE AMPLIFICATE
Di Ezio Di Chiaro
Ha!!! Le antenne gioia e dolori di radioamatori, Swl, Bcl, radioascoltatori vari specialmente se si è costretti
ad abitare in città in condomini perennemente in lotta con riunioni condominiali alla Fantozzi .
Ara 30 Dressler
Queste situazioni le ho vissute diversi anni fa’ quando abitavo a Milano in un condominio in centro ove per
poter montare uno straccio di antenna era una ragion di stato. Per poter fare un minimo di ascolto si
cercava di ingegnarsi con varie soluzioni , fili appesi dal balcone e finestre, allocate a tarda sera e ritirate
a notte fonda . Era una vita d’inferno impossibile per chi volesse continuare ad esercitare l’hobby del
radioascolto. In parte il problema ero riuscito quasi a risolverlo montando una delle prime antenne
amplificate di allora la ARA 30 costruita dalla Dressler credo la prima poco vistosa, ero riuscito a
camuffarla su un angolo del balcone con risultati quasi soddisfacenti anche se il prezzo non era proprio a
buon mercato.
Ara 30 Dressler collegata al ricevitore tramite commutazione con un dipolo per comparazione
AN 300 Sony con la sua confezione
Particolari della Sony AN300
AN 300 Sony collegata al prestigioso Tuner Marantz 125
In seguito nascevano le prime radio private nel 1975 Milano Radio Milano International , dato la bassa
potenza di emissione era molto difficile riuscire a sintonizzarla , una delle prime antenne amplificate per
FM disponibili sul mercato era l’ottima e bellissima Sony 300 che acquistai per riuscire ad ascoltare in
FM le radio che si moltiplicavano a vista d’occhio ,in seguito un amico mi regalò un’altra
antenna amplificata la SonY AN1 dotata di uno stilo con annesso amplificatore ed una piccola
centralina con alimentatore da collegare al Tuner.
Antenna Sony AN 1 con il suo stilo
Purtroppo di questa antenne mi è rimasto solo la base e lo stile il resto la centralina e l’allimentatore è
andata persa nel trasloco. Oggi per fortuna di questi problemi non ne ho piu’ abitando in una casa singola
abbastanza grande nell’hinterland milanese in cui posso montare e sperimentare diverse antenne senza
problemi .
Alla prossima
Ezio
http://www.air-radio.it/
Filtro Passa Basso 0-60 MHz
Fiorenzo Repetto presenta il lavoro di Black Baron pubblicato sul nostro gruppo di FACEBOOK
Economica soluzione per migliorare le prestazioni delle chiavette SDR in HF.
Spesso segnali locali presenti in FM e bande superiori mettono a dura prova i front-end dei nostri ricevitori
e ora che si sperimenta con chiavette RTL2832u le cose non sono certo semplici. Con guadagni generosi
e prive di filtri di preselezione spesso si abbinano a convertitori che consentono di fare ascolti in HF e ci
troviamo spesso con segnali indesiderati che si presentano in varie porzioni di banda. In attesa di
assemblare un filtro notch valido che mi consenta di tagliare con dignità i fortissimi segnali in banda 88-108
MHz. e mi permetta di fare ascolti in VHF-UHF senza spurie, armoniche e pattume vario ho deciso di
adottare la soluzione: “Tagliamo tutto oltre i 60 MHz. e vediamo se in HF le cose migliorano.”
Visionando le varie possibilità mi sono orientato sulle nostrane realizzazioni di Ivo Brugnera I6IBE.
Il sito è una fonte inesauribile di progetti e modifiche e merita di essere visitato, qui di seguito il link alla
pagina che a noi interessa.http://www.radioamatoripeligni.it/i6ibe/rtl2832hf/dongle.htm
Figura 1: Lo schema del filtro passa-basso.
Non penso che ci siano dubbi sulla semplicità del progetto, recupero i condensatori che mancano, un
contenitore in alluminio, un pezzetto di vetronite, due BNC da pannello il filo di rame e via che si scalda il
saldatore.
Figura 2: I componenti necessari alla realizzazione del filtro.
Visti i collegamenti a massa e considerando che l’alluminio non si presta alla saldatura a stagno ritaglio un
pezzetto di vetronite per tutte le saldature a massa dei condensatori ceramici. Con una punta da trapano
come riferimento realizzo i tre avvolgimenti da 6 mm. di diametro utilizzando rame smaltato con sezione di
0,7 mm. I due avvolgimenti esterni sono di 6 spire mentre quello centrale è di 7 spire. Saldo la basetta di
vetronite alla massa dei connettori BNC, i condensatori lato massa e per ultimo i 3 avvolgimenti previa
rimozione dello smalto con un cutter. Qui sotto il filtro ad assemblaggio ultimato.
Figura 3: Il filtro assemblato in un piccolo contenitore d'alluminio con i connettori BNC che ne
permettono il collegamento.
Ora proviamo a collegare il nostro filtro tra antenna e ricevitore per verificarne il funzionamento... Per le
prove del caso utilizzo la discone e sintonizzo una fetta di banda FM con l’Elad FDM-S2. I segnali presenti
in banda sono robusti, con una larghezza di banda importante vista la qualità dell’emissione.
Figura 4: Banda FM 88-108 MHz. senza filtro.
Ora inserendo il filtro assistiamo ad una caduta completa dei segnali.
Figura 5: Banda FM 88-108 MHz. con il filtro.
Provo in banda radioamatoriale VHF dove spesso segnali vicini provocano disturbi. Questa la schermata
senza filtro, si notano parecchi segnali presenti di varia intensità.
Qui con il filtro inserito, tutto tace.
Figura 7: Banda VHF 144-146 MHz. con il filtro
. Non voglio dire che questo tipo di filtro sia la panacea per tutti i mali ma sicuramente se ci sono disturbi
importanti sopra i 60 MHz. verranno sicuramente attenuati se non eliminati. Dovremmo avere dei benefici
in caso di saturazione per eccessiva preamplificazione o modesta qualità del ricevitore, ad ogni modo vista
la spesa irrisoria per la realizzazione, poco più di 10€, può valere la pena tentare.
Rimane anche il tempo dopo aver richiuso il contenitore di creare un etichetta che dia un aspetto quasi
“professional” alla realizzazione
.
Buoni Ascolti! Black Baron
Oscillatore locale per progetto Digilite a PLL
Di Fabrizio Bianchi IW5BDJ [email protected]
Chi ha realizzato il progetto di ATV Digitale Digilite (vedi Radiorama n° 41 – n° 42 ) si sarà accorto
che la cosa più critica è l' Oscillatore locale. Questo oscillatore deve avere delle caratteristiche di stabilità
in frequenza molto elevate oltre ad un bassissimo rumore di fase per non compromettere il buon
funzionamento del progetto.
Oscillatori a PLL tradizionali non raggiungono queste caratteristiche. Quindi come soluzione iniziale sono
ricorso all' uso di un quarzo opportunamente moltiplicato fino a raggiungere la banda del 1200 MHz. Con
questo sistema raggiungiamo stabilità e purezza del segnale buona da soddisfare anche i più esigente, ma
siamo legati alla reperibilità di un quarzo per poi ottenere una sola frequenza, cosa piuttosto noiosa.
Per avere la libertà di poter operare su tutta la banda 1240-1300 MHz dobbiamo per forza ricorrere a
qualche cosa di digitale tipo un VCO comandato da un sistema a PLL.
L' Analog Device, che conosciamo perché nel progetto Digilite viene usato il modulatore in quadratura,
produce un VCO/PLL integrato e lo accoppia direttamente all' AD8346.
Circuito suggerito dall' Analog Device per un Modulatore di dati Digitale
La mia avventura è stata quella di realizzare questo circuito così come lo suggerisce la ditta
costruttrice, pertanto non ho fatto altro che seguire fedelmente i suggerimenti che essa stessa da per l'
integrato VCO/PLL, ADF4360-5, ho fatto in pratica un “Evaluation Board” adattato alla mie esigenze.
Di questo integrato ce ne sono varie tipologie a secondo della frequenza in cui lo vogliamo usare e
sono distinti da un trattino seguito da un numero, il -zero indica il tipo che va più alto di frequenza, fino
a 2725 MHz, il -nove quello che parte da una frequenza più bassa 60 MHz
Quindi con la selezione dei numeri da zero a nove coprono frequenze da 65 a 2725 MHz, per noi va
bene -5 che va da 1200 a1400 MHz o il -7 che va da 350 a 1800 MHz.
Io ho provato solo il ADF4360-5.
La forma di questo dispositivo è molto ridotta appena 5 mm x 5 mm con ben 24 pin ( 6 per lato ), quindi
la cosa più difficoltosa è la saldatura al circuito stampato, ma con alcune accortezze e dopo alcune
prove con altri integrati sono riuscito a saldarlo con una certa facilità.
Mi sono aiutato con un saldatore ad aria calda e ho seguito i consigli che da il collega GB3UT da
attraverso il filmato al seguente Link:
https://www.youtube.com/watch?v=c_Qt5CtUlqY
Per la realizzazione dello stampato è stato usato Cricad98 ricavandolo dallo schema elettrico di
applicazione riportato sotto che suggerisce la casa madre Analog Device.
Una volta realizzato lo stampato mi sono reso conto che oltre a saldare i 24 pin, l' integrato ha anche
un' area al di sotto dei pin che va saldata alla massa del Pcb, massa che deve essere riportata anche
sull' altra faccia dello stampato.
Il mio Pcb non ha i fori passanti perché in casa non siamo in grado di farli pertanto per poter riportare la
massa anche sulla faccia sottostante l' integrato, ho realizzato un foro al certo di 1,8 mm come si vede
in figura 1.
Dopo avere saldato l' integrato con l' aria calda nel lato componenti, ho riempito di stagno il foro dall'
altro lato aiutandosi con un filo di rame mettendo così in comunicazione le due facce del pcb.
La costruzione del PCB è fatta su una vetronite FR4 1,6 mm doppia faccia, ma le piste sono su un solo
lato, vi sono solo due ponticelli nella parte sotto i componenti realizzati con due fili, nel disegno dello
stampato sono visibili in colore Blu.
Per favorire la continuità di massa fra le due facce bisogna da fare in vari punti dei fori e mettere dei
pezzettini di filo per simulare i fori passanti che in casa non si possono fare come già detto, detti fori
sono riportati sullo stampato come piazzole verdi, le altre piazzole se non sono di massa vanno
svasate dalla parte opposta ai componenti per non provocare corti circuiti.
Vista del PCB con foro per il riporto di massa dalla faccia sottostante
Circuito Stampato. Le dimensioni sono 47X29 mm e le due piste Blu sono ponticelli da riportare con
filo sulla faccia opposta al lato componenti.
Schema elettrico dalla Analog Device
Primo prototipo realizzato
Circuito Stampato dimensione 1:1
Tabella Elenco Componenti
Prototipo in prova con programmatore SPI tratto da F1CJN al link:
http://www.g8ajn.tv/dlother4.html
Curva su Analizzatore di Spettro Tek con risoluzione di banda di 2 Khz...Ottima!!
Con la mia attrezzatura non posso eseguire le misure che fa l' Analog Device su questo dispositivo, ma
visto il buon funzionamento i risultati dovrebbero essere gli stessi
Riporto di seguito il link per vedere tutte le misure fatto dalla casa madre :
http://www.analog.com/static/imported-files/data_sheets/ADF4360-5.pdf
Misura della frequenza con Frequenzimetro EIP 451....Stabile e precisa!!
Direi che dopo questa sperimentazione con questo oscillatore avendo ottenuto degli splendidi risultati vale
la pena provare ad accoppiarlo direttamente al modulatore del Digilite eliminando il Trasformatore in ferrite
Toko. Questa sarà la sperimentazione dei prossimi mesi, magari integrando in una sola scheda Modulatore
+ L.O.
A presto
Fabrizio Bianchi IW5BDJ
Ringraziamo tutti quelli che hanno fatto si che si sia potuto realizzare questo progetto e in
particolare:
IK5SQS Daniele Casini che ha curato la traduzione dall' Italiano all' Inglese.
IK1HGI Antonio Musumeci per la prima stesura del PCB con Circad98
IW5UCU Alberto Ciampa che ha fornito suggerimenti sulla componentistica RF
IW5BDJ Fabrizio Bianchi che ha realizzato i primi prototipi e ha eseguito le prove
di messa a punto e compatibilità sul Digilite.
IZ5OQO Gianni Parricchi che ha curato il posizionamento dei microcomponenti.
TRASFORMATORI PER ANTENNE ATTIVE
DI Pierluigi Poggi IW4BLG
TRASFORMATORI PER ANTENNE ATTIVE (E NON SOLO)
Chiunque abbia sperimentato l’uso di antenne attive (ma non solo) per la ricezione dalle ELF alle HF, avrà
avuto modo di confrontarsi con la necessità di separare galvanicamente l’antenna dal ricevitore. Così
facendo infatti, si interrompono (o meglio, si attenuano tanto) i noti “ground loop” o anelli di massa, che
possono
veicolare
indesiderati
disturbi
di
modo
comune
all’ingresso
del
ricevitore.
I disturbi di modo comune sono fra i più fastidiosi e sono caratterizzati dal fatto che le loro correnti
viaggiano in maniera “parallela” su calza e centrale del cavo coassiale (caldo e schermo della linea
schermata), come fossero un unico conduttore, richiudendosi poi tramite le capacità parassite verso terra di
antenna e ricevitore.
Illustrazione 1: Schematizzazione del percorso dei disturbi di modo comune
Vediamo oggi l’analisi di due differenti dispositivi che si possono con soddisfazione adottare in questi casi.
Dispositivi economici, facili da reperire ma di grandi potenzialità!
Trasformatore per ULF-VLF
Iniziamo l’analisi partendo dalle frequenze più basse, dagli Hz, per intenderci alle onde lunghissime. In
questa parte di spettro, oltre purtroppo a tanti disturbi, vi sono molti segnali di origine naturale così come
trasmissioni particolari quali servizi di radionavigazione, localizzazione, tempo campione. L’uso di antenna
attive è spesso un obbligo (per chi magari non si può permettere una bella antenna marconiana), spesso
collegate ad una scheda audio. Il trasformatore ideale quindi, deve avere quindi una risposta piatta e con
perdite di inserzione limitate, dalla “quasi continua” alle decine di kHz, il tutto quando terminato su alcuni
kohm. Vista la non trascurabile possibilità che l’antenna esterna veicoli anche tensioni molto elevate (ad
esempio nel caso di fulmini), un elevato isolamento del trasformatore è cosa assai gradita che può mettere
al riparo da catastrofici danni in stazione. Un ottimo prodotto, è il modello P1200 della ETAL, facilmente
reperibile sia da grandi distributori internazionali quali Farnell, sia in rete (ed esempio Ebay), a prezzi molto
modici.
Il datasheet ci racconta come detto dispositivo sia pensato quale elemento di isolamento ed interfaccia per
linee dati telefoniche: ad esempio i vecchi modem per collegarsi ad internet e i set top box della televisione
interattiva. Vediamone la curva di risposta quando terminato su 10 kohm, pensati equivalenti all’impedenza
d’ingresso di una generica scheda audio da computer:
llustrazione 2: Risposta in frequenza del trasformatore, terminato su 10kohm
Come visibile nel grafico, la risposta in frequenza entro 1dB si estende da 5 Hz a 30kHz. La perdita di
inserzione è praticamente nulla e non misurabile colla mia strumentazione. A frequenze elevate, la risposta
si impenna a causa della risonanza dell’induttanza degli avvolgimenti coi propri parametri parassiti e la
capacità esterna di carico. Vale la pena notare, come sia opportuno mantenere proprio quest’ultima a valori
minimi (vedi illustrazione).
Illustrazione 3: Risposta del trasformatore al variare della capacità di carico
Pertanto, la miglior soluzione è posizionare il trasformatore in prossimità della scheda audio, riducendo per
quanto possibile la lunghezza (e quindi la capacità) del cavo schermato di collegamento.
Altro parametro molto importante e critico in un trasformatore è la distorsione. Nei test effettuati a ben
500mV RMS, è sempre risultata inferiore a -80dB (limite della mia catena di misura) su tutto il campo utile
di frequenza. Tutto bene quindi? Possiamo veramente pensare di usare il dispositivo dalla quasi continua
alle
onde
lunghe
senza
dubbi
di
sorta?
Non
proprio
e
vediamo
ora
il
perché.
Dopo le varie caratteristiche finora valutate, ne rimane ancora una inesplorata: l’adattamento, cioè quanto il
dispositivo
riporti
al
suo
ingresso
l’impedenza
Vediamo la misura:
Illustrazione 4: Curva di “adattamento” del trasformatore
su
cui
è
chiuso
in
uscita.
Per esprimerla, si è considerato di terminare il trasformatore sui 10 kohm di una scheda audio e misurato il
modulo dell’impedenza vista al suo ingresso, valore con cui dovrà “fare i conti” l’antenna. Il grafico riporta il
rapporto fra il valore misurato e quello teorico. Il caso ideale, mostrerebbe una linea piatta, adagiata sul
livello unitario, il ché renderebbe il dispositivo “trasparente” (il secondario è “ricopiato” sul primario).
Purtroppo così non è e se in VLF (3-30kHz) non siamo lontanissimi dal desiderato, alle frequenze più
basse le cose si complicano. In banda ULF, probabilmente è ancora usabile, mentre in SLF e ELF la
minima impedenza riportata in ingresso potrebbe causare non pochi problemi al sistema (antenna) che
alimenta
il
trasformatore.
Ma
come
mai
questo
comportamento
così
poco
gradevole?
Vediamo con l’ausilio del modello equivalente fornito dal costruttore di fare alcune considerazioni:
Illustrazione 5: Modello equivalente del trasformatore ETAL. Fonte: datasheet costruttore
RDC rappresenta la resistenza degli avvolgimenti
∆L rappresenta l’induttanza di dispersione
LP rappresenta l’induttanza degli avvolgimenti
RP rappresenta le perdite del trasformatore
Facciamone una simulazione:
Illustrazione 6: Simulazione impedenza vista ingresso al trasformatore chiuso su 10 kohm
I calcoli a tavolino, sostanzialmente concordano con la pratica. A frequenze alte, l’effetto dell’induttanza di
dispersione in serie col segnale, prevale, facendo impennare il valore dell’impedenza vista al primario.
Viceversa a frequenze basse, il dispositivo tende sempre più a diventare “resistivo” (la reattanza delle
induttanze crolla e di fatto tendono a diventare un corto) e quindi la sua impedenza crolla a minimi valori,
mentre in banda utile, RP si pone di fatto in parallelo col carico limitando a circa 4kohm la resistenza vista a
primario col secondario chiuso su 10kohm. Un modo per “appiattire” questa curva, è far lavorare il
trasformatore su impedenze più basse, ad esempio prossime ai 600Ohm, tipici delle linee audio. Ponendo
poi anche due condensatori da 22nF ai capi degli avvolgimenti, si ottiene la seguente risposta del sistema:
Illustrazione 7: Simulazione impedenza vista ingresso quando chiuso su 560Ohm e equalizzato con
due capacità
La situazione è decisamente migliore e dalla frequenza di rete fino ai limiti della banda audio la curva si
mantiene piatta. Di questi aspetti si può tenere conto, se possibile, nel progetto, scelta o abbinamento con
l’antenna ed il ricevitore. Per molti anni, l’impiego delle sound blaster è stato l’unico o per lo meno il più
diffuso modo di acquisire questi segnali. Negli ultimi tempi però, anche vari SDR amatoriali hanno aperto la
possibilità di ricezione di questa parte di spettro. In questo caso occorre però considerare non più una
elevata impedenza d’ingresso del ricevitore, ma i 50 Ohm tipici del nostro mondo radio.
Vediamo allora come si comporta il dispositivo in questione:
Illustrazione 8: Risposta in frequenza del trasformatore chiuso su 50 Ohm
La banda a -1dB si trova compresa fra 3Hz e 10kHz, ma la perdita di inserzione sale a ben 12dB! Infatti,
già nella simulazione dell’impedenza d’ingresso si nota che:
anche in piena banda utile, l’impedenza in ingresso è circa tripla di quella di carico. Questo è dovuto al fatto
che con impedenze così basse, la resistenza degli avvolgimenti diventa predominante e di fatto si somma
con quella del carico.
Trasformatore per LF-HF
Per chi è interessato alle frequenze superiori, diciamo dalle onde lunghe alle HF, un ottimo dispositivo è il
Minicircuits, modello T1-6T-KK81. Questo trasformatore dal rapporto 1:1 dispone sul secondario di una
presa centrale (utile nel caso lo si volesse usare in circuiti bilanciati) ed è pensato per linee a 50Ohm. Per
queste applicazioni, i parametri più importanti da verificare sono l’adattamento (return loss) e la perdita
d’inserzione. Il produttore indica sia un elenco di “electrical specification” da utilizzare per una prima scelta
del dispositivo e conoscenza delle prestazioni garantite, sia le “typical performance” che invece
suggeriscono il comportamento “medio” attendibile. Nei riquadri sottostanti, possiamo vedere come le
perdite di inserzione dovrebbero mediamente rimanere inferiori ad 1 dB da 30kHz a 300MHz e
l’adattamento garantire almeno 20dB di return loss da 50kHz a 50 MHz.
Illustrazione 10: Curve tipiche di perdita d’inserzione e adattamento in funzione della frequenza.
Fonte: datasheet Minicircuits
Le misure effettuate su un numero di esemplari hanno dato mediamente i seguenti risultati:
Perdita d’inserzione, 300kHz÷300MHz, 1dB/div
Return loss, 300kHz÷300MHz,
In realtà nel lotto a mia disposizione le cose vanno un poco diversamente rispetto alla popolazione media
considerata dal produttore. Il punto a -1dB delle perdite di inserzione si attesta a circa 77MHz (comunque
meglio dei 50MHz dichiarati nelle Electrical Specification), mentre i 20dB di return loss sono garantiti fino a
circa 26MHz, un po’ peggio di quanto mediamente atteso quindi a bassa frequenza il dispositivo è
gradevolmente usabile a partire da circa 30kHz. Al di sotto, la bassa induttanza (750µH) degli avvolgimenti,
è il vero limite del componente.
Conclusioni
L’impiego di trasformatori di linea per la parte più bassa dello spettro può regalare a poco costo interessanti
soddisfazioni. La scelta però non è completamente priva di controindicazioni e punti da meditare con
attenzione per non distorcere segnali o curve di risposta o rimanere delusi da una perdita d’inserzione
rilevante. Per chi invece necessita di lavorare in LF/HF, il dispositivo segnalato della Minicircuits si dimostra
una scelta molto conveniente, offrendo in pochissimo spazio prestazioni di ottimo livello su oltre 3 decadi di
frequenza. Anche qui, se si necessita veramente di “prestazioni top”, una verifica sul componente
disponibile può essere consigliata.
Ringraziamenti
Come di consueto in chiusura, mi corre il piacevolissimo obbligo di ricordare e ringraziare chi mi ha aiutato
e consigliato e condiviso con me la propria esperienza, quindi in mero ordine alfabetico Franco IU3ADL e
Renato IK1QFK.
L’articolo era stato pubblicato su RKE04.2014
http://iw4blg.info/2015/03/21/trasfromatori-per-antenne-attive-rke04-2014/
Bibliografia
Pierluigi Poggi, Antenne Attive, Sandit 2011
Di Antonio Anselmi
[email protected]
TRASMISSIONE DATI “DEMISTIFICATA”
(parte terza)
Proseguiamo la chiaccherata affrontando oggi le tematiche a riguardo della trasmissione
contemporanea di piu' canali su un unico collegamento e le tecniche che vengono piu'
comunemente usate in HF fra le quali OFDM. Come sempre, nella speranza che questi cenni
siano di aiuto, si rimanda a trattazioni ben piu' specifiche e formali che ciascuno potra' poi
approfondire per proprio conto.
Multiplexing
Una tecnica interessante è quella di trasmettere contemporaneamente più canali su un unico
canale di aggregazione. Questo puo' essere ottenuto sia nel dominio della frequenza che del
tempo o con una loro combinazione. E' un po' come risolvere il problema di inoltrare
simultaneamente sullo stesso 'doppino telefonico' le conversazioni di piu' utenti: nel nostro caso il
doppino telefonico e' sostituito a una canale radio e le conversazioni sono uno stream di dati
all'ingresso del sistema di trasmissione (e all'uscita dal sistema ricevente). Sempre in termini
radiofonici, chiariamo che l'aggregazione dei canali viene effettuata prima del processo di
modulazione della frequenza portante e viene appunto indicata con il temine multiplexing.
TDM – Time Division Multiplex
In un sistema a multiplex di tempo (TDM o divisione di tempo) a ogni fonte di dati è consentito
l'accesso al canale di aggregazione per un intervallo di tempro predefinito ed uguale per tutti (fig.
1), la frequenza (o clock) di multiplex e' ovviamente uguale all'inverso di tale intervallo. Per tenere
il passo con il flusso di bit in ingresso, la velocità totale del canale di aggregazione deve essere la
somma delle velocità dei singoli canali e tutti i canali devono avere velocità identiche.
Possiamo affermare che gli n-segnali in ingresso subiscono una trasformazione parallelo-serie,
vengono quindi trasmessi serialmente e de-multiplexati in fase di ricezione, subendo la
trasformazione opposta serie-parallelo. E' ovvio che i clock dei due sistemi multiplex e demultiplex
devono operare in sincronia.
fig.1 – conversione parallelo-serie e serie-parallelo
In termini di “doppino telefonico, questa tecnica e' equivalente a trasmettere a turno per nmillisecondi (un intervallo sotto la soglia inerziale dei nostri orecchi) un frammento di ogni singola
conversazione: il processo di demultiplex all'altro capo del canale si incarichera' di ricostruire ogni
singola conversazione, “pescando” i vari frammenti con lo stesso intervallo di tempo ed
assegnadoli ai rispettivi canali.
Fig.2 – occupazione del canale di aggregazione in un sistema TDM
Come si vede dalla figura 2, ad ogni istante di tempo tn il canale trasmissivo e' occupato da un
solo 'frammento' di dati alla volta
FDM – Frequency Division Multiplex
In un sistema a multiplex di frequenza (FDM o divisione di frequenza) una frequenza portante è
modulata con un numero n di sottoportanti, o sub-carriers. Ogni sub-carrier (indicata anche come
'tone', tono) trasporta un singolo canale dati e puo' avere un diverso schema di modulazione (in
genere FSK o PSK).
Ogni canale è indipendente dagli altri, può avere velocità diversa o usare un diverso alfabeto. Un
esempio di tale sistema e' il CODAN-16: ovvero 16 canali ciascuno con modulazione QPSK (nota:
per riferirsi alle sotto-portanti, di solito vengono usati, con lo stesso significato, sia il termine tone
(tono) che channel (canale): io non faccio eccezione).
I Sistemi FDM di solito richiedono una cosiddetta “banda di guardia” fra le varie sub-carriers per
evitare che lo spettro di un canale possa sovrapporsi (overlap) a quello del canale adiacente, il
prezzo da pagare e' una riduzione del baudrate del sistema.
In termini di “doppino telefonico” questa tecnica consente di traslare in frequenza (shift) ogni
singolo canale dati, sfruttando al massimo la larghezza di banda consentita.
Fig.3 – occupazione del canale di aggregazione in un sistema FDM
Come si vede dalla figura 3, ad ogni istante di tempo tn il canale trasmissivo e' occupato da tutti i
canali sorgenti contemporaneamente. All'altro capo del canale, in fase di ricezione, appositi filtri
selezionano gli n-canali e li inoltrano verso le rispettive destinazioni (demodulatori).
Confrontando le figure 2 e 3 si capisce come il sitema FDM sia in grado di sfruttare al meglio il
canale trasmissivo occupando tutta la banda che il canale medesimo puo' offrire.
Rispettando particolari condizioni e' possibile usare un mix delle due tecniche TDM-FDM. Ad
esempio, partendo da 15 canali dati di uguale velocita' e' possibile multiplexarli a gruppi di 5 nel
dominio del tempo (TDM), ottenendo 3 canali seriali che a loro volta saranno multiplexati nel
dominio della frequenza (FDM) per il loro successivo inoltre nel canale di aggregazione finale
(figura 4).
fig.4 sistema misto TDM-FDM
modulazione e Tx
A valle del multiplex, sia il singolo canale dati TDM che gli n-canali dati FDM vengono sottoposti al
channel-coding (interleaving, FEC, ARQ,...) e successivamente vanno a modulare con lo schema
desiderato rispettivamente la portante f0 del canale di aggregazione TDM e le sottoportanti f1,
f2,..., fn del canale FDM: i prodotti di modulazione ricadono nello spettro audio.
I passi successivi saranno ovviamente la modulazione della portante a radio frequenza (nel nostro
campo di ascolto tipicamente in AM e/o SSB), amplificazione, filtraggio e accoppiamento
all'antenna trasmittente per il trasferimento del segnale cosi' ottenuto... on the air (che, come giova
ricordare, e' il canale utilizzato per la trasmissione radio).
fig-5 modulazione finale prima della trasmissione
OFDM (Orthogonal Frequency Division Multiplexing)
Da pochi anni, grazie agli enormi progressi in campo tecnologico sia hardware che software, trova
sempre piu' maggiori consensi, e conseguentemente impieghi, la tecnica OFDM (Orthogonal
Frequency Division Multiplexing). Preciso subito che OFDM non e' uno dei tanti modi di
modulazione ma bensi' una combinazione di multiplexing (FDM) e modulazione (solitamente uno
fa i tanti possibili modi del PSK).
Cosi' come nel classico FDM questo sistema prevede l'utilizzo di n-sottoportanti sulle quali
frequenze vengono traslati gli n-segnali applicati al suo ingresso, ma con due importanti
caratteristiche:
–
–
non abbiamo n-canali applicati all'ingresso del multiplexer bensi' un unico segnale che,
tramite conversione serie-parallelo, viene suddiviso in un certo numero di canali separati
che vanno poi a modulare separatamente altrettanti sottoportanti (da qui l'acronimo FDM);
le sottoportanti utilizzate dal sistema sono ortogonali fra di loro (Othogonal, appunto).
E' sostanzialmente una variante piu' moderna di FDM per trasmettere dati che non si
sovrappongono nello spettro di frequenza (not overlapping) senza la necessita' della banda di
guardia, grazie proprio alla ortogonalita' delle sottoportanti. Sono molti comunque i sistemi OFDM
che fanno ricorso ad intervalli di guardia che qui prendono il nome di Ciclic Prefix (CP).
OFDM ha un tasso di velocita' dati simile a quello dei sistemi FDM tradizionali, ma ha una
resistenza superiore alle condizioni di disturbo quali rumore atmosferico, interferenze e fading.
Fig.6 – sistema OFDM
La stragrande maggioranza dei segnali OFDM fa impiego di un tono aggiuntivo che non e'
modulato ma serve alla corretta sincronizzazione/sintonia del ricevitore: a questo canale viene il
nome di tono pilota (pilot tone) ed e' usualmente collocato al margine superiore o inferiore della
banda occupata dal segnale.
Come esempio, nelle figura seguenti vengono illustrate alcune delle caratteristiche salienti del
sistema chiamato dagli ascoltatori CIS-60 e impiegato dalle FFAA Russe: si tratta di un modem
OFDM 60-toni con modulazione PSK.
Fig. 6- waterfall di un segnale in modalita' CIS-60
fig. 7 – spettro di un segnale CIS-60 dove sono ben visibili i 60 toni ed il canale pilota
fig. 8 – parametri OFDM del sistema CIS-60: vengono ben evidenziati i 60 canali
con shift di 44.44 Hz, ciascuno modulato a 30 Baud
fig.9 – modulazione QPSK sui toni
Giusto due-tre note a conclusione di questa parte.
La prima e' quella che 'lavorando' un sistema OFDM Mil/Diplo/Intel non potremo far altro che
ottenere soddisfazione nella sua identificazione e nella analisi dei suoi parametri caratteristici
(numero di toni, baudrate singolo canale e aggregato, shift fra i canali, modulazione impiegata nei
canali,...). Con un po' di fortuna (segnale piu' che decente!) ed altrettanta maestria e pazienza
potremo anche tentare di isolare un singolo canale ed estrarne qualche informazione o stringhe
ASCII ma lontana da noi ogni probabilita' di decifrazione.
La seconda nota, ovvia, e' quella che – dati i valori in gioco della banda passante – per l'ascolto di
questi segnali occorre un ricevitore di classe semi-professionale o professionale, meglio se un
SDR per la sua visibilita' dello spettro RF. Capite da soli la sciocca pretesa di andare ad analizzare
un segnale che si espande fino a circa 3400 Hz attraverso uno spiraglio di 2600 Hz.
Ed infine la regola principe: lo studio di un segnale si fa' sui file e non on-line (!). Ergo, i segnali
vanno prima registrati e poi, complice una birra fresca, si passa alla loro analisi off-line.
Buoni ascolti!
HFLINK incoraggia le stazioni monitor SWL/Utility a registrarsi sul loro sito
HFLINK.NET e inviare rapporti di ricezione HF ALE al sistema HFLINK.NET,
utilizzando PC-ALE con la nuova versione ALE^stat 1.5.0.5 che puo' essere
scaricata da qui: http://k4pwo.net/sitrep/
La nuova versione di ALE^stat per il sistema di reporting HFLINK.NET è limitata alle
sole frequenze ALE amatoriale, ovviamente PCALE puo' essere utilizzato per ascolti extraamatorali ma ALE^stat e' dotato di apposito filtro per evitare che rapporti non HAM vengano inviati
a HFLINK.NET. Ogni SWL che lo desidera puo' registrare il proprio "nominativo" e QRA Locator sul
proprio profilo suil sito http://hflink.net.
Il nominativo HFLINK deve essere scelto dall'utente, si raccomanda quanto segue: "HFN" seguito
da 3 o 4 numeri, ad esempio: HFN1234.
A volte, quando si sintonizza una trasmissione SATANAG-4285 puo'
accadere di incappare in un segnale forte e pulito ma tutto quello che si
riceve e' una serie di caratteri incoerenti selnza alcun significato. Come
da norma, si passano in rassegna le varie modalita' del sistema ITA2,
5N1, 5E1,7N2,8N1 ecc.. ma senza cavare un ragno dal buco.
A volte, inaspettatamente, cliccando sul pulsante INVERT del decoder e' possibile ottenere il
chiaro il testo della trasmissione.
L'Esercito, Aeronautica, Marina, Corpo dei Marines, e la Guardia Costiera
degli Stai Uniti sono co-sponsor dei test annuali di comunicazioni radio
militari-OM/SWL in occasione del 65 ° anniversario della Giornata delle
Forze Armate (AFD) e il 90 ° Anniversario di MARS che si terranno dal 9 al
10 maggio 2015.
Saranno regolarmente inviate le cartioline QSL agli OM e SWL che
dimostrino collegamenti (ascolti) con le stazioni militari.
Il regolamento e' scaricabile da qui:
http://hflink.com/AFD2015/2015_ARMED_FORCES_DAY_CROSSBAND_TEST.pdf
Semplici ma efficaci indicazioni per una buona registrazione di segnali radio per una loro analisi
e studio off-line:
* registrare sempre direttamente dalla scheda audio o da SDR, evitare microfoni e cavetti;
* durante la registrazione non usare AFC (Automatic Frequency Control)
cosi' da evitare gli slittamenti del segnale in frequenza;
* dosare AGC (Automatica Gain Control) al minimo e ove permesso
disinserirlo;
* registrare almeno trenta secondi di trasmissione;
* ripetere la registrazione in caso di un disturbo improvviso e non
intervenire sul segnale con filtri anti-noise o squelch durante la
registrazione;
* usare solo il formato wave (.wav) 16 bit;
* impostare il sampling-rate della registrazione non inferiore a 8000 Hz (max frequenza audio
registrabile 4 Khz), inutile usare un sampling rate maggiore di 11025 Hz;
* non ripassare o abbellire il segnale con altri tool che possono andar bene per scopi puramente
“audiofili” ma che aggiungono/tolgono sempre qualcosa al segnale originario;
E infine... fate sempre un backup, perche' come tutti i file importanti andra' a finire che verra'
inopportunamente cancellato.
E' uscito il nuovo volume 2015-2016 dello Spezial-Frequenzliste, frequenze e callsigns da 9 kHz
a 30 Mhz: banda marittima e aeronautica, meteo-fax, stazione campione tempo e frequenza,
stazioni diplomatiche, ec. Costo 22 Euro.
http://www.funkverlag.de/spezial-frequenzliste-2015-16.html
Oltre al citato Spezial-Frequenzliste, nel settore utility sono presenti igli altrettanto famosi
Klingenfuss e il Confidential Frequency List.
Purtroppo non sono molto aggiornati e certe notizie... invecchiano facilmente, per cui e' facile e
frequente trovare informazioni circa stazioni e o frequenze non piu' attive, ed il sottotitolo 2015/16
appare un po' presuntuosetto. E' comunque un validissimo aiuto nella identificazione di stazioni
delle quali non si ha alcune informazione, anche se ci va' messo anche molto di nostro.
03756.6 ---: S30 "The Pip" 2150 USB (cf) "pips" markers
04618.0 BPLEZS: Bundespolizei Cuxhaven, D 2036 MIL 188-141A clg-Tis BP25
05512.0 4XZ: Israeli Navy, ISR 2205 MIL 188-110 Hybrid Modem messages
05684.0 ICZNPR: HF-GCS Sigonella, I 2017 MIL 188-141A clg-Tis DL0001DAT USAF AWACS Boeing
08154.6 ---: unid 0758 USB F1B 250Bd/170 (possible Siemens CHP-200 modem)
08190.0 PAOLINI: GdF patrol boat, I 1511 USB proprietary PSK 2400Bd + MIL 188-141A clg CAGLIARI
08190.0 CINI: GdF training vessel, I 1531 USB MIL 188-141A clg-Tis GENOVA
08534.0 ER01: Algerian Air Force, ALG 0732 MIL 188-141A clg-Tis KM01
08534.0 UM01: Algerian Air Force, ALG 0732 MIL 188-141A clg-Tis QT01 -> MIL 188-110B OFDM 39-tones
08566.8 ---: unid 1930 F1B 50Bd/850 ACF 21 bit
08706.5 ---: unid NATO stn 0740 USB STANAG-4197 OFDM 39-tones 44.44Bd/56.3Sh PSK-4
08759.0 AB1: Navy Malta patrol boat P21, MLT 0558 MIL 188-141A sndg-Twas
08968.0 ---: USAF HFGCS SIPRNET-GW 0745 MIL 188-110A 1200/Short encrypted messages
08984.0 AC01: Algerian Mil, ALG 0945 MIL 188-141A clg XV01
08984.0 ND01: Algerian Mil, ALG 0942 MIL 188-141A clg AC01 + MIL 188-110B OFDM 39-tone/PSK-4
08984.0 QX01: Algerian Mil, ALG 0947 MIL 188-141A clg XV01 + MIL 188-110B OFDM 39-tone/PSK-4
09050.0 ---: unid 0803 MIL-188-110A/2400bps
09052.0 ---: unid 0755 USB (cf) MIL 188-110A single-tone messages
09068.0 ---: Russian Mil, RUS 0654 T600/BEE 50Bd/200 Message Sync 0x1414bebe952
09069.0 SPI324: Polish Military, POL 0703 MIL 188-141A clg-Tws LCR154
09073.0 5CI: French Navy (OMAR HF NG) 0728 MIL 188-141A clg-Tis 5CIN1D then into MIL 188-110A
09073.0 5CIN2D: French Navy (OMAR HF NG) 0730 MIL 188-141A clg-Tis 5CIN1D
09200.0 13081: Moroccan Civil Protection, MRC 0620 MIL 188-141A sndg-Tws
09234.0 FUO2: Algerian Mil, ALG 0750 USB MIL 188-141A clg-Tis PA01 + handshake and voice chat
09234.0 GW01: Algerian Mil, ALG 2035 MIL 188-141A LQA REQUEST RESPONSE to PY01
09234.0 JT01: Algerian Mil, ALG 0753 USB MIL 188-141A clg-Tis PA01
09234.0 XK01: Algerian Mil, ALG 0738 USB MIL 188-141A clg-Tis PA01 + handshake
09234.0 ZB01: Algerian Mil, ALG 0735 USB MIL 188-141A clg-Twas PA01
09240.0 3341: Turkish Civil Defence Istanbul, TUR 0629 MIL 188-141A sndg-Tws
09240.0 3500143: Turkish Civil Defense, TUR 2059 USB MIL 188-141A sndg
09289.0 X06: Russian Diplo, RUS 0725 MFSK 6-tones selcall aka 'Mazielka', sequence "214653"
09300.0 SNB813: Polish Military, POL 0623 MIL 188-141A LQA REQUEST RESPONSE to SPT424
09300.0 SPT424: Polish Military, POL 0623 MIL 188-141A LQA REQUEST RESPONSE to SNB813
09330.0 HM01: Cuban Number Station, CUB 0703 RDFT/AM spanish female + data bursts
09380.0 MV45: Algerian Mil, ALG 0819 USB MIL 188-141A clg-Tis PA50 + handshake and voice chat
09904.0 ---: unid NATO stn 0725 NATO-75 75Bd/850 messages
10160.0 ---: Turkish Net, TUR 0738 MIL 188-141A AMD "<<[2015]/>A2005 0 6000 -1 1 ESN20359B0B0000”
10309.0 ---: Russian Mil, RUS 0710 CIS-12, MPSK 12-tones 2-PSK 120Bd/200
10370.0 SNB813: Polish Military, POL 0707 MIL 188-141A clg-Tis SPT24
10556.2 ---: Russian Mil, RUS 0740 USB CIS-12 link setup
10595.0 RKD48: Russian Mil, RUS 0740 F1B 100Bd/500 encrypted
10638.0 EK9: Greek Military, GRC 0617 MIL 188-141A clg-Tis GEF
10658.0 3014 Turkish Civil defence, TUR 0743 clg-Tis 1020 + voice chat
10796.0 RAA: Russian Navy HQ, RUS 0805 CW "VVV RIT RIT RIT DE RAA RAA QSA? K"
10943.8 ---: unid NATO stn 1540 OFDM 16-tones modem, no Pilot-Tone (ANDVT variant ?)
11025.0 ---: Russian Mil, RUS 0745 USB RUS-ARQ/100/500
11032.0 ---: Russian Mil, RUS 0633 CIS-45, OFDM 45-tone modem 2PSK 40Bd/65.5Sh
11111.0 STAT154: Tunisian MOI Net, TUN 1227 MIL 188-141A clg-Tis STAT22
11111.0 TUD: Tunisian MOI Net, TUN 1228 MIL 188-141A clg-Tis STAT22
11408.0 ---: Russian Air Force (possibly REA4), RUS 0655 ARQ-FSK 100Bd/1000 reversals
11476.5 ---: Czech embassy Moscow, RUS 0635 PacTOR-III encrypted message "$pa $x$B $Y"
12192.0 VQ3: Polish MIL "VQx-Net", POL 0743 USB MIL 188-141A LQA REQUEST RESPONSE to VQ1
12192.0 VQ7: Polish MIL "VQx-Net", POL 0742 USB MIL 188-141A LQA REQUEST RESPONSE to VQ1
12201.0 ---: Russian Mil, RUS 1335 CIS-12, MPSK 12-tones PSK-2 120Bd/200
12736.0 ---: Russian Mil, RUS 1505 USB FSK 100Bd/1000 reversals
12857.0 6WW: French Navy Dakar, SEN 1855 STANAG-4285 600L (calling ?) "FS DE 6WW KKKKKKKKK"
13376.0 ---: Russian Diplo/Intel, RUS 0840 Serdolik, MFSK 34-tones 40Bd/40Sh
13394.0 CM1: Algerian AF Blida, ALG 0827 MIL 188-141A LQA REQUEST RESPONSE to CTF
13400.0 HE2: unid asset/network 0652 MIL 188-141A LQA REQUEST RESPONSE to ING
13841.0 ---: Russian Mil, RUS 1420 CIS-45, OFDM 45-tones 40Bd/62.5 HDR modem
13850.0 ---: North Korean Diplo, KRE 0655 LSB ARQ/FSK 600Bd/600
13911.0 870: Enigma M03 1420 CW " 12293 27554 96868 T4962 = = 870/37"
14259.0 ---: CIS/Russian MIL 0715 "CIS-60" OFDM 60-tones HDR modem QPSK 30Bd/44.44
14350.0 ---: unid 0705 OFDM 72-tone 30Bd/37.5Sh burst modem, PSK-4 and PSK-8 in channels
14380.0 111: 1649 MIL 188-141A clg 126
14380.0 115: 1737 MIL 188-141A clg 111
14380.0 120: 1703 MIL 188-141A clg 123
14380.0 122: 1722 MIL 188-141A clg 111
14380.0 123: 1629 MIL 188-141A clg 112 then into MIL 188-110A 2400bps
14380.0 125: 1647 MIL 188-141A clg 123
14380.0 126: 1630 MIL 188-141A clg 111 then into MIL 188-110A 2400bps
14380.0 130: 1747 MIL 188-141A clg 123
14380.0 217: 1753 MIL 188-141A clg 128 then into MIL 188-110A 2400bps
14380.0 3232: unid asset/network 0645 USB MIL 188-141A LQA REQUEST RESPONSE to 129 (*)
14380.0 ---: (not heard, possibly Chinese Air Defense, CHN) 0745 MIL 188-141A clg 215
14380.0 ---: (not heard, possibly Chinese Air Defense, CHN) 0752 MIL 188-141A clg 228
14390.0 ---: Russian Mil, RUS 0820 USB CIS-112, OFDM 112-tone modem DQPSK 22.22Br/25.6Sh
14401.5 ---: Czech embassy in Baghdad, IRQ 0630 PacTOR-III, email subject "connection check"
14406.0 CENTR3: MFA Bucharest, ROU 1221 MIL 188-141A clg-Tis FOL then into MIL 188-110A
14411.0 RDL: Russian Navy Smolensk,RUS 0655 F1A, FSK-CW
14430.0 CM6: Algerian AF, ALG 0647 MIL 188-141A LQA REQUEST RESPONSE to HE2
14451.0 CM2OR2: Algerian AF Oran, ALG 0816 MIL 188-141A LQA REQUEST RESPONSE to ESC
14468.0 BSK: ALG Algerian Air Force Biskra, ALG 0814 USB MIL 188-141A Link Quality Response to CM4
14468.0 DJT: Algerian AF Djanet, ALG 0742 MIL 188-141A clg CM4
14538.0 KO1: Polish Mil, POL 0655 MIL 188-141A clg ME3 then into MIL 188-110A 2400bps
14550.0 JP1: Moroccan Military, MRC 1243 MIL-188-41A clg-Tis G2 then into MIL 188-110A
14550.0 JP1: Moroccan Military, MRC 1245 MIL-188-41A clg-Tws O5
14557.0 ---: unid CIS/Russian Mil 0750 CIS-60, OFDM 60-tones pi/8 DPSK-8 HDR modem 35.5Br/44.44
14575.0 333: Enigma E11 0745 USB J3E 333/32
14590.0 ---: unid 1430 MAHRS 2400 EADS/RACOMS burst modem
14780.0 ---: Russian Mil, RUS 1330 F1B 53.8BD/500 idling
14828.5 ---: unid 2212 OFDM 72-tone 30Bd/37.5Sh burst modem, PSK-4 and PSK-8 in channels
14830.0 ---: Russian Mil, RUS 1240 F1B 44.6BD/500 idling
15622.2 ---: Russian Mil, RUS 1335 CIS-128, 128-tone PSK-8 OFDM modem 20.9Br/23.46
15708.0 CAOFEM001: FEMA San Juan, PTR 0657 MIL-188-41A sndg
15812.0 ---: Russian Mil, RUS 0705 CIS-45, 45-tones PSK-2 OFDM modem v1 33.33Bd/62.5 bursts
15870.0 ---: CIS/Russian Mil 0825 USB FSK 53.8Bd/500 ACF 2bit idling
15880.0 CM2: Algerian AF Oran, ALG 0710 MIL 188-141A LQA REQUEST RESPONSE to COF
16684.5 OSY: Sailmail node Brugge, BEL 1455 PACTOR-III wkg WDF9923 "WDF9923 de OSY QTC 2 msg
18046.8 ---: MFA Cairo, EGY 1205 ARQ/SiTOR-A message to Islamabad Embassy
19523.7 ---: Egyptian MFA, EGY 0700 USB ARQ/SITOR-A 100Bd/170 clg OOVQ
20964.0 ---: Russian Mil, 0815 USB CIS-112, OFDM 112-tones modem DQPSK 22.22Bd/25.6
20981.0 ---: unid 0840 USB STANAG-4285/1200L crypto
Come sempre, aspetto news, ascolti e suggerimenti:
[email protected]
L’Angolo delle QSL
di Fiorenzo Repetto
Renato Feuli IK0OZK riceve dalla provincia di Viterbo con un JRC 545 dsp, antenna Windom di 77 mt.
Stazione di tempo e frequenza BPM Xian BPM Shaanxi Astronomical Observatory, Chinese Academy of
Sciences, P.P.Box 18, Lintong, Shaanxi Reo.Popolare Cina- www.ntsc.ac.cn/ e mail : [email protected]
Ho ricevuto diverse QSL da Pirate Radio Europe 3930KHz indirizzo e-mail : [email protected]
questa stazione trasmette dalla Russia, da non confondere con Radio Europe italiana che trasmette dalle
parti di Milano.
Davide Borroni, da Origgio (VA) con le sue ultime QSL ricevute dalle stazioni pirate. Ha diversi ricevitori
tra cui un apparato Rhode & Schwarz modello EK56, un ricevitore Harris 505A e un R&S modello EK07D
,antenne : un dipolo ripiegato , una verticale di 12 metri, la novità nella sua stazione è il loop Midi 2.
Quadzilla Radio
[email protected]
[email protected]
Pirate Clip Radio
[email protected]
Radio Latino
[email protected]
Radio Europe [email protected]
Little Feat Radio [email protected]
Misti Radio
[email protected]
Premier Radio International
[email protected]
Uboat 66
[email protected]
Radio Voyager
[email protected]
Xerox Radio Duplicado
[email protected]
Radio OZNRH
[email protected]
Zazzeri Luca da Scandicci (FI) ascolta con un ricevitore: Satellit 500 Grundig antenna telescopica
Ho ricevuto la QSL da Radio Mi Amigo,per un programma speciale sui 31 metri andato in onda sabato
mattina 21 marzo. RADIO MI AMIGO- 9560khz qsl
9 giorni rapporto inviato per email e qsl arrivata per
posta. Il trasmettitore è a Kall-Eifel in Germania, potenza 1Kw ascoltato con Satellit 500 Grundig e antenna
telescopica [email protected]
COLLABORATE ALLA RUBRICA INVIANDO LE VOSTRE QSL a :
[email protected] (remove_ )
SELEZIONO LE QSL IN ORDINE DI ARRIVO ALLA MIA E-MAIL
N D B, gli ascolti ……
UTC
1844
0924
2136
0926
2129
2131
1946
2126
1931
1956
0928
1929
1927
1927
0955
1923
0950
0949
0945
0944
0941
0940
1917
1907
1911
1902
1908
0934
0933
0937
0259
0300
0259
0908
0254
0236
0250
0247
0251
0238
0236
0233
0235
1939
0228
0229
0232
0217
1936
1927
1923
1924
1922
1936
1926
1932
0101
0105
1847
1913
1920
1917
1916
0243
0244
0238
1841
0156
0159
0909
kHz
265
285
289
290
290
291
295
295
297
300
301,5
302
306
308
312
317,2
317,5
318
324
325
327
329
330
332
332
333,5
334
335
337
339
340
340
341
342
343
345,5
348
350
350
351
351,5
353
354
355
355
355
355,5
356
356,5
357
357,5
357,5
358
358
360
360
360
361
362
362
362
363
364
364
365
366
367
369
369
369
data
ID
21/03/2015
21/03/2015
28/03/2015
21/03/2015
28/03/2015
28/03/2015
28/03/2015
28/03/2015
28/03/2015
28/03/2015
21/03/2015
28/03/2015
28/03/2015
28/03/2015
21/03/2015
28/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
28/03/2015
28/03/2015
28/03/2015
28/03/2015
28/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
23/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
07/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
07/03/2015
07/03/2015
07/03/2015
07/03/2015
07/03/2015
07/03/2015
07/03/2015
07/03/2015
25/03/2015
25/03/2015
05/03/2015
07/03/2015
07/03/2015
07/03/2015
07/03/2015
23/03/2015
23/03/2015
23/03/2015
05/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
KAV
URB
RI
TR
GRZ
KZN
EN
PT
PEP
PV
CMP
NIK
PAR
MOJ
TAQ
CAL
TRP
KLP
PTC
RCA
OST
PRS
ZRA
PDA
FAR
VOG
MR
PAN
AH
PRA
BLK
FOG
IS
PES
GRA
CF
SVR
SK
DWN
POM
PLA
KRW
FE
OBR
MA
MI
PAL
SGO
OU
SME
FAL
KG
TUN
RNN
O
LA
WOR
NB
LSA
5SA
BZO
CIG
MAL
PU
RB
ADC
ZAG
CM
VRS
BP
stazione
PULA
ROMA URBE
RIJEKA-KRK
TIRANA-RINAS
GRAZ
KOZANI
CAPE HEER-HEERODDEN *new*
SKOPJE
PRILEP
PETROVARADIN
CAMPAGNANO
NIKSIC
PARMA
MOJCOVAC
TARQUINIA
UNID
TRAPANI
DUBROVNIK-KOLOCEP
SA-PONTECAGNANO
REGGIO CALABRIA
OSTIA
PA-PUNTA RAISI
ZADAR (ZARA)
PADOVA
FARO
VOGHERA
MARIBOR
PANTELLERIA
ALGHERO-FERTILIA
PRATICA DI MARE
BANJA LUKA
FG-GINA LISA
AJACCIO-CAMPO DEL ORO
PESCARA
GRAZZANISE
PODMORANY-CASLAV
SAGVAR
ZAGREB
VARNA-DEVNYA
POMIGLIANO-NAPOLI
POLA
KRAKOW-BALICE
ROMA-FIUMICINO
BELGRADE
MOSTAR
MARIBOR
PALERMO
SAGUNTO-VALENCIA
OUARGLA
OLBIA-COSTA SMERALDA
FALCONARA
KOBILJACA-SARAJEVO
TULLN
ROANNE-RENAISON
ORADEA
UNID
UNID
*new*
BORDEAUX
LARISA
unid
BOLZANO
IZMIR-CIGLI-KAKLIC
MILANO-MALPENSA
PAU/PYRENNES
AJACCIO
AERODROM DU CASTELLET
ZAGREB
AVIGNON-CAUMONT
VRSAR
BASTIA-PORRETTA
ITU
Km
coll
HRV
ITA
HRV
ALB
AUT
GRC
SVB
MKD
MKD
SRB
ITA
MNE
ITA
MNE
ITA
XXX
SCY
HRV
ITA
ITA
ITA
SCY
HRV
ITA
POR
ITA
SVN
SCY
SAR
ITA
BIH
ITA
COR
ITA
ITA
CZE
HNG
HRV
BUL
ITA
HRV
POL
ITA
SRB
BIH
SVN
SCY
ESP
ALG
SAR
ITA
BIH
AUT
FRA
ROU
XXX
XXX
FRA
GRC
XXX
ITA
TUR
ITA
FRA
FRA
FRA
HRV
FRA
HRV
COR
444
196
470
449
673
632
0
613
603
625
215
428
548
484
265
0
371
358
54
339
206
322
355
537
1972
630
617
502
511
184
520
111
495
203
31
1003
722
562
1123
2
445
1106
199
625
391
626
337
1245
2271
410
313
453
832
1014
907
0
0
1300
698
0
665
1110
688
1352
479
756
575
847
482
437
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
UTC
0157
0230
1840
0203
0145
0206
1833
0153
0141
0144
0157
0136
1827
0126
0146
0149
0150
0121
0220
1835
0118
1831
0142
0139
1828
1830
0105
0135
0136
0139
0211
2125
0137
0206
2111
0032
2109
2116
0131
0139
0143
0127
0159
0202
0136
0144
2102
0140
0130
0117
0122
0142
0128
0126
0058
0128
0101
0045
0123
0139
0118
0102
0116
0119
1912
0028
0105
0110
0016
1857
0035
1848
1901
0044
1847
kHz
370
370
371
371
371
372
373
373
374
374
374
374,5
375
375
375
375
375
376
376
376,5
377
378
378
378
379
379
379
380
380
380
381
382
382
382
383
383,5
384
384
384
385
385
385
385
385
386
386
386
387
388
388
388
389
389
390
390
390,5
391
392
392,5
393
394
394
395
395
397
398
398
398
400
400
400
400,5
401
401
402
data
ID
21/03/2015
23/03/2015
05/03/2015
20/03/2015
21/03/2015
20/03/2015
05/03/2015
20/03/2015
20/03/2015
20/03/2015
20/03/2015
20/03/2015
05/03/2015
20/03/2015
20/03/2015
20/03/2015
20/03/2015
20/03/2015
23/03/2015
05/03/2015
20/03/2015
05/03/2015
19/03/2015
20/03/2015
05/03/2015
05/03/2015
20/03/2015
19/03/2015
19/03/2015
19/03/2015
23/03/2015
18/03/2015
19/03/2015
23/03/2015
18/03/2015
19/03/2015
18/03/2015
18/03/2015
19/03/2015
18/03/2015
18/03/2015
19/03/2015
23/03/2015
23/03/2015
18/03/2015
18/03/2015
18/03/2015
18/03/2015
18/03/2015
19/03/2015
19/03/2015
14/03/2015
18/03/2015
18/03/2015
19/03/2015
18/03/2015
19/03/2015
19/03/2015
18/03/2015
14/03/2015
18/03/2015
19/03/2015
18/03/2015
18/03/2015
17/03/2015
18/03/2015
18/03/2015
18/03/2015
17/03/2015
17/03/2015
18/03/2015
17/03/2015
17/03/2015
18/03/2015
17/03/2015
GAC
BSV
CE
LEV
RIV
PY
LPD
LCT
KFT
BGC
BKS
ANC
SP
CHO
GLA
CV
ZN
HAN
BS
ORI
BLC
TRI
LU
TA
VEN
PIS
EB
VNV
KN
HO
SIB
EGN
SBG
GAZ
MAR
ARF
AT
ADX
PMR
K
NJ
CSC
BO
UN
LNE
PTB
RAK
CT
BR
PZ
BDG
PX
CP
AVI
VAL
ITR
OKR
GDY
TOP
BD
NV
IZA
MLT
OB
CV
MT
TST
PRU
TEA
BRZ
AG
COD
BPL
PTC
ZV
stazione
GACKO
BESANCON-La Veze
CHERNIGOV
CUNEO-LEVALDIGI
RIVOLTO
LE PUY-LOUDES
LAMPEDUSA
LE LUC-LE CANNET
KLAGENFURT
BERGERAC-ROUMANIERE
BEKES
ANCONA
UNID
CHOCIWEL
GLAND-GENEVA
CALVI-Ste Catherine
TOZEUR-NEFTA
HAHN
BALE-MULMOUSE
BERGAMO-ORIO AL SERIO
BLACE
TROGIR-SPLIT
LE LUC-LE CANNET
TIMISOARA-GIARMATA
VENEZIA
PISA-SAN GIUSTO
ST ETIENNE-BOUTHEON
VILLANUEVA
BEOGRAD-KRNJESEVCI
COLMAR-HOUSSEN
SIBIU-TUMISOR
ATHENE
SALZBURG
GAZOLDO-VILLAFRANCA
MARSEILLE-PROVENCE
TOPEL-ARIFIYE
ANNECY-MEYTHET
ANDRAITX-PALMA MALLOR
PAMIERS-LES PUJOLS
KOSICE-HANISKA
LECZYCA
CANNES-ILE SAINTE MARIE
BOGANJAC-ZADAR
UNID
MILANO LINATE
PUSZTASZABOLCS
RAKOVNIK
AJACCIO-CAMPO DELL' ORO
LYON-BRON
PORTOROZ-PORTOROSE
BYDGOSZCZ-SZWEDEROWO
PERIGUEUX-BASSILLAC
LISBONA-CAPARICA
AVIANO
VALJEVO
ISTRES-LE TUBE
BRATISLAVA-M.R.STEFAN
MARIEHAMM-GODBY
TORINO
BORDEAUX-MERIGNAC
NEVERS-FOURCHAMBAULT
IBIZA
MALTA
MARSEILLE-OBANE
DUBROVNIK-CAVTAT
ST NAZAIRE-MONTOIR
*new*
UNID
*new*
PERUGIA
TEANO
BREZA-RIJEKA
AGEN-LA GARENNE
CODOGNO
BA-PALESE
PORTO Colom-Palma
TUZLA
ITU
Km
coll
BIH
FRA
UKR
ITA
ITA
FRA
SCY
FRA
AUT
FRA
HNG
ITA
XXX
POL
SUI
COR
TUN
DEU
FRA
ITA
SRB
HRV
FRA
ROU
ITA
ITA
FRA
ESP
SRB
FRA
ROU
GRC
AUT
ITA
FRA
TUR
FRA
ESP
FRA
SVK
POL
FRA
HRV
XXX
ITA
HNG
CZE
COR
FRA
SVN
POL
FRA
POR
ITA
SRB
FRA
SVK
FIN
ITA
FRA
FRA
ESP
MLT
FRA
HRV
FRA
XXX
ITA
ITA
HRV
FRA
ITA
ITA
ESP
BIH
424
962
1734
685
571
975
622
715
635
1202
844
307
0
1398
895
499
958
1149
920
642
630
324
704
777
533
450
971
1063
643
977
955
851
793
567
814
1318
871
1029
1084
1013
0
671
369
0
644
775
1022
0
923
511
1382
1195
2028
579
586
831
844
2175
694
1210
1119
1123
567
765
367
1489
0
289
56
501
1179
621
191
960
526
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
UTC
0006
0009
0011
1853
1855
0003
2359
0004
2356
2358
2352
2353
2334
2337
2341
2346
1850
0048
2335
0046
0055
0052
2324
1845
0058
1847
0053
1838
0152
0140
1840
0147
0121
0122
1832
0128
1831
0124
0126
1829
0140
1826
0132
1823
1824
0113
0107
0203
0201
0101
0102
0157
0157
0158
2157
0133
0151
2015
2016
0130
2012
2153
2008
2149
2002
2004
2102
2059
2057
2055
2053
1908
1906
1854
1857
1852
kHz
404
404
404
405
405
406
406,5
407
408
408
410
410
412
412
412
412
413
413
413
413,5
414
415
415
416
416
417
417
418
418
419
420
420
421
421
422
422
423
423
423
424
424
425
425
426
426
427
428
429
430
430
430
432
432
433
435
435
436
438
438
438
440
444
445
445
450
452
468
474
480
485
488
490
495
517
517
521
data
ID
17/03/2015
17/03/2015
17/03/2015
17/03/2015
17/03/2015
17/03/2015
16/03/2015
17/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
15/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
15/03/2015
16/03/2015
15/03/2015
16/03/2015
15/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
15/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
15/03/2015
16/03/2015
15/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
15/03/2015
25/03/2015
15/03/2015
16/03/2015
15/03/2015
15/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
14/03/2015
14/03/2015
16/03/2015
16/03/2015
14/03/2015
14/03/2015
14/03/2015
12/03/2015
14/03/2015
14/03/2015
12/03/2015
12/03/2015
14/03/2015
12/03/2015
12/03/2015
12/03/2015
12/03/2015
12/03/2015
12/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
21/03/2015
LRD
AGO
MRV
VIE
JST
MJ
BOT
LUP
BRK
CHI
SI
ETN
HUM
SIG
PP
SE
BOA
KTI
ALM
DLS
GR
TOE
RTB
POZ
KUN
VIC
AX
DVN
ORA
EMT
GS
INN
INE
SAL
OSJ
UR
ZO
FOR
TS
PIS
RUS
DNC
EVR
GBG
SOR
RY
MUS
LOS
BUG
TA
SN
PK
IZD
CRE
GHT
BR
SME
B
KO
PE
PIA
NRD
TU
AAW
PDV
ANS
VTN
BIA
VIB
IA
ILM
WAK
PA
ARD
JBR
BSW
stazione
LERIDA
ANGOULEME
MERVILLE-CALONNE
VIESTE
JUSTIC (USTICA)
MARSEILLE-PROVENCE
BOTTROP
LAUPHEIM
BRUCK-WIEN-SCHWECAT
CHIOGGIA
SALZBOURG
ETAIN-ROUVRES
HUMAC
CATANIA-SIGONELLA
PECS
STRASBOURG/ENTZHEIM
BO-BORGO PANIGALE
KUHTAI-INNSBRUCK
AIX LES MILLES
BERLIN-LUBARS
DUBROVNIK-GRUDA
TOULUSE-BLAGNAC
NURNBERG-ROTHENBACH
POZAREVAK-BEOGRAD
KUNOVICE
VICENZA
AUXERRE-BRANCHES
SPLIT
ORADEA
EPINAL-MIRECOURT
PULA
INNSBRUCK
UNID
ZADAR-SALI
OSIJEK
HRADEC KRALOVE-JAROMER
NIS-ZITORAD
FORLI'
TOULOUSE
ZAGREB-PISOROVINA
REUS
MOSTAR
EVORA
*new*
GLEICHEMBER
SORRENTO
ROYAN-MEDIS
NICE- Cote d' Azur
LOSINJ (LUSSINO)
BUGAC
UNID
SAINT YAN
PRVEK
OHRID
CRES
GAT (GHAT)
UNID (BORAC HRV)
SARMELLEK BALATON
BRATISLAVA-BARKA
KOZALA
POPRAD
PIACENZA
UNID
TUZLA
LYBIAN-PLATFORM ?
PLOVDIV
ANSBACH
KRALJEVO
RZESZOW-JASIONIKA (ex RZ)
VITERBO
INDIJA
ILLESHEIM
VAKAREL
PANCEVO
ARAD
JASZBERENY
BUCURESTI-BANEASA
ITU
Km
coll
ESP
FRA
FRA
ITA
SRB
FRA
DEU
DEU
AUT
ITA
AUT
FRA
HRV
SCY
HNG
FRA
ITA
AUT
FRA
DEU
HRV
FRA
DEU
SRB
CZE
ITA
FRA
HRV
ROU
FRA
HRV
AUT
XXX
HRV
HRV
CZE
SRB
ITA
FRA
HRV
ESP
BIH
POR
AUT
ITA
FRA
FRA
HRV
HNG
XXX
FRA
CZE
MKD
HRV
LBY
XXX
HNG
SVK
HRV
SVK
ITA
XXX
BIH
LBY
BUL
DEU
SRB
POL
ITA
SRB
DEU
BUL
SRB
ROU
HNG
ROU
1151
1247
1411
177
658
806
1313
886
816
493
776
1147
324
394
651
1004
483
750
798
1303
372
1084
984
688
943
569
1162
316
907
1023
445
742
0
342
620
1039
655
422
1112
535
1111
377
1939
673
37
1339
698
402
768
0
1019
1017
540
444
1793
0
677
835
492
1022
576
0
518
0
883
979
612
1185
258
651
1001
793
673
799
852
1022
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Ggu
Un grazie al collaboratore di "NDB" di questo numero :
Giovanni Gullo - Pomigliano D'Arco (NA) - LAT : N 40°54'43" LONG : E14°23'56"
RICEVITORE: SPM19 - Wendel & Goltermann + SPECTROGRAM16
ANTENNE:
MiniWhip (H= 12 mt) - Tutto Autocostruito in grassetto gli NDB (new one)
Foto 1 : NDB “EVR” EVORA 485kHz – PORTOGALLO - Nominativo che si trova in basso al
centro!
Foto 2 : NDB “MT” ST NAZAIRE- MONTOIR 398kHz – FRANCIA - Nominativo che si trova in
alto a sx ed è alquanto…provinciale!
Foto 5 : NDB “GDY” MARIEHAMM-GODBY 392kHz – FINLANDIA - Un magnifico nominativo
Finlandese, si trova in alto a sx ed è…in ottima compagnia!
“CHISSA? CHI LO SA? “
a cura di Ezio Di Chiaro
Visionando vecchie riviste di CQ Elettronica ho rivisto la simpatica rubrica dell’Ing. Sergio Catto’ di
Gallarate denominata QUIZ credo che sicuramente qualcuno la ricorda. Pensavo di fare un qualcosa di
analogo con questa rubrica “CHISSA? CHI LO SA? “dedicando un angolino a qualche componente
strano o camuffato invitando i lettori a dare una risposta.
Foto da scoprire pubblicata su Radiorama n° 42
Si tratta di prese volanti per spina accendisigaro per auto o camper
Al quiz hanno risposto esattamente :
1. Claudio Re N.2 Prese accendisigari femmina 12 V
2. Andrea Furlanis Nella foto sono visibili due prese volanti per attacco tipo accendino da
autovettura.73 de IZ3MEG, Andrea
3. Rinaldo Gasparotto Si tratta di DUE prese femmina per connettore accendisigari, quindi due
prese volanti ove collegare dispositivi che usano la presa accendisigari della macchina. Eviterei di
usarle per prolungare l’accendino!!!! Però smanettoni et similia li usano in auto per collegare 3
caricabatterie e due mp3 .... che non si sa mai...Rinaldo Iz1yfe swl 181/to...
4. Orio Orlando sono 2 connettori volanti x attacco tipo accendisigari da auto. Ciao Orio
5. Riccardo Rosa Presa volante accendisigari da auto. Saluti Riccardo
6. Giorgio Barinetti trattasi di due prese volanti per “accendisigari” auto. Adatte per alimentare a
12 V a casa i navigatori, portatili, etc 73 IZ2JGB Giorgio
Vi presento la nuova foto da scoprire :
Partecipate al quiz CHISSA? CHI LO SA? Inviate le risposte a [email protected]_libero.it (remove _ )
ciao Ezio.
COLLEZIONE RADIORAMA 2004-2014
http://www.air-radio.it/index.php?destro=chiavetta.php&sinistro=chiavettasx.php
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
Abbreviazioni codici stazioni broadcasting
Abbreviazioni codici stazioni broadcasting
Abbreviazioni codici stazioni broadcasting
Accordatore d'antenna modello "Lucio" di Lucio Bellè
Agevolazioni per i soci 2014
Agevolazioni per i soci di Fiorenzo Repetto
AIR 1982-2012 Trenta anni vissuti bene di Piero Castagnone
AIR Contest 2012 "Attilio Leoni" - regolamento di Bruno Pecolatto
AIR Contest 2012 "Attilio Leoni" - classifica finale di Bruno Pecolatto
AIR Contest 2013 "Attilio Leoni" di Bruno Pecolatto
AIR Contest 2013 "Attilio Leoni", Classifica finale di Bruno Pecolatto
AIR Contest 2014 "Attilio Leoni" di Bruno Pecolatto
AIR Contest 2014 "Attilio Leoni" i VINCITORI di Bruno Pecolatto
AIR Contest 2015 "Attilio Leoni" di Bruno Pecolatto
Aircraft Monitoring - Stockolm Radio di Angelo Brunero
Aircraft Monitoring di Angelo Brunero
Aircraft Monitoring di Angelo Brunero
Aircraft Monitoring di Angelo Brunero
AIRE documentazione per i 90 Anni della Radio e 60 della Televisione 1°Parte
AIRE documentazione per i 90 Anni della Radio e 60 della Televisione 2°Parte
AIRE documentazione per i 90 Anni della Radio e 60 della Televisione 3°Parte
AIRE documentazione per i 90 Anni della Radio e 60 della Televisione 4°Parte (ultima)
Albenga (IT) Australia in WSPR con 450mW di Fiorenzo Repetto
Alimentatore per apparecchiature vintage , quasi un Variac di Ezio Di Chiaro
Amarcord 1 Certificati Club DX-QSL RBSWC di Fiorenzo Repetto
Amarcord 2 diplomi VHF-QSL-Sperimentare CQ di Fiorenzo Repetto
Amarcord 3 QSL R. Mosca - QSL Re Hussein -schemino TX AM di Fiorenzo Repetto
Amarcord 4 riviste old-antenna loop DLF di Fiorenzo Repetto
Amarcord 5 Certificati- Croce Rossa Ginevra - CHC USA di Fiorenzo Repetto
Amarcord 6 QSL R.AFN Germania - RAI di Fiorenzo Repetto
Amarcord 7 QSL vintage di Marcello Casali- QSL RAI di Fiorenzo Repetto
Amarcord 8 R. KBS Korea Redazione Italiana di Fiorenzo Repetto
Amarcord 9 Stazioni di tempo e frequenza campione OFF di Fiorenzo Repetto
Amarcord 10 QSL OM di Fiorenzo Repetto
Amarcord 11 QSL R. Afhanistan 1970,1985- Africa di Fiorenzo Repetto
Amarcord 12 R. La Voce della Russia chiude di Fiorenzo Repetto
Amarcord 13 Centro Studi Telecomunicazioni di I1ANY-I1FGL (TO) di Fiorenzo Repetto
Amarcord 14 Radio Giappone NHK Redaz. Italiana di Fiorenzo Repetto
Amarcord 15 "Ricevitore in scatola di montaggio " di Fiorenzo Repetto
Amarcord 16 antenna in ferrite Giuseppe Zella di Fiorenzo Repetto
Amarcord 17 La ditta E.R.E. Di Fiorenzo Repetto
Amarcord 18 QSL EIAR - pubblicità surplus anni 70' di Fiorenzo Repetto
Analizzatore di antenna (KIT) di VK5JST di Daniele Tincani IZ5WWB
Anna Tositti IZ3ZFF 1° YL diploma COTA di Fiorenzo Repetto
Antenna Costruirsi un 'antenna bibanda VHF-UHF di Riccardo Bersani
Antenna Beverage a cura di Ezio Mognaschi,trascritto da Giovanni Gullo
Antenna bilanciata per VLF a doppia polarizzazione di Pierluigi Poggi IW4BLG
Antenna da appartamento per SWL-BCL di Fiorenzo Repetto
Antenna da balcone multidipoli di Antonio Musumeci IK1HGI
Antenna Dipolo 6 bande per HF 1,8-28MHz di Achille De Santis
Antenna E.L.F. di Renato Feuli IK0OZK
Antenna EWE 150 kHz -10MHz di Fiorenzo Repetto
Antenna filare verticale di Giovanni Gullo
Antenna FM/VHF/UHF per chiavette USB DVB-T di Paolo Romani
Antenna in ferrite per onde lunghe e medie di Alessandro Galeazzi, trascritto da Giovanni Gullo
Antenna J-Pole 400-406 MHz per l'ascolto delle radiosonde di Daniele Murelli
Antenna loop - Esperienza di autocostruzione nell'angolo del dilettante di Rodolfo Zucchetti
Antenna loop magnetica da 3600 KHz a 27500 KHz a costo zero di IK1BES Guido Scaiola
PAG.
N°
7
9
97
49
11
16
14
13
21
21
36
5
52
8
23
14
32
41
33
30
43
17
35
77
44
25
58
61
44
28
54
69
57
25
25
22
54
69
81
36
38
16
14
40
22
54
85
29
53
47
53
38
34
59
21
31
20
16
10
22
34
39
30
16
8
2
7
13
19
27
31
38
7
1
5
6
30
31
32
33
37
42
16
17
18
19
20
21
23
24
25
26
27
28
29
31
32
37
38
39
21
38
33
19
42
27
39
40
41
31
5
41
15
14
19
11
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
Antenna loop attiva per onde lunghe VLF 20 kHz 400 kHz di I0ZAN Florenzio Zannoni
Antenna loop da 1,2 a 4 MHz Ciro Mazzoni I3VHF- di Fiorenzo Repetto
Antenna loop in ferrite per onde medie di Alessandro Capra
Antenna loop in ferrite per onde medie di Alessandro Capra
Antenna loop Indoor a larga banda di Daniele Tincani
Antenna loop Magnetica da 100W,prima parte di Antonio Flammia IU8CRI
Antenna loop su ferrite per VLF 145-600 kHz di Daniele Tincani IZ5WWB
Antenna LPDA 225-470MHz di IZ7BWZ
Antenna Maxiwhip 1°Parte di Claudio Re
Antenna- Moxon, una grande antenna di Alessandro Signorini
Antenna multibanda EFHWA di Achille De Santis
Antenna Odibiloop per SWL-BCL 1,8 a 30 MHz 1°Parte di I0ZAN Florenzio Zannoni
Antenna Odibiloop per SWL-BCL 1,8 a 30 MHz 2°Parte di I0ZAN Florenzio Zannoni
Antenna Odibiloop per SWL-BCL 1,8 a 30 MHz 3°Parte di I0ZAN Florenzio Zannoni
Antenna Rybacov (verticale) di Riccardo Bersani
Antenna sotto tetto multi dipoli di Antonio Musumeci IK1HGI
Antenna SWL Active 100 kHz-30 MHz di Giancarlo Moda I7SWX
Antenna T2 FD di Daniele Murelli
Antenna VLF Chirio Miniwihp 10kHz-10MHz di Fiorenzo Repetto
Antenna VLF-LW-MW moduli in ferrite di Fiorenzo Repetto
Antenna Windom per bande broadcast di Alessandro Capra
Antenna Yagi 18 elementi per Banda II di Alessandro Capra
Antenne attive di Claudio Re
Antenne loop commerciali per BCL-SWL di Fiorenzo Repetto
Antenne per ricezione "MAXHIWHIP" e "SUPERMAXWHIP" (Aggiornamento) di Fiorenzo Repetto
Antenne per ricezione "MAXHIWHIP" e "SUPERMAXWHIP" di Fiorenzo Repetto
Antenne per ricezione - Seconda Parte di Fiorenzo Repetto
Ascolti di Radiodiffusione (Broadcasting) Radiorama Report 2011-2102
Ascolti di Radiodiffusione (Broadcasting) Radiorama Report 2012-2103
Ascolti di Radiodiffusione (Broadcasting) Radiorama Report 2013-2104
Ascolto e decodifica delle radiosonde italiane di Achille De Santis
Assemblaggio connettore N200 di Fiorenzo Repetto
Assemblea Relazione del Presidente al 31/12/2011 Avv. Giancarlo Venturi
Assemblea Relazione del Tesoriere al 31/12/2011 di Fiorenzo Repetto
Assemblea Verbale al 31/12/2012
Assemblea Verbale Assemblea Ordinaria 2014 Torino
Assemblea Verbale del consiglio Direttivo,Torino 5 Maggio 2013
Assemblea Verbale di assemblea ordinaria ,Torino 4-6 maggio 2013
Assemblea Verbale di assemblea ordinaria e straordinaria ,Torino 5-6 maggio 2012
Assemblea l'importanza del tuo voto
Assemblea Relazione annuale del Presidente al 31/12/2013 Avv. Giancarlo Venturi
Assemblea Relazione annuale del Presidente al 31/12/2014 Avv. Giancarlo Venturi
Assemblea Relazione annuale del Tesoriere al 31/12/2014 Fiorenzo Repetto
Assemblea Relazione del Presidente al 31/12/2012 Avv. Giancarlo Venturi
Assemblea Relazione del Tesoriere al 31/12/2013 di Fiorenzo Repetto
Assemblea Relazione del Tesorire al 31/12/2012 di Fiorenzo Repetto
Assemblea Verbale di delibera del Consiglio Direttivo 2014 Torino
Associazione Amici di Italcable di Fiorenzo Repetto
Attestato online per tutti gli OM italiani a log di II0HQ
Balun 1:32 di Alessandro Capra
Balun 1:36 di Alessandro Capra
Balun 1:40 di Alessandro Capra
BBC World Service non invia QSL di Fiorenzo Repetto
BBLogger LOG HAM-SWL Free di Fiorenzo Repetto
Beacon 2 per ripetitori NBFM di Achille De Santis e Alessandra De Vitis
Beacon GHz di IQ2CF
Beacon IQ2MI a 476.180KHz , QSL di conferma, di Renato Feuli IK0OZK
Beacon multimodo QRP in Kit di Daniele Tincani IZ5WWB
PAG.
N°
26
44
41
30
32
57
35
26
12
25
28
39
30
48
45
33
83
48
62
38
47
14
65
36
26
34
23
9
29
81
32
37
4
6
16
21
18
16
5
3
16
5
6
13
17
15
23
27
15
15
28
23
45
27
91
64
57
57
28
12
27
29
34
39
28
40
1
20
13
30
40
41
30
40
42
25
37
40
4
25
37
23
32
24
25
10
22
34
13
12
6
6
18
32
20
20
8
6
30
42
42
18
30
18
32
11
35
13
14
35
19
36
42
39
40
27
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
Beacon RDF di Achille De Santis
Bibliomediateca RAI , Centro Documentazione "Dino Villani" Torino di Bruno Pecolatto
Blog, post ed etichette di filtro di Achille De Santis
Buzzer , introduzione di Fiorenzo Repetto
Calendari AIR 2015 di Fiorenzo Repetto
Catalogo componenti Marconi 1914 di Bruno Lusuriello
Cavi e cavoni di Fiorenzo Repetto
Certificati digitali Free di Fiorenzo Repetto
Certificato European Ros Club di Fiorenzo Repetto
Cesana 2011 - Il DX Camp - di Angelo Brunero & co
Che cosa è l'ora GMT/UTC di Bruno Pecolatto
Che cosa è l'ora GMT/UTC di Bruno Pecolatto
Chi ascoltò per primo l'S.O.S di Giuseppe Biagi dalla Tenda Rossa di Bruno Lusuriello
Chiavette USB SDR ,filtro passa alto per eliminare l'FM di Claudio Re
Chissa? Chi lo sa ? Di Ezio Di Chiaro
Chissà? Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Chissa?Chi lo sa? di Ezio Di Chiaro
Club DX di Radio Romania International ,regolamento
Collegamento PC-RX per ricevere segnali digitali di Fiorenzo Repetto
Collegamento PC-RX per ricevere segnali digitali (Agg.) di Fiorenzo Repetto
Collezione Radiorama 2004-2011- Pen Drive USB
Collezione Radiorama 2004-2011- Pen Drive USB carta di credito
Comandi dell'editor per scrivere sul blog di Fiorenzo Repetto
Combined Schedule B14 database di Fiorenzo Repetto
Come annullare un segnale in onda media di Claudio Re
Come pubblicare su Radiorama Web - Protocollo
Come registrare l'audio di 4 radio con un computer e Audacy di Roberto Gualerni
Come si diventa radioamatori di Fiorenzo Repetto
Come sostituire i connettori PL con BNC di Claudio Re
Commutatore 6 antenne - 6 ricevitori di Alessandro Capra
Commutatore d'antenna con relay bistabile di Achille De Santis
Commutatore n° 4 antenne da remoto di Antonio Flammia IU8CRI
Concorso 3° autocostruttori Florence Hamfest 2015
Concorso di Radio Romania Internazionale 2015 di Bruno Pecolatto
Connettore 83-58FCP-RFX Amphenol RF per RG58 di Fiorenzo Repetto
Connettori , tutti i tipi ,foto di Fiorenzo Repetto
Consigli per i principianti di Fiorenzo Repetto
Consigli per i principianti, "aggiornamento" di Fiorenzo Repetto
Contest "Free Radio Day 1 marzo 2015"
PAG.
N°
59
19
19
53
18
40
38
56
42
16
67
22
18
29
131
109
92
43
86
81
40
53
80
50
38
27
43
54
28
28
25
20
54
68
38
62
16
30
68
11
5
14
27
41
8
39
43
53
24
51
39
25
26
17
64
12
35
27
40
20
29
38
40
36
14
32
36
1
10
23
35
35
42
41
40
37
38
39
33
34
32
25
20
21
23
24
26
27
28
29
30
31
35
36
35
5
32
9
22
33
38
38
2
16
38
37
18
38
40
41
41
17
37
9
34
41
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
Contest 2° A.R.S. HF 16 novembre 2014
Contest Rally DX 2012 regolamento di Fiorenzo Repetto
Contest Rally DX 2012 risultati di Fiorenzo Repetto
Contest Rally DX 2013 regolamento di Fiorenzo Repetto
Contest Rally DX 2013 risultati di Fiorenzo Repetto
Convenzioni per i soci AIR di Fiorenzo Repetto
Convenzioni per i soci AIR di Fiorenzo Repetto
Convocazione Assemblea ordinaria dei soci XXX Meeting di Torino 2012
Convocazione Assemblea Ordinaria 2014
Convocazione Assemblea Ordinaria dei Soci XXXI Meeting di Torino 2013
Convocazione Assemblea soci XXXIII Meeting AIR 2-3 Maggio 2015 Avv. Giancarlo Venturi
Corso CW online di Achille De Santis
Corso CW online, organizzato da Achille De Santis di Fiorenzo Repetto
Corso CW online, organizzato da Achille De Santis di Fiorenzo Repetto
Corso CW, resoconto finale di Achille De Santis
Corso per radioamatori sui modi digitali (presentazione libro) di Fiorenzo Repetto
Costruiamo un trasformatore d'isolamento di Riccardo Bersani
Costruzione di una cassa HI-FI per radioascolto di Riccardo Bersani
Costruzione di una coppia di casse HI END di Riccardo Bersani
CQ Bande Basse Italia 11-12 Gennaio 2014
Dal coassiale alla fibra ottica,considerazioni d'impiego su antenne attive bilanciate di Pierluigi Poggi
Dal nostro gruppo AIR Radioascolto di Facebook di Fiorenzo Repetto
Dal nostro gruppo AIR Radioascolto di Facebook di Fiorenzo Repetto
Decodifica dell'Inmarsat std-C di Stefano Lande
Delibera Consiglio direttivo del 16/09/2012
Digitale terrestre e satelliti di Emanuele Pelicioli
Digitale terrestre. Arriva la Voce della Russia di Emanuele Pelicioli
Diploma 30 ° Francesco Cossiga I0FGC di Fiorenzo Repetto
Diploma "Loano Elettra" 2012 - 1° Class. SWL Daniele Murelli di Fiorenzo Repetto
Diploma "Loano Elettra" Sez. ARI di Loano di Fiorenzo Repetto
Diploma 9° COTA 2013 - Classifica Generale di Fiorenzo Repetto
Diploma ARI Trento 80 anni di radio
Diploma Cristoforo Colombo per OM/SWL di Fiorenzo Repetto
Diploma IR1ALP "Prime Alpiniade Estive 2014"
Diplomi GRSNM Gruppo Radioamatori Sardi nel mondo di Fiorenzo Repetto
Diplomi Modi Digitali PSKTRENTUNISTI di Fiorenzo Repetto
Diplomi rilasciati dall'AIR- (Aggiornamento) regolamenti, di Fiorenzo Repetto
Diplomi rilasciati dall'AIR- regolamenti, di Fiorenzo Repetto
Diplomi rilasciati dall'AIR- regolamenti, di Fiorenzo Repetto
Diplomi rilasciati dall'AIR. Aggiornamenti 2013 di Fiorenzo Repetto
Domanda di ammissione 2012
Domanda di ammissione 2012
Domanda di ammissione 2013
Domanda di ammissione 2014
Domanda di ammissione 2015
Domestic Broadcasting Survey 15 - DSWCI- di Bruno Pecolatto
DSC Decoder YADD "Yet Another" di Paolo Romani IZ1MLL
DSWCI Meeting 2013 di Bruno Pecolatto
Duemiladodici di Giancarlo Venturi
DX Contest 3°International DX Contest 2013
El Contacto de Radio Habana Cuba di Piero Castagnone
ELF Radiocomunicazioni in banda ELF di Ezio Mognaschi, redatto da Giovanni Gullo
Enigma e Radiogoniometria nelle comunicazioni radio in O.C. di Rodolfo Parisio IW2BSF
eQSL, uso del software per SWL di Riccardo Bersani
Eventi , calendario degli appuntamenti di Bruno Pecollatto
Eventi , calendario degli appuntamenti di Bruno Pecollatto
Eventi , calendario degli appuntamenti di Bruno Pecollatto
Eventi , calendario degli appuntamenti di Bruno Pecollatto
PAG.
N°
54
29
50
56
55
20
19
2
15
17
7
31
30
32
22
24
41
52
30
34
93
17
40
35
5
45
60
33
48
62
56
59
41
61
13
24
25
19
70
51
6
17
13
6
5
31
38
49
3
12
55
24
99
64
5
48
18
58
31
11
18
25
28
5
12
6
30
18
42
13
14
26
16
33
31
32
36
26
42
41
42
6
12
4
12
27
18
12
24
32
36
32
11
13
22
4
10
25
2
4
13
26
38
19
39
18
2
26
24
7
42
29
35
26
29
28
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
Eventi , calendario degli appuntamenti di Bruno Pecollatto
Eventi , calendario degli appuntamenti di Bruno Pecollatto
Eventi , calendario degli appuntamenti di Bruno Pecollatto
Eventi , calendario degli appuntamenti di Bruno Pecollatto
Eventi , calendario degli appuntamenti di Bruno Pecollatto
Eventi , calendario degli appuntamenti di Bruno Pecollatto
Eventi , calendario degli appuntamenti di Bruno Pecollatto
Eventi , calendario degli appuntamenti di Bruno Pecollatto
Eventi, calendario degli appuntamenti di Bruno Pecolatto
FAX - RTTY- Stazioni meteo Europa di Fiorenzo Repetto
FAX Stazioni meteo 2012 di Fiorenzo Repetto
Fiera - Una passeggiata alla Fiera di Montechiari (BS) di Ezio Di Chiaro
Fiera di Montechiari (BS) di Ezio Di Chiaro
Fiera di Montechiari 2014 (BS) di Ezio Di Chiaro
Fiera di Montichiari,padiglione Portobello 2014 di Ezio Di Chiaro
Film,Carrellata di film in compagnia con la radio ,prima parte di Fiorenzo Repetto
Film,Carrellata di film in compagnia con la radio ,seconda parte di Fiorenzo Repetto
Film,Carrellata di film in compagnia della radio, terza e ultima parte di Fiorenzo Repetto
Fiorenzo Repetto intervistato dalla rivista Momenti di Gusto di Giò Barbera
FM - FM+ alla prova di Giampiero Bernardini
FM- Elba FM list 5-9 giugno 2012 di Alessandro Capra
Forum Italradio (X) di Luigi Cobisi e Paolo Morandotti
Geloso E' arrivato Babbo Natale carico di meraviglie Geloso di Ezio Di Chiaro
Geloso Ricevitore Geloso G4/215 di Ezio Di Chiaro
Geloso Ricevitore Geloso G4/216,un po’ di storia di Ezio Di Chiaro a cura di Fiorenzo Repetto
Geloso Ricevitore Geloso G4/220,un po’ di storia di Ezio Di Chiaro a cura di Fiorenzo Repetto
Geloso Ricevitori TRANSISTORIZZATI "Ultimi Geloso di classe" di Ezio Di Chiaro
Geloso Uno strano microfono Geloso rarissimo di Ezio Di Chiaro
Geloso Amplivoce Geloso, il successo di un prodotto nato da un idea geniale di Ezio Di Chiaro
Geloso Giovanni - Mostra storica a Piana delle Orme di Fiorenzo Repetto
Geloso Giovanni (John), Mostra storico-tecnica- Museo Piane delle Orme di Franco Nervegna
Geloso Il centralone Geloso G1532-C, Il restauro è vita di Ezio Di Chiaro
Geloso Megafono Geloso, il successo di un prodotto nato da un idea geniale- di Ezio Di Chiaro
Geloso Ricevitore G209 modifica per rilevatore a prodotto di Giuseppe Balletta I8SKG
Geloso Ricevitore G209R modifiche/storia di Ezio Di Chiaro
Geloso, convertitori VHF,UHF di Ezio Di Chiaro
Geloso, Natale 1962 a Milano in Piazza del Duomo di Ezio Di Chiaro
Giovanna Germanetto di Radio La Voce della Russia di Fiorenzo Repetto
Gruppo AIR RADIOASCOLTO di Facebook radio goniometro , Wireless Set No 58 Mk 1 di F.R.
Gruppo AIR RADIOASCOLTO di Facebook ,apparati vintage, RTTY di Fiorenzo Repetto
Gruppo AIR RADIOASCOLTO su Facebook supera i 3800 iscritti di Fiorenzo Repetto
Gruppo AIR RADIOASCOLTO su Facebook supera i 5000 iscritti di Fiorenzo Repetto
Guglielmo Marconi Esploratore dell'etere, presentazione libro ,(dowload gratis)
Guida al Radioascolto a cura dell'AIR
Hallicrafters CR3000 raro sintoamplificatore stereo LW-BC-SW-FM di Ezio Di Chiaro
hcdx- hard core DX Digest, come iscriversi
HF Data Link di Angelo Brunero
HF Data Link di Angelo Brunero
HF Marine Services Radio Australia
I quarzi "oscillazioni armoniche" di Bruno Lusuriello
IBF (On AIR) di Giampiero Bernardini
Il mondo della radio, l'esperienza di un "non addetto ai lavori" di Francesco Bubbico
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
PAG.
N°
67
51
5
18
33
14
15
14
38
22
38
50
51
55
23
29
43
46
19
36
51
13
37
62
16
13
42
35
19
40
57
38
19
64
68
45
45
51
18
20
30
25
16
22
21
17
26
15
52
37
20
42
7
5
12
5
7
5
31
32
34
37
38
39
40
41
42
3
8
24
18
30
36
17
18
19
7
2
9
3
27
38
14
15
25
35
21
27
29
19
21
40
41
28
39
19
39
40
24
32
33
39
29
35
2
3
19
36
6
19
27
1
2
3
4
5
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il mondo in cuffia di Bruno Pecolatto
Il museo del telefono di San Marcello (AN) di Achille De Santis e Alessandra De Vitis
Il radioascolto in TV di Giò Barbera
In giro per musei di Bruno Pecolatto
Indice Radiorama dal n°1 al n°42 di Fiorenzo Repetto
Indirizzi, di Bruno Pecolatto
Indirizzi, di Bruno Pecolatto
Indirizzi,stazioni BC di Bruno Pecolatto
IQ7ET/P attività portatile 630 m (472-479kHz) di Luigi D'Arcangelo IZ7PDX
IRC - International Reply Coupon Buono di risposta internazionale
IRC International Reply Coupon di Bruno Pecolatto
IRC International Reply Coupon di Fiorenzo Repetto
ISS - Ascoltiamo la navicella spaziale ISS di Fiorenzo Repetto
ISS Esperienze dall'etere di Marco Paglionico IN3UFW
Istruzioni schede votazioni 2014
Istruzioni schede votazioni 2015
JT65 (SW) ascoltiamo i radioamatori di Paolo Citeriori
La prima stazione radio broadcasting privata italiana di Giancarlo Moda,redatto da Bruno Pecolatto
La prospezione elettromagnetica del terreno di Ezio Mognaschi,redatto da Giovanni Gullo
La Radio della Tenda Rossa di Biagi, di Bruno Lusuriello IK1VHX
La Radio il Suono, edizione di Primavera 2015 di Achille De Santis e Alessandra De Vitis
La radio in guerra Piana delle Orme di Achille De Santis e Alessandra De Vitis
La radio nel 2013 di Emanuele Pelicioli
La radio per la solidarietà ed in situazioni di emergenza di Carlo Luigi Ciapetti
La radiotelegrafia a 360° - 1° parte di Francesco Berio
PAG.
N°
14
6
15
5
5
6
6
5
5
5
5
5
5
5
6
5
5
5
8
5
5
20
14
5
5
6
7
6
5
11
7
5
5
22
72
20
29
133
58
13
102
25
68
23
37
84
31
18
8
49
22
32
20
45
38
19
16
30
6
7
8
9
11
12
13
14
15
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
29
28
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
32
9
41
42
10
22
34
29
10
22
8
41
24
30
42
30
17
17
34
42
41
16
9
6
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
La radiotelegrafia a 360° - 2° parte di Francesco Berio
La RAI racconta l'Italia, una mostra da non perdere di Ezio Di Chiaro
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La Rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La rassegna Stampa di Giampiero Bernardini
La registrazione magnetica in Italia di Ezio Di Chiaro
La Voce della Russia chiude la redazione italiana di Fiorenzo Repetto
L'angolo del buonumore di Ezio Di Chiaro
L'Angolo del buonumore di Ezio Di Chiaro
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
PAG.
N°
44
62
7
6
10
7
9
7
16
9
18
7
8
8
10
8
8
9
8
9
7
8
8
9
7
16
14
8
12
24
19
9
7
11
11
11
8
16
10
8
8
26
27
29
47
48
62
23
42
44
56
50
42
39
45
37
42
35
8
32
11
1
2
3
4
5
6
7
8
9
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
23
24
25
26
27
29
28
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
16
25
41
42
18
5
6
7
8
4
9
11
12
13
14
15
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'Angolo delle QSL di Fiorenzo Repetto
L'ascolto sotto i 500kHz di Ezio Mognaschi, redatto da Giovanni Gullo
Le guide del radioascolto di Bruno Pecolatto
Le guide ed i siti di Bruno Pecolatto
Le guide ed i siti di Bruno Pecolatto
Le mie esperienze di ascolto con il Sangean ATS909 di Paolo Citeriori
Le prime esperienze di Paolo con la radio di Ezio Di Chiaro
Le radiobussole di Riccardo Rosa
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
PAG.
N°
46
41
64
46
30
67
61
61
49
66
70
59
60
71
83
42
55
40
66
84
87
75
95
119
22
24
69
24
35
58
19
2
2
2
2
2
2
2
2
10
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
16
17
19
20
21
23
24
25
26
27
29
28
30
31
32
33
34
35
36
37
38
40
41
42
8
26
10
22
18
19
3
38
28
20
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
13
14
21
23
24
26
27
29
30
31
32
33
34
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pecolatto
L'Editoriale di Bruno Pelocatto
L'Editoriale di Giancarlo Venturi
L'Editoriale di Giancarlo Venturi
L'Editoriale di Giancarlo Venturi
Leggi italiane per SWL-BCL
L'equipaggiamento radio del dirigibile ITALIA, di Paolo Donà, trascritto da Giovanni Gullo
Lettera di un neosocio
Licenza USA prova di esame OM
Lista paesi
Lista paesi
Lista paesi
Log utility di Antonio Anselmi
Log Utility di Antonio Anselmi
Loop di massa, e linee bilanciate ,l'importanza di interrromperli di Claudio Re
LRA36 ,ho ascoltato la stazione dall'Antartide Argentina di Marco Paglionico
LRA36 Radio Nacional Arcàngel San Gabriel , gara di ascolto di Fiorenzo Repetto
LRA36 Radio Nacional Arcàngel San Gabriel di Fiorenzo Repetto
Manuale delle valvole Giuseppe Balletta di Fiorenzo Repetto
Marzaglia - Benvenuti a Marzaglia 14 settembre 2013 di Ezio Di Chiaro
Marzaglia 2014, passegiando tra le bancarelle di Ezio Di Chiaro
Marzaglia con il BA NET . Mercatino di Marzaglia Sabato 8 Settembre 2012
Marzaglia è sempre Marzaglia 11 Maggio 2013 di Ezio Di Chiaro
Mercatino " Fora la Fuffa" ARI Milano 2013 di Ezio di Chiaro
Mercatino " Fora la Fuffa" ARI Milano 2014 di Ezio di Chiaro
Mi hanno assicurato che la radio è "perfetta…...racconto di IW3GMI Flavio
Miniloop per ricevitore portatile di Gianni Perosillo
Misuratori di campo Vintage di Ezio Di Chiaro
Mostra Hi Fidelity a Milano di Ezio Di Chiaro
Mostra scambio Moncalvo 2014 di Bruno Lusuriello
Mostra scambio Genova Voltri (locandina) 2014
Mscan Meteo Pro, decoder di Paolo Romani
Musei e collezioni dedicati alla Radio in Italia di Fiorenzo Repetto
NDB - Le mie esperienze di Giovanni Gullo
NDB log di Giovanni Gullo
NDB Ascoltiamo le stazioni NDB di Fiorenzo Repetto
NDB log di Giovanni Gullo
NDB log di Giovanni Gullo
NDB log di Giovanni Gullo
NDB log di Giovanni Gullo
NDB log di Giovanni Gullo
NDB log di Giovanni Gullo
NDB log di Giovanni Gullo
NDB log di Giovanni Gullo
NDB, Le mie esperienze, che fine anno fatto gli NDB di Giovanni Gullo
NDB,Radiofari NDB
NDB-Log
NDB-Log
NDB-Log
PAG.
N°
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
28
35
17
59
5
11
99
92
110
63
35
31
78
64
46
74
64
39
45
34
49
42
44
20
18
26
54
27
52
82
33
104
93
47
87
78
74
87
127
35
80
47
58
29
35
36
37
39
40
41
42
15
18
25
17
12
16
19
36
14
12
30
10
22
34
41
42
37
23
38
32
41
24
32
12
20
26
38
32
12
23
37
36
36
38
37
4
38
12
41
29
27
28
30
39
40
42
26
19
15
4
3
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
NDB-Log
NDB-Log
NDB-Log
Noise canceller -riduttore di rumore di Fiorenzo Repetto
Norme sulla installazione di antenne
Notizie dal gruppo AIR di Torino di Angelo Brunero
Notizie dalle regioni a cura del gruppo AIR Torino
Novità in libreria di Bruno Pecolatto
Novità editoriali 2014 di Bruno Pecolatto
Novità editoriali 2014 di Bruno Pecolatto
Novità editoriali 2014 di Bruno Pecolatto
Number Station di Fiorenzo Repetto
Pallone stratosferico "Minerva" (Progetto) di Achille De Santis IW0BWZ
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Posta dei lettori,corrispondenza tra i soci dalla Mailing List di Fiorenzo Repetto
Preamplificatore linea + finale da circa 50W valvolari di Ezio Di Chiaro
Preamplificatore per antenna ad alta induttanza (ELF) di Renato Feuli
Premiazioni contest di Cristoforo Sergio
Premio "Primo Boselli 2012" segreteria AIR
Premio "Primo Boselli 2013" segreteria AIR
Premio "Primo Boselli 2013" vincitore Martin Pernter IW3AUT segreteria AIR
Premio "Primo Boselli 2013" vincitore Martin Pernter IW3AUT segreteria AIR
Premio "Primo Boselli 2014" vincitore Renato Romero
PAG.
N°
36
52
67
50
27
22
15
17
23
20
7
33
39
26
25
11
45
52
63
36
30
54
44
39
40
49
35
53
69
52
37
58
58
68
59
73
79
69
65
77
90
48
64
45
72
89
94
83
94
117
26
66
21
14
21
22
17
5
5
6
7
40
35
5
2
39
27
28
29
14
39
3
4
5
6
7
8
9
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
23
24
25
26
27
29
28
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
42
18
42
39
4
12
18
19
30
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
Premio "Primo Boselli 2014" segreteria AIR
Premio "Primo Boselli 2015" segreteria AIR
Premio" Primo Boselli 2015" vincitore Morandotti Paolo
Presentazione di un PPS sui fratelli Cordiglia di Salvatore Cariello I0SJC
Primi passi nel mondo del radioascolto di Lorenzo Travaglio, trascritto da Giovanni Gullo
Principiando - Indicazioni e suggerimenti per chi inizia ad ascoltare di Angelo Brunero
Progetto Radiofonico Mediterradio di Fiorenzo Repetto
Propagazione, corso di propagazione delle onde corte ,1° Parte redatto da Giovanni Gullo
Propagazione, corso di propagazione delle onde corte ,2° Parte redatto da Giovanni Gullo
QRM domestico,quali sono le fonti di Emanuele Pelicioli
QSL con Papa Francesco di Fiorenzo Repetto
QSL di Radio Gander Volmet di Renato Feuli IK0OZK
QSL di Radio HGA22 135,6kHz di Renato Feuli
QSL di Radio Magic EYE Mosca,Russia
QSL di Radio RAE Radiodifusion Argentina Al Exterior di Fiorenzo Repetto
QSL di RFA Radio Free Asia
QSL di RFA Radio Free Asia ,Olimpiadi di Sochi di Fiorenzo Repetto
QSL modulo
QSL progetto Minerva ,Oratica DI Mare di Renato Feuli IK0OZK
QSL,Nuova QSL di Radio Free Asia (RFA) di Fiorenzo Repetto
QSL-La conferma del mio ascolto dell'S.O.S. trasmesso dall'Ondina 33 di Fiorenzo Repetto
Quando le radio per FM la RAI le regalava, di Ezio Di Chiaro
Racconto "Una flebile luce rossastra" di Marco Cuppoletti
Radio a Transistor speciale National Panasonic,"Radar Matic" di Ezio Di Chiaro
Radio Antena Brasov di Giovanni Sergi
Radio Cina Internazionale e le QSL di conferma di Fiorenzo Repetto
Radio Habana Cuba ,scheda 2013
Radio Kit Conrad da 24 euri di Bruno Lusuriello
Radio NEXUS-Int'l Broadcasting Association - Milano di Fiorenzo Repetto
Radio Portatili per l'ascoltatore BCL-SWL di Fiorenzo Repetto
Radio RAI, ricordando i 90 anni di Fiorenzo Repetto
Radio Svizzera Internazionale "In viaggio tra i ricordi" di Emanuele Pelicioli
Radio Yole di Giò Barbera
Radioamatori celebri di Fiorenzo Repetto
Radioascoltarore di questo mese è : Daniele Murelli di Fiorenzo Repetto
Radioascoltatore "La stazione di ascolto di Bruno Casula" di Fiorenzo Repetto
Radioascoltatore di questo numero è : Davide Borroni di Fiorenzo Repetto
Radioascoltatore di questo numero è : Franco Baroni di Fiorenzo Repetto
Radioascoltatrice di questo numero è: Anna Tositti
di Fiorenzo Repetto
Radiodiffusione in modulazione di ampiezza di Ezio Mognaschi,trascritto da Giovanni Gullo
Radiogram "Come mai VOA La Voce dell'America ha trasmesso il logo AIR?" di Fiorenzo Repetto
Radiogram (TEST) a cura di VOA "La Voce dell'America" 1° parte di Fiorenzo Repetto
Radiogram (TEST) a cura di VOA "La Voce dell'America" 2° parte di Fiorenzo Repetto
Radiogram (TEST) a cura di VOA "La Voce dell'America" 3° parte di Fiorenzo Repetto
Radiogram (TEST) a cura di VOA "La Voce dell'America" 4° parte di Fiorenzo Repetto
Radiogram (TEST) a cura di VOA "La Voce dell'America" 5° parte di Fiorenzo Repetto
Radiogram (TEST) a cura di VOA "La Voce dell'America" 6° parte di Fiorenzo Repetto
Radiogram (TEST) a cura di VOA "La Voce dell'America" 7° parte di Fiorenzo Repetto
Radiogram (TEST) a cura di VOA "La Voce dell'America" 8° parte di Fiorenzo Repetto
Radiogram VOA trasmette il logo AIR-Radiogram 10-11 agosto 2013 di Fiorenzo Repetto
Radiogram VOA via etere in FM con Radio Centro di Aldo Laddomada
Radioline Home Made autocostruite di Ezio Di Chiaro
Radiorama Report 2013-2014 di Bruno Pecolatto
Radiosonde di Achille IW0BWZ / IZ0MVN
Radiosonde di Daniele Murelli
Radiosonde -Introduzione all'ascolto delle radiosonde di Achille De Santis
RDS Radio Data System di Paolo Romani
Reception Report
PAG.
N°
5
5
20
22
37
21
31
18
22
43
25
74
79
66
47
52
68
28
72
54
64
23
29
58
13
65
33
60
18
42
38
42
29
33
43
34
11
36
15
33
20
23
17
21
36
41
51
37
51
16
61
48
81
17
28
38
45
101
26
36
42
4
18
1
15
11
12
28
21
40
39
31
11
12
29
22
40
34
36
20
36
37
7
36
15
37
13
24
37
4
5
41
20
2
11
13
17
13
24
19
23
24
25
26
27
28
29
24
27
37
34
1
19
12
38
34
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
Ricevitore - allineamento di Fiorenzo Repetto
Ricevitore - Icom R7000 up grade di Alessandro Capra
Ricevitore - Un interessante radio Barlow Wadley XCR30 -rottame, di Ezio Di Chiaro
Ricevitore a reazione ,Le Radio di Sophie di Fiorenzo Repetto
Ricevitore aereonautico italiano AR18 Safar di Ezio Di Chiaro
Ricevitore Braun T1000 di Ezio Di Chiaro
Ricevitore Drake R7 installazione filtri opzionali di Alessandro Capra
Ricevitore E.L.F. 1-20kHz di Renato Feuli IK0OZK
Ricevitore Eton E1-Test (FM) modifica filtri di Alessandro Capra
Ricevitore Geloso G209R modifiche/storia di Ezio Di Chiaro
Ricevitore Geloso G4/215 di Ezio Di Chiaro
Ricevitore Geloso G4/216,un po’ di storia di Ezio Di Chiaro a cura di Fiorenzo Repetto
Ricevitore Geloso G4/220,un po’ di storia di Ezio Di Chiaro a cura di Fiorenzo Repetto
Ricevitore Grunding Satellit 2000-2100 di Ezio Di Chiaro
Ricevitore HF Yaesu FRG7700 di Roberto Gualerni
Ricevitore- Il mio primo ricevitore a reazione ,1300-3700 kHz di Daniele Tincani
Ricevitore Kenwood R2000, un discreto ricevitore anni 80 per BCL-SWL di Ezio Di Chiaro
Ricevitore Lafayette HA600 di Ezio Di Chiaro
Ricevitore multigamma Radioalva Superprestige Thompson Ducrete di Ezio Di Chiaro
Ricevitore per le VLF progetto Proff. Ezio Mognaschi IW2GOO di Fiorenzo Repetto
Ricevitore russo Argon VLF-OM di Gianni Perosillo
Ricevitore SDR Elad FDM-S1 di Antonio Anselmi
Ricevitore Tecsun PL660 modifica Dynamic Squelch di Giuseppe Sinner IT9YBG
Ricevitore Tecsun PL660 modifica Out IF455kHz for DRM and SDR di Giuseppe Sinner IT9YBG
Ricevitore Ten-Tec 1254 100kHz-30MHz di Marco Peretti IW1DVX
Ricevitore Tornister Empfanger b (Torri Eb- Berta) di Lucio Bellè
Ricevitore Zenith TransOceanic 1000-D di Lucio Bellè
Ricevitori - Modifiche Icom R 7100 di Alessandro Capra
Ricevitori TRANSISTORIZZATI "Ultimi Geloso di classe" di Ezio Di Chiaro
Ricevitori in Kit Conrad, autocostruzione di Fiorenzo Repetto
Ricevitori per BCL-SWL di Fiorenzo Repetto
Ricevitori per novelli SWL-BCL tanto per cominciare di Ezio Di Chiaro
Ricevitori Transoceaniche razza in estinzione….era il 1986 di Fiorenzo Repetto
Ricevitori, Caratteristiche dei moderni ricevitori in onda corta - redatto da Giovanni Gullo
Ricevuto il Beacon a pendolo OK0EPB di Giovanni Gullo
Riconoscere - Ricercare il suono dei segnali digitali di Fiorenzo Repetto
Riconoscere i suoni digitali di Fiorenzo Repetto
Rievocazione Storica ascolto S.O.S. trasmesso dalla Tenda Rossa di Fiorenzo Repetto
Ripetitore TV Digitale DVB-S 1200 MHz-10GHz di Fabrizio Bianchi IW5BDJ prima parte
Ripetitore TV Digitale DVB-S 1200 MHz-10GHz di Fabrizio Bianchi IW5BDJ seconda parte
Ronzii in bassa frequenza , come eliminarli di Achille De Santis
Satelliti in banda 136-138MHz di Claudio Re
Scala Parlante ,Abbreviazioni di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
PAG.
N°
20
34
29
34
30
36
70
58
16
68
62
16
13
22
27
31
52
34
52
43
37
39
36
38
36
49
65
29
42
63
47
18
66
22
35
35
39
28
77
54
38
49
151
82
49
22
44
35
60
40
56
71
80
55
66
52
51
54
1
7
34
39
20
16
42
38
3
41
38
14
15
21
15
35
23
36
40
29
14
31
29
29
39
42
41
18
25
39
23
17
38
6
27
25
6
34
41
42
36
38
42
19
11
1
2
3
4
5
6
7
8
9
12
13
14
16
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante - Ascolti di Radiodifussione di Bruno Pecolatto
Scala Parlante ,abbreviazioni in uso di Bruno Pecolatto
Scala Parlante ,abbreviazioni in uso di Bruno Pecolatto
Scala Parlante ,abbreviazioni in uso di Bruno Pecolatto
Scala Parlante di Bruno Pecolatto
Scala Parlante di Bruno Pecolatto
Scala Parlante di Bruno Pecolatto
Scala Parlante di Bruno Pecolatto
Scarica gratuitamente il libro di Franco Moretti I4FP
Scheda di voto postale
Scheda di voto postale
Scheda voto, istruzioni per l'uso
Scheda voto, istruzioni per l'uso
Segnali- Ricercare il suono dei segnali digitali di Fiorenzo Repetto
Segnali-Riconoscere i suoni digitali di Fiorenzo Repetto
Segreterie telefoniche vintage di Ezio Di Chiaro
Selettore per due RTX e due antenne di Achille De Santis
Semplice preselettore per LF ed MF di Daniele Tincani
Silent Key, Flippo Baragona
Software per la ricezione digitale di Fiorenzo Repetto
Software per la ricezione digitale di Fiorenzo Repetto
Speciale - Progetto Sanguine-Seafairer di Ezio Mognaschi,trascritto da Giovanni Gullo
Spedizione 5I0DX Zanzibar 2014 di Elvira Simoncini
Splitter per HF di Angelo Brunero
Splitter VLF-LF-HF autocostruzione di Claudio Bianco IK1XPK
Splitter, accessori per il radioascolto di Fiorenzo Repetto
SSTV digitale -Easypal per ricevere la SSTV in modalità digitale di Fiorenzo Repetto
SSTV RX- di Fiorenzo Repetto
SSTV,Come ricevere il Digital SSTV di Fiorenzo Repetto
Statuto AIR 2012
Stazione d'ascolto LF- VLF di Roberto Arienti, redatto da Giovanni Gullo
Stazione meteo DWD Amburgo di Fiorenzo Repetto
Stazioni Anglo Americane a Trieste di Gigi Popovic
Stazioni clandestine di Fiorenzo Repetto
Stazioni di tempo e frequenza
Stazioni di tempo e frequenze
Stazioni di Tempo e Frequenze Campione di Fiorenzo Repetto
Stazioni di Tempo e Frequenze Campione di Fiorenzo Repetto
PAG.
N°
49
47
68
62
48
82
78
82
71
84
98
92
82
89
103
62
78
60
87
104
111
39
51
46
98
111
125
148
28
9
19
18
8
35
39
31
45
44
5
23
20
41
65
53
52
21
18
34
29
10
27
35
85
23
67
22
28
44
15
17
18
20
21
23
24
25
26
27
29
28
30
31
32
33
34
35
36
37
38
5
6
17
39
40
41
42
41
6
18
18
6
25
6
23
31
37
13
4
20
16
32
8
30
9
21
20
26
8
7
20
38
16
10
22
2
29
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
Stazioni in lingua italiana di Paolo Morandotti
Stazioni in lingua italiana, agg. del 14/07/2012 di Paolo Morandotti
Stazioni meteo FAX 2012 di Fiorenzo Repetto
Stazioni meteo- FAX -RTTY- Europa di Fiorenzo Repetto
Storia ed evoluzione del Blog AIR RADIORAMA di Claudio Re
Suoni per riconoscere i segnali digitali di Fiorenzo Repetto
SWL che passione di Ezio Di Chiaro
SWL, Certificato di SWL -SWARL di Fiorenzo Repetto
Targa "Filippo Baragona 2013"
Targa "Filippo Baragona 2013" di Fiorenzo Repetto
Targa Filippo Baragona 2013 - I vincitori
Targa Filippo Baragona 2014 ,i vincitori
Targa Filippo Baragona 2014 regolamento
Targa Filippo Baragona 2015
Tecnica, sintonizzatori a moltiplicatori di Q 1° parte di Giuseppe Zella, redatto da Giovanni Gullo
Tecnica, sintonizzatori a moltiplicatori di Q 2° parte di Giuseppe Zella, redatto da Giovanni Gullo
Trappole per dipoli di Achille De Santis
Trasmettitore Prototipo per la banda dei 630 metri 472,50KHz TEST di Antonio Musumeci IK1HGI
Trasmissioni internazionali in lingua italiana di Marcello Casali
Trasmissioni internazionali in lingua italiana di Marcello Casali
Trasmissioni internazionali in lingua italiana di Marcello Casali
Trasmissioni internazionali in lingua italiana di Marcello Casali
Trasmissioni internazionali in lingua italiana di Marcello Casali
Trasmissioni internazionali in lingua italiana di Marcello Casali
TV e la radio via satellite 1°Parte di Emanuele Pelicioli
TV e la radio via satellite 2°Parte di Emanuele Pelicioli
Un falso storico di Angelo Brunero
Utility - Log
Utility - Log
Utility - LOG di Antonio Anselmi
Utility DX Ing Trasmissione dati,HF Volmet,logs di Antonio Anselmi
Utility DXIng -DGPS - SKYKING messaggi HF di Antonio Anselmi
Utility Dxing TRASMISSIONE DATI “DEMISTIFICATA” di Antonio Anselmi
Utility DXIng (0) di Antonio Anselmi
Utility DXIng (01) di Antonio Anselmi
Utility DXIng (02) di Antonio Anselmi
Utility Dxing (03) HF ACARS- CIS CROWD-36 di Antonio Anselmi
Utility DXIng (04) ,segnali da est,HFDL di Antonio Anselmi
Utility Dxing (05) segnali da Est - Radiosonde di Antonio Anselmi
Utility Dxing ,JT65 di Antonio Anselmi
Utility Log di Antonio Anselmi
Variometro 472 KHz di Antonio Musumeci IK1HGI
Vi presento un OM Giovanni Iacono IZ8XJJ
Vintage, il mio ultimo acquisto di Ezio Di Chiaro
Virtual Audio Cable -VAC- di Antonio Anselmi
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
PAG.
N°
59
48
38
22
17
24
20
30
27
15
19
28
10
24
49
24
55
74
33
64
9
48
28
63
8
16
27
38
34
78
66
60
87
56
32
26
43
43
73
112
40
68
61
17
35
3
4
3
3
3
12
4
3
3
3
3
3
3
4
11
8
3
16
40
17
15
14
16
19
31
30
41
8
9
37
42
19
7
3
14
38
31
1
2
5
2
3
38
39
38
41
31
32
33
34
36
37
42
37
42
31
21
33
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
INDICE RADIORAMA DAL N° 1 AL N° 42 di Fiorenzo Repetto
PAG.
N°
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
Vita Associativa,segreteria AIR di Bruno Pecolatto
VOA Radiogram,AIR e la Radio in bottiglia di Fiorenzo Repetto
Wide FM,RDS e..(digiRadio) di Roberto Borri - Alberto Perotti
World Radio Day 13 febbraio 2014 di Fiorenzo Repetto
World Radio Day 13 febbraio 2015 di Fiorenzo Repetto
XXX AIR Meeting 2012 Torino 5-6 maggio -Segreteria A.I.R.
XXX AIR Meeting 2012 Torino 5-6 maggio -Segreteria A.I.R.
XXX AIR Meeting 2012 Torino 5-6 maggio -Segreteria A.I.R.
XXX AIR Meeting 2012 Torino 5-6 maggio -Segreteria A.I.R.
XXX AIR Meeting 2012 Torino 5-6 maggio -Segreteria A.I.R.
XXX AIR Meeting 2012 Torino 5-6 maggio -Segreteria A.I.R.
XXXI AIR Meeting 2013 Torino 4-5 Maggio di Fiorenzo Repetto
XXXII Meeting AIR EXPO 10-11 Maggio 2014 Torino
XXXII Meeting AIR EXPO 10-11 Maggio 2014 Torino
XXXII Meeting AIR EXPO 10-11 Maggio 2014 Torino,resoconto di Achille De Santis e Alessandra De V
XXXIII Meeting AIR EXPO 2-3 Maggio 2015 di Claudio Re
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
41
10
56
17
13
11
3
5
20
14
12
12
5
16
10
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
29
28
30
31
34
35
36
37
38
40
41
42
34
1
28
40
17
6
7
4
18
19
20
30
31
32
42
ASCOLTI ONDE LUNGHE - ONDE MEDIE - BANDE TROPICALI - ONDE CORTE
ora UTC
kHz
174017501755180518142055043004290500033201550125015901550159030001260159015804120158015603150200235804360002235602571818-1822
20352032165520290518161816200521162315451626201416301350-1355
1550174920201828173520241820173817411802184718441744155717451554155117471841155615481740183815451736-
153
171
183
216
225
234
1040
1070
1130
1130
1140
1190
1250
1320
1340
1350
1350
1360
1380
1390
1400
1440
1470
1499
1510
1520
1530
1570
1580
3965
4800
4930
4930
4940
5025
5910
5930
6000
6005
6005
6050
6050
6070
6095
6105
6140
6155
7120
7200
7205
7210
7240
7250
7280
7340
7350
7350
7365
7380
7395
7425
7445
7450
7455
7465
7465
7480
7495
7510
data
Paese
11/04/2015
11/04/2015
11/04/2015
11/04/2015
11/04/2015
12/04/2015
06/01/2015
06/01/2015
10/01/2015
07/04/2015
11/04/2015
11/04/2015
11/04/2015
11/04/2015
11/04/2015
07/04/2015
05/04/2015
11/04/2015
11/04/2015
06/04/2015
11/04/2015
11/04/2015
11/04/2015
11/04/2015
11/04/2015
02/04/2015
11/04/2015
11/04/2015
07/04/2015
24/03/2015
09/04/2015
09/04/2015
13/04/2015
09/04/2015
12/04/2015
09/04/2015
09/04/2015
12/04/2015
09/04/2015
15/04/2015
09/04/2015
09/04/2015
09/04/2015
05/04/2015
15/04/2015
03/04/2015
09/04/2015
14/04/2015
03/04/2015
09/04/2015
14/04/2015
03/04/2015
03/04/2015
14/04/2015
02/04/2015
02/04/2015
03/04/2015
09/04/2015
14/04/2015
09/04/2015
09/04/2015
03/04/2015
02/04/2015
15/04/2015
09/04/2015
14/04/2015
02/04/2015
09/04/2015
14/04/2015
ROU
MRC
D
F
POL
LUX
CLM
CLM
B
PRU
PRU
PRU
PRU
PRU
PRU
EQA
ARG
PRU
PRU
USA
PRU
PRU
PRU
PRU
PRU
HND
PRU
PRU
CLM
F
CHN
BOT
BOT
STP
CUB
ROU
D
CUB
D
D
KWT
CHN
D
D
D
CHN
IRN
SOM
IRN
F
CHN
ARS
IND
VTN
CHN
CHN
IRN
D
ALB
CHN
CHN
MDG
IRN
MRA
THA
ALB
MDA
KWT
ARM
Stazione - dettagli
R.Antena Satelor,Brasov-Mx folclorica rumena in rumeno
R.Méditerranée,Nador-Mx vari generi in A e F
Europe 1,Felsber-Nxs e commenti calcio,pubblicità in F
RMC,Roumoules-Anteprima finale coppa di lega PSG-Bastia in F
Polskie Radio Jedynka,Solec Kujawski-Mx leggera,sport,nxs in polacco
RTL,Beidweiler-Ligue 1 fasi finali Bordeaux-Olympique Marseille 1-0 in F
HJ_Colmundo,Bogotá-Mx e ID “Colmundo”
HJCG R.Santa Fe,Bogotá-Mx e ID in S
ZYI531 R.Marajoara,Belem-Mx e vari ID “Marajoara”
OAX4N R.Bacan,Lima-Mx e annunci,ID "Bacan"
OCY4C R.Programas del Peru,Pilcomayo-Mx,ann. e ID "Perù"
OAX7B R.Tawantinsuyo,Cuscodesde-Parlato in S,mx,ID "Cusco Peru"
OAX4L R.Miraflores,Miraflores-Px religioso,ID "Voz de la Liberacion"
OAU7W R.Peru,Juliaca-Mx locale,annunci e ID "Perù"
OAU4Q R.Alegria,Lima-Mx, annunci e ID "Lima"
HCVR2 Teleradio 13-50,Guayaquil-Px mx, ID "Teleradio"
LS6 R.Buenos Aires RBA,Burzaco-Px rel in P/S,ID "Radio Buenos Aires"
OCU4I R.Bienestar,Lima-Mx,ID "Radio Bienestar 1360 AM"
OCY4U R.Nuevo Tiempo,Lima-Mx e ID "Radio Nuevo Tiempo"
WCAT Burlington VT-Annunci in E
OBX4W Callao Super R.,Lima-Sport e ID "Callao Super Radio"
OAU2O R.Frecuencia VH,Celendin-Mx,annunci e "Frecuencia"
OAX4B R.Capital,Lima-Commenti,slogan,mx e ID "Capital Lima"
OBX4I R.Santa Rosa,Lima-Px rel,mx e ID "Radio Santa Rosa"
OCX4J R.Tarma,Tarma-Commenti,nxs e ID "transmite Radio Tarma"
HRDF Esteréo KABOD,Siguatepeque-Canti rel, ID "Esteréo 1520 AM"
OBU4C R.Milenia,Lima-Commenti,mx e ID "Milenia"
OCU4J R.Bethel,Lima-Px rel, ID "Bethel "
HJQZ R.Maria,Barranquilla-Px rel, ID "Radio Maria"
R.Taiwan Int.,Issoudun-Px,parlato in E
China National R. 1,Ge'ermu-Mx,annunci e px in mandarino
VoA,Mopeng Hill-Px in E
VoA,Mopeng Hill-Nxs, ID in E,dalle 17:00 px in lingua shona
VoA,Pinheira-I/S,ID in E,px in hausa
R.Rebelde,Bauta-Mx LA in S
R.Romania Int.,Saftica-ID,concorso,la Pasqua ortodossa in It
R.Liberty,Biblis-ID,commenti in bielorusso
R.Habana,La Habana-Nxs e px in E
V.of Mongolia,Kall-Krekel-Mx,commenti,ID in E
R.Slovakia Int.,Kall-Krekel-Economia,mx,ID in F
R.Kuwait,Kabd-Px in A (QRM da PBS Xizang-Cina)
PBS Xizang,Lhasa-Mx cinese
Channel 292,Rohrbach-Mx rock e jingles ID
The Mighty KBC,Nauen-Mx,px in E
R.Liberty,Lampertheim-Px in bielorusso
R.China Int.,Kashi-Px in E
VOIRI,Kamalabad-Telefonate,mx,ID in A
R.Hargeisa,Hargeisa-Mx/canti locali
VOIRI,Kamalabad-Nxs e px in G
R.France Int.,Issoudun-Salute,ID in F
R.China Int.,Urumqi-ID,px in russo
BSKSA,Riyadh-Px in farsi (QRM da CNR1)
All India R.,Panaji-Mx leggera indiana,px in lingua locale - GOS
V.of Vietnam,Sontay-Nxs,ID in S
R.China Int.,Kashi-Turismo,ID in It
R.China Int.,Urumqi-ID,px sulla capitale in F
VOIRI,Kamalabad-Px in russo
HCJB Voice of Andes,Weenermoor-Canti e px religioso in G
R.China Int.,Cerrik-Nxs,ID in G
R.China Int.,Urumqi-ID,px in E
CNR 2 China Business R.,Xian-Mx e px in mandarino
BBC,Talata Volonondry-Nxs (strage Kenya),ID in E
VOIRI,Kamalabad-Px e mx in russo
R.Free Asia,Tinian-Px in coreano
BBC,Nakhon Sawan-Sport,ID in E
R.Tirana,Shijiak-Rassegna stampa,ID,mx in F
R.Payam e-Doost,Maiac-Px in farsi (clandestina)
VoA Radio Ashna,Kabd-Px su Iran in dari
IBRA Radio,Gavar-Px in somalo
SINPO coll
44444
34343
34444
55555
44444
44444
22322
23322
22322
13311
13321
21321
33322
22322
22322
22322
32322
33322
32322
22322
22322
21321
33322
33333
34333
21321
21321
34333
22322
45444
33333
22222
33333
43343
43333
44444
44444
43343
43343
33333
33333
43343
44333
55444
23332
32222
44444
22222
44444
44444
44444
33322
33333
33333
44444
43343
33333
33333
44444
33222
33333
43333
33333
23332
43343
43333
32232
43333
33333
RZ
RZ
RZ
RZ
RZ
RZ
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
SDC
LV
BP
BP
RZ
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
LV
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
ora UTC
1543183517451601174717101606175116101756161518341231170212340524172018011725173014200527173118081727172618331831182815501555182418201415144918381750144518130641-0644
18160539-0543
18201615-1618
1812-1815
18211823144114381835183118311435182817321824153614311539183715451551183815591607-1611
16031802-1808
1816181218091844182612150509-0512
1218-
kHz
7540
7550
9310
9320
9335
9355
9410
9410
9420
9420
9460
9480
9485
9515
9520
9535
9540
9600
9600
9610
9750
9770
9790
9830
9830
9845
9850
9860
9870
9880
9900
9965
9975
10000
11630
11660
11670
11695
11725
11725
11730
11765
11775
11780
11800
11820
11835
11845
11890
11915
11930
11930
11950
11975
11985
11995
12005
12005
12015
12040
12065
12075
12080
12095
12095
12115
12120
13580
13630
13640
13650
15105
15110
15120
15130
data
09/04/2015
02/04/2015
15/04/2015
09/04/2015
15/04/2015
05/04/2015
09/04/2015
15/04/2015
09/04/2015
15/04/2015
09/04/2015
15/04/2015
05/04/2015
05/04/2015
05/04/2015
12/04/2015
13/04/2015
29/03/2015
13/04/2015
13/04/2015
04/04/2015
12/04/2015
03/04/2015
29/03/2015
03/04/2015
03/04/2015
02/04/2015
02/04/2015
02/04/2015
14/04/2015
14/04/2015
02/04/2015
02/04/2015
04/04/2015
11/04/2015
13/04/2015
30/03/2015
11/04/2015
01/04/2015
24/03/2015
01/04/2015
30/03/2015
01/04/2015
28/03/2015
24/03/2015
01/04/2015
01/04/2015
11/04/2015
11/04/2015
13/04/2015
13/04/2015
13/04/2015
11/04/2015
13/04/2015
14/04/2015
13/04/2015
03/04/2015
11/04/2015
03/04/2015
15/04/2015
03/04/2015
03/04/2015
15/04/2015
14/04/2015
28/03/2015
14/04/2015
24/03/2015
13/04/2015
13/04/2015
13/04/2015
15/04/2015
01/04/2015
05/04/2015
11/04/2015
05/04/2015
Paese Stazione - dettagli
SINPO coll
THA
IND
THA
PHL
CLN
MRA
OMA
UAE
IRN
GRC
TUR
ALB
D
KOR
ROU
F
ROU
CHN
SAF
IRN
KWT
IRN
D
JOR
CHN
CHN
IRN
IRN
ARS
CHN
SNG
THA
MRA
I
KWT
ARM
IND
PHL
NZL
NZL
BLR
B
CHN
CLN
AFS
ARS
TUR
D
SNG
ARS
ARS
BLR
ROU
ROU
MRA
F
THA
CLN
KRE
KWT
AUS
SNG
F
MDG
MDG
MDG
PHL
BGD
BOT
IND
KWT
ASC
CHN
NIG
ROU
44444
43343
33333
23222
23332
32332
43343
33333
43333
44444
44444
44444
23232
44444
43343
43343
55444
44444
44444
55444
34443
43333
44444
43343
23322
23332
33333
33322
44444
33333
33333
33333
33333
33333
33322
43333
44444
33222
43333
45423
33333
34323
44444
55434
45434
44444
43343
33333
43333
33333
23332
22222
44444
44444
33333
33343
43343
33333
44433
33333
43343
44444
33333
44444
55424
33333
44323
44444
43443
44444
23332
44444
43343
44444
44444
VoA Deewa R.,Udon Thani-Mx,ID,commenti in pashtu
All India R.,Bengaluru-Intervista,ID in E - GOS
VoA Deewa R.,Udon Thani-Internet,px in pashtu (// 9335kHz)
VoA,Tinang-Mx,px in birmano
VoA Deewa R.,Iranawila-Internet,px in pashtu (// 9310kHz)
R.Free Asia,Agingan Point-Px in C
BBC,A'Seela-Commenti,ID in E
BBC,Dhabbaya-Politica,nxs,ID in E
VOIRI,Sirjan-Px in A
Helliniki Radiophonia,Avlis-Mx locale,commenti in greco
V.of Turkey,Emirler-Nxs,ID in turco
R.China Int.,Cerrik-Nxs economia,ID in F
Hamburger Lokalradio,Goehren-Mx folk,px in G
KBS World R.,Kimjae-Nxs in coreano
R.Romania Int.,Saftica-Nxs,ID e px in rumeno
R.Algerienne,Issoudun-Px in A
R.Romania Int.,Tiganesti-Tradizioni religiose pasquali rumene in E
R.China Int.,Kashi-Nxs,ID in E
AWR,Meyerton- Sermone in swahili,ID in E e vernacolo
VOIRI,Sirjan-Nxs in bosniaco
R.Kuwait,Kabd-Mx,ID e px in A
VOIRI,Kamalabad-Px in A
R.Liberty,Lampertheim-Px in russo
R.Jordan,Al Karanah-Nxs e px in A
China National R. 1,Beijing-Mx leggera e px in mandarino (// 9845kHz)
China National R. 1,Beijing-Mx leggera e px in mandarino (// 9830kHz)
VOIRI,Sirjan-ID e px in russo
VOIRI,Kamalabad-ID,mx,nxs in F
BSKSA 1,Riyadh-Nxs in A
R.China Int.,Xian-Cultura,ID in russo
BBC,Kranji-Nxs in tamil
VoA Deewa R.,Udon Thani-Telefonate-dibattito in pashtu (rif. Obama/Iran)
R.Free Asia,Tinian-Px in coreano
Italcable,Viareggio-T/S,ID in It
R.Kuwait,Kabd-Holy Quran px,mx in A
BBC,Gavar-Px in locale (ruandese - target Africa)
All India R.,Bengaluru-Mx tipica locale - GOS
R.Vaticana,Palauig-Commenti in hindi
R.New Zealand Int.,Rangitaiki-Nxs,commenti,ID in E
R.New Zealand Int.,Rangitaiki-Px,parlato,mx in E
R.Belarus,Minsk-Mx leggera,ID e px in G
Super Rádio Deus é Amor,Curitiba PR-ID,parlato,jingle in P
R.China Int.,Kashi-Nxs,"CRI panorama",ID in G
AWR,Trincomalee-Px religioso in E
NHK R.Japan via Meyerton-Px,ID,schedule in E
BSKSA,Riyadh-Holy Quran px in A
V.of Turkey,Emirler-Scheda,ID e brusco s/off (anticipato 1823) in G
R.Liberty,Biblis-Px in turkmeno
BBC,Kranji-ID,sport in E
BSKSA,Riyadh-Holy Quran px in A (// 11930kHz)
BSKSA,Riyadh-Holy Quran px in A (QRM da R. Belarus - // 11915kHz)
R.Belarus,Minsk-Px in G (QRM da BSKSA)
R.Romania Int.,Galbeni-Comunicazione,px in rumeno
R.Romania Int.,Galbeni-Commenti,ID in rumeno
R.Free Asia,Tinian-Px in curdo
R.France Int.,Issoudun-Attualità in Africa,ID in F
R.Farda,Udon Thani-Nxs (Iran, Pakistan) in farsi
R.Farda,Iranawila-Mx,commenti in farsi
V.of Korea,Kujang-Canti coreani e px in russo
VoA,Kabd-Commenti in locale (target Etiopia - // 12080kHz)
R.Australia,Shepparton-Mx rock,ID e px in E
BBC,Kranji-Commenti e px in urdu
VoA,Issoudun-Commenti in locale (target Etiopia - // 12040kHz)
BBC,Talata Volonondry-Nxs (Yemen),ID in E
BBC,Talata Volonondry-ID,nxs sportive,px in E
R.Dialogue,Talata Volonondry-Commenti in locale (target Zimbabwe)
Radyo Pilipinas,Tinang-Nxs,parlato in E e filippino (in // 15190kHz)
Bangladesh Betar,Dhaka-Religioni,mx,ID in E,schedule
VoA,Mopeng Hill-Legalità,ID in P
All India R.,Bengaluru-Mx indiana,px in A - GOS
R.Kuwait,Kabd-Px in A
BBC,Ascension Isl.-Sport,ID in F (// 15180kHz)
R.China Int.,Urumqi-Nxs,commenti in mandarino
V.of Nigeria,Ikorodu-Nxs,px,schedule,indirizzi web in E
R.Romania Int.,Galbeni-Px in A (// 15150kHz)
BP
BP
BP
BP
BP
RZ
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
RZ
BP
BP
RZ
BP
RZ
RZ
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
LV
BP
LV
BP
LV
LV
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
LV
BP
LV
BP
BP
BP
BP
BP
BP
LV
BP
ora UTC
12191828180508031757180118311754080717510820122418351725-1755
18381804
162416360825164412270806080908111412140914050814084114011358081813551350083308350833-
kHz
15150
15180
15190
15225
15235
15245
15260
15275
15300
15310
15335
15380
15400
15445
15450
15490
15580
15610
15640
15680
15760
17490
17550
17590
17650
17660
17705
17730
17740
17770
17810
17840
17895
21505
21525
21600
21790
data
05/04/2015
01/04/2015
13/04/2015
06/04/2015
13/04/2015
13/04/2015
01/04/2015
13/04/2015
06/04/2015
13/04/2015
06/04/2015
05/04/2015
01/04/2015
07/04/2015
01/04/2015
07/04/2015
05/04/2015
05/04/2015
06/04/2015
05/04/2015
05/04/2015
12/04/2015
12/04/2015
12/04/2015
04/04/2015
04/04/2015
04/04/2015
12/04/2015
06/04/2015
04/04/2015
04/04/2015
12/04/2015
04/04/2015
04/04/2015
06/04/2015
06/04/2015
06/04/2015
Paese Stazione - dettagli
SINPO coll
ROU
G
PHL
D
AFS
KRE
G
F
F
G
CHN
ARS
ASC
D
E
E
BOT
USA
UAE
CHN
CLN
CHN
IRN
CVA
F
ARS
ARS
ARS
ARS
TUR
D
CHN
ARS
ARS
IRN
IRN
IRN
44444
44444
23322
44433
43343
34443
43333
43343
43333
33333
44444
44433
44444
43433
44444
55555
45444
33333
23332
55545
23332
44444
44333
23232
34433
44444
44444
34433
44444
44444
33333
23332
34443
43343
33333
23322
34443
R.Romania Int.,Galbeni-Px in A (// 15130kHz)
BBC,Woofferton-Sport,ID in F (// 15105kHz)
Radyo Pilipinas,Tinang-Nxs e commenti in E
Adventist World R.,Nauen-Canti e px in locale (target India)
Channel Africa,Meyerton-Mx afro,T/S,ID in E,s/off
V.of Korea,Kujang-I/S,ID,inno,nxs in E
IBRA R.,Woofferton-Commenti in A
Deutsche Welle,Issoudun-Nxs,ID in F
R.France Int.,Issoudun-Nxs,ID in F
BBC,Woofferton-Px in pashtu
R.China Int.,Kashi-Mx leggera e px in russo
BSKSA,Riyadh-Holy Quran px in A
BBC,Ascension Isl.-Racconti in E
NHK R.Japan,Nauen-Mx pop rock,px in giapponese
R.Exterior España,Noblejas-L'evoluzione,ID in S
R.Exterior España,Noblejas-Px calcio spagnolo ed estero in S
VoA,Mopeng Hill-Reportage from Johannesburg,ID,sport, mx africana in E
WEWN EWTN Catholic R.,Birmingham AL-Sermone in E
DW,Dhabbaya-Commenti,ID e px in pashtu
R.China Int.,Kashi-Mx leggera canzoni,ID recapiti,informations à 1700 in F
VoA Radio Aap ki Dunyaa,Iranawila-PX in urdu
R.China Int.,Kashi-Nxs,commenti,ID in E
VOIRI,Kamalabad-Telefonate,px in A
R.Vaticana,S.Maria di Galeria-Liturgia
Bible Voice,Issoudun-Px reliogioso in E
BSKSA,Riyadh-Canto,ID e px in F
BSKSA 1,Riyadh-Nxs,ID in A
BSKSA 1,Riyadh-Mx,px in A (// 17740kHz)
BSKSA 1,Riyadh-Mx e px in A
V.of Turkey,Emirler-ID,nxs in A
Adventist World R.,Nauen-Canti e mx,px in locale (target Cina)
R.China Int.,Kashi-Commenti in mandarino
BSKSA,Riyadh-ID e Holy Quran px in A
BSKSA 1,Riyadh-Mx,telefonate in A
VOIRI,Sirjan-Px in swahili (// 21790kHz)
VOIRI,Sirjan-Px in russo
VOIRI,Sirjan-Px in swahili (// 21525kHz)
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
RZ
BP
RZ
RZ
RZ
BP
RZ
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
BP
Un grazie ai 4 collaboratori di "SCALA PARLANTE" di questo numero :
Bruno Pecolatto, Pont Canavese (TO) - RX Sangean ATS909 - ANT stilo (per log onde medie)
Bruno Pecolatto, Pont Canavese (TO) - RX JRC NRD545 - ANT YaesuFRT7700, filare
Lino Valsecchi, Spinadesco (CR) - RX R5000 - ANT Loop Magn. autocostr.-***Maxi-whip sperimentale
Saverio De Cian, Sedico (BL) - RX JRC535 e SDR Perseus - ANT K9AY
Rodolfo Zucchetti, Torino - RX Hagenuk RX1001 - ANT ProSistel 1524VC
BP
BP
LV
SDC
RZ
intensità del segnale ricevuto. La traduzione
in italiano è “evanescenza” (QSB)
O - dall’inglese “overall merit” ed è il giudizio
riassuntivo
fatto
dall’ascoltatore
sulla
comprensibilità totale del segnale ricevuto
(QRK)
Sigla collaboratore
a cura di Bruno PECOLATTO
(da utilizzare sempre
nella compilazione del log! )
-Contenuto del programma:
FS servizio per l’estero (Foreign Service) HS servizio interno (Home Service) - ID
identificazione - I/S segnale d’intervallo - LA
latinoamericano - T/S segnale orario - mx
musica - nxs notiziario - px programma - wrp
bollettino meteorologico - ann annuncio
-Lingua di trasmissione:
A Arabo - BI Bahasa Indonesia - C Cinese Dutch Olandese - E Inglese - F Francese - G
Tedesco - It Italiano - P Portoghese - Ru
Russo - Rou Rumeno - S Spagnolo
-Abbreviazioni molto usate:
H armonica - // frequenza parallela - v
frequenza variabile - S/on apertura
trasmissioni - S/off chiusura trasmissioni - U
USB-Upper Side Band - L LSB-Lower Side
Band - CW codice Morse - RTTY segnale da
telescrivente - UNID stazione non identificata
Nel campo COLL sono segnate le iniziali,
nome e cognome, del collaboratore; nei casi
di omonimia viene aggiunta una lettera
minuscola.
CHIAVE di LETTURA
- Frequenza espressa in kHz (kilohertz =
migliaia di Hertz). L’abbreviazione (v) nei
dettagli sta per frequenza variabile.
- Orario nel Tempo Universale Coordinato
(UTC); per ricavare l’ora italiana sommare
un’ora d’inverno, sommare due ore d’estate.
Data
dell’ascolto
nella
forma
giorno/mese/anno.
- Stazione-dettagli il campo inizia con
l’eventuale indicativo (callsign), talvolta la
sigla dell’ente radiofonico, poi il nome della
radio e il sito del trasmettitore (quando la
trasmissione è irradiata da stazione relay la
località del trasmettitore è preceduta dalla
parola “via”) i dettagli rispecchiano le regole
di abbreviazione in uso.
RX e ANT
Codice SINPO
Il codice SINPO con cinque cifre rappresenta
il rapporto di ricezione sul segnale (Intensità
– Disturbi – Rumore – Evanescenza –
Giudizio complessivo) nella scala da 1 a 5. Il
codice 55555 è la qualità perfetta di
un’emittente locale. Si usa x per i valori non
valutabili. E’ ammesso anche il solo QRK,
appoggiato a sinistra.
S - dall’inglese “signal strenght” che riguarda
l’intensita del segnale ricevuto (QSA)
I - dall’inglese “interference” e riguarda i
disturbi causati da altri trasmettitori (QRM)
N - dall’inglese “noise” che comprende i
“disturbi e rumori (QRN)
P - dall’inglese “frequency of fading”, è il
termine per indicare le variazioni nella
Nella collaborazione indicare sempre
ricevitore (RX) e l’antenna utilizzate (ANT)
il
AIR 2015-v.4