Catalogo - Comune di Roma

Percorsi didattici
per le scuole
di Roma Capitale
Anno scolastico 2014/2015
ROMA CON LE SCUOLE: PERCORSI DIDATTICI
PER CRESCERE INSIEME
Quella che presentiamo in questo catalogo è l’offerta, messa a disposizione da Roma Capitale, di
percorsi didattici per affiancare il programma educativo, integrando la formazione delle alunne e degli
alunni di tutte le scuole, dall’infanzia fino alla maturità. E’ un contributo che Roma Capitale vuole
dare alle scuole della città, per lavorare assieme nel percorso di crescita dei cittadini più giovani, per
collaborare con chi, ogni giorno, si sforza di proporre agli studenti e alle studentesse strumenti e idee
per arricchire non solo le conoscenze, ma anche il senso civico e quel sentimento di appartenenza a
una stessa comunità in cui si studia, si cresce, ci si diverte, insieme.
Il successo dei progetti formativi dello scorso anno ci ha indotto ad allargare il campo delle attività
suggerite dal nostro assessorato e dal dipartimento scuola, in collaborazione con numerose
associazioni e istituzioni, con la finalità di coinvolgere un numero ancora più alto di studentesse e
studenti.
Per questo anno scolastico, abbiamo voluto modificare la modalità di presentazione dei progetti,
non più attraverso singole circolari ma in un unico catalogo, per consentire una scelta più oculata a
dirigenti e funzionari e anche per garantire che tutti abbiano le stesse opportunità di conoscenza
e partecipazione. Ogni scuola, infatti, avendo a disposizione l’intera gamma di proposte gestite
direttamente dal Comune, può scegliere fino a tre progetti, per un totale di 6 classi, e in base alle
richieste pervenute l’Assessorato e il Dipartimento avranno modo di delineare il piano generale
di assegnazione. È molto importante inviare al più presto le richieste perché l’ordine di arrivo
delle domande sarà un fondamentale criterio di valutazione. Entro la fine di ottobre potremo così
comporre il quadro completo dei percorsi didattici e ogni scuola potrà organizzarsi al meglio.
Le proposte che presentiamo, che sono elencate in dettaglio in questo catalogo, spaziano dalla
memoria all’arte, dalla salute all’alimentazione, dalla scienza allo spettacolo, dalle buone pratiche che
fanno bene alla città alle pari opportunità.
Alcuni progetti ripropongono esperienze che hanno avuto grande successo in passato e che ci è
stato chiesto di confermare, altri costituiscono un’assoluta novità, ma tutti garantiscono un alto livello
qualitativo e rappresentano una eccellente integrazione delle attività curriculari. Nella seconda parte
del catalogo proponiamo anche un’ampia offerta formativa e didattica di associazioni e istituzioni
che fanno capo a Roma Capitale, i cui contatti dovranno essere presi indipendentemente dai singoli
dirigenti scolastici.
Voglio ringraziare per la collaborazione offerta e augurare buon anno scolastico a tutte le persone
che si impegneranno per la buona riuscita di questi percorsi, ragazze e ragazzi, insegnanti, dirigenti,
funzionari e tutto il personale scolastico, le associazioni, gli uffici capitolini che curano tutta la parte
amministrativa e organizzativa.
Alessandra Cattoi
2
Assessora alla Scuola, Infanzia, Giovani e Pari Opportunità di Roma Capitale
3
MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE AI PROGETTI 2014-2015
A partire da questo anno scolastico è possibile scegliere l’offerta didattica consultando i progetti
proposti in questo catalogo, che si potrà trovare anche in formato elettronico sul sito
www.comune.roma.it/dipscuola.
Ciascun Istituto potrà partecipare fino a 3 progetti, indicando anche il plesso cui si riferisce, e potrà
aderire con un massimo di 6 classi in totale.
Le adesioni devono essere effettuate entro il 16 ottobre 2014 utilizzando la scheda allegata, che dovrà
essere compilata in ogni sua parte e trasmessa in formato word o in pdf al seguente indirizzo di PEC:
[email protected]
Per informazioni è possibile contattare:
- Assessorato alla Scuola, Infanzia, Giovani e Pari Opportunità:
Antonella Bolli 06 671070015 - [email protected]
Giuseppina Pica 06 671070010 - [email protected]
- Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici, Giovani e Pari Opportunità –
U.O. Azioni e Progetti per l’adolescenza e la gioventù - Rapporti con l’Università
Irene Calia 06 671070177 - [email protected]
Paola Lomuscio 06 671070191 - [email protected]
Antonella Prudenzi 06 671070185 - [email protected]
L’Assessorato alla Scuola, Infanzia, Giovani e Pari Opportunità e il Dipartimento Servizi Educativi e
Scolastici valuteranno le richieste, in ordine di arrivo rispetto al progetto scelto e in relazione alla
capacità di soddisfare le stesse.
Laddove non sarà possibile accogliere la specifica richiesta, a ciascun Istituto sarà proposto di
partecipare a progetti che abbiano attinenza con le tematiche individuate.
La risposta da parte di Roma Capitale arriverà via mail entro il 29 ottobre 2014.
Oltre a quelli promossi direttamente dall’Assessorato e dal Dipartimento, sono disponibili altri progetti
formativi proposti da associazioni e istituzioni che collaborano con Roma Capitale. In questo caso, per
aderire, sarà necessario contattare i relativi referenti, indicati nelle schede pubblicate nella sezione
“Altri progetti”.
4
5
SCHEDA DI ADESIONE
Ciascun Istituto potrà scegliere di partecipare fino a 3 progetti, indicando anche il plesso cui si riferisce, e
potrà aderire con un massimo di 6 classi in totale
Le adesioni devono essere effettuate entro il 16 ottobre 2014 al seguente indirizzo di PEC:
[email protected]
PROGETTI SCELTI:
1._____________________________________________________________________________________
2._____________________________________________________________________________________
3._____________________________________________________________________________________
DATI DEL RICHIEDENTE
Istituto
______________________________________________________________________________________
Indirizzo_______________________________________________________________________________
Plesso________________________________________________________________________________
Classe/i e sezione/i______________________________________________________________________
numero utenti totali______________
_________
sì
telefono________________________________fax_____________________________________________
E-mail_________________________________________________________________________________
Municipio di appartenenza_________________
INSEGNANTE/I REFERENTE/I PER IL PROGETTO
1. ________________________________________________________________________________
tel.cell._________________________e-mail____________________________________________
2. ________________________________________________________________________________
tel.cell._________________________email_____________________________________________
3. ________________________________________________________________________________
tel.cell._________________________email_____________________________________________
Nome del coordinatore per le scuole dell'infanzia _______________________________________________
Nome di uno degli insegnanti referente o del dirigente scolastico___________________________________
Roma, ___________________________________
6
7
Indice
I progetti di Roma Capitale
8
Memoria
10
Arte e Storia
16
Prevenzione e Salute
26
Alimentazione
40
Scienza
46
Teatro
50
Le buone pratiche che fanno
bella la città
52
Pari Opportunità
62
Progetti delle associazioni
e istituzioni che collaborano
con Roma Capitale
71
9
Memoria
RI-LEGGERE LA GRANDE GUERRA OGGI
DESTINATARI
Scuole secondarie di II grado
PREMESSA
a Prima Guerra Mondiale rappresenta un evento centrale per comprendere la
storia contemporanea e le svolte successive più importanti, quali i totalitarismi
ideologici e la nascita dell’Unione Europea. Allo stesso tempo, però, rappresenta
anche una pagina decisiva per i ragazzi e le ragazze di oggi, per confrontarsi con alcuni
temi fondamentali della vicenda umana, sociale e politica: la violenza, lo sradicamento,
l’emigrazione, la morte. La storiografia degli ultimi decenni, infatti, ha progressivamente
sottolineato aspetti che travalicano l’ambito prettamente cronachistico e istituzionale
della guerra, per approfondire ambiti che toccano il profilo antropologico dell’uomo
contemporaneo. Conoscere “da dentro” la Grande Guerra significa, quindi, un
rinnovamento delle politiche della memoria civile, attraverso due direttrici specifiche:
- lavorare su documenti originali che rappresentano uno stimolo a elaborare nuove
narrazioni e rappresentazioni;
- concepire il Centenario della Grande Guerra come un’importante occasione di lavoro
didattico in chiave sovranazionale, grazie alla dimensione europea della celebrazione che
consente alle classi di approfondire i temi della cittadinanza.
L
PARTNER
Comunicare Organizzando,
Istituto Storico del Risorgimento Italiano
OBIETTIVI
• Ricordare nelle scuole di Roma Capitale il centenario della deflagrazione della Prima
Guerra Mondiale e del conseguente ingresso dell’Italia nel conflitto bellico, quale evento
drammatico, ma centrale nel processo di unificazione politica dell’Europa;
• conoscere i fatti, le dinamiche, la storiografia e la letteratura in merito alla Grande
Guerra per mettere a disposizione delle scuole un patrimonio di informazioni e materiali
didattici con riferimento specifico all’Italia;
• sviluppare competenze critiche nell’analisi dei processi storici relativi alla Grande Guerra offrendo alle scuole la partecipazione ai laboratori sui documenti originali conservati
nei più importanti archivi romani, in particolare presso l’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano;
• restituire alla cittadinanza i risultati del percorso effettuato dai docenti, dalle studentesse e dagli studenti delle scuole coinvolte, mediante la realizzazione di elaborati che
confluiranno in una mostra.
10
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
30 classi (circa 800 studenti) e 60 docenti
METODOLOGIA E FORMAZIONE
1. Formazione per i docenti, con relatori specialisti, i cui argomenti sono:
a. l’Europa dei nazionalismi e le cause della Grande Guerra;
b. le fasi storiche del conflitto;
c. geografia della guerra;
d. i volti (il militare, il cappellano, l’infermiera, la moglie) e i luoghi (la trincea,
l’ospedale, la chiesa, il mare);
e. neutralismo e interventismo dell’Italia;
f. l’Italia da Caporetto ai Trattati di Pace;
g. un evento concomitante: la Rivoluzione d’Ottobre;
h. la Grande Guerra tra letteratura, cinema e teatro.
2. Laboratori nelle scuole durante i quali saranno analizzati i documenti originali,
curati da esperti in didattica e docenti di storia.
3. Concorso per la produzione di elaborati sul tema del centenario.
4. Evento finale con presentazione dei lavori prodotti dalle scuole.
L’ Amministrazione sta valutando la possibilità di effettuare un viaggio nel Trentino nei
luoghi dei principali avvenimenti. Si comunicheranno in seguito tempi e modalità.
TEMPISTICA
Da novembre 2014 a marzo 2015.
11
Memoria
ROMA RICORDA: OCCUPAZIONE E DEPORTAZIONE,
RESISTENZA E LIBERAZIONE.
PREMESSA
oma Capitale, per l’anno scolastico 2014/2015, intende proporre alle scuole
secondarie di secondo grado, il progetto Memoria, indicando un percorso
culturale che vuole proporre momenti di studio e di riflessione sugli eventi più
significativi della storia del 900. Una particolare attenzione sarà rivolta al rapporto tra
Storia e Memoria considerando il “fare storia”, a diretto contatto non solo con le fonti
documentarie, ma soprattutto con le persone e i luoghi in cui uno specifico susseguirsi di
eventi “si sono fatti storia”.
Le tappe più significative del “nostro” itinerario sono: la visita al lager di AuschwitzBirkenau 19 -20 - 21 ottobre 2014; eventi e iniziative per il 70° anniversario dell’apertura dei
cancelli di Auschwitz-Birkenau 27 gennaio 2015; eventi e iniziative per ricordare l’eccidio
delle Fosse Ardeatine 24 marzo 2015; eventi e iniziative per il 70° anniversario della
Liberazione il 25 aprile 2015.
Il viaggio assume, proprio per la sua destinazione, un valore altamente culturale ed
educativo. Esso si pone l’obiettivo di far conoscere, agli studenti delle scuole aderenti,
il campo di sterminio più grande e più efferato, in cui i nazisti cercarono di portare a
compimento, in particolare, ma non solo, l’annientamento degli Ebrei d’Europa.
Un viaggio, quindi, di conoscenza e di riflessione sulla tragedia che ha indelebilmente
segnato il XX secolo. Il percorso mirerà a spiegare cosa è stato il Lager di AuschwitzBirkenau e la sua connotazione di vera e propria “fabbrica della morte”, funzionale al
criminale progetto nazifascista. La finalità del progetto è quella di far sì che i partecipanti
al viaggio, che saranno accompagnati da alcuni testimoni sopravvissuti allo sterminio,
diventino essi stessi testimoni dell’orrore della shoah, per poterne trasmettere la memoria
nel futuro, ma anche nel presente.
L’incontro con i superstiti ha un valore profondamente istruttivo, in quanto portatori
di verità uniche, esclusive e non confutabili, avendo inoltre dedicato la vita a rendere
partecipi i ragazzi della loro tragica esperienza.
R
PARTNER
Università degli Studi Roma Tre, Fondazione e Museo della Shoah, Comunità Ebraica di
Roma, le associazioni residenti nella Casa della Memoria e della Storia, Fondazione Roma.
OBIETTIVI
• Promuovere un percorso culturale di studio, ricerca e approfondimento dei fatti e degli
eventi che hanno caratterizzato le vicende legate ai drammi del ‘900;
• favorire la collaborazione generazionale tra gli anziani – ormai rari testimoni dei più
tragici eventi del ‘900 – e gli studenti per vivificare la continuazione del racconto della
memoria e radicare nella mente e nel cuore dei giovani la determinazione a impegnarsi
per contrastare culturalmente ogni forma di azione antidemocratica.
DESTINATARI
Scuole secondarie di II grado N° DI PARTECIPANTI AL PROGETTO
48 classi (circa 1.200 studenti)
N° DI PARTECIPANTI AL VIAGGIO
168 tra studenti e docenti *
METODOLOGIA E FORMAZIONE
Nel mese di ottobre 2014:
1. una giornata di formazione per i docenti;
2. una giornata di formazione per gli studenti e docenti;
3. 19-20-21 visita al lager di Auschwitz-Birkenau.
Nell’anno 2015:
1. una giornata di formazione per gli studenti e docenti;
2. eventi e iniziative per ricordare: l’apertura dei cancelli di Auschwitz-Birkenau;
Fosse Ardeatine; la Liberazione;
3. evento finale con presentazione dei lavori prodotti dalle scuole.
TEMPISTICA
Da ottobre 2014 a maggio 2015.
* Per il viaggio ad Auschwitz-Birkenau la circolare è già stata inviata alle scuole.
12
Memoria
DESTINATARI
MEMORIA DI UNA STORIA EUROPEA. IL DRAMMA DEL
CONFINE ORIENTALE ITALIANO TRA FOIBE ED ESODO
Scuole secondarie di II grado
PREMESSA
N° DI PARTECIPANTI AL VIAGGIO
140 tra studenti e docenti (23 scuole)
l viaggio lungo il confine orientale italiano consente ai ragazzi delle nostre scuole
di approfondire alcune pagine di storia che hanno segnato i destini dell’Italia
e dell’Europa, alterando equilibri culturali e geopolitici che erano immutati
dall’epoca dell’Impero Romano. Lungo quella linea di confine si sono consumate alcune tra
le più dolorose tragedie del XX secolo, con l’alternarsi di opposti totalitarismi e le relative
oppressioni sulle popolazioni. Dalla Risiera di San Sabba alla foiba di Basovizza, fino al
centro di raccolta profughi di Padriciano e alla spiaggia di Pola, oggi in Croazia, quelle
terre raccontano le atrocità della seconda guerra mondiale e di un dopoguerra purtroppo
marcato dalla contrapposizione dei blocchi. La nostra città di Roma ha avuto un ruolo
importante nell’accogliere i profughi istriani in fuga: sono stati infatti almeno 2mila gli esuli
giuliano-dalmati che hanno trovato asilo, a partire dal 1947, nell’allora Villaggio operaio E42,
che poi sarebbe diventato parte integrante dell’EUR.
I
PARTNER
Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (ANVGD),
Museo Archivio Storico di Fiume, Fondazione Roma
METODOLOGIA E FORMAZIONE
Una giornata di formazione per i docenti.
Una giornata di formazione per gli studenti e docenti.
TEMPISTICA / PROGRAMMA DI MASSIMA DEL VIAGGIO
Primavera 2015.
Primo giorno
Sacrario di Redipuglia; Cimitero austro-ungarico; Foiba di Basovizza;
Centro Raccolta Profughi di Padriciano; trasferimento in Croazia.
Secondo giorno
Visita delle città di Pola e di Rovigno (o Fiume in alternativa): incontri
con le comunità italiane.
Terzo giorno
Trieste; Risiera di San Sabba; Aquileia.
OBIETTIVI
• Conoscere i temi e le questioni riguardanti il confine nord orientale italiano, con
particolare attenzione alla geografia in ordine alla configurazione statuale nel corso
del ‘900;
• approfondire i fenomeni storici quali l’irredentismo e/o il nazionalismo e anche il valore
di termini come minoranza, maggioranza, snazionalizzazione, assimilazione;
• proporre percorsi di riflessione e di analisi critica della più recente storiografia, italiana
e straniera, sulle questioni etnico linguistiche e sulla definizione puramente politica, perciò
strumentale, di aree etnico-linguistiche omogenee;
• riscoprire la civiltà istriano-dalmata in un’ottica che superi facili e sterili contrapposizioni
ideologiche.
14
15
Arte e Storia
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
LA SCUOLA ADOTTA UN MONUMENTO
Scuola dell’infanzia, scuola primaria e secondaria di I e II grado
PREMESSA
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
l progetto intende fornire gli strumenti per conoscere l’unicità dell’immenso
patrimonio storico e artistico della città di Roma, per scoprire, anche nel proprio
quartiere, siti e meraviglie allargando gli orizzonti della conoscenza.
L’interesse, la curiosità per la città hanno favorito la conoscenza in ambito storico, artistico
archeologico, urbanistico, naturalistico, attraverso incontri che hanno reso possibile una
diversa e più cosciente cultura del luogo. Gli insegnanti e gli alunni, attraverso la ricerca, le
indagini scientifiche, nell’approfondire proprietà e qualità della materia di studio, possono
realizzare sinergie capaci di arricchire e vivacizzare la programmazione didattica.
Circa 1.500 studenti
I
METODOLOGIA
• Individuazione del sito da “adottare” attraverso momenti di formazione rivolti ai docenti
a cura della Sovraintendenza ai Beni Culturali;
• visite guidate per le classi a cura di Zetema Progetto Cultura;
• elaborazione dei temi trattati a cura delle classi coinvolte;
PARTNER
• realizzazione di eventi, mostre e visite guidate condotte direttamente dagli studenti
sul sito da loro adottato e rivolte ad altri studenti e alla cittadinanza in occasione di
anniversari significativi della nostra città.
Sovrintendenza Capitolina, Zetema Progetto Cultura
OBIETTIVI
• Ricerca e studio del monumento o del sito archeologico, individuando vari aspetti
e collegamenti con i contesti storico-culturali e sociali a cui appartiene;
• crescita culturale e sviluppo della consapevolezza in termini di cura e tutela dei beni
che appartengono alla nostra città e a tutti i cittadini;
TEMPISTICA
Da novembre 2014 a maggio 2015.
Evento finale tra aprile e maggio.
• condividere le conoscenze acquisite al di fuori dell’ambiente scolastico.
16
17
Arte e Storia
DESTINATARI
PORTE APERTE IN CAMPIDOGLIO
Studenti dalla IV classe della scuola primaria alla III classe della scuola secondaria
di I grado
PREMESSA
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
art.12 della “Convenzione dei diritti dei fanciulli e degli adolescenti” (legge 176/91)
afferma che i bambini hanno il diritto di essere protagonisti della propria vita e
di partecipare alle decisioni che li riguardano. Questo diritto li riconosce come
“esperti” per ciò che concerne le loro istanze e impegna gli adulti a favorire le opportunità
di partecipazione effettiva ai processi decisionali istituzionali. Roma Capitale propone,
alle scuole, la possibilità di effettuare, in occasione degli 871 anni dalla nascita del Libero
Comune (1143-2014), una visita a Palazzo Senatorio, che si concluderà con un incontro
in aula Giulio Cesare in cui le classi coinvolte potranno dialogare con gli amministratori
della città, facendo proposte concrete e condividendo problematiche precedentemente
elaborate insieme al docente.
Circa 2.000 studenti
L’
PARTNER
Sovrintendenza Capitolina, Zetema Progetto Cultura
OBIETTIVI
• Favorire la partecipazione quale processo di apprendimento che compone, in un quadro
relazionale, i saperi dei bambini e degli adolescenti e quelli degli adulti. La ricerca e la
conoscenza del funzionamento e del valore della democrazia, infatti, è un sapere che non
si raggiunge una volta per tutte, ma è il risultato di una profonda condivisione in cui scelte
e punti di vista si mettono in discussione e si incontrano per raggiungere finalità comuni.
METODOLOGIA
Visita in Campidoglio: 2 classi al giorno (possibilmente di pari grado) svolgono la visita
in Campidoglio e chiudono il loro percorso con un incontro istituzionale in aula Giulio
Cesare.
Precedentemente, insieme al docente di riferimento, ogni classe prepara una breve
presentazione (massimo 5 minuti) composta da:
- analisi di un problema riscontrato nella città e possibilmente nel territorio della
scuola, mettendone in evidenza la pertinenza con la vita dei bambini e dei
ragazzi, l’accesso ai servizi, il rispetto dei loro diritti fondamentali;
- proposta di una soluzione al problema presentato, sottolineando le possibilità
di coinvolgimento dei cittadini e/o della propria scuola di appartenenza.
L’analisi dei problemi e le relative soluzioni verranno ascoltate ogni volta da un
rappresentante di Roma Capitale (assessore o consigliere) e diverranno motivo di dialogo
e condivisione. Ogni scuola consegnerà una breve sintesi del suo intervento (massimo
1.600 battute su file word).
Alcune indicazioni di massima sui temi da affrontare:
- diritti dell’infanzia
- gioco/sport
- intercultura/inclusione
- disabilità
- trasporti e ambiente
- decoro urbano
- coscienza e valorizzazione del patrimonio.
TEMPISTICA
Da novembre 2014 ad aprile 2015, con cadenza bisettimanale
(martedì e giovedì mattina).
Evento finale in occasione del Natale di Roma, il 21 aprile 2015.
18
19
Arte e Storia
mostre
MOSTRA “SIRONI 1885-1961”
Complesso del Vittoriano - Via S. Pietro in Carcere, Fori Imperiali
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Scuole di ogni ordine grado
PREMESSA
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
a mostra vuole essere una ricognizione complessiva della figura di Sironi (18851961), nella ricorrenza dei 130 anni dalla nascita.
Tutta la sua pittura sarà documentata attraverso le sue opere più significative,
prestati dai maggiori musei e dalle maggiori collezioni private.
Si parte dalla stagione simbolista (una novità della mostra, che esporrà in questa sezione
opere provenienti dalla collezione di Cristina Sironi, sorella maggiore di Mario, che
testimoniano di esiti sironiani vicini al simbolismo italiano e inglese, finora sconosciuti) e
si continua con l’epoca futurista e metafisica. Segue il periodo degli anni Venti, quando
Sironi è tra i fondatori del Novecento Italiano e dà avvio a una stagione novecentista e
classica.
Vengono poi documentati il momento della sua “crisi espressionista”, a cavallo tra anni
Venti e anni Trenta, e la successiva avventura della pittura murale sempre degli anni
Trenta; la stagione neometafisica e il ritorno al quadro degli anni Quaranta; infine le opere
decostruttive del dopoguerra, fino all’Apocalissi finale, che è quasi il testamento spirituale
dell’artista.
Circa 5.000 studenti
L
METODOLOGIA
Ingresso e visita guidata gratutita.
TEMPISTICA
Da ottobre a dicembre 2014
Orari: dal lunedì al giovedì 9.30-17.45 (ingresso fino alle 16); venerdì, sabato e domenica
9.30-19.45 (ingresso fino alle 17).
PARTNER
Comunicare Organizzando
OBIETTIVI
• Offrire, attraverso il filo conduttore della mostra, un’idea sintetica ma potente
dell’opera di Sironi, attraverso una novantina di opere a testimonianza della sua
grandezza espressiva.
20
21
Arte e Storia
mostre
MOSTRA “900 LUCE: L’IMMAGINARIO ITALIANO”
Complesso del Vittoriano – Sala Gipsoteca Via S. Pietro in Carcere, Fori Imperiali
PREMESSA
a mostra, visitabile gratuitamente dal 7 ottobre al 30 novembre, è allestita presso
la Sala Gipsoteca del Vittoriano. Si tratta di una mostra multimediale dedicata ai
90 anni dell’Istituto Luce: un viaggio nella memoria visiva italiana del Novecento,
tra filmati, fotografie, documenti, memorie, propagande e rivelazioni.
La mostra rappresenta, dunque, un viaggio nella memoria dei nostri nonni, dei nostri padri,
perché quella dell’Istituto Luce è – almeno in parte – la storia degli italiani raccontata
attraverso le immagini.
Immagini e video scorrono come un flusso continuo ed inarrestabile tra videoinstallazioni
e montaggi, ripercorrendo un passato remoto e più recente, tra volti di contadini degli
anni ‘20 che grazie al Luce conobbero l’Italia e il mondo, e il volto inquietante della
propaganda fascista.
Una serie di parole-chiave lega l’itinerario e alcune speciali “camere” mostrano aspetti
specifici e suggestivi: la “camera delle meraviglie” è un omaggio ai viaggi per il mondo
compiuti dagli operatori Luce; la “camera del Duce” disegna un’imperdibile antologia
delle retoriche e dei silenzi di Mussolini, ed è contrapposta a quella del “Paese reale”, un
commovente viaggio nei volti degli italiani degli anni ’30.
L’ultimo spazio dell’esposizione è interamente dedicato al Cinema, con centinaia di foto di
registi, attori, set, e una preziosa selezione di trailer e backstage di film.
L
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Istituti superiori di I e II grado (preferibilmente le ultime classi)
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
E’ possibile visitare la mostra in maniera libera, previa prenotazione.
METODOLOGIA
Percorsi interattivi guidati della durata di circa 2 ore.
TEMPISTICA
Dal 7 ottobre al 30 novembre
Orari: dal lunedì al giovedì 9.30-17.45 (ingresso fino alle 16); venerdì, sabato e domenica
9.30-19.45 (ingresso fino alle 17).
PRENOTAZIONI PER LE VISITE GUIDATE INTERATTIVE
[email protected] - [email protected]
PARTNER
Istituto Luce Cinecittà
OBIETTIVI
• Raccontare la vita di gente comune, eroica perché ha saputo affrontare i molti
cambiamenti causati dalla guerra. Tra equilibri spezzati e legami ricostruiti, la mostra ha
l’intento di rappresentare, dall’inizio degli anni ’20, uno scorcio di realtà delle città in
crescita.
• offrire spunti di riflessione su come l’Italia si è rappresentata nei decenni e di
come si è rivelata, confessata, svelata attraverso e nonostante le immagini delle sue
rappresentazioni ufficiali.
22
23
Arte e Storia
DALL’ALLARGAMENTO ALL’UNITA’: DIECI ANNI INSIEME
NELL’UNIONE EUROPEA
PREMESSA
el 2014 l’Europa festeggia il decimo anniversario dell’allargamento a dieci
nuovi Stati. Cipro, Repubblica Ceca, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta,
Polonia, Slovacchia, Slovenia e Ungheria si sono aggiunti ai quindici paesi che
componevano allora l’Unione Europea, estendendo verso Est e nel Mediterraneo i confini
comunitari. La famiglia europea è cresciuta ancora nel 2007 con l’adesione di Bulgaria e
Romania e, infine, nel 2013 ha raggiunto i 28 membri con l’ingresso della Croazia.
Il processo di integrazione del continente ha coinvolto 128 milioni di nuovi cittadini,
portando la popolazione dell’Unione a un totale di 508 milioni e un territorio di oltre 4
milioni di km2. Le lingue ufficiali sono diventate 24 e nuove tradizioni, costumi e stili di
vita hanno arricchito il patrimonio culturale comune. L’Europa a ventotto è diventata un
mercato più ampio e più attraente per i suoi imprenditori e si è imposta come una delle
principali potenze economiche mondiali.
Un processo di allargamento dell’Ue che deve entusiasmare: l’ingresso degli nuovi
stati, senza certo dimenticare le loro problematiche, non può che rappresentare un
arricchimento sociale, turistico, economico e culturale per l’intera Unione, nello spirito di
condivisione che l’ha animata fin dalle origini.
A guidare l’intero processo è la prospettiva di maggiore prosperità, sicurezza e benessere
per tutti i cittadini europei.
N
PARTNER
Le Ambasciate dei 10 paesi che sono entrati nell’UE nel 2004
OBIETTIVI
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Scuole Secondarie di I e II grado
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
50 classi (circa 1.250 studenti)
METODOLOGIA
- Incontro di formazione per docenti.
- Concorso per gli studenti: ogni classe partecipante dovrà presentare un elaborato, a
scelta tra spot, intervista, articolo, manifesto pubblicitario o altro, che evidenzi in maniera
significativa l’importanza di questo grande “allargamento” degli Stati membri UE che ci
coinvolge direttamente e che ci vede protagonisti.
- Evento finale in un luogo di aggregazione giovanile e premiazione di 10 classi vincitrici.
TEMPISTICA*
* La circolare è già stata inviata alle scuole
Settembre 2014 : incontro di formazione per docenti.
Ottobre 2014: produzione del lavori.
Novembre 2014: chiusura del concorso e premiazione.
• Stimolare nei giovani l’impulso alla ricerca svolta per una migliore conoscenza dei 10
paesi che sono entrati nell’UE nel 2004, della loro storia, cultura, economia, geografia, nel
semestre della presidenza italiana nell’UE.
24
25
Prevenzione e Salute
ROMA DONA. PER LA DIFFUSIONE DELLA CULTURA
DELLA DONAZIONE D’ORGANI.
PREMESSA
I
l progetto “Roma Dona”, nato con l’intento di diffondere negli istituti superiori la
cultura della donazione degli organi e del trapianto, si pone l’obiettivo di fornire
ai giovani informazioni che possano poi essere diffuse nell’ambito familiare e nella
società.
I trapianti sono il miglior trattamento disponibile per la cura dell’insufficienza terminale di
un organo vitale. La principale limitazione a questo approccio terapeutico è la significativa
differenza tra il numero di pazienti in lista d’attesa e il numero di trapianti effettuati.
Negli ultimi 10 anni, nella Regione Lazio, per fare un esempio, il numero di donatori per
milione di abitanti è stato al di sotto della media nazionale e solo il 16,5% dei pazienti in
lista d’attesa per un trapianto di rene viene trapiantato. Una causa, tra le tante, di questa
situazione è soprattutto il rifiuto a donare, alla base del quale vi è spesso la mancanza di
informazione su concetti fondamentali quali: la morte cerebrale, i trapianti, la possibilità
di donare gli organi da un donatore vivente o dopo che si sia manifestata la condizione di
morte cerebrale.
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Studenti delle ultime classi degli Istituti secondari di II grado (IV e V)
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
Circa 2.000 studenti
METODOLOGIA
PARTNER
1. Incontro con i dirigenti scolastici e i docenti degli Istituti che aderiranno al progetto.
2. Incontro/lezione di circa un’ora, presso gli Istituti, di una équipe composta da un
paziente trapiantato, un medico o infermiere esperto di trapianti, uno psicologo.
Argomenti trattati:
- il concetto di morte cerebrale;
- la possibilità di curare l’insufficienza terminale di organi vitali con il trapianto;
- la possibilità di donare un organo quando si è in vita e in perfette condizioni
fisiche o dopo che sia intervenuta la morte cerebrale;
- i risultati dei trapianti, con la testimonianza diretta di un paziente che ha ricevuto
un trapianto di rene, o di fegato o di cuore.
Al termine della lezione si animerà un dibattito della durata di circa un’ora.
La lezione è preceduta e seguita dalla compilazione di un questionario per valutare, in
forma anonima, la variazione della conoscenza dei temi trattati e l’eventuale cambiamento
di opinione sulla donazione di organi per trapianto.
Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma,
Associazioni dei pazienti trapiantati dell’area romana
TEMPISTICA
OBIETTIVI
Da novembre 2014 a maggio 2015.
È programmato un incontro a settimana per ciascun Istituto aderente al progetto.
• Diffondere informazioni corrette sulla donazione di organi e sui trapianti;
• promuovere la cultura della donazione di organi finalizzata ad incrementare il numero di
trapianti nell’area di Roma.
26
27
Prevenzione e Salute
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
AUTOSTIMA
PREMESSA
autostima è uno dei fattori che più influenzano il nostro benessere psicologico: è
connessa alla stima e al rispetto di sé. Nel periodo adolescenziale, tipicamente, il
filtro attraverso il quale si osserva sé stessi e il mondo è fortemente condizionato
dal proprio senso di sé, attraverso correlati cognitivi, affettivi e sociali.
Il progetto nasce dalle riflessioni suscitate da una ricerca internazionale condotta nel
2013 che, dimostra come in tutto il mondo, sono tanti gli adolescenti che sviluppano
blocchi psicologici a causa di una bassa autostima, ad esempio inseguendo un modello
irraggiungibile di bellezza, ragazze e ragazzi finiscono per non esprimere ciò che sono
realmente. Le ragazze e i ragazzi dai 12 ai 14 anni vivono un periodo molto delicato,
pertanto riuscire a dar loro delle chiavi di lettura può aiutarli a una crescita psicologica,
armonica ed equilibrata.
L’
PARTNER
Unilever Dove
OBIETTIVI
• Aiutare gli adolescenti a scoprire le proprie potenzialità, incoraggiarli a esprimere
liberamente il proprio modo di essere, di sentirsi, vivendo con gioia questa fondamentale
fase della loro vita;
• prevenire facendo crescere la loro consapevolezza, che viene stimolata attraverso
l’utilizzo di giochi attivi;
• elaborazione e gestione della “nuova” consapevolezza.
Seconde e terze classi della scuola secondaria di I grado
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
9 scuole, 1 classe per ogni scuola (circa 500 studenti)
METODOLOGIA
Sono previsti 4 incontri di 2 ore ciascuno per ogni classe, da svolgersi con cadenza
settimanale.
Ogni incontro sarà condotto da 2 psicologhe esperte in interventi con adolescenti; ogni
classe effettuerà il percorso sempre con la medesima coppia di professioniste.
La metodologia di lavoro prevede l’utilizzo del role playing, della partecipazione attiva, del
lavoro di gruppo e individuale.
Tematiche per i 4 incontri:
1.
rapporto corpo mente;
2.
relazione con l’altro;
3.
identità di genere, cultura e pubblicità;
4.
comunicazione e assertività;
Al termine dell’intervento verrà concordato con gli insegnanti un momento di lettura
e restituzione rispetto a quanto osservato dalle psicologhe nel gruppo classe, con
l’eventuale segnalazione dell’emergere di indicatori di rischio.
TEMPISTICA
Da novembre 2014 a maggio 2015.
28
29
Prevenzione e Salute
L’EDUCAZIONE AFFETTIVA IN ADOLESCENZA
NELLA PREVENZIONE DELLA VIOLENZA
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Il progetto pilota si rivolge agli studenti dell’ultimo anno della scuola secondaria di I grado
e si rivolge al territorio del X Municipio.
PREMESSA
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
all’indagine del Telefono Azzurro Euriospes 2013 (eseguita su un campione di
1.523 adolescenti ambosessi tra i 12 e i 18 anni), emerge un quadro allarmante
dell’attuale condizione adolescenziale in Italia. Sono sempre più diffusi fenomeni
quali il sexting (atto di creare, postare o ricevere foto o video a contenuto sessuale
attraverso internet o telefono), il bullismo e il cyberbullismo (bullismo elettronico).
Tali fenomeni rappresentano modalità disfunzionali di vivere gli aspetti affettivi e sessuali
nelle relazioni tra pari.
L’indagine del Telefono Azzurro Eurispes 2013, infatti, evidenza che più del 10% degli
adolescenti ha ricevuto video o sms sessuali sul proprio cellulare. Il cyberbullismo si
riferisce a un comportamento intenzionale, finalizzato a offendere, intimorire e mortificare
la vittima in maniera ripetuta e duratura, prevalentemente tramite frasi o immagini
elettroniche. Lo strumento digitale facilita l’azione riprovevole e accresce l’aggressività
del bullo, poiché la Rete è un mondo virtuale che genera l’illusione di essere invisibili al
mondo reale, e conseguentemente dà la sensazione di non essere reperibili e di restare
impuniti.
Circa 500 studenti
D
METODOLOGIA
Gli incontri avranno un’impostazione prevalentemente esperienziale, al fine di
coinvolgere attivamente i ragazzi, prevedendo anche un’introduzione teorica. Saranno
utilizzate le seguenti tecniche: peer education; circle time; role playing; esercizi gestaltici;
psicodramma; project work; attività sportive di gruppo per rafforzare il sentimento di
appartenenza al gruppo classe.
Gli incontri avranno cadenza settimanale della durata di 2 ore ciascuno.
TEMPISTICA
Da gennaio 2015 a giugno 2015.
PARTNER
Associazione “La Volpe Nascosta”
OBIETTIVI
• Prevenire il disagio e promuovere il benessere in adolescenza, attraverso la peer
education. Tale metodo si propone di incentivare l’educazione socio-affettiva al fine di
prevenire forme di bullismo e cyber bullismo;
• facilitare la cooperazione tra pari, il rispetto, lo spirito di gruppo, l’accettazione della
diversità, l’assunzione di ruoli più responsabili e maturi nella relazione con i coetanei;
• promuovere l’educazione al rispetto e all’accettazione delle diversità di genere, al fine
di migliorare la qualità delle relazioni tra pari. Sensibilizzare e diffondere la cultura del
benessere relazionale, come base per una migliore qualità della vita;
• prevenire i fenomeni di manipolazione emotiva, bullismo e cyberbullismo,
violenza e abuso.
30
31
Prevenzione e Salute
EDUCAZIONE ALLA SALUTE. CAMBIO STILE:
DIPENDENZE (NUOVE DIPENDENZE E SOSTANZE
D’ABUSO), SESSUALITÀ ED EDUCAZIONE AI SENTIMENTI
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Scuola secondaria di I e II grado
PREMESSA
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
el corso degli ultimi decenni è andata via via crescendo, a livello mondiale,
l’attenzione per i corretti stili di vita, intesi non solo come strumenti di
prevenzione delle patologie, ma anche come veicolo di salute e benessere
quotidiani. Il progressivo incremento della longevità della popolazione richiede importanti
sforzi individuali e collettivi al fine di preservare e migliorare la qualità di vita della
persona e, se è vero che non è mai troppo tardi per riscoprire le buone abitudini, è
vero anche che più precocemente le si conosce e le si adotta, più efficaci risultano nel
preservare la salute fisica e psichica dell’individuo nel proprio contesto. Promuovere la
salute tra le giovani generazioni non può, quindi, prescindere dall’istituzione scolastica,
ambiente ideale per individuare modalità d’intervento didattico finalizzate ad un percorso
di educazione ai corretti stili di vita. L’ambito scolastico, inoltre, offre spunti di riflessione e
indicazioni non solo agli studenti, ma anche ai docenti, alle famiglie ed alla società civile in
generale, in uno scambio quotidiano che contribuisce alla loro crescita e formazione.
45 classi (circa 1.300 studenti)
PARTNER
TEMPISTICA
N
MIUR, Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza
METODOLOGIA
- Compilazione, da parte delle scuole che parteciperanno al progetto, di un questionario
anonimo conoscitivo per la raccolta di dati sulle abitudini di vita per quanto riguarda le
tematiche proposte.
- Incontro informativo rivolto agli studenti a cura degli esperti dell’Università La Sapienza
di Roma e del Foro Italico, secondo modalità da concordare con le Scuole in relazione alla
programmazione didattica.
- Distribuzione di materiale educativo- informativo sull’importanza dei corretti stili di vita.
Da novembre 2014 ad aprile 2015.
OBIETTIVI
• Sensibilizzare i giovani ai pericoli associati alle sostanze d’abuso tradizionali e alle nuove
sostanze;
• stimolare un uso più corretto di internet e dei social network, sensibilizzando sui pericoli
associati all’uso scorretto delle tecnologie;
• informare ed educare i giovani sui diversi aspetti della sessualità, sul ruolo della
prevenzione, sui principali comportamenti e disturbi in grado di influenzare negativamente
la salute generale e la sfera sessuale, anche futura, sui sentimenti;
• informare la popolazione giovanile sugli stili di vita scorretti e sui loro effetti negativi
sulla salute e sul benessere;
• informare ed educare i giovani sui rischi delle nuove dipendenze (internet, gioco
d’azzardo, videogames) e dell’abuso di sostanze voluttuarie (alcol, fumo, droghe);
• sensibilizzare i ragazzi all’importanza di una genuina vita emozionale attraverso un
percorso di educazione ai sentimenti;
• educare i giovani a una corretta e consapevole sessualità, e informarli sui rischi per
la salute generale, sessuale e riproduttiva, di errati comportamenti sessuali.
32
33
Prevenzione e Salute
EDUCAZIONE ALLA SALUTE. CAMBIO STILE:
ALIMENTAZIONE, ATTIVITÀ FISICA E SPORT
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Scuola primaria e secondaria di I grado
PREMESSA
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
el corso degli ultimi decenni è andata via via crescendo, a livello mondiale,
l’attenzione per i corretti stili di vita, intesi non solo come strumenti di
prevenzione delle patologie, ma anche come veicolo di salute e benessere
quotidiano. Più precocemente si conoscono e si adottano le buone abitudini, più
efficaci risultano nel preservare la salute fisica e psichica dell’individuo nel proprio
contesto. Promuovere la salute tra le giovani generazioni non può, quindi, prescindere
dall’istituzione scolastica, ambiente ideale per individuare modalità d’intervento didattico
finalizzate a un percorso di educazione ai corretti stili di vita. L’ambito scolastico, inoltre,
offre spunti di riflessione e indicazioni non solo agli studenti, ma anche ai docenti, alle
famiglie e alla società civile in generale, in uno scambio quotidiano che contribuisce alla
loro crescita e formazione.
45 classi (circa 1.300 studenti)
N
METODOLOGIA
- Compilazione, da parte delle scuole che parteciperanno al progetto, di un questionario
anonimo conoscitivo per la raccolta di dati sulle abitudini di vita per quanto riguarda le
tematiche proposte.
- Incontro informativo rivolto agli studenti a cura degli esperti dell’Università La Sapienza
di Roma e del Foro Italico, secondo modalità da concordare con le scuole in relazione alla
programmazione didattica.
PARTNER
MIUR, Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza
OBIETTIVI
TEMPISTICA
Da novembre 2014 ad aprile 2015.
• Far apprendere i principi di un’alimentazione corretta, equilibrata, ma anche gratificante
e appagante, imparando che, insieme a un’attività fisica adeguata, si possono prevenire
patologie croniche e disturbi alimentari durante l’infanzia e l’adolescenza;
• insegnare che attraverso l’abitudine allo svolgimento dell’attività fisica si può modificare
positivamente lo stile di vita dei giovani;
• spiegare che le caratteristiche nutrizionali sono peculiari di ogni popolazione e di ogni
territorio così come le abitudini alimentari e il tipo di cibi consumati;
• divulgare il modello alimentare mediterraneo (dieta mediterranea);
• informare sui benefici dell’attività fisica per i giovani;
• fornire approfondite e opportune conoscenze e competenze agli insegnanti;
• diffondere attraverso i mezzi di comunicazione, anche quelli più innovativi e utilizzati dai
giovani (internet, social network, applicazioni per smartphone), la conoscenza dei comportamenti utili a preservare la salute e il benessere psico-fisico.
34
35
Prevenzione e Salute
TRE ESSE PER ESSERCI: SCUOLA, SALUTE,
E SOLIDARIETÀ
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Scuole secondarie di II grado
PREMESSA
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
rogetto di informazione/formazione e di educazione alla salute sui comportamenti
a rischio e stili di vita corretti, finalizzato alla solidarietà e alla sensibilizzazione
alla donazione del sangue. La donazione del sangue è un atto volontario e
gratuito, come formulato nelle indicazioni del Consiglio d’Europa, e di profonda solidarietà
umana in quanto ha come fine quello di salvare delle vite umane. La Regione Lazio non
avendo raggiunto l’autosufficienza di sangue e di plasma ha ancora necessità di acquistare
da altre regioni italiane un’elevata quantità di unità trasfusionali per le attività di cure
mediche e chirurgiche. Per raggiungere l’obiettivo dell’autosufficienza trasfusionale è
necessaria l’attuazione di adeguate campagne di educazione sanitaria che coniughino
l’educazione alla salute con l’educazione alla solidarietà.
35 classi (circa 800 studenti)
P
METODOLOGIA
Il progetto prevede degli incontri di formazione/informazione rivolto ai docenti, agli
studenti ed eventualmente ad altro personale della scuola. Essi saranno tenuti da medici
dei SIMT con la collaborazione di rappresentanti delle Associazioni di donatori di sangue
i quali avranno il compito di mantenere il contatto comunicativo. L’intervento dei medici
sarà inerente a tutto ciò che riguarda la salute dello studente, gli stili di vita e i cosiddetti
”comportamenti a rischio” (piercing, tatuaggi, assunzione di alcol e di droghe, rapporti
sessuali non protetti, ecc.).
PARTNER
Centro Regionale Sangue – Regione Lazio presso Azienda Ospedaliera S. Camillo-Forlanini,
SIMT, Associazioni dei Donatori di sangue
TEMPISTICA
Da novembre 2014 ad aprile 2015.
OBIETTIVI
• Diffondere informazioni corrette sulla donazione del sangue;
• promuovere una cultura della donazione.
36
37
Prevenzione e Salute
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
TELETHON A SCUOLA
Docenti, alunni e famiglie della scuola primaria, secondaria di I grado
PREMESSA
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
a Fondazione, anche per l’anno scolastico 2014-15 promuove il progetto
“TELETHON a scuola” che comprende un interessante ventaglio di attività
progettuali con l’obiettivo di sensibilizzare docenti e alunni sulle problematiche legate
alle malattie genetiche, nonché per promuovere la ricerca scientifica e la cultura della
solidarietà per sviluppare in loro il senso della responsabilità sociale.
Tutte le scuole che ne faranno richiesta fino a esaurimento delle disponibilità, scrivendo
a scuole@ telethon.it o chiamando il numero 02 49767381 dal lunedì al venerdì ore 9-13 e
14-18. La scheda di adesione si può scaricare dal sito www.telethon.it/scuole.
L
PARTNER
Fondazione TELETHON , MIUR
OBIETTIVI
• Sensibilizzare gli studenti fin dalla scuola primaria sulle malattie genetiche rare, un
problema di salute tendenzialmente poco noto e trascurato ma di grande impatto sulla
società. Una malattia è definita rara quando colpisce meno di una persona su 2.000; se ne
conoscono oltre 6.000 e, complessivamente, colpiscono 30 milioni di cittadini europei.
Si stima che nel mondo nascano ogni minuto 10 bambini affetti da una malattia genetica.
La ricerca scientifica è senza dubbio l’unico strumento per risolvere alla radice questo
grave problema di salute.
La Fondazione Telethon grazie ai suoi progetti educativi (“Insieme più speciali” e “Tutti
a Scuola”) intende essere presente nelle scuole italiane per sensibilizzare le giovani
generazioni affinché siano portatori di valori universali, come quello della solidarietà e del
valore della vita di ogni singola persona.
METODOLOGIA
E’ prevista una giornata di formazione per i docenti referenti del progetto. “Insieme
più speciali”, rivolto alla scuola primaria, è un grande volume illustrato contenuto nel
kit “apriscatola” che, con la sua storia, che è una metafora della vita, vuole coinvolgere
tutti, docenti, alunni e famiglie, suscitando in loro emozioni autentiche. I temi affrontati
sono: la solidarietà, il rispetto per il raro e il diverso, l’importanza del dono, la capacità di
ascolto. Particolarmente attenzione viene data alla condivisione costruttiva delle difficoltà,
approfondita attraverso la storia del giaguaro e della lucertola, che rappresentano i
bambini malati. Gli altri animali sono gli alunni, docenti e i genitori, mentre il gufo è il
ricercatore, lo scienziato che dedica il suo lavoro allo studio delle malattie rare.
Il kit multimediale “Tutti a Scuola”, rivolto alla scuola secondaria di I grado, è pensato per
stimolare la curiosità dei ragazzi e il dibattito in classe e prevede un video con riferimenti
a film, attori e serie tv famose, oltre a schede operative scaricabili online e materiali di
approfondimento per gli insegnanti. Un modo per trasformare la lezione in un momento
di intrattenimento coinvolgente e formativo.
TEMPISTICA
Anno scolastico 2014-15.
38
39
Alimentazione
ALIMENTIAMOCI DI BUONE REGOLE: PARTECIPIAMO
A UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE
PREMESSA
l progetto intende informare ed educare le ragazze e i ragazzi (cittadiniconsumatori) sulla corretta alimentazione e sul consumo alimentare,
coinvolgendoli direttamente in attività concrete di partecipazione civica e di
tutela dei diritti fondamentali.
I
PARTNER
Cittadinanzattiva Lazio Onlus, Movimento Consumatori Confconsumatori Lazio
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Scuole secondarie di I grado
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
30 classi (circa 800 studenti)
METODOLOGIA
Incontri seminariali nelle scuole.
Argomenti trattati:
- la piramide alimentare e il rapporto con l’attività fisica per un corretto
stile di vita;
- le corrette associazioni alimentari;
- le buone condotte nel consumo alimentare;
- l’importanza di ridurre lo spreco alimentare;
- la tutela della biodiversità del cibo;
- la filiera corta e i prodotti a km zero.
OBIETTIVI
• Tutelare i diritti fondamentali dei consumatori (tutela della salute, sicurezza e qualità dei
prodotti alimentari, ecc.);
• diffondere la cultura della corretta alimentazione e delle buone prassi (km zero,
stagionalità dei prodotti, biodiversità);
• educare alla riduzione degli sprechi alimentari;
• informare sulle cause e sui rimedi dell’obesità infantile.
40
TEMPISTICA
Da novembre 2014 a maggio 2015.
41
Alimentazione
LINK TO SCHOOL
IL DIRITTO AL CIBO
E A UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE
PREMESSA
Link to School” è un percorso di educazione alla cittadinanza mondiale che
intende offrire agli studenti italiani e africani che vi aderiscono l’opportunità di
confrontarsi e conoscersi attraverso un approfondimento e dialogo su un tema
comune: “Il diritto al cibo e a una corretta alimentazione”.
Il progetto desidera accompagnare le scuole italiane nel percorso di avvicinamento
all’Esposizione Universale EXPO 2015, con l’intento di creare un vero dialogo Sud–Nord
sul tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, portando la voce, l’esperienza e il punto
di vista dell’Africa, anche quella dei più piccoli.
“
PARTNER
Amref Italia
OBIETTIVI
• Rispondere alle peculiarità proprie dell’educazione alla cittadinanza mondiale;
• partecipare attivamente alla vita democratica della propria società, sia nel proprio territorio sia in una più ampia prospettiva globale;
• acquisire competenze necessarie a esercitare i propri diritti ed i propri doveri.
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Scuole primarie e secondarie di I grado
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
40 classi (circa 900 studenti)
METODOLOGIA
Il percorso didattico è strutturato sullo svolgimento in classe di indicazioni contenute in
specifiche schede didattiche, organizzate per favorire una scambio di contenuti e idee
tra le alunne e gli alunni italiani e kenioti nel corso dell’anno scolastico. Lo scambio degli
elaborati è l’elemento fondamentale di un processo di crescita e di apprendimento
reciproco, egualitario e arricchente per tutti i giovani coinvolti.
Nello specifico le tematiche proposte sono:
• le tradizioni culinarie quali specchio sociale ed economico;
• la struttura di un’alimentazione sana ed equilibrata;
• le correlazioni tra cibo, acqua e salute;
• la riflessione sul sistema economico connesso al cibo (data l’età dell’utenza si farà
un semplice accenno a tale aspetto);
• la presa di coscienza dell’importanza di farsi portavoce dei diritti altrui nell’ottica
di una cittadinanza globale.
A conclusione del percorso verrà chiesto alle classi (italiane e keniote) di scrivere un
documento condiviso con il quale si rivolgeranno agli adulti, per chiedere nuovi diritti di
cittadinanza globale e di sottoscrivere un preciso impegno di utilizzo responsabile delle
risorse.
TEMPISTICA
Da novembre 2014 ad aprile 2015.
42
43
Alimentazione
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
SONO COME MANGIO
PREMESSA
isto il grande successo riscosso l’anno scorso, il Consorzio del Parmigiano
Reggiano ripropone una campagna innovativa di educazione alimentare che
coinvolge gli insegnanti e gli alunni di Roma Capitale, in un originale viaggio nel
cibo e nelle abitudini alimentari. Il progetto vuole fornire nuovi strumenti e metodologie
per sviluppare al meglio l’educazione alimentare, concepita come strumento fondamentale
per una più ampia educazione alla salute e al benessere psico-fisico. Il progetto prevede
l’elaborazione di prodotti da parte degli studenti per la partecipazione al concorso.
V
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
2.500 studenti
METODOLOGIA
PARTNER
Verranno svolte 5 ore di formazione interattiva in presenza per gli insegnanti, affinché
realizzino in classe:
- attività ludiche;
- laboratorio sensoriale;
- attività multidisciplinare;
- elaborati per il concorso.
Consorzio Parmigiano Reggiano, Cooperativa Creativ
TEMPISTICA
OBIETTIVI
• Sensibilizzare gli alunni all’educazione alimentare, alla conoscenza del cibo, alle abitudini
alimentari sane;
• focalizzare l’attenzione degli alunni sulla conoscenza e l’utilizzo dei 5 sensi;
• far conoscere, attraverso il formaggio Parmigiano Reggiano, lo straordinario legame
che esiste tra prodotti e territorio, valorizzando in tal modo anche la storia, la cultura, le
tradizioni, le risorse ambientali che danno origine ai nostri alimenti;
• coinvolgere le famiglie fornendo materiali e indicazioni sull’educazione alimentare.
44
Scuole primarie
Ottobre 2014: incontro di formazione per docenti.
Novembre-dicembre 2014: “L’alimentazione in gioco”, le classi realizzano l’attività
ludica sull’educazione alimentare.
Gennaio-marzo 2015: laboratori sensoriali in classe e degustazione del formaggio;
produzione di lavori per concorso proposto e organizzato dal Consorzio Parmigiano
Reggiano.
Aprile 2015: “Fuoco al mito”, evento finale con la cottura in diretta del formaggio
con i mastri artigiani del Parmigiano Reggiano; premiazioni del concorso con in palio
strumenti per l’attività didattica a scuola.
45
Scienza
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
LA SCIENZA NELLA SOCIETÀ DEI GIOVANI
PREMESSA
l DSU-CNR (Dipartimento Scienze Umane e Sociali del Centro Nazionale di
Ricerca) organizza il 19-20 novembre 2014, durante il semestre di Presidenza
italiano, su mandato della Comunità Europea, la Conferenza “Science, Innovation
and Society: achieving Responsable Research and Innovation - SIS-RRI”, presso
l’Auditorium della Musica e il MAXXI. La Comunità Europea nel Programma Scienza nella
Società (SIS) - Settimo programma quadro (7 ° PQ), afferma: “La scienza è parte di quasi
ogni aspetto della nostra vita, ci aiuta a stare meglio, ci racconta il passato, ci aiuta con
il presente e crea nuovi modi per migliorare il nostro futuro. Il suo posto nella società,
pertanto, non è da svolgersi a bordo campo, ma diventare una parte fondamentale del
gioco.” Per questo, il Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale del
CNR, si assume l’impegno di studiare rapporti, modalità e linguaggi “tra scienza e società“
attraverso una serie di attività tra le quali una mostra organizzata al MAXXI.
I
PARTNER
DSU- CNR (Dipartimento Scienze Umane e Sociali del Centro Nazionale di Ricerca)
OBIETTIVI
• Stimolare una riflessione sull’importanza della scienza nella società, ovvero quali
suggestioni e livelli di apprendimento stimola e come questi vengono fatti propri dal
mondo degli adolescenti;
• comunicare, formare e disseminare attraverso le esperienze pilota di “Arte e
Innovazione” (prodotte nell’ambito di buone pratiche realizzate da FP6 e FP7, nazionali
del CNR e del panorama scientifico Romano) su come la scienza possa aiutare a crescere
nella società contemporanea.
La mostra, organizzata con un forte carattere esperienziale e interattivo, si propone di
avvicinare il mondo ICT, in uso nel quotidiano adolescenziale, al multisensorialismo che
riporta al contatto corporeo. Si sceglie un percorso-mostra che coinvolga attraverso il
gioco un pubblico che risulta essere difficilmente raggiungibile. La finalità principale della
mostra non è quella di verificare il livello di apprendimento scientifico o di competenza
raggiunta dal visitatore ma di far apprendere, attraverso un percorso esperienziale, il
senso e il valore che la scienza ha nella vita quotidiana. I materiali proposti condurranno
a una riflessione sul valore della scienza, intesa nella sua complessità multidisciplinare,
e di come questa possa restituire chiavi di lettura e strumenti per la “comprensione” del
mondo circostante e per acquisire aspetti etici e valoriali nella vita di comunità.
46
Scuole primaria (IV e V) e scuole secondarie di I e II grado
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
40 classi (circa 900 studenti)
METODOLOGIA
Il percorso-mostra propone un apprendimento esperienziale e ludico sia individuale che
collettivo. Attraverso metodologie deduttive e induttive il visitatore avrà la possibilità di
verificare e consolidare alcuni significati e valori e poi con creatività collettiva, anche sostenuta da facilitatori, stabilire come condividerli.
Per l’occasione sarà progettata un’applicazione ICT di “Gamification” che affiancherà il
giovane nella visita, non fornendo informazioni aggiuntive ma stimolando e verificando
conoscenza, interesse e comprensione. Un gioco che guida e verifica in tempo reale lo
stimolo formativo, attraverso domande generali che avvicinano la scienza al vissuto dei
giovani.
La mostra è articolata in tre differenti stazioni:
1. il labirinto, dove saranno proposti sia exhibit che seguono una metodologia “hands on”,
sia alcuni risultati di progetti europei (tratti dall’FP6/FP7) legati alla scelta di linguaggi
artistici per comunicare la scienza, sia installazioni di diversa natura nelle quali il visitatore
è invitato a toccare con mano quanto viene mostrato attraverso percorsi non immediatamente percepibili;
2. il teatro, luogo nel quale si vive uno momento di ascolto e visione di performance di
arte e scienza;
3. il laboratorio, dove saranno organizzati tavoli di lavoro intorno ai quali il visitatore vivrà
un’esperienza pratica di sperimentazione scientifica assistita da facilitatori e da ricercatori
CNR.
TEMPISTICA
La mostra sarà aperta dal 20 novembre 2014, per 10/15 giorni. Si potranno ospitare
4 classi al giorno.
47
Scienza
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
IL MIO PIANETA DALLO SPAZIO: FRAGILITÀ E BELLEZZA
PREMESSA
a mostra dell’ESA (Ente Spaziale Europeo) “Il Mio Pianeta dallo Spazio”, aperta
dal 30 settembre al 2 novembre, celebra i 50 anni dell’Europa nello spazio. La
manifestazione è un viaggio attraverso le regioni più belle della Terra insidiate
dagli effetti del riscaldamento globale. Le immagini satellitari ci mostrano un pianeta che
cambia: scioglimento dei poli sempre più rapido, innalzamento degli oceani, emergenza
acqua, foreste minacciate dalla deforestazione, desertificazione di terre coltivate e
sviluppo incontrollato delle megalopoli. Immagini suggestive, che gli occhi dei satelliti ci
mandano per aiutarci a comprendere meglio la gravità di questi fenomeni, rivelandoci
come il satellite rappresenti ormai uno strumento essenziale per il monitoraggio
ambientale e la gestione delle risorse naturali.
L
Scuole di ogni ordine e grado
CONCORSO
Gli studenti potranno partecipare a un concorso realizzando un elaborato sul tema
“Come le tecnologie possono aiutare la sostenibilità nel mio Pianeta”. Le ragazze e i
ragazzi potranno scegliere vari linguaggi: fumetto; video (max 10 minuti); spot pubblicitario
(max 1 minuto); servizio fotografico, accompagnato da uno slogan. Verranno selezionati tre
elaborati e alle classi vincitrici verrà regalato un modello in scala ridotta di un prototipo
di satellite e offerta una visita guidata presso il Centro dell’Ente Spaziale Europeo di
Frascati.
TEMPISTICA
Dal 30 settembre al 2 novembre 2014.
PARTNER
ESA (Ente Spaziale Europeo), Palazzo delle Esposizioni
PRENOTAZIONE PER LE VISITE GUIDATE
848 08 24 08
PERCORSO ESPOSITIVO
Il percorso espositivo della mostra presso il Palazzo delle Esposizioni (via Nazionale, 194)
si rivolge a un pubblico vasto, con una particolare attenzione al mondo della scuola, per
sensibilizzare i giovani a uno stile di vita eco-sostenibile, caratterizzato da un utilizzo più
consapevole delle risorse naturali e da un ri-uso di ciò che si considera rifiuto.
Il percorso si snoderà attraverso sei aree principali:
GHIACCI, ACQUA, ATMOSFERA, FORESTE E AGRICOLTURA, DESERTI, CITTA’.
48
PREZZO DEL BIGLIETTO
Ingresso: fino al 14 ottobre 2 euro per i partecipanti con visita guidata gratuita,
dal 15 ottobre al 2 novembre 4 euro.
49
Teatro
PINOCCHIO NERO A SCUOLA DI TEATRO
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Scuole primarie e secondarie di I grado distribuite nei vari quartieri
PREMESSA
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
territori di Tor Bella Monaca, Quarticciolo, Massimina, Buon Pastore, Pisana,
Pantano di Grano, San Lorenzo, Verano, Nomentano nel Comune di Roma e
Lido di Ostia, sono caratterizzati da un’alta densità abitativa, precarietà dei
luoghi di aggregazione, carenza di spazi verdi, strozzature nel sistema viario, mancanza
di collegamenti veloci o facili con il centro della città. Nella composizione dei residenti
divisi per età è maggiore il peso dei giovani. I territori sono caratterizzati da una rilevante
presenza di stranieri, con un tasso di crescita che – soprattutto nel Quarticciolo – supera
di circa 40 punti quello medio romano. Il progetto, proprio in questi territori, intende
realizzare un intervento di “teatro sociale”, rivolto a ragazzi in età adolescenziale, con
finalità educative e di integrazione socio/culturale, per prevenire il disagio.
16 classi (circa 400 studenti)
I
PARTNER
Amref Italia
OBIETTIVI
• Promozione culturale volta a favorire l’integrazione socio/culturale per contrastare il disagio;
• sviluppo delle esperienze dei “campi scuola”, già avviate nella stagione 2012-2013 presso:
Teatro di Tor Bella Monaca, Teatro Biblioteca del Quarticciolo, Teatro Villino Corsini,
Teatro Villa Torlonia e Teatro del Lido di Ostia.
METODOLOGIA
Incontro di preparazione rivolti agli insegnanti della durata di 4 ore presso un
teatro o una scuola ospitante, durante il quale verrà consegnato un kit didattico.
L’incontro è mirato a favorire il lavoro degli insegnanti in modo che possano
realizzare, all’interno delle classi, un percorso di ricerca e riflessione sui temi
dell’intervento: l’identità personale e il suo sviluppo; il riconoscimento delle
differenze dei singoli e della cooperazione sociale, perché si valorizzi la collettività; il
passaggio dall’infanzia all’adolescenza (vista come una metamorfosi, così come nella
favola “Pinocchio”); il disagio e l’esclusione; la maturazione sociale e l’inserimento.
L’operatore di AMREF presenterà agli insegnanti il progetto Pinocchio Nero svolto
a Nairobi (i suoi obiettivi, i risultati raggiunti, la tipologia dei giovani che ne hanno
fatto parte, il loro percorso di riscatto, nell’ambito di una “azione di teatro sociale”)
e l’ attore/educatore di teatro sociale svilupperà le linee guida e le indicazioni di
lavoro presenti nel kit e proporrà agli insegnanti esercizi pratici, per prepararli
all’utilizzo autonomo del materiale, sia per l’attività didattica sia per la preparazione
del campo-scuola.
Incontri di presentazione e di avvio, rivolti agli studenti.
E’ previsto un incontro per ognuna delle 16 classi coinvolte, organizzato in due fasi:
- un incontro di un’ora, in ognuna delle classi, condotto da un operatore di
Amref;
- un incontro di due ore, in ogni classe, condotto da un attore/educatore,
durante il quale l’educatore proporrà ai bambini (e agli stessi insegnanti)
esercizi teatrali e attività di improvvisazione, sempre con riferimento alle
tematiche e alle metafore presenti nella storia del Pinocchio Nero.
Campi-scuola, rivolti ai bambini (condotti da una equipe di artisti/educatori,
specializzati in teatro sociale) della durata di 8 ore, per ognuna delle 16 classi, presso
il Teatro di quartiere coinvolto. Il campo-scuola consentirà ai bambini un’immersione
completa, per una giornata intera, nel mondo del teatro.
TEMPISTICA
Da ottobre 2014 a giugno 2015.
50
51
Le buone pratiche che fanno bella la città
ROMA CITTÀ D’ACQUA
PREMESSA
cea, una delle principali multiutility italiane è attiva nella gestione e sviluppo
di reti e servizi per l’acqua, per l’energia e per l’ambiente. Per questo intende
creare, attraverso questo progetto, un legame più stretto con il territorio in
cui opera e in particolare con la scuola. Una delle ragioni che spingono Acea a essere
presente nel mondo della scuola, è quella di diffondere e promuovere una maggiore
educazione ambientale, trasmettendo informazioni e concetti, in particolare sull’acqua,
bene irrinunciabile. Il progetto prevede la premiazione per i migliori elaborati prodotti
dagli studenti.
A
PARTNER
Acea e con il contributo di Atac.
OBIETTIVI
• Promuovere formazione e ricerca, con taglio interdisciplinare, tra docenti e studenti
delle scuole primarie (secondo ciclo) e secondarie di primo grado, sul lavoro e i progressi
compiuti da Acea dalla sua nascita ai nostri giorni;
• sensibilizzare gli alunni sulla complessità del tema ambientale, mettendoli a conoscenza
delle azioni-risorse-tecnologie che Acea utilizza per preservare il territorio in cui opera da
più di cento anni.
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Insegnanti e alunni delle scuole primarie (secondo ciclo) e scuole secondarie di I grado.
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
30 scuole, 2 per Municipio per un totale complessivo di 60 classi (1.500 studenti)
METODOLOGIA
- Incontro di formazione per i docenti con visita guidata in uno degli impianti idrici Acea.
- Attività in classe sulle tematiche riguardanti la filiera del ciclo dell’acqua (le sorgenti, la
distribuzione e la depurazione) e approfondimento su una di essa con realizzazione di un
elaborato/disegno (matita, olio, carboncino, acquarelli, ecc) per partecipare al concorso.
- Visita guidata per le classi presso gli impianti Acea (sorgente, centro idrico o
depuratore) in base alla tematica scelta e una lezione sul “ciclo tecnologico dell’acqua”.
Durante la visita saranno inoltre illustrate le caratteristiche e il funzionamento della
struttura.
- Evento finale e premiazione. Verranno selezionati i migliori 5 elaborati che saranno in
mostra sugli autobus e tram di Roma (Atac). Ai 5 studenti vincitori sarà consegnato un
mini tablet, mentre alle loro scuole verrà offerto un buono di 1.000 euro da utilizzare
per interventi di ristrutturazione/adeguamento della struttura scolastica o per esigenze
didattiche.
TEMPISTICA
Novembre 2014: giornata di formazione per i docenti
Da gennaio a marzo 2015: visite guidate e incontri nelle scuole a cura dei tecnici Acea.
Aprile 2015: evento finale a “Città come Scuola”, show educativo e premiazione dei
migliori elaborati prodotti.
52
53
Le buone pratiche che fanno bella la città
ROMA LA FRONTIERA GREEN DEL XXI SECOLO
PREMESSA
onsiderato il rilievo che la scuola ha nel comunicare e diffondere il cambiamento
verso un diverso approccio al rifiuto, inteso come risorsa, e nel diffondere
un condiviso e rinnovato senso civico, ogni anno AMA propone una serie di
iniziative rivolte alle scuole di ogni ordine e grado, per una maggiore informazione e
sensibilizzazione sulla raccolta differenziata e sul riciclo dei rifiuti, con metodi didattici
differenti per ciascun ciclo di studi. Per ogni proposta formativa sono specificate le
classi (infanzia, primaria, secondaria, ecc.) invitate a partecipare, una breve descrizione
dell’iniziativa, il programma, luoghi, durata e modalità di adesione. Tutti i progetti
prevedono, inoltre, la consegna di materiale didattico-informativo elaborato dall’Azienda.
Ogni scuola può aderire a una o più iniziative.
Tutte le informazioni sono disponibili sul sito aziendale, compresa la scheda di adesione.
www.amaroma.it/amaperlascuola.
C
PARTNER
AMA
OBIETTIVI
Sulla base dell’esperienza maturata negli anni e in linea con gli obiettivi aziendali, il
progetto AMA per la scuola vuole promuovere attività di informazione, formazione e
sensibilizzazione alla eco-sostenibilità, per realizzare un aumento percentuale quantitativo
e qualitativo della raccolta differenziata. Tutte le attività che AMA svolge sono finalizzate
alla tutela e alla valorizzazione dell’ambiente cittadino.
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Diretti: scuola dell’infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di I grado e II grado
Indiretti: genitori e personale non docente
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
Per il programma dei 5 Municipi: sono coinvolti 290 istituti, 2.900 classi, 72.000 studenti.
Per il programma generale (10 Municipi):
- 245 laboratori, 500 classi, 12.000 studenti;
- 60 spettacoli, 240 classi, 6.000 studenti;
- lezione in classe, 400 lezioni, 1.600 studenti.
METODOLOGIA
Le iniziative sono divise e diverse per Municipi. Per l’anno scolastico 2014/2015 è
stato elaborato un programma ad hoc per i 5 Municipi interessati alla nuova raccolta
differenziata (IV, VIII, X, XII, XIV), mentre un secondo programma è disponibile per le
scuole degli altri Municipi.
Nel primo caso (Municipi IV, VIII, X, XII, XIV)
Scuola dell’infanzia: teatrino delle marionette.
Scuola primaria: gioco giro-riciclo con lezioni in classe.
Scuola secondaria di I grado e II grado: lezione in classe con concorso “selfie, la
differenziata con uno scatto”.
Per le scuole di tutti gli altri Municipi
Scuola dell’infanzia: rappresentazioni teatrali.
Scuola primaria: rappresentazioni teatrali, laboratori didattici, gioco giro-riciclo,
lezioni in classe.
Scuola secondaria di I grado e II grado: lezione in classe, Narrambiente.
TEMPISTICA
Da novembre 2014 a giugno 2015, con disponibilità variabile a seconda dei progetti.
54
55
Le buone pratiche che fanno bella la città
IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE VISTO DAI BAMBINI
(PROGETTO EDUCATIONAL)
PREMESSA
l “Progetto Educational” si inserisce nella più ampia attività di sensibilizzazione
e orientamento al trasporto pubblico locale dedicata ai bambini. Il progetto si
rivolge alle scuole primarie di Roma Capitale che saranno coinvolte nell’attività di
formazione in aula e sul campo nelle vesti di verificatori e in quelle di ausiliari della sosta.
Il progetto si concluderà con una tavola rotonda in cui saranno coinvolti bambini e
istituzioni che si confronteranno sulle principali tematiche del TPL, fornendo spunti e
suggerimenti da punti di vista differenti.
I
PARTNER
Atac
OBIETTIVI
• Illustrare alle nuove generazioni le caratteristiche del trasporto pubblico e dei suoi
attori principali (verificatori, ausiliari, ecc.);
• accompagnare i giovanissimi in un percorso civico in cui il buon senso e l’osservanza
delle regole sono considerati comportamenti premianti e che devono essere “contagiosi”;
• evidenziare ai più piccoli le relazioni esistenti tra mobilità e sostenibilità negli spazi
urbani;
• promuovere l’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all’auto privata.
56
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Alunne e alunni della 4^ classe della scuola primaria
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
10 classi di 5 scuole primarie di Roma Capitale (circa 250 studenti)
METODOLOGIA
L’iniziativa si articolerà in due fasi.
Incontro formativo in aula e simulazioni: i referenti Atac illustreranno ai bambini il sistema del trasporto in città, i riferimenti che disciplinano e garantiscono l’ottimizzazione dei
servizi attraverso l’osservanza delle regole. Nello svolgimento delle simulazioni, i bambini
cominciano a prendere familiarità con le attività di verifica che poi andranno a svolgere.
Esperienza sul campo: i bambini verificatori/ausiliari, accompagnati dal personale Atac
- saliranno a bordo dei mezzi Atac per verificare il possesso del biglietto e la sua validità;
- procederanno alla verifica della validità del titolo di sosta.
TEMPISTICA
Da dicembre 2014 a maggio 2015.
57
Le buone pratiche che fanno bella la città
FISCO E SCUOLA
SE TUTTI PAGANO IL GIUSTO, ANCHE IL MIO
QUARTIERE SORRIDE
PREMESSA
l progetto-concorso “Fisco e Scuola”, nato dall’intesa tra l’Agenzia dell’Entrate e il
MIUR, prevede la realizzazione di incontri, tenuti da esperti dell’Agenzia, presso gli
istituti scolastici e visite degli studenti all’Agenzia. Il progetto-concorso nasce dalla
volontà di sottolineare l’inscindibile legame tra i beni pubblici ed il pagamento delle imposte.
I beni pubblici sono quei beni speciali senza i quali i beni privati perderebbero gran parte del
loro valore. Tutti questi beni pubblici (ospedali, scuole, strade, pubblica sicurezza, ecc..) hanno
un prezzo, che si paga attraverso le imposte. Se questo concetto non è fatto proprio, da un
lato le tasse sono viste come un sacrificio privo di utilità, e dall’altro i servizi pubblici sono
considerati come qualcosa che esiste a prescindere da esse.
I
PARTNER
Agenzia delle Entrate e MIUR
OBIETTIVI
• Promuovere la diffusione della cultura della legalità fiscale tra i giovani e contribuire alla
costruzione della loro identità quali futuri contribuenti.
58
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Scuola primaria, scuola secondaria di I e II grado (in particolare per Istituti tecnici e
professionali)
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
50 classi (circa 1.300 studenti)
METODOLOGIA
- Incontro presso gli Istituti di circa 2 ore con più classi contemporaneamente (max 6).
- Concorso: le classi che parteciperanno al concorso realizzeranno un elaborato che avrà
l’obiettivo di mettere in risalto il rapporto tra beni pubblici e imposte, indicando uno o più
comportamenti di “fisco-compatibile” dai quali derivino benefici per l’intera collettività,
calandoli in una dimensione il più possibile vicina al territorio in cui vivono gli studenti.
L’elaborato potrà assumere uno dei seguenti formati: fumetto, video (max 10 minuti), spot
pubblicitario (max 1 minuto), servizio fotografico, accompagnato da uno slogan che ne
riassuma il contenuto.
TEMPISTICA
Da novembre 2014 a marzo 2015.
59
Le buone pratiche che fanno bella la città
PROGETTO SCUOLE - A.S. ROMA BRAND AMBASSADORS
A scuola di tifo
PREMESSA
l “progetto scuole” nasce all’interno del più ampio progetto “AS Roma Brand
Ambassadors” nel quale l’AS Roma si è prefissata l’ambizioso
obiettivo di rendere il proprio brand veicolo di iniziative che sappiano fondersi
pienamente con i valori socio-culturali propri di Roma e che saranno un ulteriore strumento di
promozione e valorizzazione internazionale della cultura sportiva della capitale, non solo nei
confronti dei turisti ma degli stessi romani.
Allo scopo è stato formato un gruppo di ragazze e ragazzi denominato AS Roma Brand
Ambassadors. L’intento del progetto è quello di cambiare il concetto di sport immaginandolo
non più come occasione di rivalità (e violenza) ma come espressione di gioia, valori morali,
integrazione ed aggregazione.
I
PARTNER
AS Roma Brand Ambassadors, g.e.co. animation
OBIETTIVI
Obiettivo primario dell’iniziativa e dei laboratori didattici durante il 2014-2015 è quello di
portare anche nelle scuole attività di promozione di etica sportiva per educare i giovani ai
sani valori dello sport, riscoprire la dimensione umana del calcio e quel legame indissolubile che esiste tra i tifosi, squadra e città. Con questa iniziativa, sarà possibile mostrare ai
bambini il lato più sano e divertente del calcio e dello sport in genere:
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Scuole primarie e secondarie di I grado
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
40 classi (circa 900 studenti)
METODOLOGIA
L’AS Roma e/o la g.e.co. animation effettueranno degli incontri con i docenti per indirizzare
o impostare alcuni argomenti riguardanti l’etica sportiva e i valori morali e i comportamenti
a essa applicabili;
In seguito l’AS Roma e/o la g.e.co. animation, organizzeranno laboratori riguardanti il
mondo del calcio, i suoi valori e quelli dell’etica sportiva in genere, e forniranno alle scuole
palloni o altro materiale per svolgere attività sportiva a scuola.
TEMPISTICA
Da novembre 2014 a maggio 2015.
• educare al rispetto reciproco e alla tolleranza;
• proporre i valori dello sport come principi ispiratori delle relazioni umane;
• ridimensionare il fenomeno “tifo” ai soli luoghi e tempi dello sport;
• indicare un modello sostenibile di tifo;
• rispettare l’avversario e fair play.
60
61
Pari Opportunità
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
ORIENTEERING: LUNGO SENTIERI DI PARITÀ
PREMESSA
nomi delle strade e delle piazze contribuiscono a creare la cultura di un popolo,
definendone le figure storiche degne di memoria. Ma se tali figure illustri sono
quasi sempre maschili, quali sono le conseguenze nella percezione del ruolo svolto
dalle donne nella storia? A Roma su un totale di circa 17.000 aree di circolazione pubblica e
parchi, le intitolazioni dedicate alle donne sono 613. Sono soprattutto sante cristiane, religiose,
figure leggendarie, divinità pagane e, in misura molto minore, letterate, scienziate, artiste,
imprenditrici, artigiane, sportive, politiche. Tale situazione sottolinea il mancato riconoscimento
e l’evidente disattenzione nei confronti dei ruoli svolti da donne in ogni tempo. A Roma,
tuttavia, c’è un luogo che ribalta questa realtà: è il parco di Villa Pamphilj dove 30 protagoniste
degli ultimi cinque secoli – eroine, scrittrici, artiste, scienziate – danno il nome a radure e viali
valorizzando il contributo offerto dalle donne alla costruzione della società. E sarà proprio
Villa Pamphilj la tappa finale di un percorso didattico che intende insegnare alle bambine e
ai bambini come muoversi consapevolmente nello spazio fisico, cercare soluzioni e operare
scelte, familiarizzando al contempo con la ricerca storica in un’ottica di parità.
I
PARTNER
Gruppo di ricerca Toponomastica Femminile,
FNISM (Federazione Nazionale Insegnanti),
Federazione Italiana Sport Orientamento - Comitato Regionale FISO Lazio (Settore Scuola)
OBIETTIVI
• Portare in luce, attraverso il trinomio gioco-sport-cultura, alcune figure femminili che
hanno lasciato tracce significative nella società. La consapevolezza di quanto è stato
ideato, inventato e realizzato dalle donne, l’educazione al rispetto per le differenze, lo
sviluppo di un pensiero critico alternativo a modelli maschili e femminili stereotipati
e conformisti sono temi centrali del progetto. Le storie delle protagoniste del passato
possono essere modelli di riferimento e di differenza ai quali guardare nella complessa
costruzione dell’identità maschile e femminile, in una società libera da discriminazioni e
violenza di genere in cui a ragazze e ragazzi siano offerte pari opportunità scolastiche e
professionali.
Classi III e IV della scuola primaria
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
Circa 400 bambine e bambini 30 insegnanti
METODOLOGIA
Formazione insegnanti
Primo incontro:
- presentazione del corso;
- lezione sulla toponomastica femminile, lo spazio pubblico e la costruzione della memoria
storica in un’ottica di genere (prima parte);
- distribuzione kit didattico: volume Sulle vie della parità (2013), piano didattico,
bibliografia, fotografie segnaletica stradale.
Secondo incontro:
- laboratorio sulla toponomastica femminile, lo spazio pubblico e la costruzione della
memoria storica in un’ottica di genere (seconda parte);
- percorso didattico da realizzare in classe con i materiali distribuiti durante il 1° incontro;
- costruzione domande a risposta multipla da sottoporre alla classe durante l’uscita di
orienteering.
Terzo incontro:
- lezione sulle conoscenze di base dell’orienteering;
- sperimentazione pratica sull’uso di carta e bussola;
- preparazione uscita di orienteering con le classi (a Villa Pamphilj).
Gli incontri saranno condotti da esperte di FNISM e di Toponomastica Femminile (incontri
1 e 2) e dalla Federazione Italiana Sport Orientamento (incontro 3).
Formazioni classi
Per ciascuna classe partecipante sono previste:
- lezione interattiva sulla toponomastica;
- lezioni in classe da parte dell’insegnante formata/o sulla toponomastica femminile e sulla
biografie delle donne a cui sono intitolati i viali di Villa Pamphilj, anche in preparazione
dell’uscita di orienteering;
- lezione di orienteering per imparare a muoversi nello spazio utilizzando bussola e mappe.
Orienteering a villa pamphilj
A maggio 2015 si terrà l’uscita a Villa Pamphilj di tutte le classi partecipanti al progetto che
saranno impegnate in una gara che premierà la scuola che terminerà per prima il percorso
di orienteering. Per realizzare il percorso, le classi dovranno rispondere a domande sulle
biografie delle donne a cui sono intitolati i viali e le vie di Villa Pamphilj.
TEMPISTICA
Da novembre 2014 a maggio 2015.
62
63
Pari Opportunità
OBIETTIVI
CATTIVE RAGAZZE
PREMESSA
i nasce maschio o femmina e l’etichetta che viene affidata, “la dolce bambina”, “il
maschietto vivace”, influirà sul CHI saremo e soprattutto sul CHI decideremo di
essere. E’ soprattutto in ambito lavorativo che si gioca la sfida per combattere la
discriminazione celata nella pratiche quotidiane. Gli effetti degli stereotipi di genere
sono ben visibili nelle scelte scolastiche e formative, nelle prefigurazioni degli obiettivi
professionali, nelle aspirazioni e nei piani di carriera delle giovani donne. Per queste ragioni
l’UE ha fissato come obiettivo strategico quello di promuovere la parità di genere nelle sue
politiche di indirizzo ma anche di orientare il mondo femminile verso professioni considerate
tipicamente maschili.
Le domande fondamentali da cui partire è dunque: è proprio vero che le donne hanno ancora
difficoltà a inserirsi in un mondo concettualmente diviso e dominato dagli stereotipi? Sarà vero
che le rappresentazioni dominanti della donna, gli stereotipi femminili e le “etichette” sono
state interiorizzate a tal punto da influire sui “percorsi femminili”? Domitilla Barrios affermava
che il principale nemico alla sfida e alla lotta è la paura che è dentro di noi. Ma chi era
Domitila Barrios? E chi era Alfonsina Strada? Ed Elvira Notari? E Nelly Bly? Ma anche Marie
Curie, Miriam Makeba, Hedy Lamarr. Cosa le accomuna? Sono state personaggi e interpreti
di cambiamenti profondi, nella storia e nella civiltà, hanno avuto idee rivoluzionarie, hanno
cambiato e stravolto tradizioni e stereotipi.
Ed erano e sono tutte donne. E, come è noto, le donne, spesso, hanno dovuto e devono
ancora lottare perché le loro idee, le loro invenzioni, la loro professionalità sia accolta,
riconosciuta e valorizzata.
Allora vogliamo raccontarle queste donne, audaci e creative. Vogliamo raccontare che Marie
Curie ha scoperto i raggi x ed è stata la prima donna a ricevere un premio Nobel, che Franca
Viola, per prima ha denunciato uno stupro e si è rifiutata di accettare il matrimonio riparatore,
previsto dalla legge italiana, che Domitila Barrios, dando il via a uno sciopero della fame ha
rovesciato la dittatura boliviana, e che Hedy Lamarr, famosissima e bellissima attrice austriaca,
durante la seconda guerra mondiale ha inventato il wi fi.
S
PARTNER
Università di Torino – Facoltà di Psicologia,
Assessorato alla Cultura di Roma Capitale, Teatri di cintura, Myself Associazione Culturale,
KindOf Associazione Culturale, Casa editrice Sinnos
• Informare sull’esistenza e sulla storia di donne che con il loro impegno hanno cambiato
e stravolto tradizioni e stereotipi e che hanno dato un contributo fondamentale allo
sviluppo della storia contemporanea, in termini scientifici, sociali, politici, culturali;
• sensibilizzare sulle questioni di genere per contrastare le discriminazioni di genere e
• informare sull’esistenza e sulla storia di donne che con il loro impegno hanno cambiato
e stravolto tradizioni e stereotipi e che hanno dato un contributo fondamentale allo
sviluppo della storia contemporanea, in termini scientifici, sociali, politici, culturali;
• sensibilizzare sulle questioni di genere per contrastare le discriminazioni di genere e
favorire il rispetto delle differenze;
• interpretare le dinamiche culturali e attivare un processo di miglioramento del contesto
territoriale per favorire una cultura capace di agire comportamenti, nel presente e nel
futuro, orientati alla promozione della partecipazione di genere;
• coinvolgere nuovo pubblico e il cosiddetto non pubblico su temi di genere e delle pari
opportunità che vengono ancora poco considerati nei percorsi formativi scolastici e nelle
proposte artistiche territoriali.
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Scuole secondarie di I e II grado (preferendo quelle vicine al Teatro di Villa Torlonia,
Teatro del Quarticciolo e Teatro di Tor Bella Monaca)
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
150 studenti (ricerca, lettura del testo e laboratori)
1.500 studenti e pubblico del territorio (spettacolo teatrale)
METODOLOGIA
- Ricerca per “misurare” la percezione della discriminazione di genere e la
rappresentazione del rapporto tra genere e occupazione con focus group, questionari ed
elaborazione dati;
- lettura della graphic novel Cattive ragazze, vincitrice del prestigioso Premio Andersen,
(Sinnos, 2013);
- laboratori drammaturgici sul tema della storia delle donne e delle differenze di genere;
- blog interattivo col duplice obiettivo di ospitare i commenti, le impressioni e i racconti
delle/degli partecipanti al progetto, e dove saranno pubblicati i risultati della ricerca con
download gratuito;
- visione dello spettacolo teatrale basato sul libro Cattive ragazze.
TEMPISTICA
Da dicembre 2014 a ottobre 2015.
64
65
Pari Opportunità
SULLE VIE DELLA PARITÀ @ ROMA
PREMESSA
Roma su un totale di circa 17.000 aree di strade, ponti, scalinate, parchi e giardini, le
intitolazioni dedicate alle donne sono 613. Si tratta in particolare di sante e martiri
cristiane, religiose, figure leggendarie, divinità pagane, benefattrici e, in misura molto
minore, di letterate, scienziate, artiste, imprenditrici, artigiane, sportive, politiche e sindacaliste.
Questo dato evidenzia il mancato riconoscimento, la scarsa memoria e l’evidente disattenzione
nei confronti dei ruoli svolti dalle donne in ogni tempo.
A partire dall’osservazione della città, delle sue strade, delle aree verdi, pedonali e ciclabili,
dei musei, dei luoghi pubblici, il progetto intende promuovere la ricerca storica e l’analisi del
patrimonio culturale, ambientale e civico e riscoprire le donne che si sono distinte per le loro
azioni, l’attività letteraria, artistica e scientifica, l’impegno umanitario e sociale o per altri meriti.
Riflettendo sulle ragioni delle intitolazioni presenti e assenti, le classi saranno stimolate,
attraverso una riflessione sulla toponomastica femminile, a sviluppare un lavoro di ricercaazione innovativo.
Il carattere trasversale della toponomastica e dello studio del territorio offre, infatti, numerose
opportunità didattiche interdisciplinari e nel contempo permette di sviluppare forme di
cittadinanza attiva.
A
PARTNER
Gruppo di ricerca Toponomastica Femminile,
FNISM (Federazione Nazionale Insegnanti),
Assessorato alla Cultura di Roma Capitale
OBIETTIVI
• Individuare e descrivere percorsi culturali di genere femminile in grado di riportare alla
luce le tracce delle donne nella storia e nella cultura del territorio, modelli di valore e di
differenza sui cui riflettere e dai quali attingere nell’opera complessa della costruzione
dell’identità maschile e femminile;
• promuovere la ricerca storica e l’analisi del patrimonio culturale, ambientale e civico e
riscoprire le donne distintesi per le loro azioni, l’attività letteraria, artistica e scientifica,
per l’impegno umanitario e sociale o per altri meriti;
• riconoscere il ruolo delle storie e dei saperi femminili attraverso l’intitolazione di una o
più piste ciclabili di Roma a donne significative per la Capitale;
• sviluppare forme di cittadinanza attiva e di partecipazione alle scelte di chi amministra la città.
66
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Scuole secondarie di II grado
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
15 classi (circa 400 studenti)
METODOLOGIA
Incontro con la toponomastica femminile
In ogni scuola partecipante sarà realizzato un incontro formativo su:
- toponomastica femminile;
- spazio pubblico e costruzione della memoria storica in un’ottica di genere;
- concorso per l’intitolazione delle piste ciclabili.
Lavoro in classe e concorso
Con l’intento di riposizionare le donne nel contesto storico e culturale della Capitale,
ciascuna classe o gruppo di lavoro lavorerà per proporre di intitolare una pista ciclabile a
donne, anche straniere, che abbiano avuto un legame con Roma, che siano decedute da
oltre 10 anni e che non siano presenti nella toponomastica cittadina.
La proposta dovrà essere accompagnata da un testo che riassuma la biografia della donna
prescelta e il suo legame con la città.
Una giuria valuterà le proposte e i testi selezionati saranno utilizzati per i pannelli didattici
che saranno collocati lungo le piste ciclabili.
Evento finale
In occasione della Giornata internazionale della Donna (8 marzo), si terranno la
premiazione dei testi selezionati e l’intitolazione di una pista ciclabile, o tratti di essa, con
una passeggiata in bicicletta.
TEMPISTICA
Da novembre 2014 all’8 marzo 2015.
67
Pari Opportunità
[email protected] 2
PREMESSA
olte ricerche hanno dimostrato una stretta correlazione tra bullismo omofobico e
rischio di dispersione scolastica, identificando gli effetti negativi che tale bullismo
può produrre sullo sviluppo e sul benessere psicologico delle/degli adolescenti
(es. disturbi post-traumatici da stress, ansia, depressione, ideazione suicidaria). Riconoscendo
il ruolo fondamentale dell’istruzione per il contrasto all’omo-transfobia, Roma Capitale e
la Sapienza, nell’a.s. 2013-2014, hanno condotto interventi di ricerca, sensibilizzazione e
prevenzione in 24 scuole superiori attraverso il progetto [email protected] La ricerca
ha dimostrato che il bullismo omofobico è diffuso nelle scuole romane e rappresenta un
fattore di rischio per la dispersione scolastica, oltre che per il benessere psicologico delle/
degli studenti e delle loro famiglie. Insegnanti e dirigenti hanno chiesto di continuare a
promuovere riflessione e cambiamento nelle loro scuole, offrendo in particolare formativi e di
sensibilizzazione a docenti, studenti e famiglie. Per rispondere a questi bisogni, Roma Capitale
e la Sapienza promuovono la seconda edizione del progetto.
M
PARTNER
Facoltà di Medicina e Psicologia – Università La Sapienza di Roma
OBIETTIVI
• Rilevare le percezioni e le esperienze di studenti e insegnanti delle scuole secondarie
di secondo grado sulle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e l’identità di
genere per elaborare politiche e azioni anti-discriminazione;
• formare il corpo docente e sensibilizzare le/gli studenti sui temi del bullismo omofobico,
la valorizzazione delle differenze e il rispetto delle caratteristiche individuali relative
all’orientamento sessuale e all’identità di genere;
• promuovere la prosocialità e il benessere nelle scuole e contribuire alla prevenzione
della dispersione scolastica spesso causata da violenza/segregazione di genere e bullismo
omo-transfobico;
• contribuire a lottare contro l’omofobia subita dalle/dagli adolescenti a scuola e in città,
promuovendo un nuovo clima culturale a Roma.
TITOLO
DEL PROGETTO
DESTINATARI
Scuole secondarie di II grado
N° DI PARTECIPANTI COINVOLTI
15 scuole superiori, con 30-45 insegnanti, 1.000 studenti, 700 genitori
METODOLOGIA
Survey online rivolto a studenti e insegnanti
Il questionario permetterà di:
- rilevare clima scolastico e fattori protettivi o di rischio rispetto al bullismo omofobico;
- fare domande a esperti;
- lasciare testimonianze o riflessioni;
- proporre attività/iniziative nella propria scuola.
Formazione insegnanti, studenti e famiglie
La formazione prevede 5 incontri in gruppi da 10-15 insegnanti. Ogni gruppo sarà
composto da insegnanti di 4-5 scuole. Output finale sarà l’ideazione di un progetto da
attuare nella scuola di ciascun/a insegnante, previo coinvolgimento di colleghe/i e studenti.
Gli incontri di formazione saranno così strutturati:
Incontro 1: “CONOSCIAMO” (insegnanti): presentazione del corso e lezione frontale sui
temi del progetto e sui risultati del survey online.
Incontro 2: “CAPIAMO” (insegnanti): role playing e dibattito per destrutturare stereotipi
e credenze e favorire una maggiore sicurezza nell’affrontare le tematiche relative al
progetto.
Incontro 3: “PROGETTIAMO” (insegnanti e studenti): ideazione in gruppi di un progetto
o iniziativa da svolgere nella propria scuola. Docenti della Sapienza potranno recarsi nella
scuola per osservare e monitorare i progetti offrendo consulenza e supporto.
Incontro 4: “RACCONTIAMO” (famiglie studenti): Le famiglie saranno invitate a
raccontare e a discutere in maniera costruttiva insieme alle/ai docenti della Sapienza le
loro esperienze legate all’iniziativa.
Incontro 5: “CAMBIAMO” (insegnanti e studenti): Si svolge dopo circa 40 giorni dal
precedente, per permettere alle scuole di attuare il progetto/iniziativa. Ogni gruppo di
insegnanti/studenti esporrà il progetto attuato.
Progetto/iniziativa contro il bullismo omofobico
Ciascuna scuola partecipante al progetto organizzerà un progetto o un’iniziativa contro
il bullismo omofobico tra il 3° e il 4° incontro formativo. Le/i docenti metteranno in
pratica quanto appreso durante la formazione, con il coinvolgimento delle proprie classi
e la partecipazione dell’intera scuola. La Sapienza fornirà il supporto e la supervisione
scientifica al progetto/iniziativa.
Evento finale
In prossimità della Giornata internazionale contro l’omofobia (17 maggio), le scuole
aderenti al progetto presenteranno le iniziative o i progetti realizzati e una giura premierà i
progetti più meritevoli.
TEMPISTICA
Da novembre 2014 al maggio 2015.
68
69
PROGETTI DELLE ASSOCIAZIONI E ISTITUZIONI CHE
COLLABORANO CON ROMA CAPITALE
L’offerta didattica per le scuole di ogni ordine e grado si compone anche di tanti progetti
di qualità organizzati indipendentemente da associazioni e Istituzioni che collaborano con
Roma Capitale.
L’Assessorato ha selezionato quelli significativi programmati sino a oggi, pubblicandoli in
questo catalogo per dare una panoramica più dettagliata delle proposte formative in città.
Per aderire a questi progetti, i dirigenti scolastici e i docenti dovranno prendere contatto
direttamente con i singoli referenti.
Nel corso dell’anno scolastico 2014/2015 l’offerta didattica potrebbe ampliarsi di ulteriori
progetti, come occasione importante di arricchimento. Consigliamo, quindi, di consultare il
sito del Dipartimento www.comune.roma.it/dipscuola per essere sempre aggiornati.
70
71
Altri Progetti
MUSEI CIVICI
gni giorno storici dell’arte, archeologi e operatori culturali mettono a disposizione
le proprie competenze per avvicinare le scuole a musei, siti archeologici e artistici
e all’immenso patrimonio della Sovrintendenza Capitolina. Per l’anno scolastico
2014/2015 sono disponibili diverse tipologie di attività didattiche per scuole di ogni ordine
e grado, con visite e laboratori su diverse tematiche di carattere pedagogico, dalla botanica
all’arte contemporanea, dalle arti applicate alla scienza e all’archeologia.
Le visite didattiche e i laboratori gratuiti* si svolgeranno presso i musei del sistema civico di
seguito elencati, presso le ville storiche e altri siti.
O
ESCHER
Chiostro del Bramante - Via Arco delle Pace, 5
scher e le leggi della Fisica, Escher e i cristalli e gli oggetti impossibili, ma soprattutto
Escher e l’amore per la natura e per l’Italia, il suo paesaggio, la sua cultura. C’è un
approccio tutto nuovo nella grande mostra, organizzata da Arthemisia Group*, che dal 20
settembre 2014 al 22 febbraio 2015 al Chiostro del Bramante rilegge in 150 opere l’arte del maestro
olandese, tanto amato dai matematici. Le visioni di questo grande intellettuale del XX secolo
originano da un perenne stupore per le meraviglie del creato e da un substrato culturale e artistico
ineccepibile.
Maurits Cornelis Escher aveva una relazione fortissima con l’Italia, dove visse anni cruciali per la sua
crescita artistica, a contatto con esponenti del Futurismo e della Scuola Romana, alla scoperta di un
paesaggio agli antipodi di quello olandese, tanto naturalisticamente vario e denso di storia.
Questa esposizione più di ogni altra si presta alla didattica, proprio perché sviluppa temi relativi alla
logica, alla matematica e alla geometria oltre agli aspetti puramente artistici.
Uno stimolante excursus accompagnerà i ragazzi alla scoperta degli aspetti più interessanti
dell’artista in esposizione. Le modalità della visita e la trasmissione delle informazioni verranno
modulate a seconda della scuola frequentata e delle singole curiosità dei partecipanti: per i
più piccoli, ovvero per le scuole primarie, verranno realizzati appositi laboratori didattici, che
affronteranno l’arte attraverso il gioco; per gli alunni delle scuole medie e superiori sarà invece la
volta delle visite guidate, realizzate da esperti del settore che utilizzano tecniche di apprendimento
innovative ed efficaci studiate appositamente sui più giovani.
E
o
Musei Capitolini
o
Centrale Montemartini
o
Mercati di Traiano
o
Museo dell’Ara Pacis
o
Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco
o
Museo delle Mura
o
Villa di Massenzio
o
Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina
o
Museo di Roma
o
Museo Napoleonico
o
Casa Museo Alberto Moravia
La mostra potrà essere visitata da studenti della scuola primaria e secondaria di I e II grado.
Le prime 16 classi che si prenotano potranno usufruire gratuitamente della visita guidata e dei
laboratori.
o
Galleria d’Arte Moderna
Per informazioni e prenotazioni: 06 69380306, [email protected], www.arthemisia.it
o
Museo Carlo Bilotti
o
Museo Pietro Canonica
o
Museo di Roma in Trastevere
o
Musei di Villa Torlonia
o
Museo Civico di Zoologia
Oltre ai Musei del Sistema è possibile partecipare agli spettacoli del Planetario Gonfiabile
presso Technotown. Dal martedì al venerdì, alle ore 10.00, 11.00 e 12.00, spettacoli a
pagamento e su prenotazione riservati alle scuole. Un coinvolgimento emotivo per gli studenti
in una esperienza diretta dei fenomeni celesti, un accompagnamento alle lezioni in aula degli
insegnanti. ­A cura dello staff del Planetario di Roma.
Per informazioni e prenotazioni: 060608 - www.zetema.it/attivita_zetema/didattica/
*Le visite didattiche gratuite sono circa 2.000 e i laboratori circa 160 fino a esaurimento
disponibilità
72
*Aggiornamenti sulle prossime mostre organizzate da Arthemisia Group rivolte alle scuole saranno
disponibili su www.comune.roma.it/dipscuola
73
Altri Progetti
CASA DEI TEATRI E DELLA DRAMMATURGIA
CONTEMPORANEA
a CTDC ha scelto come obiettivo prioritario la formazione come avvicinamento ai
linguaggi teatrali ma anche come strumento di educazione all’ascolto, di aggregazione e di
socializzazione.
E’ una rete di progettazione partecipata che offre la straordinaria possibilità di valorizzare le risorse
del settore pubblico, in sinergia con il privato. L’innovativo sistema teatrale è composto da: Teatro
Biblioteca Quarticciolo, Teatro Tor Bella Monaca, Teatro del Lido di Ostia, Teatro Villa Pamphilj
Scuderie Villino Corsini, Teatro Elsa Morante, Teatro Villa Torlonia.
L
PAROLE E SASSI
La storia di Antigone in un Racconto-Laboratorio per le nuove generazioni.
Spettacolo-laboratorio rivolto alle scuole primarie (dai 9 anni)
Costo a studente: 5 euro
Spettacolo da calendarizzare
COMPLEANNO AFGHANO
Nell’ambito delle Rassegne in Viaggio – Focus Migranti: presso il Teatro Biblioteca Quarticciolo il 3
dicembre 2014 ore 9 e ore 11.
La vera storia di un ragazzo arrivato in Italia da solo dall’Afghanistan.
Spettacolo rivolto alle scuole secondarie di primo grado (dagli 11/12 anni)
Costo a studente: 5 euro
AMADEUS: SCUSI LEI È MASSONE?
Le opere di Mozart ed il legame con le regole massoniche. Progetto di domeniche in musica proposte
dal Conservatorio Santa Cecilia
Presso il Teatro Villa Torlonia il 1 dicembre ore 11.
Matinée gratuite. Concerto rivolto alle scuole secondarie (dai 14 anni)
LEGGE DI STATO E LIBERTÀ DI PENSIERO
Progetto per avvicinare gli studenti al tema dei diritti e dei doveri. Letture musicate di opere di grandi
autori italiani
Matinée gratuite rivolte alle scuole secondarie (dai 12 anni)
IL TEATRO A SCUOLA CHI LO INSEGNA?
laboratorio gratuito per insegnanti di tutti gli ordini e grado sul “come fare teatro”
Progetto da calendarizzare
Casa dei Teatri e della Drammaturgia Contemporanea
Informazioni e prenotazioni: 06 4404768
[email protected]
www.casadeiteatri.roma.it
BIANCO&NERO
Nell’ambito delle Rassegne in Viaggio – Focus Migranti: presso il Teatro Biblioteca Quarticciolo il 15
aprile 2015 ore 9 e ore 11; presso il Teatro Tor Bella Monaca il 16 aprile 2015 ore 9 e ore 11; presso il
Teatro del Lido di Ostia il 17 aprile 2015 ore 10.30.
Uno spettacolo sulle diversità, gli opposti, gli scontri e gli incontri.
Spettacolo rivolto all’ultimo anno delle scuole secondarie di primo grado (13 anni)
SALTA FARID!
Nell’ambito delle Rassegne in Viaggio – Focus Migranti. Il lungo viaggio di Farid, scolaro afghano, che
credeva che l’Inghilterra fosse la capitale dell’America.
Spettacolo rivolto alle scuole secondarie di primo grado (dagli 11 anni)
Spettacolo da calendarizzare
CINEMA DI PERIFERIE
Selezione dei migliori documentari premiati nei festival dei cinema di tutto il mondo
matinée gratuite rivolte alle scuole secondarie (dai 14 anni)
Progetto da calendarizzare da gennaio 2015
74
75
Altri Progetti
SCUDERIE VILLINO CORSINI - TEATRO VILLA PAMPHILJ CONTEMPORANEA
l Teatro Scuderie Villino Corsini a Villa Pamphilj nasce con l’obiettivo di stimolare la crescita
culturale del tessuto cittadino, valorizzare le esperienze locali, promuovere la drammaturgia
contemporanea e i nuovi linguaggi, anche grazie a mostre, attività didattiche e di laboratorio,
finalizzate alla formazione dei giovani artisti e degli spettatori.
I
MUSICA IN CULLA
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 100 persone
Laboratorio musicale rivolto ai bambini 0-36 mesi e 3-5 anni
Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia a cura di Paola Anselmi
Giocare con la musica e il silenzio, i colori, gli oggetti sonori, il corpo e…tanto altro ancora.
SING A LONG
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 100 persone
Laboratorio di musica e inglese rivolto ai bambini 0-36 mesi e 3-5 anni
a cura di Rachel Roddy e Diego Di Vella
Attraverso il repertorio anglosassone di canzoni, filastrocche e semplici danze, i bambini familiarizzano
con la lingua inglese.
I SENTIERI DEL BOSCO (Progetto Teatro/Natura)
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 100 persone
Laboratori, giochi teatrali, percorsi didattici rivolti alle scuole dell’infanzia ed alle scuole primarie.
Ass. Artistidea in collaborazione con Ass. Il Flauto Magico.
Lo scopo principale è la sensibilizzazione nei confronti della tutela dell’ambiente e della natura
attraverso il gioco teatrale.
LA MAGIA DEL BOSCO
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 100 persone
Il bosco tra realtà, fantasia e gioco rivolto alle scuole dell’infanzia ed alle scuole primarie
Gioco teatrale dove i bambini, alla scoperta della Villa, incontreranno gli Elfi Quercia e Basilico, insieme
ai quali scopriranno un albero.
RICICLATEATRO
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 100 persone
Con le cose da buttare racconto una storia rivolto alle scuole dell’infanzia ed alle scuole primarie
Un laboratorio espressivo dove i bambini verranno coinvolti nella pulizia del parco insieme a dei curiosi
operatori.
STORIE SOTTO L’ALBERO
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 100 persone
Invito alla lettura e all’ascolto rivolto alle scuole dell’infanzia ed alle scuole primarie
Si va per i boschi e si trovano le storie. I bambini creeranno la loro storia da lasciare sotto l’albero.
FATA MOLLICA E GLI AMICI DEL BOSCO
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 100 persone
Una storia di amicizia in tutti i sensi rivolto alle scuole dell’infanzia ed alle scuole primarie
Spettacolo di burattini che affronta il tema dell’amicizia, dei difetti e delle virtù di ognuno di noi.
76
L’EROE DEL PARCO
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 100 persone
Le Olimpiadi della natura rivolte alle scuole dell’infanzia e alle scuole primarie.
Il custode del parco è andato in pensione. Chi difende il parco? Un’attività ludica a squadre che insegna
a pensare e rispettare.
FESTA CAMPESTRE DI FINE ANNO
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 100 persone
La caccia al tesoro del Capitan Wilkison rivolto alle scuole dell’infanzia ed alle scuole primarie
Una caccia al tesoro teatrale, tra messaggi cifrati e nascosti nel parco.
ITALO E L’ITALIA CHE VA ALLA GUERRA
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 90 persone
Spettacolo che fonde la narrativa di Calvino alla storia d’Italia di quegli anni.
L’Italia entra in guerra ed Italo scopre odori e colori della guerra.
rivolto alle scuole secondarie di I e II grado
GARRINCHA - l’angelo dalle gambe storte
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 90 persone
La favola di Manoel Francisco dos Santos, l’ala destra che sussurrava ai passeri. La storia di un “diverso”,
puro, un tramite tra il popolo e la gioia.
rivolto alle scuole secondarie di I e II grado
CARO UGO, TUA FERNANDA PIVANO
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 90 persone
Spettacolo dedicato a Fernanda Pivano, saggista, scrittrice e giornalista. Per conoscere l’intensa vita di
una donna geniale ed intraprendente.
rivolto alle scuole secondarie di I e II grado
ITALIANE
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 90 persone
Una ballata in cui due attrici ed una musicista raccontano la storia dell’Unità d’Italia attraverso lo
sguardo e l’esperienza delle donne del Risorgimento.
rivolto alle scuole secondarie di I e II grado
LA SCENA DELL’INVISIBILE
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 90 persone
Un laboratorio con cui indagare il senso profondo di questa dimensione conosciuta, temuta,
interrogata, rimossa che è l’ascoltare le storie al buio.
rivolto alle scuole secondarie di I e II grado
SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
Matinée e pomeridiane su prenotazione, max 90 persone
Omaggio a Shakespeare nel 450° dalla nascita. Una edizione tra attori e burattini, itinerante nel bosco
di Villa Pamphilj rivolto alle scuole secondarie di I e II grado.
Informazioni e prenotazioni: 06 5814176
[email protected]
www.teatroscuderievillinocorsini.it
www.teatroverde.it
www.donnaolimpia.it
77
Altri Progetti
TEATRO BIBLIOTECA QUARTICCIOLO
l Teatro Biblioteca Quarticciolo, nato dal recupero e dalla trasformazione di un ex mercato
di quartiere nel Municipio Roma V (ex VII), è un centro polifunzionale, una struttura pensata
per ospitare un teatro, una biblioteca e un’area espositiva. La volontà è quella di proporre
un programma ricco di offerte, sostenuto dalla conoscenza del territorio e dalla volontà di rendere il
Teatro Biblioteca Quarticciolo un riferimento sociale e culturale per la città.
LA SCOPERTA DELL’AMERICA
Duo in musica e in racconto testo di Cesare Pascarella
La Scoperta dell’America è la storia della tigna che occorre a tutti noi, affamati navigatori della
terraferma, per poterci alzare dal letto ogni mattina, con il sogno di poter camminare, ogni giorno, un
poco più lontano.
Rivolto alle scuole secondarie. 8-9 aprile 2015
I
Il programma degli spettacoli prevede:
Teatro Biblioteca Quarticciolo
Informazioni e prenotazioni: 06 98951725
[email protected]
www.casadeiteatri
RAPSODIA IN BREAK
Lo spettacolo fonde le linee armoniche dei ballerini di danza fusion, break-dance, tango con le linee
ginniche degli atleti del parkour. Un lavoro sul bullismo che ha conquistato i ragazzi.
Rivolto alle scuole primarie. 7-8 ottobre 2014
I VESTITI DELL’IMPERATORE
Una fiaba antica ma incredibilmente attuale, che fa, a un tempo, riflettere e sognare,
Un tributo ad HC Andersen da vedere ed ascoltare con rinnovata curiosità.
Rivolto alle scuole primarie. 25-26 novembre 2014
PETIT MAGIC CIRCUS
Un Baule da dove si materializzano per incanto maghi, soubrette, giocolieri, insieme a clown, fachiri,
feroci animali di carta, dame e toreri di stoffa, ma soprattutto Sogni e Visioni.
Rivolto alle scuole primarie. 11-12-14 dicembre 2014
MARTINA TESTA DURA
Spettacolo di narrazione con musica dal vivo liberamente ispirato al racconto “La strada che non
andava in nessun posto” di Gianni Rodari
Rivolto alle scuole primarie. 17-18 febbraio 2015
ELISABETTA I
Il tema del potere da sempre vive di un immaginario al maschile, anche quando è una donna al posto di
comando. Il potere come una macchina infernale è sempre pronto a prendere il sopravvento…
Rivolto alle scuole secondarie. 25-26 febbraio 2015
SAN GIORGIO E IL DRAGO
Uno spettacolo che si esprime attraverso modalità espressive leggere, molto vicine alla fiaba e
all’ironia. Tra concerto da camera e teatro di narrazione
Rivolto alle scuole secondarie. 10-11-12 marzo 2014
78
79
Altri Progetti
TEATRO TOR BELLA MONACA
mpliare l’interesse e il numero di presenze in teatro, coinvolgendo le associazioni, le scuole
e le l’università, per fare del Teatro Tor Bella Monaca un luogo di cultura alla portata di
tutti. Il Teatro Tor Bella Monaca si propone come luogo vissuto, capace di incuriosire,
aggregare, stimolare e garantire l’accessibilità della creazione artistica a tutta la comunità territoriale
e alla città intera, favorendo la relazione tra produzione culturale locale e scena nazionale.
A
I CUCCIOLI - IL PAESE DEL VENTO
Rivolto alle scuole dell’infanzia e alle scuole primarie
IL MIO AMICO MOSTRO
Teatro del Buratto
Rivolto alle scuole primarie
IL PIFFERAIO MAGICO
Teatro dei Colori
Rivolto alle scuole primarie
ACCADUEO’
Giallo Mare
Rivolto alle scuole primarie
ACQUA MATTA
Rivolto alle scuole dell’infanzia e alle scuole primarie
IL SOLDATINO DI STAGNO
Rivolto alle scuole dell’infanzia e alle scuole primarie
CENERENTOLA
Rivolto alle scuole primarie
STENTERELLO E LA TRIBU’ DEGLI IGNORANTI
Rivolto alle scuole dell’infanzia e alle scuole primarie
EMANUELE E IL LUPO
Rivolto alle scuole dell’infanzia e alle scuole primarie
SOTTO PONZIO PILATO
Rivolto alle scuole superiori
MADOFF
Rivolto alle scuole superiori
80
IL MALATO IMMAGINARIO
Arcazzurra (di Ugo Chiti)
Rivolto alle scuole superiori
LE TROIANE
Artisti Riuniti con Emanuela Mandracchia
Rivolto alle scuole superiori di I grado
LA DIVINA COMMEDIA AL BAR
Rivolto alle scuole superiori
L’INFINITO GIACOMO
Città Teatro con Giuseppe Pambieri
Rivolto alle scuole superiori
ELISABETTA I LE DONNE E IL POTERE
Open Theatre
Rivolto alle scuole superiori
STORIA DI AMLETO – IL MONDO E’ UN PALCOSCENICO
Rivolto alle scuole superiori
TIPPI & TOPPI
Teatro in inglese. Spettacolo bilingue in italiano e inglese
Rivolto alle scuole superiori di I grado e II grado
BABAYAGA
Danza per le scuole del Balletto di Sardegna
A MEMORIA
Nell’ambito de “Mese della Memoria” - con Massimo Wertmuller
Rivolto alle scuole superiori di I grado e II grado
CHERRY DOC’S
Teatro dei Conciatori
Rivolto alle scuole superiori di I grado e II grado
TEATRO CIRCO PER LA FAMIGLIA
A dicembre con possibili matinée
Compagnia Nando e Maila
Compagnia LIT da Londra
LABORATORI ALTALENA TEATRO “LO SPAZIO MAGICO”
Tutti i giovedì laboratorio di teatro per bambini dai 6 gli 11 anni. Laboratorio condotto da operatori
dell’Associazione Alta-Lena specializzati nell’ambito della psicologia evolutiva, nonché nell’ambito
del teatro pedagogico e dell’attività psicomotoria.
Teatro Tor Bella Monaca
Informazioni e prenotazioni: 06 2010579
[email protected]
www.casadeiteatri.roma.it
81
Altri Progetti
TEATRO DEL LIDO DI OSTIA
l Teatro del Lido è situato a Ostia all’interno della ex colonia marina Vittorio Emanuele
III che ospita, oltre al teatro, diverse attività di utilità sociale e culturale, come il Centro
accoglienza immigrati, la Biblioteca Elsa Morante, il bookshop Almayer e la mensa della
Caritas. La storia e la volontà di creare un nuovo teatro parte da lontano, dalla necessità di dotare il
municipio di luoghi dedicati alla cultura, all’aggregazione e ad un modo partecipato di fare teatro.
I
PROPOSTE PER IL TEATRO RAGAZZI
AQUARIUM
Fondazione Teatro Ragazzi di Torino a cura de Le vie dei festival
Rivolto alle scuole primarie e secondarie di I grado
19/20 ottobre 2014
DUO TANDEM
Domeniche in concerto
Dai 5 anni
23 novembre 2014
LA BICICLETTA ROSSA
Principio Attivo Teatro
Dai 7 anni fino tutte le scuole superiori di I grado
26/27 novembre 2014
LE AVVENTURE DI PULCINO
Teatro Pirata
Dai 3 anni
2 dicembre 2014
LA BEFANA VIEN DI NOTTE
Allestimento di tutto il teatro e spettacoli vari rivolti al pubblico dai 3 anni fino ai 13
Evento gratuito
6 gennaio 2015
LA GATTA CENERENTOLA
Burattinmusica
Dai 5 ai 9 anni
11/12 gennaio 2015
SHYLOCK
Originale riscrittura del Mercante di Venezia shakespeariano ad opera del drammaturgo inglese
Gareth Armstrong
Rivolto alle scuole superiori di II grado
27 gennaio 2015
PULCINELLA VA ALLA GUERRA
Ondadurto (teatro)
Rivolto alle scuole secondarie di I e II grado
17 febbraio 2015
DONNE e MAFIA
TDL contro le Mafie : creativamente
Rivolto alle scuole superiori di II grado
8/9 febbraio 2015
TORNO INDIETRO E UCCIDO IL NONNO/ DOVE VA IL TEMPO CHE PASSA?
Rivolto alle scuole superiori di II grado
22/23/24 febbraio 2015
IL PIFFERAIO DI HAMELIN
Teatro Verde
Dai 3 ai 10 anni
12 marzo 2015
EDIPUS
Rivolto alle scuole superiori di II grado
27/28/29 marzo 2015
CRÈME & BRÛLÉE
Rassegna Di Arti Urbane Danza, Fuoco & Romanticherie
Dai 3 anni
13 giugno 2015
SCONCERTI D’AMORE
Rassegna Di Arti Urbane Danza, Fuoco & Romanticherie
Dai 3 anni
13 giugno 2015
CONCERTO DI TAMBURI BRASILIANI
Rassegna Di Arti Urbane Danza, Fuoco & Romanticherie
Dai 3 anni
13 giugno 2015
PROPOSTE DI LABORATORI
CONDIVERTIMENTO CERTO
Duo baldo (musica)
Rivolto alle scuole superiori di I grado
18/19 gennaio 2015
82
STORIA DEL CINEMA
Pasolini con M. Castagno
Rivolto alle scuole secondarie di II grado
3 e 4 novembre 2014
83
Altri Progetti
AMBASCIATORI DELLA MEMORIA
Incontro con ex deportati
Rivolto alle scuole secondarie di I e II grado
Evento gratuito 29 novembre 2014
MARILENA PASINI LABORATORIO DI ILLUSTRAZIONE E PITTURA
Rivolto alle scuole primarie e secondarie di I grado
4 dicembre 2014
STORIA DEL CINEMA: CULTURE ALTRE
a cura di Mauro Castagno
Rivolto alle scuole secondarie di II grado
12 dicembre 2014
COSI’ FAN TUTTI di NATALE
Rassegna riservata agli spettacoli prodotti dalle scuole del territorio
16/ 21 dicembre 2014
NUOVI LINGUAGGI PER RACCONTARE LA MAFIA
Ass. “Da Sud”
Rivolto alle scuole primarie e secondarie di I grado
Evento gratuito 15 gennaio 2015
INCONTRO SU TEATRO E SCIENZA
a cura di Andrea Brunello compagnia Arditodesio
Rivolto alle scuole secondarie di II grado
Evento gratuito 23 febbraio 2015
STORIA DEL CINEMA DIFFERENZE DI GENERE
a cura di Mauro Castagno
Rivolto alle scuole secondarie di II grado
17 marzo 2015
LABORATORIO DI STIKER ART
a cura del Collettivo A. DNA
Rivolto alle scuole secondarie di I grado
4 /16 e 18 marzo 2015
LABORATORIO POSTER ART.
a cura di Mr Klevra.
Rivolto alle scuole secondarie di II grado
7 e 28 marzo 2015
STORIA DEL CINEMA PALESTINA
a cura di Mauro Castagno
Rivolto alle scuole secondarie di II grado
15 aprile 2015
LABORATORIO STOP MOTION SILHOUETTE FILM “L’ARTE DI LOTTE REINIGER” a cura di
Magazzino Dei Semi
Dagli 8 ai 14 anni
24 febbraio, 3 marzo, 19 marzo 2015
COSI’ FAN TUTTI
rassegna dedicata ai saggi e laboratori di tutte le scuole del territorio
11 maggio/ 12 giugno 2015
LABORATORIO GIOCOLERIA
Aperto a tutti
Evento gratuito 13 giugno 2015
PROGETTO “TDL TUBE”
Mira alla creazione, attraverso dei formatori professionisti, di un gruppo di lavoro stabile sul
giornalismo internet attraverso le nuove tecnologie light (smartphone, tablet, ecc..) e i nuovi
linguaggi.
Rivolto alle scuole secondarie di II grado
Evento gratuito
A TU PER TU CON GLI STRUMENTI MUSICALI
a cura dell’associazione musicale Eschilo
Rivolto alle scuole primarie e secondarie di I grado
VISITE GUIDATE
A richiesta degli istituti scolastici
Rivolto alle scuole secondarie di I grado
Evento gratuito
OSSERVATORIO CRITICO
Aperto a tutti gli studenti delle scuole secondarie di II grado
Evento gratuito
Date da definire
Teatro del Lido di Ostia
Informazioni e prenotazioni: 06 5646962
[email protected]
www.casadeiteatri.roma.it
LABORATORIO DI FUMETTO E STREET ART
a cura del Collettivo A. DNA
Rivolto alle scuole primarie
21 marzo 2015
84
85
Altri Progetti
SANTA CECILIA “Suoni da favola”
oncerti, spettacoli e altre iniziative a carattere didattico e divulgativo dedicati ai bambini
(a cominciare dai neonati), ai giovani, alle scuole, alle famiglie e in generale al nuovo
pubblico che vuole avvicinarsi all’universo della musica. Curata dal Settore Education
dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la nuova stagione, che si svolge all’Auditorium Parco della
Musica di Roma, si intitola “Suoni da favola” per indicare la capacità della Musica di condurci nei
meravigliosi luoghi della fantasia.
C
CHE ORECCHIE GRANDI CHE HO!
Spettacolo rivolto agli asili nido
Domenica 23 novembre, ore 16 - Spazio Risonanze
Lunedì 24 novembre, ore 10.30 - Spazio Risonanze
Domenica 22 marzo, ore 16 - Teatro Studio Gianni Borgna
Domenica 26 aprile, ore 16 - Teatro Studio Gianni Borgna
MUSICA CHE GRAN GIOCO!
Spettacolo rivolto agli asili nido
Domenica 23 novembre, ore 17.30 - Spazio Risonanze
Lunedì 23 marzo, ore 10.30 - Teatro Studio Gianni Borgna
LE PERCUSSIONI Se volete vincere… dovete batterle
Lezione – concerto rivolto alle scuole primarie (ore 10) e scuola secondaria di I grado (ore 11.30)
a cura del Settore Education dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Giovedì 4 dicembre 2014, ore 10 e 11.30
Teatro Studio Gianni Borgna
CONCERTI DI NATALE
Iniziazione Corale e JuniOrchestra Kids dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Concerto rivolto alle scuole primarie
Direttori Simone Genuini, Vincenzo Di Carlo
Domenica 14 dicembre 2014, ore 11 - Sala Santa Cecilia
Ensemble della JuniOrchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Concerto rivolto alle scuole primarie e secondarie di I grado
Mercoledì 18 dicembre 2014, ore 19.30 - Teatro Studio Gianni Borgna
Domenica in Musica – Matinée a Santa Cecilia con la JuniOrchestra
Concerto rivolto alle scuole primarie e secondarie di I grado
Direttore Simone Genuini
Domenica 21 dicembre 2014, ore 11 introduzione e ore 12 concerto - Sala Santa Cecilia
JuniOchestra Teen e Laboratorio Voci Bianche dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Concerto rivolto alle scuole primarie
Direttori Simone Genuini, Vincenzo Di Carlo
Domenica 21 dicembre 2014, ore 17 - Sala Santa Cecilia
86
LA BEFANA VIEN DI NOT(T)E
Festa musicale per la vecchina più famosa al mondo
Spettacolo rivolto alle scuole dell’infanzia ed alle scuole primarie
Martedì 6 gennaio 2015, ore 11.30 e 16 - Sala Santa Cecilia
LA JUNIORCHESTRA PER IL POLICLINICO
I ragazzi per i ragazzi
Concerto rivolto alle scuole di ogni ordine e grado
Direttore Simone Genuini
Venerdi 23 gennaio 2015 ore 19.00 - Sala Santa Cecilia
OFF – PIANO Sette note in… bianco e nero
Lezione - concerto rivolto alle scuole primarie (ore 10) e scuola secondaria di I grado (ore 11.30)
a cura del Settore Education dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Allievi dei Corsi di Alto Perfezionamento dell’Accademia di Santa Cecilia
Giovedì 29 gennaio 2015, ore 10 e 11.30
Teatro studio Gianni Borgna
CIAK, CHE MUSICA!
Musica e immagini dai film più belli della storia del cinema
Spettacolo rivolto alle scuole secondarie di I grado (Domenica 1) Scuola Primaria (Martedì 3);
Scuola Secondaria (Mercoledì 4)
Con la partecipazione della Banda Musicale della Guardia di Finanza
Direttore Ten. Col. Leonardo Laserra Ingrosso
Domenica 1 febbraio, ore 11 introduzione, ore 12 concerto (Matinée a Santa Cecilia)
Martedì 3 e mercoledì 4 febbraio, ore 10.30
Sala Santa Cecilia
VERDI: IL TRIONFO DELLA MUSICA
Lezione – concerto rivolto alle scuole primarie, secondarie di I e II grado
a cura del Settore Education dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Banda Musicale dei Carabinieri. Direttore Tenente Colonnello Massimo Martinelli
Giovedì 26 febbraio 2015, ore 10.30
Sala Santa Cecilia
AD. AGIO, CONCERTI A CORPO LIBERO
Brahms, la passione e il canto dei popoli del mondo
Concerto rivolto alle scuole secondarie di II grado
a cura di Andrea Apostoli
Giovedì 26 febbraio 2015, ore 21
Teatro Studio Gianni Borgna
LEGNI SO(G)NANTI Un soffio di Musica che nasce nel bosco
Lezione – concerto rivolti alle scuole primarie (ore 10) e secondarie (ore 11.30)
a cura del Settore Education dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Professori d’Orchestra e Strumentisti della JuniOrchestra dell’Accademia di Santa Cecilia
Giovedì 12 marzo 2015, ore 10 e 11.30
Teatro Studio Gianni Borgna
87
Altri Progetti
VOCI BIANCHE Come da piccoli si può cantare “alla grande”
Lezione – concerto rivolti alle scuole primarie (ore 10) e secondarie (ore 11.30)
a cura del Settore Education dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Con la partecipazione del Laboratorio Voci Bianche dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Maestro del Coro Vincenzo Di Carlo
Mercoledì 18 marzo 2015, ore 10 e 11.30
Teatro Studio Gianni Borgna
CENERENTOLA
Spettacolo rivolto alle scuole dell’infanzia ed alle scuole primarie
In collaborazione con la Compagnia Venti Lucenti
Direttori Simone Genuini e Vincenzo Di Carlo; Scrittura scenica e Regia Manu Lalli
JuniOrchestra TEEN e Corso di Iniziazione Corale dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Domenica 22 marzo, ore 18
Lunedì 23 e martedì 24 ore 10.30
Sala Santa Cecilia
UN CONCERTO TUTTO MATTO!
Spettacolo rivolto alle scuole dell’infanzia
Domenica 22 marzo, ore 17.30
Lunedì 27 aprile, ore 10.30
Teatro Studio Gianni Borgna
GLI OTTONI Il metallo che suona e diverte
Lezione – concerto rivolti alle scuole primarie (ore 10) e secondarie (ore 11.30)
Professori d’Orchestra e Strumentisti della JuniOrchestra dell’Accademia di Santa Cecilia
Mercoledì 25 marzo 2015, ore 10 e 11.30
Teatro Studio Gianni Borgna
GLI ARCHI (e il Direttore) Tutto nacque da un archetto…
Lezione – concerto rivolti alle scuole primarie (ore 10) e secondarie (ore 11.30)
Direttore Simone Genuini
Professori d’Orchestra e componenti della JuniOrchestra KIDS dell’Accademia di Santa Cecilia
Martedì 31 marzo 2015, ore 10 e 11.30
Sala Petrassi
AD. AGIO, CONCERTI A CORPO LIBERO
Schubert, l’intimità e i canti del Monte Athos
Concerto rivolto alle scuole secondarie di II grado
a cura di Andrea Apostoli
Solisti dell’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia
Giovedì 2 aprile 2015, ore 21
Teatro Studio Gianni Borgna
88
CASELLA PROJET
1915-2015: cento anni tra musica e storia
Spettacolo rivolto alle scuole secondarie di II grado
a cura del Settore Education dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Giovedì 9 aprile 2015, ore 10.30
Teatro Studio Gianni Borgna
BIANCANEVE E I SETTE SUONI (MusiFavole)
Giochi musicali tra fiaba e realtà
Spettacolo rivolto alle scuole dell’infanzia ed alle scuole primarie
a cura del Settore Education dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Domenica 12 aprile 2015, ore 16
Lunedì 13 e martedì 14 aprile 2015, ore 10.30
Sala Santa Cecilia
IL FLAUTO MAGICO Quante arie i cantanti d’Opera!
Lezione – concerto rivolti alle scuole primarie (ore 10) e secondarie (ore 11.30)
a cura del Settore Education dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Con la partecipazione degli Artisti del Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Giovedì 16 aprile 2015, ore 10 e 11.30
Teatro Studio Gianni Borgna
IL VIOLINO E IL FAGIOLO MAGICO (MusiFavole)
Giochi musicali tra fiaba e realtà
Spettacolo rivolto alle scuole dell’infanzia ed alle scuole primarie
a cura del Settore Education dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Componenti della JuniOrchestra Baby
Domenica 26 aprile 2015, ore 11 e 12.15
Mercoledì 29 aprile 2015, ore 10 e 11.30
Teatro Studio Gianni Borgna
AD. AGIO, CONCERTI A CORPO LIBERO
Gershwin, la spontaneità e le Villanelle Partenopee fra sacro e profano
Concerto rivolto alle scuole secondarie di II grado
a cura di Andrea Apostoli
Solisti dell’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia
Giovedì 4 giugno 2015, ore 21
Teatro Studio Gianni Borgna
Informazioni e prenotazioni: 06 80242380 (da lunedì a venerdì dalle ore 11 alle 14),
[email protected]
89
Altri Progetti
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA
a Fondazione Musica per Roma ha istituito uno speciale settore dedicato alle politiche
giovanili e didattica che si propone di stabilire stretti rapporti con le scuole, i conservatori
di musica e le università non solo di Roma e del Lazio, ma anche italiane, europee e
internazionali. Le attività in programma hanno finalità comuni: avvicinare i giovani alla cultura
musicale e artistica delle varie discipline dello spettacolo e spingerli alla comprensione di nuovi
linguaggi; imparare a decifrare i codici di comunicazione non verbale; sviluppare competenze
espressive e comunicative; sviluppare un’educazione musicale e critica; creare la possibilità di
realizzare itinerari interdisciplinari e multidisciplinari, creando anche un collegamento con le materie
curriculari.
L
FESTIVAL DELLE SCIENZE 10^ edizione
L’ignoto, la scienza e l’importanza del non sapere
Questa decima edizione del Festival delle scienze di Roma vuole essere una celebrazione del
dubbio, dell’incertezza e dell’ignoto e del modo di penetrarlo che è proprio del metodo scientifico.
Le attività didattiche in programma per le scuole elementari, medie e superiori sono realizzate in
collaborazione con INAF.
Incontri con gli scienziati, laboratori e documentari giovedì 22 e venerdì 23 gennaio, dalle ore 10 alle 13.
Biglietti: 3 euro a studente
Rivolto alle scuole primarie e secondarie di I e II grado
Dal 22 al 25 gennaio 2015
LIBRI COME, FESTA DEL LIBRO E DELLA LETTURA 6^ edizione
LA SCUOLA
Nata come Festa alternativa e innovativa, nella quale i grandi scrittori incontrano il pubblico
e si confrontano sia su aspetti della propria attività creativa che su grandi temi della società
contemporanea, “Libri come” si conferma, anche nel 2015, come l’occasione per riflettere sulle
trasformazioni e le sfide che attendono la società del presente e del futuro.
Con particolare attenzione verso il mondo della scuola, saranno organizzati laboratori didattici per
le elementari e medie, incontri con gli scrittori e con le professioni legate al mondo della cultura,
dell’editoria e del giornalismo per le superiori.
Giovedì 12 e venerdì 13 marzo, dalle 10 alle 13
Biglietti: 3 euro a studente
Rivolto alle scuole primarie e secondarie di I e II grado
Dal 12 al 15 marzo 2015
Auditorium Parco della Musica
Fondazione Musica per Roma - Ufficio Promozione, referente organizzativo Elisa Moro
Informazioni e prenotazioni: 06 80241226/408, [email protected]
FRA FRE FRO Canti, Conte e Burattini
Uno spettacolo di Ambrogio Sparagna con l’Orchestra Popolare Italiana e i Burattini di Maurizio
Stammati
Fra Fre Fro racconta le divertenti avventure di Pulcinella Citrullo e del nobile don Nicola
Pacchesicco, il quale innamoratosi della bella Teresina, fidanzata di Pulcinella, tenta con tutti i mezzi
che ha disposizione di eliminare il suo rivale. Ne nasce così una farsa che attraversa tutta la favola
musicale e che tinge la trama narrativa e la scrittura orchestrale di colori e modalità espressive
tipiche del teatro popolare, con una serie di situazioni surreali di grande comicità culminanti in
un finale esilarante. Fra Fre Fro ha tutti i toni e le caratteristiche di uno spettacolo speciale, dove
musiche coinvolgenti, eseguite da una eccezionale orchestra invogliano il pubblico, di grandi e
bambini, ad immergersi ed abbandonarsi nelle atmosfere meravigliose delle antiche tradizioni
popolari italiane.
Biglietti: 8 euro a studente
Rivolto alle scuole primarie
Febbraio/marzo 2015 Sala Petrassi ore 10.30 (date in via di definizione)
90
91
Altri Progetti
BIENNALE DEI RAGAZZI
ABC ARTE BELLEZZA CULTURA
a Biennale dei ragazzi è un programma di formazione e d’incontro tra giovani e grandi
maestri, con l’obiettivo di promuovere durante l’anno le proposte più significative e
innovative del panorama cinematografico, editoriale e teatrale, mettendole una in contatto
con l’altra. Tre linee di ricerca ideate dall’Associazione Culturale PlayTown Roma e connesse tra
loro per dar vita a programmi e attività speciali nelle scuole, utili alla realizzazione di un grande
appuntamento che, ogni due anni, riunirà il lavoro e la creatività raccolte durante il percorso
didattico con i ragazzi.
l progetto intende, attraverso il cinema e la scrittura, offrire spunti di lettura/
interpretazione rispetto ad alcune tematiche. Un tempo la comunicazione
fra gli uomini era essenzialmente parlata e scritta: con l’ immagine si è diffuso
un nuovo modo di comunicare, ricco e a disposizione di tutti. Il cinema ha operato un’
autentica rivoluzione sociale, producendo una maggiore consapevolezza in ciascuno di
noi, mostrando quello che è accaduto, accade o sta accadendo nel mondo. Ma anche la
letteratura, in forma diversa, veicola messaggio e offre spunti di riflessione sulla realtà che
le circonda. Gli incontri promossi con il giornalista Giovanni Bianconi, autore di un libro sul
terrorismo, saranno utili agli studenti per approfondire e discutere quel che è accaduto
durante gli “anni di piombo”.
Le sezioni del progetto sono:
L
Le iniziative più importanti:
Alice nella città sezione autonoma e parallela del Festival Internazionale del Cinema di Roma che
si terrà dal 16 al 25 ottobre 2014 nelle sale dell’Auditorium Parco della Musica. Quest’anno “Alice
nella città” ha scelto di rappresentare con maggiore forza il rapporto del cinema con la letteratura
dedicata ai ragazzi. La rassegna presenta un Concorso denominato Young/Adult composto da
12 film in anteprima internazionale e un Fuori Concorso nel quale spiccano le presenze di titoli
attesissimi come il cinecomic “Guardiani della Galassia” e il nuovo film di Jean-Pierre Jeunet
“Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet 3D”. Kevin Costner parteciperà a una Master Class per
presentare il suo film “Black and White”, e l’orso Paddington sarà protagonista di un evento speciale
tra libri e cinema.
Roma Capitale mette a disposizione delle scuole 60 pullman per portare gli studenti di tutta la città
a vedere Alice nella città.
Teatro per ragazzi, un progetto che durerà un anno intero con iniziative e confronti tra chi fa teatro
e chi lo recepisce. Sarà Michela Cescon a curare il progetto artistico della sezione, che intende,
attraverso il teatro, a migliorare gli adulti del domani.
La Tribù dei lettori, nell’ambito dell’editoria, torna da giovedì 29 a sabato 31 maggio 2015 nel verde
di Villa Borghese, per festeggiare la quinta edizione della festa dedicata alla lettura con i ragazzi. La
Villa sarà animata da un accampamento colorato e pacifico dove avranno luogo gli incontri con gli
autori, laboratori, letture ad alta voce, picnic letterari per grandi e piccini, con un menù giornaliero
di quattro proposte letterarie di grandi classici della letteratura per l’infanzia, dagli albi illustrati fino
alle ultime novità editoriali.
Per informazioni e adesioni: 06 85304966
I
Cinema & Storia: Domenica d’Agosto di Luciano Emmer (1950); Il Caso Mattei di
Francesco Rosi (1972); Fantozzi di Luciano Salce (1975); La Grande Guerra di Mario
Monicelli (1959) per centenario della Prima Guerra Mondiale.
Cinema & Società: Il capitale umano di Paolo Virzì; La mafia uccide solo d’estate di Pif;
Blue jasmine di Woody Allen; Jersey Boys di Clint Eastwood.
Il terrorismo raccontato ai ragazzi: incontri con Giovanni Bianconi, giornalista ed
editorialista, autore del bel libro Figli della notte (Rizzoli) proprio rivolto ai ragazzi per
spiegar loro quei terribili anni.
Moravia tra Sciascia e Calvino: tra poesia, letteratura e cinema, il progetto punta
ad approfondire il rapporto tra Alberto Moravia e Leonardo Sciascia e Italo Calvino
attraverso la reciproca produzione letteraria.
Lettere della Resistenza: la Resistenza, ma anche la vita, l’amore, la famiglia raccontati
attraverso le lettere scritte dai condannati a morte, per lo più giovanissimi, durante il
nazifascismo.
Il progetto, realizzato con la collaborazione tra Regione Lazio, Istituto Luce Cinecittà,
Giornate degli autori, Direzione Generale Cinema MiBACT, Bianca Film e Associazione
Fondo Alberto Moravia, vuole offrire spunti di riflessione e discussione sulla realtà.
Il progetto si rivolge agli studenti della scuola secondaria di II grado, per l’anno
scolastico 2014/2015.
Per informazioni e adesioni: [email protected]
92
93
Altri Progetti
PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI
opo cinque anni di lavori di restauro e riqualificazione funzionale dei suoi spazi, Palazzo
delle Esposizioni, in sintonia con quanto accade nelle maggiori capitali europee, è uno
spazio di cultura e suggestioni, capace di proporre ai visitatori progetti qualitativamente
elevati, standard tecnologici di eccellenza e politiche di accoglienza degli ospiti attente e moderne,
in grado di raggiungere un pubblico numeroso e attento con oltre un milione e mezzo di presenze
l’anno.
In occasione della mostra “NUMERI Tutto ciò che conta da zero a infinito”
16 ottobre-31 maggio 2015
D
ORA FACCIAMO I CONTI!
a cura del Laboratorio d’arte
visita in mostra e laboratorio
Sei uno zero in algebra o mangi i numeri a merenda? Sai calcolare l’area del quadrato o pensi che
le operazioni siano cose da dottori? Il Palaexpò propone un viaggio nel mondo dei numeri per
scoprire il matematico che c’è in noi attraverso installazioni, attività multimediali e sperimentazioni e
un percorso, in laboratorio, per giocare con numeri e simboli, tradurre graficamente le operazioni di
calcolo, sperimentare giochi matematici e risolvere problemi di calcolo.
Rivolto alle scuole dell’infanzia e primaria
dal martedì al venerdì ore 10-11.30 e ore 11.30-13.30
Biglietti: 4 euro a studente (gratuito per scuola dell’infanzia),
Attività: 80 euro per gruppo classe
SPERIMENTAZIONI E VISITE GUIDATE
a cura di CoopCulture in collaborazione con Le Nuvole
In giro per i ponti di Roma
Teoria dei grafi – Eulero - Colori per carte geografiche – Torre di Hanoi
Si può fare una passeggiata che parta dal Palazzo delle Esposizioni, passi una sola volta per
ciascuno dei quattro ponti più centrali di Roma e poi torni al punto di partenza senza averne
percorsi altri? Sui passi di Eulero seguendo i suoi ragionamenti…
Rivolto alle scuole secondarie di I grado
Sei una persona quadrata?
Antropometria
La tua altezza, l’apertura delle tue braccia, misurare il corpo umano a fini statistici e a supporto
dell’antropologia, nella ricostruzione della storia delle popolazioni. Un percorso storico-artisticomatematico che parte da Fidia, passa da Leonardo, giunge a Le Corbusier e prosegue.
Rivolto alle scuole secondarie di I grado
Fibonacci dava i numeri?
Numeri d’oro
Gli andamenti del mercato azionario, l’accrescimento di alcune specie, la spaziatura tra le foglie
lungo uno stelo e la disposizione dei petali e dei semi in alcuni tipi di fiori, spesso presentano schemi
riconducibili a quello dei numeri di Fibonacci.
Rivolto alle scuole secondarie di I grado
È in codice? No, è un enigma!
Codifica cifrata dal quadrato di Polibio al rullo di Cesare, da Alan Turing ai giorni
nostri e anche oltre.
Le applicazioni della crittografia sono diffuse nell’ambito informatico e in tutti casi in cui è richiesta
confidenzialità dei dati: comunicazioni wireless, internet, transazioni finanziarie, ma decodificarle
non è impossibile!
Rivolto alle scuole secondarie di I grado
Visite guidate
dal martedì al sabato dalle 10 alle 19
Biglietti: 4 euro a studente
Attività: 80 euro per gruppo classe
Sperimentazioni
dal martedì al venerdì dalle 10 alle 19
Biglietti: 4 euro a studente
Visita guidata + attività: 130 euro per gruppo classe
Palazzo delle Esposizioni
Via Nazionale, 194
Prenotazione obbligatoria: 848 08 24 08
Tassellatura e mosaici
Bolle di sapone – Superfici minime – Frattali
In cosa si assomigliano un alveare, l’opus reticulatum e un mosaico? Un fatto stupefacente è che
sono pochi gli schemi possibili per i disegni che si ripetono periodicamente, all’infinito, in più di una
direzione.
Rivolto alle scuole secondarie di I grado
94
95
Altri Progetti
SCUDERIE DEL QUIRINALE
In occasione della mostra “MEMLING. Rinascimento fiammingo”
11 ottobre 2014-18 gennaio 2015
A CAMBIARE LE STORIE
visita in mostra e laboratorio
a cura del Laboratorio d’arte
Percorsi differenziati per i diversi pubblici. L’attività avviene in due momenti. La visita in mostra,
con un linguaggio semplice e diretto e con il coinvolgimento attivo dei ragazzi, presenta
una selezione di opere per esplorare l’universo poetico degli artisti, familiarizzare con temi,
materiali e processi. Il laboratorio stimola la creatività e sviluppa la capacità di rielaborare in
autonomia i contenuti proposti. Un percorso in mostra alla scoperta delle opere del celebre
pittore fiammingo e della sua bottega, la cui caratteristica era l’utilizzo di un ricco repertorio di
modelli pronti che il committente componeva per rendere l’opera unica e personale. In atelier,
un laboratorio in cui le immagini di Memling diventano storie da mescolare e assemblare per
reinterpretare il racconto in modo curioso e divertente.
Rivolto alle scuole dell’infanzia e primaria
dal lunedì al venerdì ore 10-11.30 e ore 11.30-13.30
Biglietti: 4 euro a studente (gratuito per scuola dell’infanzia),
Attività: 80 euro per gruppo classe
Scuole dell’ infanzia e primaria
Per le scuole dell’infanzia e primaria che prenotano e svolgono l’attività entro il primo mese di
mostra oppure che partecipano a due laboratori, uno al Palazzo delle Esposizioni e uno alle
Scuderie del Quirinale.
Tariffa speciale di 70 euro per gruppo classe.
Scuole secondaria di I grado
Per le scuole che prenotano e svolgono l’attività entro il primo mese di mostra oppure che
partecipano a due sperimentazioni o visite guidate sia al Palazzo delle Esposizioni sia alle Scuderie
del Quirinale.
Tariffa speciale di 70 euro per gruppo classe per le visite guidate, 120 euro per le sperimentazioni.
Scuderie del Quirinale
Via XXIV Maggio, 16
Prenotazione obbligatoria: 848 08 24 08
VISITE GUIDATE
cura CoopCulture
Rivolto alle scuole secondarie di I grado
dal lunedì al sabato dalle 10 alle 19
Biglietti: 4 euro a studente
Visita guidata: 80 euro per gruppo classe
OFFERTA PER LE SCUOLE
Scuole dell’infanzia, scuole primarie e secondarie di I grado
A scuola con lo Scaffale d’arte
Lo Scaffale d’arte, biblioteca internazionale specializzata in editoria d’arte per bambini e ragazzi
sita nel Palazzo delle Esposizioni, offre alle scuole infanzia e primaria 3-11 anni, specifiche attività
di laboratorio a tema (corpo, natura, sensi, colore). I laboratori, a titolo completamente gratuito,
sono ogni mercoledì dalle 10 alle 11.30 (esclusi festivi – max 25 bambini per gruppo classe) e sarà
possibile accogliere contemporaneamente due classi.
I temi sono legati alle sezioni dello Scaffale e partono sempre dal libro come pretesto e
strumento per avvicinarsi all’arte, lavorando sulle immagini e sulle storie.
Alcuni esempi di laboratorio: pagine d’arte, il libro del corpo, il corpo del libro, diventare
esploratori del mondo (la natura nei libri per ragazzi), i sensi nell’arte, il colore nell’arte, i Silent
Book. I laboratori saranno completamente gratuiti e verrà seguito l’ordine di arrivo delle
96
97
Altri Progetti
ARCHEOLOGANDO
Stadio di Domiziano - Piazza Navona
Lo Stadio di Domiziano, importante complesso archeologico sotto Piazza Navona, è stato
completamente restaurato e riaperto al pubblico all’inizio del 2014. L’area archeologica, di
competenza della Sovrintendenza Capitolina, è quanto resta del primo e unico esempio di
stadio in muratura fino a oggi conosciuto a Roma.
Archeologando intende fornire gli strumenti per conoscere l’unicità dell’immenso patrimonio
storico e artistico dello Stadio di Domiziano. I percorsi di visita e fruizione dell’area archeologica
sono integrati da pannelli illustrativi sullo Stadio e sugli sport che vi si praticavano, affiancati da
video con ricostruzioni virtuali in 3D del monumento e della Roma imperiale. Tale allestimento
consente quindi itinerari “interattivi”, volti a far rivivere ai visitatori molteplici aspetti della civiltà
romana. Attualmente è in corso una mostra sui gladiatori dal titolo “Gladiatores e Agone sportivo
- Armi e Armature dell’Impero Romano” pensata come un viaggio emozionante e avvincente nella
gladiatura, una delle più caratteristiche e note espressioni della cultura di Roma antica.
Organizzato dalla Sovrintendenza Capitolina in collaborazione con l’Associazione Culturale
Artefacto e Il Flauto Magico, il progetto mira a far conoscere ai bambini e ai ragazzi i diversi aspetti
della storia di Roma antica in maniera piacevole e accattivante, attraverso la riproduzione di
manufatti di uso quotidiano e lo sviluppo di attività artistiche. I laboratori, realizzati con l’utilizzo
di materiali semplici e sicuri, si svolgeranno all’interno di uno dei luoghi più suggestivi della Città
Eterna e saranno integrati da visite guidate animate e da lezioni tematiche.
I
Il mestiere dell’archeologo
- lezione introduttiva sul mestiere dell’archeologo;
- laboratorio: disegno e restauro di un manufatto antico ;
- visita guidata dello stadio.
Le arti figurative
- lezione introduttiva sulle arti figurative romane (mosaici, affreschi, pittura su ceramica, scultura,
intarsi marmorei);
- laboratorio: riproduzione di un mosaico;
- visita guidata dello stadio.
Si rivolge alle scuole primarie e secondarie di I grado.
Le attività didattiche dureranno circa 3 ore (lezione + laboratorio + visita guidata) al costo di 4 euro
per ogni studente.
Per informazioni e adesioni: 06 45686100, [email protected],
www.stadiodomiziano.it
Percorsi:
SP.Q.R. S Portivi Questi Romani
- lezione introduttiva sugli sport nell’Antica Grecia e nell’Antica Roma attraverso l’utilizzo di immagini
e ricostruzioni;
- laboratorio: realizzazione dello scudo utilizzato nello sport chiamato oplitodromia;
- visita guidata dello Stadio.
Spettacoli e giochi nella Roma Antica
- lezione introduttiva sugli spettacoli circensi, teatrali e sui giochi gladiatori e atletici che si
svolgevano nell’Antica Roma;
- laboratorio: realizzazione di maschere teatrali in argilla;
- visita guidata dello Stadio.
Vita quotidiana nella Roma antica
- lezione introduttiva sulla vita quotidiana nell’Antica Roma;
- realizzazione di un rilievo in argilla sul modello dei rilievi rappresentanti i mestieri o di un vaso in
argilla con la tecnica del colombino;
- visita guidata dello Stadio.
I gladiatori
- lezione itinerante attraverso il percorso espositivo della mostra sui gladiatori;
- laboratorio: realizzazione di un gladio in cartone (la spada utilizzata dai gladiatori);
- visita guidata dello stadio.
98
99
Altri Progetti
TEATRO DELL’OPERA DI ROMA
l Teatro dell’Opera di Roma, attraverso un ampio programma didattico diviso in aree
formative, intende avvicinare i giovani all’arte della danza e della musica e offrire loro
nuove opportunità per conoscere la grande tradizione del Teatro Musicale, nostro
patrimonio culturale da valorizzare e tramandare. L’offerta permette di coinvolgere i giovani in
modo diretto, valorizzando la loro creatività e la loro formazione, educandoli e appassionandoli a un
mondo per alcuni di loro a volte lontano e irraggiungibile, in una logica di investimento per il futuro.
I
I PROGETTI PER LE SCUOLE
ALL’OPERA CON FILOSOFIA
Il progetto, giunto alla sua nona edizione, è realizzato in collaborazione con l’Università degli Studi
di Roma Tre ed è nato per permettere anche ai giovani di apprezzare la nostra grande tradizione
lirica, tramite un ciclo di conferenze e dibattiti durante i quali vengono approfonditi motivi e
tematiche ricorrenti presenti poi nei titoli allestiti al Teatro dell’Opera. Grazie all’intervento di
autorevoli docenti accademici e personalità di spicco nel panorama musicale, gli studenti arrivano
a conoscere la trama, il pensiero musicale e l’ambiente storico e filosofico alle base delle opere. Ai
ragazzi viene quindi data la possibilità di assistere a uno spettacolo o una prova generale relativi al
titolo analizzato nel corso della rassegna. Per la presente edizione sono state selezionati i seguenti
titoli di opera e di balletto: Werther, Rigoletto, Carmina Burana, Tosca, Trittico di Balletti Americani,
Aida, Ascesa e Caduta della città di Mahagonny, Giselle.
Rivolto alle scuole secondarie di II grado
Biglietto: gratuita la partecipazione alle conferenze, 12 euro la partecipazione allo spettacolo o alla
prova generale.
LA SCUOLA ADOTTA L’OPERA
Lo scopo è avvicinare gli studenti al mondo del melodramma, offrendo loro la possibilità di
seguire sin dall’inizio le diverse fasi di realizzazione di un’opera lirica o di un balletto, in modo da
comprendere il linguaggio dell’autore e l’interpretazione degli artisti, la messinscena, la coreografia.
Si potrà scegliere di assistere alla preparazione di una delle seguenti opere o balletti: Schiaccianoci,
Aida, Werther, Tosca, Ascesa e Caduta della città di Mahagonny, Coppelia. Gli studenti coinvolti,
preparati dai rispettivi docenti, adottano un’opera e ne seguono le seguenti prove:
Italiana / I Insieme: Il direttore d’orchestra prova con i solisti, l’orchestra e il coro completo.
II Insieme: Orchestra, Coro, Solisti, Corpo di Ballo, movimenti scenici si coordinano tra loro dopo le
prime prove.
Antegenerale / Generale: la preparazione dello spettacolo è arrivata ormai quasi a compimento.
Per una completezza pedagogica del progetto, è obbligatoria la partecipazione alle tre prove.
Sarà possibile far partecipare un massimo di cento studenti per ogni opera.
Rivolto alle scuole secondarie di I e II grado
Biglietto: 4 euro a studente per ciascuna prova
LEZIONI D’OPERA
Gli incontri, tenuti dal Maestro Giovanni Bietti, vogliono analizzare diversi aspetti dell’universo
musicale. Le lezioni per le scuole si terranno al Teatro Costanzi; gli incontri, finalizzati ad
approfondire la conoscenza musicale, saranno arricchiti anche da esempi musicali dal vivo, brani
registrati, inserti e video. I titoli proposti: Rigoletto, Tosca, Aida e Nozze di Figaro.
100
Rivolto alle scuole secondarie di II grado
Biglietto: 5 euro, 12 euro la partecipazione allo spettacolo o alla prova generale.
VISITE GUIDATE
Le visite guidate prevedono un percorso all’interno dei luoghi più significativi del Teatro dell’Opera,
passando, compatibilmente con le esigenze di produzione, anche dietro le quinte e in palcoscenico,
nonché una visita del nuovo Museo Teatrale. Durante queste visite, oltre alla storia del Teatro,
verrà illustrato il funzionamento della macchina teatrale e le varie fasi necessarie alla messa in
scena di uno spettacolo. Si offre, inoltre, la possibilità di assistere a una prova, compatibilmente
con il calendario delle produzioni. Per le scuole primarie e dell’infanzia, dopo la visita sarà possibile
partecipare, su richiesta, a un laboratorio manuale, durante il quale i ragazzi possono cimentarsi
nella realizzazione di manufatti artistici utilizzando i materiali e i colori che si usano per realizzare le
scene e l’attrezzeria.
Le visite per gruppi classe sono effettuate su prenotazione
Rivolto alle scuole di ogni ordine e grado
Biglietto: 6 euro a persona per la visita, 6 euro per il laboratorio, gratuito per docenti.
SPETTACOLI PER LE SCUOLE
LA LEGGENDA DEL FIORE DI LINO
Lo spettacolo è un musical, composto da Adriana Del Giudice su un testo di Rosa Stipo, adattato
per il teatro da David Haughton, che ha per protagonisti degli animali. Rivolto a un pubblico di
bambini e ragazzi, racconta l’avventuroso viaggio di un’orchestra di animali verso Copenaghen per
partecipare al prestigioso Festival del Giardino del Tivoli.
Rivolto alle scuole dell’infanzia, alle Scuole Primaria e alle scuole Secondarie di I grado
Periodo: 21, 22, 23, 24 ottobre 2014, Teatro Nazionale ore 9.30 e 11.30.
14, 15, 16, 18, 19 novembre, Teatro Nazionale
Biglietti: 10 euro a studente, gratuito per docenti.
SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
Musica di Felix Mendelssohn. Coreografia di Alessandra Delle Monache.
Le fate, i folletti, gli elfi, la foresta incantata e la magia della commedia di Shakespeare per il balletto
che andrà in scena al Teatro Nazionale eseguito dagli Allievi della Scuola di Danza e da alcuni
ballerini professionisti.
Rivolto alle scuole di ogni ordine e grado
Periodo: 4, 5, 6, 7, 9, 10, 11, 12, 13, 14 dicembre 2014, Teatro Nazionale
Biglietti: 10 euro a studente, gratuito per docenti.
BRUNDIBÀR, UNO SPETTACOLO PER NON DIMENTICARE
Il 23 settembre 1943 andava in scena per la prima volta l’opera Brundibár, composta dal musicista
ceco Hans Krasa su testo di Adolf Hoffmeister. È un’opera per ragazzi, coro di voci bianche e
orchestra che venne realizzata presso il ghetto di Therensienstadt (in ceco Terezìn). Siamo nel pieno
della II guerra mondiale: Hans Krasa è un ebreo e come tale viene deportato in questo campo, non
lontano da Praga, anticamera di Auschwitz, che Hitler spacciò per città “modello” donata agli ebrei
per la loro protezione. Vi furono stipati 140mila ebrei, destinati in realtà ai Lager e costretti intanto a
mimare una vita “normale”.
Sarà eseguito dal Coro delle Voci Bianche, dalla Giovane Orchestra dell’Opera e dai professionisti
del Teatro.
Rivolto alle scuole di ogni ordine e grado
Periodo: 26-27-28-29-30 gennaio 2015, Teatro Palladium, ore 9.30 e ore 11.30
Biglietti: 10 euro a studente, gratuito per docenti.
101
Altri Progetti
DON CHISCIOTTE
Musica di Ludwig Minkus. Coreografia di Marius Petipa rielaborata da Ofelia Gonzalez e Pablo
Moret. E’ uno dei titoli del repertorio classico più rappresentati e sarà eseguito dagli allievi della
Scuola di Danza con la partecipazione straordinaria di alcuni ballerini del corpo di Ballo del Teatro.
Rivolto alle scuole di ogni ordine e grado
Periodo: 24, 25, 26, 27, 28, 29 marzo 2015, Teatro Nazionale, ore 11
Biglietti: 10 euro a studente, gratuito per docenti.
IL PICCOLO SPAZZACAMINO
Musica di Benjamin Britten, libretto di Eric Crozier. L’opera si distingue per il linguaggio elegante e
per l’insolito proposito di avvicinare il mondo della musica a quello delle fiabe e dei bambini. Britten
e Crozier pensarono a un organico composito, di professionisti e dilettanti, e coinvolsero il pubblico
– che nelle intenzioni dovrebbe essere formato soprattutto da ragazzi – in quattro brani da cantare
all’inizio, tra gli atti e alla fine dell’opera.
Vedrà coinvolto il Coro delle Voci Bianche e i professionisti del Teatro.
Rivolto alle scuole dell’infanzia, alle Scuole Primaria e alle scuole Secondarie di I grado
Periodo: maggio 2015, Teatro Palladium, ore 11;
13, 14, 15, 16, 17, 18, 20, 21, 22, 23 ottobre 2015, Teatro Nazionale, ore 11
Biglietti: 10 euro a studente, gratuito per docenti.
PROVE GENERALI APERTE ALLE SCUOLE
16 dicembre 2014 - Lo Schiaccianoci
3 febbraio 2015 - Rigoletto
28 febbraio 2015 - Tosca
22 aprile 2015 - Aida
20 maggio 2015 - Le Nozze di Figaro (da confermare)
Biglietto: 12 euro
Per informazioni e prenotazioni: Dipartimento Didattica e Formazione
06 48160312/532/533, [email protected] , www.operaroma.it
102
103
www.comune.roma.it/dipscuola